Cucine Ikea: progettare composizioni mini e per una sola parete

3 progetti con cucine Ikea per 3 abitazioni e una rassegna di 11 cucine Ikea, belle da vedere e declinabili a seconda dello spazio. Per trovare la soluzione più adatta al proprio gusto e allo stile della propria casa.

Monica Mattiacci
A cura di Monica Mattiacci
Pubblicato il 17/11/2022 Aggiornato il 17/11/2022
cucina a vista bianca ikea

Una progettazione ben ponderata dell’arredo di una casa è un lavoro impegnativo che richiede professionalità. In particolare quando si tratta di decidere come sviluppare la composizione della cucina, perché si dovranno considerare molte variabili: oltre allo spazio libero disponibile, anche la posizione precisa degli attacchi degli impianti (di acqua e gas soprattutto), di porte e finestre o anche dei caloriferi. In fase di progettazione, si deve considerare dove è più comodo collocare il lavello e il piano cottura tenendo conto di mantenere un sufficiente spazio sul piano di lavoro per l’operatività e l’eventuale presenza di una caldaia.

Un’accurata progettazione permette poi di ottenere composizioni cucina d’effetto ed esteticamente molto accattivanti anche partendo da modelli più economici perché magari con un numero ridotto di opzioni standard a catalogo o di finiture disponibili.

3 progetti per 3 abitazioni con cucine Ikea su una sola parete

Cucina Ikea su una sola parete di medie dimensioni – Progetto 1

Nella foto sotto, vediamo l’elegante e minimale la cucina total white di un’abitazione, il cui candore è interrotto solo dal tavolo dalla voluminosa base e dalla scelta di un caldo pavimento tinta legno. L’ambiente è una cucina abitabile con zona pranzo, mentre il soggiorno è al livello superiore, cui si accede dalla scala a chiocciola.

Dove mettere le armadiature a colonna nella composizione cucina?

Nella progettazione della cucina, per un effetto visivo più armonico, le armadiature sono state previste vicino alla finestra e, per creare uno spazio residuo sul top da usare come piano di lavoro, il lavello e il piano cottura sono separati. Quando colonne e basi devono convivere  su uno stesso lato – e non come nelle attualissime e gettonate composizioni con isola al centro dove gli armadi sono di solito a parete – bisogna infatti considerare che le armadiature vanno affiancate o utilizzate come terminali simmetrici per “chiudere” la composizione (in genere con appoggio laterale al muro). 

Cucina senza maniglie, stile minimale

Coerentemente con lo stile minimale dell’ambiente, nella composizione le maniglie sono assenti e si privilegiano le superfici lisce. Unico segno grafico sulle ante è la scanalatura orizzontale che serve da presa per l’apertura dei cassettoni. Spesso i grandi produttori di cucine o gli artigiani prevedono la possibilità di fornire un’anta unica che appare divisa in due cassetti pur essendo invece un unico pezzo: è il classico caso che si verifica quando una lavastoviglie è inserita fra basi a cassetti: per continuità del disegno dei frontali, si opta per l’anta unica che simula la divisione con il disegno della scanalatura.

cucina a vista bianca Ikea

I mobili della cucina Ikea bianco opaco sono abbinati a un piano di quarzite realizzato su disegno con alzata paraspruzzi dello stesso materiale. Il rubinetto è Stick SK 176 di Paffoni e l’orologio a parete di Nava. 
Il tavolo rettangolare Eliot di Cattelan Italia ha top sottile in cristallo brunito e base in ferro. Intorno, sedie Victoria Ghost di Philippe Starck per Kartell. Come lampadario, Lillibet di Slamp.
 Progettista:
 Arch. Margherita Bacchetta, margherita.bacchetta@hotmail.com; Studio Bacchetta, Milano,
 tel. 02/49539760 Foto: Iacopo Federici. Clicca qui per vedere tutta la casa.

Cucina Ikea piccolissima colorata – Progetto 2

Quando in una piccola casa, ancora di più se si tratta di una mansarda, si tinteggiano di bianco le pareti e si opta anche per pavimenti neutri, caratterizzare l’ambiente con qualche elemento colorato o con dei dettagli in legno diventa quasi indispensabile.

Cucina colorata? Va bene anche in una casa piccola

In questo spazio studiato al centimetro, la mini cucina della foto sotto – incassata tra la parete del bagno e l’armadio con ante a specchio, che riflettono luce e prospettive, raddoppiando illusoriamente la superficie del mini appartamento – spicca sul resto dell’arredo per il color verde salvia delle ante e il piano tinta noce scuro.

cucina ikea verde salvia monolocale mansarda

Come mettere i pensili nel sottotetto

La cucina è concepita come un su misura, per sfruttare al meglio il volume con sottotetto spiovente. In poco spazio si sono inseriti lavello, piano cottura a induzione, lavastoviglie, basi e pensili. In particolare l’idea copiare è quella di abbinare pensili di diversa larghezza e altezza allineati sul lato inferiore e fissati a parete “a scaletta”, per assecondare la pendenza del soffitto senza ricorrere a un reale su misura.

Come scegliere le ante della cucina e abbinare finiture diverse

Lo spunto décor in più, poi, è quello di non limitarsi a prevedere il verde, in aggiunta al bianco, ma di inserire altre variazioni: un’anta con finitura lucida, nello stesso colore delle opache, un’anta con superficie lavorata, un modulo a giorno in legno che richiama il top, tutti elementi che concorrono a comporre un insieme mosso dall’estetica appealing.

cucina ikea verde salvia costruita al millimetro nel monolocale mansarda

Cucina Metod e, a sinistra, armadio a specchio Pax di Ikea. Home styling arch. Martina Margaria – Milano Abita  – Progetto: arch, Fabrizio Arcoini, arch. Martina Margaria – Foto: Jule Hering. Clicca qui per vedere tutta la casa.

Cucina Ikea piccolissima bianca – Progetto 3

Anche in questo terzo progetto la mini cucina del monolocale è studiata al centimetro per ospitare lavello, piano cottura a induzione, lavastoviglie, contenitore a cassetti e pensili. Per sfruttare lo spazio avendo a portata di mano vari accessori, a parete sotto il pensile è fissato un sistema di barre per utensili o piccole stoviglie. Il candore della composizione è spezzato dal piano di lavoro di rovere chiaro, che ripropone l’effetto di calda luminosità dell’essenza del parquet di rovere sbiancato. 

Due pensili larghi e un po’ di vuoto, per un effetto visivo più gradevole

Al posto di inserire un numero maggiore di pensili, per alleggerire la composizione inserita a misura tra armadio e parete, si è preferito metterne due più larghi con anta apribile a ribalta e lasciare dello spazio vuoto, sfruttato comunque con piccole mensole laterali, sulla profondità dell’armadio. Il risultato è meno banale e visivamente più agile e permette di evitare uno sgradevole effetto di “assembramento”. Soluzione più economica quella adottata per la lavastoviglie: inserita a vista sotto il top, fa risparmiare il costo della pannellatura di tamponamento.

cucina bianca Ikea piccolo monolocale in mansarda

cucina bianca ikea piano cottura e lavello

Cucina sistema Metod di Ikea. Progetto: arch. Fabrizio Arcoini e arch. Martina Margaria – Studio Abita, www.milanoabita.com Foto: Jule Hering Clicca qui per vedere tutta la casa.

 

Gallery cucine Ikea e caratteristiche dei modelli

  • Cucina Ikea Enhet
  • Cucina Ikea Enhet
  • Cucina Ikea Knoxhult
  • Cucina Ikea Metod
  • Cucina Ikea Metod
  • Cucina Ikea Metod
  • Cucina Ikea Metod Lerhyttan
  • Cucina Ikea Metod Maximera Bodbyn
  • Cucina Ikea Metod Maximera Sinarp
  • Cucina Ikea Metod Ringhult
  • Cucina Ikea Metod

 

Cucine Ikea Enhet

Le cucine ENHET in lamina effetto cemento, materiale durevole e di facile manutenzione sono adatte a chi predilige lo stile industriale e gli ambienti moderni, caldi e accoglienti ma è possibile scegliere il colore delle strutture a giorno e la finitura del piano di lavoro e delle ante per creare una soluzione in linea con il proprio stile: moderno o classico, minimalista o colorato. Le strutture da parete a giorno sfruttano bene lo spazio sopra il piano di lavoro, ideali per appendere gli utensili e organizzare piatti, bicchieri e altri oggetti d’uso quotidiano, mentre per proteggere dalla polvere  articoli per la tavola ci sono i pensili con anta. Il mobile base ha 3 cassetti a estrazione quasi totale, per vedere e accedere facilmente al contenuto, dai piccoli utensili alle pentole più grandi.
Nello spazio sotto il piano di lavoro puoi inserire gli elettrodomestici (un frigo/congelatore, una lavastoviglie o una lavatrice). Il mobile base per il forno ha un cassetto sottostante per padelle e teglie. Facile da fissare a qualsiasi struttura a giorno della serie, il ripiano girevole permette di accedere facilmente e velocemente agli oggetti più piccoli. Per utilizzare ogni centimetro di spazio sotto la struttura a giorno e organizzare strofinacci, posate e utensili c’è il binario con ganci da attrezzare con contenitori (SKATTÅN). I piani di lavoro in laminato – molto resistenti e di facile manutenzione – si possono tagliare alla lunghezza desiderata, coprendo i bordi con le due liste di finitura incluse.

In altra composizione ENHET con finitura effetto legno, che dona calore e vita all’ambiente, il mobile base per lavello è pratico per la raccolta differenziata e nella parte posteriore c’è spazio per i tubi. Il piano cottura è a induzione portatile, facile da spostare e mettere via quando non lo usi, così hai più spazio sulla superficie di lavoro. Il divisorio ENHET da appendere a un ripiano – perfetto per organizzare tazzine da caffè e barattoli – aiuta a sfruttare meglio lo spazio tra i ripiani delle strutture a giorno.

Cucina Ikea sistema METOD

Anche per la cucina sistema METOD ci sono infinite possibilità di progettazione, per realizzare composizioni tradizionali o minimali e moderne o piuttosto un mix fra le due tendenze.

Cucine Ikea MAXIMERA

Cucina sistema MAXIMERA con cassetto MAXIMERA, a estrazione totale e scorrimento facile, che si chiude lentamente e silenziosamente grazie all’ammortizzatore integrato.

Cucina Ikea KNOXHULT

Con la cucina Ikea serie KNOXHULT si può creare soluzioni su misura oppure scegliere una delle combinazioni proposte da IKEA. Questao modello ha un buon rapporto qualità/prezzo ed è ideale per chi vuole una piccola cucina lineare, con forno/piano cottura da incasso. La superficie in melammina della struttura, delle ante e dei cassetti resiste ai graffi ed è facile da pulire, così come il piano di lavoro in laminato che resiste anche all’umidità e al calore.

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3.25 / 5, basato su 4 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!