Piani cottura portatili, a gas e a induzione: pratici e tecnologici

Alternativa salvaspazio a quelli da incasso, i piani cottura portatili, da appoggio o ribaltabili, occupano pochi centimetri e possono essere riposti quando non utilizzati. Sono modelli hi-tech con prestazioni elevate per un risparmio di tempo ed energia.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 25/01/2017 Aggiornato il 17/08/2018
Piani cottura portatili, a gas e a induzione: pratici e tecnologici

I piani cottura portatili sono elettrodomestici a libera installazione, di dimensioni ridotte e quindi poco ingombranti, che offrono tutti i vantaggi, la potenza, l’efficienza energetica e le funzioni elettroniche dei modelli da incasso: sono semplici da utilizzare, un’ottima soluzione per le cucine piccole o per la casa vacanze. Non hanno una posizione vincolata sul piano in quanto non richiedono un foro, ma vengono semplicemente appoggiati.

Piani cottura portatili a induzione

Sono sempre più diffusi sul mercato i modelli con piastra in vetroceramica a induzione ad alimentazione elettrica, dotati di una, due o tre zone cottura, comandi touch screen e in molti casi anche di accessori che consentono preparazioni specializzate. La piastra in acciaio inox con rivestimento antiaderente ad induzione permette per esempio di cucinare senza grassi, riscaldare, mantenere caldo e servire in tavola ogni pietanza. Altro plus dei piani cottura portatili a induzione è l’essere così facili da spostare, si possono infatti utilizzare anche all’aperto per cucinare in giardino. La velocità della cottura a induzione consente di ridurre i tempi e le dispersioni di nergia: tutto il calore prodotto si concentra nella zona cottura, sotto il recipiente.
Elemento non trascurabile è il design! Si tratta infatti di piccoli apparecchi compatti e molto curati nell’estetica che si possono lasciare a vista in cucina e che si inseriscono bene in qualsiasi ambiente.

Piani cottura portatili a gas

Per chi preferisce la tradizionale cottura a gas, sono disponibili anche i piani cottura portatili con questo tipo di alimentazione che uniscono estetica e funzionalità. Esistono modelli di diverse misure, con un numero di fuochi che va in genere da uno a quattro. Quelli ribaltabili, quando si finisce di cucinare, si possono sollevare in verticale liberando così il piano di lavoro sottostante che può essere utilizzato per altre funzioni. I piani cottura portatili da appoggio si installano semplicemente sul top della cucina, richiedono soltanto un piccolo foro per il passaggio del collegamento elettro-gas e il fissaggio della cerniera posteriore.

  • Piani cottura a gas ribaltabili di Alpes inox (www.alpesinox.com), con due zone cottura ciascuno
  • Piano cottura da appoggio a gas a 2 fuochi di Alpes Inox
  • Piano cottura da appoggio a gas con 5 fuochi di Alpes Inox
  • Set composto da piano cottura ad induzione S-Line  e piastra antiaderente  di Caso Design.
Prezzo al pubblico: 155 euro. Info e distribuzione: Punto De, www.puntode.it
  • Piano cottura a induzione S-Line di Caso Design. Prezzo al pubblico: 139 euro. Info e distribuzione: Punto De, www.puntode.it
  • Set composto da piano cottura a induzione S-Line  e piastra antiaderente  di Caso Design. Prezzo al pubblico: 155 euro. Info e distribuzione: Punto De, www.puntode.it
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!