Progetto in pianta e 3D della casa su 3 livelli

La scala è diventata sempre più un elemento d'arredo, da progettare e lasciare in bella vista. Anzi da esibire. Ecco un progetto con la scala protagonista, realizzato dal nostro architetto su richiesta del lettore Patrizio: la sua casa su tre livelli guadagna in funzionalità ed estetica grazie alla nuova scala che sostituisce l'originaria a chiocciola.

Progetto in pianta e 3D della casa su 3 livelli

La scala a chiocciola – si sa – è la scala salvaspazio per eccellenza, perché con un ingombro minimo permette di collegare i diversi livelli di un appartamento. Dove però sia possibile inserire una scala “normale”, cioè lineare, la scelta può rivelarsi decisamente funzionale e anche dal punto di vista estetico assumere una valenza decisamente positiva, data l’ampissima possibilità di scelta di modelli prefabbricati. Ecco il progetto del nostro architetto per il lettore Patrizio, che dovendo ristrutturare una casa su tre piani ci domandava se lasciare il modello a chiocciola o passare ad altri tipi di scale. Salire e scendere per una scala lineare è decisamente più comodo e, se l’abitazione non perde spazio utile, ma anzi ne guadagna in estetica, la modifica presenta innegabili vantaggi.

Alla casa si accede da due ingressi. Dal primo si entra al piano terra e, nello stato di fatto, si deve attraversare tutto il locale per raggiungere la scala a chiocciola e salire al primo piano dove, al vano con secondo ingresso dall’esterno, seguono due locali di cui uno passante. L’unico bagno è ubicato al piano secondo. Nel progetto la scala cambia posizione e tipologia e si ricavano un bagno per livello e tre camere da letto.

La nuova posizione della scala permette di dividere il piano terra in due locali: uno con entrata e zona relax/tv e l’altro con destinazione camera doppia o stanza pluriuso. 
Alla rampa si accede direttamente dall’ambito ingresso e si arriva nella zona centrale del living; al primo livello ci sono anche un piccolo bagno ed una stanza disimpegnati da una zona filtro. Al piano secondo la camera è doppia, il bagno è indipendente con antibagno, e c’è inoltre un vano dotato di armadiature e doccia. La nuova scala è in ferro e legno, l’accostamento ad una parete più lunga permette di progettare una comoda rampa in linea ed un ultimo tratto con gradini a pié d’oca.

Prodotti utilizzati: Di Lema, il tavolo 3-Pod, la sedia Bailu e lo specchio Mirage; di Foscarini, le lampade a sospensione Tress e da terra Gregg di Foscarini.

Progetto dell’architetto Ornella Musilli – www.libera-design.it 

Clicca sulle immagini per vederle full screen