Come progettare una cucina con un effetto visivo articolato?

Contenere è fondamentale in cucina. Ma lo è anche l'aspetto che i moduli contenitore hanno. Ecco tre diverse soluzioni da cui prendere spunto per ottenere una composizione dall'effetto visivo articolato.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 27/04/2016 Aggiornato il 27/04/2016
Come progettare una cucina con un effetto visivo articolato?
Cucina LiberaMente di Scavolini

I moduli della cucina, basi o pensili, specie se affiancati anche da ampie armadiature, risolvono il problema del contenere e sono caratterizzati dal tipo di anta (liscia oppure no) e di materiale con cui sono realizzati, nonché dall’eventuale integrazione con elementi a giorno che rendono l’insieme mosso e articolato

Nella cucina Alice di Arrex (vedi sotto) si abbinano perfettamente DIVERSE TIPOLOGIE DI ANTE. Dal sapore più tradizionale, quelle dei pensili e delle basi sotto il piano cottura, anche se rivisitate nelle dimensioni, sono in frassino con venature a vista. Le ante delle basi sotto lavello sono in impiallacciato, mentre quelle del mobile a destra (composto da moduli di differente profondità, 58 e 45 cm) sono in vetro inserito  nel telaio in legno.  La boiserie è realizzata in pannello ecologico certificato. Il PIANO DI LAVORO è in Hi-MACS®, Natural Acrylic Stone, ovvero una miscela, di minerali e pigmenti naturali in una matrice acrilica che permette di realizzare superfici resistenti a umidità e usura, oltre che all’impatto, ai prodotti chimici, ai raggi Uv. Inoltre viene applicato un trattamento antibatterico. Da notare anche l’alto spessore (14 cm) nella zona cottura.

cucina Alice di Arrex (esiste anche in laccato opaco in tutti i colori Ral)

Alice di Arrex (esiste anche in laccato opaco in tutti i colori Ral)

 

Per la cucina Liberamente di Scavolini (vedi sotto) la composizione a golfo agevola la distribuzione ergonomica delle zone (conservazione, preparazione, cottura e lavaggio). Elementi tecnologici in vetro e alluminio creano un efficace contrasto con il rovere vintage del banco snack, mentre i pensili di dimensioni contenute, chiusi e a vista, rendono più arioso il risultato complessivo. I pensili con elementi a giorno danno movimento alla composizione creando un contrappunto rispetto all’ampia superficie delle armadiatureLe ante sono rivestite in KERLITE colore Openspace a basso spessore – solo 3 mm. È una pasta ceramica (cotta a circa 1150 /1250 °C e riportata a temperatura ambiente) super resistente al taglio, alle abrasioni, all’acqua e agli sbalzi di temperatura, oltre che indeformabile.

cucina LiberaMente di Scavolini

LiberaMente di Scavolini (disponibili 14 differenti tipi di rivestimento dell’anta)

 

Frame di Snaidero (foto sotto) coniuga insieme aspetti della cucina classica e dettagli di sapore industriale: è caratterizzata da una struttura autoportante in acciaio visibile tra i pensili, le basi, gli armadi e l’isola. Le ante hanno un telaio metallico, sono senza maniglie e sono realizzate in legno certificato Fsc, verniciato ad acqua o impiallacciato, o in vetro trasparente per sottolineare il design esclusivo e la leggerezza della composizione. Elementi a giorno, pensili con ante vetrate e la stessa struttura metallica che li integra in un unicum conferiscono grande movimento a una composizione praticamente monocolore, fatta eccezione per il piano di lavoro. Protagonista è la grande cappa, disponibile nelle versioni da 180 cm e 120 cm, che può essere posizionata a parete o sull’isola; i top sono in pregiato granito spazzolato. 

Cucina Frame di Snaidero

Cucina Frame di Snaidero

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!