Superfici belle e resistenti in cucina: la pietra sinterizzata

Compatta, resistente, duratura, la pietra sinterizzata è perfetta per i top delle cucine.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 04/07/2020 Aggiornato il 04/07/2020
Stosa Cucine e Neolith

Negli ultimi anni la ricerca nel settore delle superfici in cucina ha sviluppato tutta una serie di prodotti innovativi e prestazionali, tra cui la pietra sinterizzata. Si tratta di un materiale frutto di una tecnologia che replica in breve tempo quello che in natura accade in millenni. Pressione molto elevata e successiva cottura a temperatura altrettanto alta riescono infatti a trasformare ingredienti naturali (come quarzo, feldspato, silicio, ossidi naturali) in lastre anche molto sottili e di grandi dimensioni, che risultano una sorta di evoluzione contemporanea delle ceramiche e delle porcellane. Un processo che permette di ottenere superfici a tutta massa (la cui espressione materica è sviluppata nell’intero spessore), compatte, resistenti, durature. Simili al granito per robustezza, ai vetri minerali per stabilità chimica, agli ossidi naturali per il ventaglio disponibile di cromatismi.

La pietra sinterizzata, inedita nelle prestazioni e nell’estetica, può essere una utile soluzione sia per i progettisti sia soprattutto per chi in cucina desideri superfici inedite, facili da manutenere, inattaccabili da germi e batteri, oltre che da acidi e prodotti per la pulizia. E ovviamente belle da vedere. Non porose, resistenti alle macchie, alle alte temperature così come agli shock termici, all’umidità, ai raggi UV, a graffi e abrasioni, le lastre sinterizzate risultano assolutamente igieniche. Non rilasciano sostanze nocive e sono adatte al contatto con gli alimenti. E si possono pulire con gli sgrassatori e i disinfettanti normalmente in commercio (anche semplicemente con ammoniaca, ad esempio) senza che ne vengano intaccate le qualità funzionali ed estetiche.  

Proprietà a cui si aggiunge la sostenibilità: le materie prime naturali utilizzate nel processo produttivo sono infatti spesso per gran parte riciclate e non includono resine sintetiche o componenti a base di idrocarburi. Inoltre, sempre più aziende stanno sperimentando processi di decorazione che rispettano la naturalità dei composti delle lastre, optando ad esempio per inchiostri ad acqua.

  • La cucina Aliant di Stosa Cucine sfrutta la modularità del sistema Evolution System, che unisce estetica ed organizzazione. Pulizia formale e aumentata capacità di basi, cassettoni, colonne, pensili sono potenziate da doppi ripiani nelle basi, top a filo anta, interni curati, zoccolo di 8 cm e gole Titanio (come in foto, in alternativa al Nero spazzolato) che ne sottolineano i profili. Un nuovo accordo con Neolith®, azienda specializzata nella produzione di lastre di pietra sinterizzata, prevede di sfruttare questo materiale – non poroso, eccezionalmente resistente a graffi, agenti chimici disinfettanti, raggi UV e alte temperature, impermeabile, igienico e naturale al 100% – per top e ante. www.stosacucine.com  www.neolithitaly.com
  • Il sistema Aliant di Stosa, che può essere esteso anche oltre i confini della cucina, nella zona giorno, sfrutta materiali espressivi come il vetro e l’HPL (laminato ad alta prestazione resistente alle macchie, alle alte temperature e impermeabile al vapore e all’acqua) in inedite finiture Argilla, Cemento, Ossido, Siena, oltre a Bianco, Calacatta, Grafite Brown. Il vetro, in versione lucida e opaca, non invecchia mai ed è riciclabile, igienico e semplice da pulire. L’accordo esclusivo di partnership tra Stosa Cucine e Neolith® aggiunge inoltre la pietra sinterizzata per top e ante, superfici a tutta massa compatte e resistenti, che integrano decori ad inchiostro ad acqua Hydro-NDD2.0 che rispettano la naturalità del materiale. www.stosacucine.com  www.neolithitaly.com
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!