Sifone del lavello: le caratteristiche che contano

Anche se celato alla vista, il sifone del lavello in cucina va scelto con qualche accortezza.

Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 04/05/2022 Aggiornato il 04/05/2022
sifone Praktik di OMP TEA

Pure se il più delle volte il sifone del lavello in cucina è nascosto alla vista, celato dietro alle ante o ai cassettoni della base contenitrice posta sotto alle vaschette, ciò non vuol dire che non vada scelto con accortezza. Si tratta infatti di una componente tecnica importante, dal punto di vista sia funzionale sia pratico.

Un buon sifone del lavello in cucina, solitamente di materiale plastico quando è nascosto, deve infatti principalmente funzionare a dovere – l’ansa che lo contraddistingue rimane piena d’acqua, in modo da bloccare la risalita degli odori dello scarico –, ma soprattutto deve non usurarsi, non ingorgarsi con facilità e avere una ottima tenuta delle guarnizioni, anche nel tempo.

A queste indispensabili qualità va aggiunta una ulteriore garanzia, ovvero il minor ingombro possibile. La serie di snodi e di curve che si viene a creare sotto alle vasche del lavello, in particolare quando sono due e vi si aggiunge la lavastoviglie, può occupare molto spazio utile. Che se liberato può essere sfruttato per contenitori della raccolta differenziata, detersivi per le stoviglie, accessori per la pulizia sia del lavello sia della cucina più in generale. A maggior ragione se una superficie contenuta del locale cucina non permette uno sviluppo importante della composizione di basi e pensili.

Diventa allora indispensabile scegliere, insieme al tecnico che installa il sifone del lavello in cucina, un modello flessibile nella combinazione degli elementi, da posizionare il più vicino possibile alla parete di fondo. Senza ovviamente pregiudicarne la funzionalità. In tal modo a una posa a regola d’arte dal punto di vista tecnico si aggiunge la praticità, mix che nel suo piccolo riesce ad apportare un aumento della qualità abitativa di una cucina.

  • sifone del lavello in cucina Praktik di OMP TEA
  • sifone Praktik di OMP TEA

Il sifone Praktik di OMP TEA è studiato per recuperare più spazio possibile sotto al lavello della cucina. Di polipropilene e di semplice installazione, grazie all’ampia orientabilità sia in entrata sia in uscita ha un ingombro estremamente ridotto (90 mm dal muro rosone incluso, 70 mm sotto lavello piletta esclusa) e può così essere posizionato anche contro al muro di fondo. L’orientabilità risolve inoltre eventuali fuori asse degli attacchi a parete, semplificando la posa anche in una cucina preesistente. Viene fornito completo di due diversi raccordi intercambiabili per l’attacco della lavastoviglie e/o lavatrice e di speciali guarnizioni a lunga tenuta, che evitano i noiosi problemi di allentamento nel tempo. www.omptea.eu

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!