Radiatore con termovalvole: come controllare e gestire la temperatura?

Se si abita in un condominio con riscaldamento centralizzato e si installano le termovalvole sul proprio radiatore, è possibile gestirli in autonomia, programmare e/o monitorare i livelli di riscaldamento, anche quando non si è in casa, ottimizzando i consumi?

Il riscaldamento centralizzato si sa è tra gli impianti più diffusi nei condomini e nei centri polifunzionali. Fino a pochi anni fa questo tipo di impianto esonerava del tutto i condomini dall’onere di dover impostare orari e temperatura dei radiatori interni agli appartamenti, garantendo sì una temperatura ottimale durante tutto il periodo invernale, ma allo stesso tempo penalizzando chi trascorreva poco tempo in casa o aveva esigenze differenti. Sia che si fosse presenti in casa o meno, si era costretti a pagare in base ai millesimi del proprio appartamento, e l’unico responsabile era l’amministratore del condominio.

Questo tipo di impianto è stato regolarizzato da un decreto legislativo del 2016 per il miglioramento dell’efficienza energetica, grazie all’introduzione della “contabilizzazione del calore e termoregolazione”, che garantisce una suddivisione proporzionale delle spese relative al riscaldamento. Con questa norma è stato imposto l’obbligo a tutti i condomini di installare valvole termostatiche e sensori di temperatura sui propri radiatori, in modo da lasciare la libertà a ciascun condomino di gestire in autonomia gli orari di accensione e spegnimento degli apparecchi e la temperatura, sempre restando entro i 20 gradi di media prevista dalla legge, controllando così i consumi energetici.

In questo modo la caldaia resta condominiale, però ognuno paga in base all’effettivo consumo, con una conseguente riduzione dei costi fino dal 30% al 40%. Il decreto Milleproroghe 2017 ha previsto che tutti i condomini non regolarizzati avessero tempo fino al 30 giugno 2017 per installare i nuovi sistemi di contabilizzazione del calore negli edifici condominiali. Gli edifici con riscaldamento centralizzato, che non avessero ancora proceduto alla regolamentazione, rischiano oggi di pagare pesanti sanzioni a partire dai 500 fino ai 2.500 euro per ogni unità immobiliare.

Per l’adeguamento dei sistemi, le spese ammontano a circa 70/120 euro per famiglia per ogni radiatore presente in appartamento, a cui si devono aggiungere le spese condominiali relative all’intervento sulla centrale termica. Per queste spese è possibile usufruire delle detrazioni fiscali previste dal Bonus Ristrutturazioni e dall’Ecobonus per l’efficienza energetica in caso di installazione di contabilizzatori e sostituzione degli impianti esistenti con caldaie a condensazione o pompe di calore ad alta efficienza o a seguito delle ristrutturazioni delle aree comuni.

Un lettore ci ha scritto per porci una domanda sull’argomento…
Domanda: Devo ristrutturare casa e abito in un condominio con riscaldamento centralizzato, ho già installato le termovalvole sui radiatori, quali sistemi ho a disposizione per controllare la temperatura da remoto o programmare il riscaldamento, ottimizzando i miei consumi?

Come si è visto, quindi, per l’ottimizzazione dei consumi nei condomini con riscaldamento centralizzato è necessario aver installato le termovalvole e i ripartitori del calore sui radiatori, che consentono di monitorare il calore emesso e regolare la temperatura nelle diverse stanze.

Le più moderne tecnologie hanno però reso questi apparecchi ancora più performanti. Con alcuni innovativi prodotti sul mercato, infatti, è possibile gestire al meglio i consumi e controllare il riscaldamento a zone, anche da remoto tramite il proprio smartphone. Certi prodotti sono veri e propri assistenti climatici intelligenti, ovvero software gestibili da pannello touchscreen e da applicazioni mobile che fungono da assistenti personali per il controllo climatico domestico, grazie a funzionalità che garantiscono agli utenti una casa riscaldata a prezzi sostenibili. I modelli più evoluti consentono tra le funzioni garantite:
controllo multiroom intelligente, con cui è possibile gestire il riscaldamento in modo automatico e per zone in base alla propria posizione, risparmiando energia e denaro, senza rinunciare al comfort;
sistema di rilevamento finestra aperta che rivela cambi di temperatura e umidità dovuti all’apertura di una finestra aperta e provvede quindi a spegnere il riscaldamento in automatico per evitare sprechi di energia;
funzione geolocalizzazione che riduce la temperatura media della casa quando in casa non c’è nessuno e ristabilisce i valori prima che i proprietari tornino a casa;
adattamento meteo per la gestione del riscaldamento in base alle previsioni meteo, in modo da non riscaldare eccessivamente l’ambiente quando fuori è bel tempo, ottimizzando così l’efficienza energetica, sempre garantendo il massimo comfort;
regolazione intelligente, per analizzare in tempo reale fattori ambientali interni ed esterni e regolare il grado di calore;
regolazione manuale, che permette di impostare una modifica temporanea della temperatura in una stanza direttamente sulla valvola o direttamente da applicazione mobile;
connessione con i nuovi e ormai noti assistenti virtuali, Alexa di Amazon e Google Assistant, che servono per connettere il riscaldamento di casa sui propri dispositivi mobili e controllarlo tramite questi dispositivi vocali.

Oltre a queste funzioni sono integrate anche le funzioni di reportistica e di rilevamento delle statistiche mensili sul risparmio energetico, oltre al collegamento diretto con l’assistenza in caso di necessità.

Oggi, quindi, i consumatori possono contare su valvole controllabili via wireless, configurabili in base alle proprie esigenze, dotate di molteplici funzionalità, come l’invio di dati e informazioni sullo smartphone, e termostati digitali intelligenti da montare direttamente sulle valvole termostatiche, che consentono di monitorare la temperatura del singolo ambiente e di aprire e chiudere le valvole, escludendo così il singolo radiatore dalla zona da riscaldare.

Ciò che più conta al momento della scelta è avere ben chiaro quali siano le più evolute possibilità offerte dal mercato e informarsi bene che il modello scelto sia in grado di garantirle.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

FOTO_4_tado_termostato_intelligente

L’Assistente Climatico Intelligente di tado° offre il completo controllo climatico domestico, anche a distanza via app, grazie a funzioni che permettono agli utenti di godersi una casa riscaldata a prezzi sostenibili, risparmiando fino al 31% sulla bolletta energetica. Con l’applicazione mobile, questo termostato intelligente non solo ti mostra la temperatura in casa, permettendo di modificare le impostazioni da remoto ovunque tu sia, ma grazie alla Geolocalizzazione garantisce di trovare la temperatura desiderata al tuo rientro senza che tu debba fare sforzo alcuno, poiché lavora  in background come un assistente climatico digitale. Integrazione Smart Home con Apple HomeKit, Amazon Alexa e Google Home, per controllare la gestione intelligente del riscaldamento direttamente con la propria voce. Prezzo 249 eurowww.tado.com

 

 

FOTO_6_Somfy-Termostato_ConnessoUn nuovo concetto di termostato che si adatta allo stile di vita degli utenti, regalando un elevato livello di comfort e permettendo un notevole risparmio sui consumi di casa. Il nuovo Termostato Connesso di Somfy, grazie all’applicazione per smartphone, permette di accedere facilmente, in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo, alle impostazioni, regolando anche a distanza la temperatura dell’abitazione. Le funzionalità permettono di analizzare le prestazioni energetiche dell’abitazione, le condizioni climatiche del posto, le abitudini di coloro che vivono la casa e quelli che possono essere i consumi. Grazie ai suggerimenti è possibile consumare meno e risparmiare concretamente sulla bolletta. Grazie alla geolocalizzazione, quando si è lontani da casa, il termostato abbassa il riscaldamento per poi aumentarlo fino alla temperatura desiderata quando il sistema rileva il proprio avvicinamento, in questo modo è possibile usufruire della temperatura desiderata quando serve davvero. È compatibile con la maggior parte dei sistemi di riscaldamento e in più è associabile alle tapparelle motorizzate per garantire una gestione consumi ancora più efficace. Prezzo: versione filare 169 euro; versione radio 199 euro. www.somfy.it

FOTO_1_Netatmo_Valvole_Intelligenti

Le valvole collegate al termostato intelligente per termosifoni di Netatmo permettono agli utenti di controllare il proprio riscaldamento da remoto, stanza per stanza, tramite smartphone e di ridurre il consumo di energia della propria casa del 37%, grazie a 3 funzionalità principali: rilevamento delle finestre aperte, regolazione intelligente e regolazione manuale. Queste valvole funzionano perfettamente sia in case con riscaldamento autonomo già dotate di un termostato Netatmo, sia in quelle con riscaldamento condominiale. Design Philippe Starck. Prezzo per singola valvola 79,99 euro. Prezzo Starter Pack 199,99 euro. www.netatmo.com

FOTO_2_Vimar_ByMe

Attraverso l’integrazione con la domotica By-me, touch screen, termostati e cronotermostati da parete e da incasso di Vimar offrono funzioni evolute per la gestione intelligente del clima e dell’energia di qualsiasi tipo di edificio e con qualsiasi tipo di impianto: a pavimento, con radiatori, con fan-coil o con climatizzatori mono o multisplit, per garantire alte performante sia per il riscaldamento che per il raffrescamento. I touch screen consentono di gestire in modo ancora più intelligente l’energia. È infatti possibile visualizzare sia quella consumata dall’intero edificio, espressa anche in grandezze non elettriche come acqua e gas, che quella utilizzata dai singoli carichi. E in caso di superamento della soglia contrattual,e il sistema decide di staccare automaticamente alcuni carichi, in base a priorità precedentemente impostate, impedendo il blackout da sovraccarico. Prezzo su progetto. www.vimar.com

FOTO_3_Honeywell_Evohome_WiFi

Perché non riscaldare solo le parti della casa che si stanno effettivamente usando? Con Evohome di Honeywell è possibile creare una serie di “zone intelligenti” in casa, dividendo ad esempio la casa tra zona notte e zona giorno. In questo modo, il comfort nelle stanze che si stanno usando è garantito, mentre nelle altre è possibile abbassare il riscaldamento. Prezzo a partire da 289 euro. www.honeywell.com

FOTO_5_Momit_Bevel

Grazie al suo design integrato non ha bisogno di nessun dispositivo aggiuntivo per poterlo spostare di stanza in stanza, questa è un punto di forza del termostato intelligente di Momit che controlla il riscaldamento da qualsiasi dispositivo mobile tramite l’App di Bevel. Il display a 360° si può girare automaticamente per mostrare tutte le informazioni e può essere collocato nella posizione che si preferisce. Inoltre, è dotato della funzionalità My Budget per stabilire quanto si vuole spendere in riscaldamento ogni mese ed essere avvisati ogni volta che ci si sta avvicinando alla spesa minima prestabilita. In questo modo è possibile ridurre la quantità di energia che si utilizza e soprattutto l’importo della bolletta. Prezzo 199 euro. www.momit.com

Concorso Essence Estate Brillante