Cucina in muratura a secco: su misura e veloce da realizzare, leggera e pulita

L’innovazione tecnico-materica oggi offre sistemi per la realizzazione di una cucina in muratura a secco, senza mattoni.
Architetto Marcella Ottolenghi
A cura di Architetto Marcella Ottolenghi
Pubblicato il 21/04/2022 Aggiornato il 21/04/2022
cucina in muratura a secco

Nelle seconde case o semplicemente se si ama lo stile rustico, la cucina in muratura a secco può essere una soluzione pratica e di grande impatto visivo, meno impegnativa, dal punto di vista sia costruttivo sia funzionale, di quelle di impianto tradizionale con uso di mattoni. Le composizioni di quest’ultimo tipo richiedono infatti una tempistica e una organizzazione di cantiere ben precise: si tratta pur sempre di architetture in scala minore, ottenute con la tecnica tradizionale della posa dei mattoni, che implica pertanto utilizzo di malta (e quindi di acqua), professionalità edile, rispetto delle diverse fasi costruttive. Senza contare il peso che l’intera struttura raggiunge e la rigidità funzionale che comporta, sia nell’uso quotidiano sia in vista di una ristrutturazione.

Cucina in muratura a secco

Oggi però l’innovazione tecnico-materica viene in aiuto, offrendo sistemi per la realizzazione di una cucina in muratura a secco. In tutto e per tutto uguale esteticamente a quelle a cui siamo abituati, ugualmente su misura, ma veloce nella costruzione, leggera e pulita, ovvero senza necessità di malta.

Cucina in muratura senza l’uso di mattoni

Si tratta generalmente di pannelli e di elementi industrializzati, prodotti in diverse misure standard ma adattabili alle necessità spaziali grazie alla semplice lavorabilità. E alla possibilità di aggiungervi pezzi speciali, ad esempio per la soluzione degli angoli, degli spessori o dei piani orizzontali. Il risultato finale è indistinguibile alla vista – tanto più che i rivestimenti delle superfici sono i medesimi –, ma si guadagna in velocità di posa, in riduzione del peso (anche delle macerie risultanti in caso di demolizione della cucina), in pulizia dell’area di lavoro. Fattori che lasciano piena libertà d’azione: una cucina in muratura a secco può infatti essere realizzata anche ove il pavimento e le pareti di appoggio siano già finiti, senza timore di rovinare i rivestimenti.

 

Alcuni esempi di cucine realizzate in muratura a secco

I pannelli di polistirene estruso (nelle foto. quelli di Wedi, www.wedi.it) permettono di realizzare velocemente cucine su misura a secco, senza utilizzare la muratura tradizionale. Prodotti in misure diverse, si completano con nicchie e angoli già pronti, in modo da risolvere ogni esigenza spaziale o progettuale, e possono essere rivestiti con piastrelle, tessere di mosaico, resine ad effetto cemento. Particolarmente leggeri (solamente 5 kg/mq), riducono il peso della struttura sulla soletta e non producono macerie voluminose in caso di smontaggio della cucina. 

  • cucina in muratura a secco
  • cucina moderna in muratura a secco
  • cucina in muratura a secco
  • cucina in muratura a secco con rivestimento tradizionale
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4 / 5, basato su 6 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!