Cappe per la cucina

Nella composizione della cucina la cappa non è soltanto un elettrodomestico indispensabile ma anche un complemento d’arredo che dà una forte connotazione all’ambiente. Realizzate in materiali pregiati come acciaio e vetro, grazie alle nuove tecnologie offrono la massima efficienza nell’aspirazione.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 01/05/2013 Aggiornato il 25/07/2017
Cappe per la cucina
Agq di Ilve
Gli aspetti da valutare

La scelta del modello di cappa più adatto dipende da più fattori, in particolare dalla dimensioni del locale e dalle abitudini (quanto e che cosa si è abituati a cucinare).

  • Installazione In passato le cappe erano quasi sempre a scomparsa, incassate all’interno di un pensile. Ora la maggior parte dei modelli è invece freestanding “a camino”, cioè con il condotto di evacuazione a vista. Possono essere a parete oppure a isola, per l’installazione al centro della stanza.
  • Portata È la capacità della cappa di aspirare aria dall’ambiente: si esprime in metri cubi all’ora (mc/h) e indica la quantità di aria che l’apparecchio è in grado di estrarre in un’ora se azionato alla velocità massima. La portata della cappa deve essere scelta considerando l’ampiezza e l’altezza del locale, oltre al numero di persone per cui si cucina di solito. In generale, modelli da 200/300 mc/h sono adatti per ambienti piccoli e in caso di utilizzo limitato; 300/400 mc/h corrispondono a una portata media; una capacità oltre i 400 mc/h è consigliata in caso di ambienti grandi e di utilizzo molto frequente e prolungato.
  • Velocità Si possono selezionare in genere 3-4 velocità di aspirazione, cui si aggiunge quella intensiva, detta anche booster.
  • Filtri Le cappe sono dotate di filtri antigrasso formati da maglie metalliche che trattengono i grassi contenuti nei vapori di cottura: ogni 2-3 mesi andrebbero smontati e lavati. In alcuni casi una spia segnala quando intervenire. In molti apparecchi sono presenti anche filtri ai carboni attivi che trattengono i cattivi odori: per mantenere una buona efficienza questi devono essere periodicamente sostituiti.
  • Rumorosità Grazie alle nuove tecnologie di aspirazione e alle protezioni isolanti, alcune cappe sono molto silenziose: anche alla velocità massima l’emissione sonora supera di poco i 40 decibel.
Che cosa dice la normativa

L’installazione di una cappa per l’aspirazione dei fumi di combustione e dei vapori di cottura è obbligatoria per legge in cucina se il piano cottura è a gas; è consigliata ma non obbligatoria, nel caso in cui il piano cottura sia elettrico o a induzione.

  • La cappa deve essere distanziata di almeno 65 cm (e non più di 90 cm) dal piano cottura; la larghezza deve essere uguale o superiore rispetto a quest’ultimo.

È d’obbligo aspirante
Punto di riferimento sono le normative Uni-Cig 7129-7131 e il D.M. 37/2008. Se in cucina è presente la canna fumaria è obbligatorio installare una cappa di tipo aspirante, detta anche a evacuazione, che convogli i fumi all’esterno.

  • Se la canna fumaria è assente o non si può realizzare è possibile invece utilizzare una cappa filtrante (detta anche a ricircolo d’aria) abbinata a un aspiratore da muro o a vetro: questi apparecchi depurano l’aria tramite filtri e la reimmettono nell’ambiente. La maggior parte delle cappe in commercio offre la possibilità di essere utilizzata sia nella modalità aspirante sia in quella filtrante.
  • La cappa aspirante deve essere collegata a una canna fumaria a uso esclusivo mentre non sono ammessi i condotti collettivi.
Il tecnico

L’aspirazione perimetrale
Molte delle cappe di nuova generazione dispongono di questo sistema innovativo che consente di migliorare l’efficienza e di ridurre la rumorosità dell’apparecchio. Con l’aspirazione perimetrale l’aria non viene aspirata su tutta la superficie del pannello, ma soltanto lungo una fessura sui bordi. Questa tecnologia ottimizza il flusso dell’aria, potenziando la capacità dell’apparecchio di catturare gli odori e i vapori di cottura; il particolare movimento consente inoltre una maggiore silenziosità. Altro vantaggio riguarda il design della cappa: dal momento che la superficie aspirante si concentra lungo il perimetro, la parte centrale è del tutto liscia e quindi esteticamente gradevole, oltre che molto facile da pulire.

  • L’ampia superficie aspirante inclinata ed i filtri a labirinto nella cappa Agq di Ilve formano una barriera pressoché impenetrabile dai grassi. Regolabile su 4 velocità, ha  luci alogene anteriori ad intensità regolabile. È disponibile in varie misure da 60 a 150 cm. Da 150 cm, prezzo 1.936 euro. www.ilve.it
  • Larga 90 cm, la cappa Sinos FSN 908 BK A di Franke, in acciaio e cristallo, è sinonimo di alta efficienza, stabilità delle prestazioni e rumorosità ridotta, a fronte di un consumo energetico contenuto. Con comandi touch control, aspira fino a 850 m3/h. Prezzo 1.370,90 euro. www.franke.it
  • La cappa aspirante decorativa a isola a ricircolo DA 7000 D Aura di Miele, larga 100 cm, è in vetro nero e lamiera zincata verniciata, ha regolazione elettronica della potenza e 4 filtri antigrasso in metallo e acciaio inossidabile, estraibili e lavabili in lavastoviglie. Prezzo 3.025 euro. www.miele.it
  • Dotata del sistema E.Ion, la cappa Zephiro di Falmec oltre ad eliminare gli odori permette di purificare l’aria della stanza. In vetro e acciaio inox, è larga 66 cm e grazie alla sua capacità di sanificazione, non necessita di tubazioni per l’evacuazione dei fumi, pertanto può essere posizionata liberamente. Prezzo Iva esclusa 2.334 euro. www.falmec.com
  • Fa del silenzio la sua caratteristica determinante la cappa in acciaio inox Discovery ACT di Faber: caratterizzata dalla Tecnologia Sil-k ACT garantisce una riduzione del rumore di 13 decibel e un cambio di frequenza sonora verso i toni bassi che ne abbassa notevolmente la percezione fino a ottenere un rumore simile al fruscio di un foglio di carta. Larga 90 cm, ha 4 velocità e capacità di aspirazione di 645 m3/h. Prezzo 1.680 euro. www.faberspa.it
  • Concentrato di ricerca formale ed efficienza, la cappa 35CC Dynamique di Elica integra funzionalità e versatilità con diverse tipologie di aspirazione. Composta dall’intersezione di due gusci, ha forma di un cubo di soli 35 cm con superficie aspirante sviluppata su tre lati. L’illuminazione ad alta efficienza è affidata a quattro Led, che sviluppano nell’insieme 12 Watt. Prezzo da rivenditore. www.elica.com
  • Il particolare design con lo spessore di soli 14 cm facilita l’applicazione sotto il pensile della cappa Vortex di Vortice. Regolabile su tre velocità , è disponibile bianca e inox, nelle misure standard di 60 e 90 cm. Inox, da 90 cm, prezzo 425 euro. www.vortice.com
  • La cappa aspirante GA 20/55 R-2 di Alpes Inox che può essere lasciata a vista o scomparire in un pensile, è dotata di un doppio motore che aspira con grande efficacia ad un livello minimo di rumorosità. Larga 55 cm, è in acciaio inox. Prezzo, esclusa Iva: 1.065 euro. www.alpesinox.com
  • Creata per un abbinamento armonico con gli altri elettrodomestici della cucina, nella cappa CAV 941 X di Electrolux Rex la velocità di aspirazione si regola facilmente grazie ai comodi pulsanti. Larga 90 cm, ha portata massima aspirante di 395 m3/h e motore regolabile su 3 velocità. Prezzo da rivenditore. www.electrolux-rex.it
  • Ha aspirazione massima di 620 m3/h la cappa a camino NCA 16 01 C di Nardi. Larga 60 cm, ha timer, controllo digitale a sfioramento delle tre velocità e filtri in alluminio lavabili in lavastoviglie. E’ disponibile binca o nera. Prezzo 1.487 euro. www.nardi.info
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!