Stile rétro per i piccoli elettrodomestici: trionfa il revival

Nelle collezioni di piccoli elettrodomestici per la cucina, le linee rétro ci riportano alle familiari atmosfere anni '50. Frullatori, tostapane, macchine per il caffè espresso e spremiagrumi vengono riproposti con un look vintage. Ma hanno prestazioni e funzioni al top.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 19/02/2017 Aggiornato il 17/08/2018
Stile rétro per i piccoli elettrodomestici: trionfa il revival

In cucina, le linee rétro ispirate agli anni ’50 e ’60 sono diventate negli ultimi anni protagoniste di molte collezioni di piccoli elettrodomestici: a contraddistinguerli sono innanzitutto le tipiche forme sinuose e bombate, i colori laccati e le cromature, ma anche le finiture lucide e i dettagli di gusto vintage (dai timer analogici alle maniglie e bocchette di erogazione ispirate al passato) per un’atmosfera stile “American Graffiti”. Rilanciati alcuni anni fa sul mercato, questi modelli oggi si sono moltiplicati, proponendosi come un vero e proprio trend. Spesso si tratta di veri e propri pezzi di design e icone di stile che uniscono alle loro funzioni il piacere dell’oggetto: quando c’è abbastanza spazio, diventa quindi molto piacevole tenerli a vista sul piano di lavoro, come complementi d’arredo.

Le linee rétro “nascondono” però apparecchi molto performanti, spesso top di gamma, che hanno la resistenza, la versatilità e l’affidabilità di analoghi elettrodomestici dalle linee più contemporanee. Sono sempre realizzati con materiali di prima qualità, anticorrosivi come l’acciaio inox e con componenti intercambiabili lavabili in lavastoviglie. Frullatori, tostapane, robot e, tra le new entry, anche spremiagrumi e macchine per il caffè espresso diventano pezzi inconfondibili in grado di personalizzare l’ambiente.

In molti casi, le linee rétro riprendono fedelmente quelle dei modelli originali, prodotti per la prima volta negli anni ’50 dalle stesse aziende che li ripropongono ora: vere e proprie riedizioni quindi che, lasciando immutato l’involucro di design, hanno invece aggiornato la tecnologia per venire incontro alle esigenze moderne che richiedono prestazioni super. Da considerare sempre nella scelta sono le misure di questi apparecchi che sono in media maggiori rispetto alle altre collezioni. Anche i costi possono essere più elevati per i materiali di pregio con cui sono realizzati e per la cura nel design; in alcuni marchi, esistono però anche proposte per budget più contenuti.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

  • Macchina per il caffè espresso Linea anni '50 di Smeg. www.smeg.it
  • Spremiagrumi elettrico CJF01 di Smeg
  • Bollitore 2869 Linea Vintage di Ariete. Disponibile da aprile 2017. www.ariete.net
  • Linea Rétro di Russel Hobbs: bollitore, macchina per il caffè e tostapane, prezzo 70 euro ciascuno.
  • Bollitore Linea Style di Breville, capacità 1,7 litri, prezzo 69,90 euro. www.breville.com
  • Il frullatore Classic di Oster con boccale in vetro refrattario di borosilicato. Prezzo 109,90 euro. http://osterblenders.it
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!