Mansarda di 41 mq: zona giorno più ampia e vincoli da superare

Eliminare il corridoio e unire soggiorno e cucina sono due costanti nelle ristrutturazioni delle case piccole. Se poi l'appartamento è anche un sottotetto, la sfida dello sfruttare bene lo spazio raddoppia. Ecco il progetto realizzato dal nostro esperto per la mansarda della nostra lettrice Viviana.
Architetto Barbara Piccinno
A cura di Architetto Barbara Piccinno, Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 27/05/2015 Aggiornato il 06/08/2018
Mansarda di 41 mq: zona giorno più ampia e vincoli da superare

Domanda di Viviana: Vorrei rinnovare la zona giorno della mia piccola mansarda di 41 mq. Al posto dell’ingresso – che dà su un lungo corridoio – e della cucina, mi piacerebbe ricavare un soggiorno con angolo cottura. L’altezza piuttosto contenuta di soli 182 cm dell’unica parete finestrata rappresenta la sfida maggiore, rendendo difficoltosa la distribuzione degli armadi e di eventuali pensili… Il mio sogno sarebbe, infine, quello di ricavare un piccolo terrazzino dal sottotetto, con accesso dalla cucina.  

  • Risponde l’architetto Barbara Piccinno dello studio Patetta – www.studiopatetta.wix.com/studio

Mantenere la cucina separata dal soggiorno non permette, in appartamenti di piccola metratura (41 mq), di sfruttare gli spazi a disposizione nel migliore dei modi, specialmente in presenza di limiti oggettivi quali l’altezza ridotta dei locali. Per soddisfare la richiesta di riorganizzare la zona giorno si è pertanto scelto di demolire la parete divisoria tra soggiorno e cucina e di ridistribuire gli arredi secondo una logica più funzionale: inoltre l’abbattimento del tramezzo dona uno spazio maggiore alla zona di ingresso.

Nell’area in precedenza occupata dalla cucina è stata ricavata una zona conversazione formata da un divano-letto, utile nel caso in cui sia necessario avere occasionalmente due posti letto in più, ed una poltrona. La cucina è stata addossata alla parete cieca dove il soffitto raggiunge un’altezza di 265 cm, permettendo così un’agevole collocazione di pensili: di fronte alla cucina trova posto il tavolo da pranzo utilizzabile da 4/6 persone.

Il blocco cucina si prolunga verso la porta di ingresso con una parte più bassa dove sistemare la tv. Uno spazio all’aperto viene ricavato nella zona più stretta dell’appartamento (appena 2 metri di larghezza): il piccolo terrazzino a tasca può ospitare un piccolo tavolo o delle sedie a sdraio. Il ripostiglio esistente è stato mantenuto per il ricovero invernale degli arredi da esterni e come utile spazio di servizio.

Per sfruttare al meglio la parete più bassa della casa, peraltro l’unica finestrata, si è pensato ad un unico mobile basso in grado di fornire un utile appoggio per tutta la lunghezza della zona giorno. Il mobile è stato dotato di ante per riporrvi stoviglie e oggetti che non si desidera rimangano in vista e di parti aperte sulle quali riporre libri e soprammobili. Elemento d’unione di tutto l’appartamento, la medesima soluzione è stata riproposta anche nella camera da letto.

 Clicca sulle immagini per vederle full screen

  • 2-cucina-espertorisponde
  • 2-salapranzo-espertorisponde
  • 3-cucina-espertorisponde
  • 4-STATO-DI-FATTO-espertorisponde
  • 5-STATO-DI-PROGETTO-espertorisponde
  • 6-STATO-COMPARATIVO-espertorisponde

2-cucina-espertorisponde 2-salapranzo-espertorisponde 3-cucina-espertorisponde 4-STATO-DI-FATTO-espertorisponde 5-STATO-DI-PROGETTO-espertorisponde 6-STATO-COMPARATIVO-espertorisponde

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!