Bonus mobili 2021: quando si può fruire del tetto di spesa più alto a 16mila euro?

La legge di bilancio oltre a prorogare fino al 31 dicembre il bonus mobili ha elevato anche il tetto massimo di spesa su cui calcolare la detrazione. E chi aveva iniziato l'acquisto di arredi nel 2020 può detrarre la rimanente parte per quanto verrà comprato nel 2021? In risposta alla nostra lettrice daniela D.
Alessandra Caparello
A cura di Alessandra Caparello
Pubblicato il 18/02/2021 Aggiornato il 18/02/2021
Bonus mobili 2021: quando si può fruire del tetto di spesa più alto a 16mila euro?

Il bonus mobili è una detrazione Irpef del 50% prevista per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A per i forni), destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione. Per usufruire dell’agevolazione è necessario eseguire lavori di ristrutturazione e che la data di inizio lavori sia anteriore a quella in cui sono sostenute le spese per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici.

L’agevolazione è stata prorogata dalla recente legge di bilancio anche per gli acquisti che si effettuano nel 2021, ma può essere richiesta solo da chi realizza un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2020. Per gli acquisti effettuati nel 2020, invece, è possibile fruire della detrazione solo se l’intervento di ristrutturazione è iniziato in data non anteriore al 1° gennaio 2019. La detrazione va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 10.000 euro. Per il 2021 il tetto di spesa su cui calcolare la detrazione è elevato a 16.000 euro.

Domanda della lettrice Daniela: Mia figlia ha iniziato i lavori nel novembre 2019  e nell’anno 2020 ha acquistato mobili per  10.000 euro. Visto che per l’acquisto di mobili. la cifra detraibile è stata aumentata di altri 6.000 euro può detrarsi questa cifra a fronte di nuovi acquisti nel 2021? 

Risposta. Come indicato dalll’Agenzia delle Entrate, nella guida on line aggiornata sul Bonus mobili 2021, per gli acquisti di mobili ed elettrodomestici effettuati nel 2020 e riferiti a lavori realizzati nel 2019 (o iniziati nel 2019 e proseguiti nel 2020), la detrazione deve essere calcolata su un importo complessivo non superiore a 10.000 euro, al netto delle spese sostenute nel 2019 per le quali si è già fruito dell’agevolazione.

Per gli acquisti del 2021, riferiti a lavori realizzati nel 2020, o iniziati nel 2020 e proseguiti nel 2021, la detrazione va calcolata su un importo massimo di 16.000 euro, al netto delle spese sostenute nel 2020 per le quali si è fruito del bonus.

Inoltre il limite dei 16.000 euro (10.000 euro per gli acquisti effettuati entro il 31 dicembre 2020) riguarda la singola unità immobiliare, comprensiva delle pertinenze, o la parte comune dell’edificio oggetto di ristrutturazione. Quindi, il contribuente che esegue lavori di ristrutturazione su più unità immobiliari avrà diritto più volte al beneficio.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.86 / 5, basato su 7 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!