Trilocale eclettico di 71 mq in versione easy décor

Nel trilocale panoramico, il progetto punta su arredi, elementi decorativi e nuove finiture in un ricercato equilibrio di gusto eclettico.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 15/11/2021 Aggiornato il 15/11/2021
soggiorno del trilocale, divano bianco, plaid, cuscini, plaid a quadri, pavimento in palladiana, portefinestre, balconata, zona pranzo, madia in legno, lampada da tavolo décor

Dalla Russia a Como: è la città di lago che la proprietaria ha scelto per stabilire la sua residenza italiana. Decoratrice floreale per professione, ha coltivato nel tempo una sensibilità e un gusto estetico che si è espresso anche nella definizione degli interni, con abbinamenti mai banali. Il trilocale con vista panoramica si trova al primo piano di un edificio anni ’60: senza necessità di eseguire opere murarie, l’intervento si è concentrato essenzialmente in un relooking basato su arredi, scelte cromatiche ed elementi decorativi. L’intento era quello di dare vita a una casa di gusto classico con ispirazioni differenti, contemporanee ed eclettiche. La luminosità naturale degli ambienti del trilocale è enfatizzata dalla presenza di due grandi balconi affacciati su lati diversi.

Foto trilocale sul lago

  • La zona giorno è concepita come un piccolo open space con le due portefinestre affacciate sulla stessa balconata che individuano rispettivamente lo spazio del pranzo e quello dell'area living. Nella pagina di sinistra, in primo piano, la cassettiera che arreda la zona d'ingresso è di Thema Home, la lampada da tavolo con base a forma di ananas è di S2 Style. La foto incorniciata appoggiata sul piano del mobile è di Maria Shkoda.
  • Nella zona conversazione del living, la portafinestra tripla affaccia su un balcone panoramico con vista sul lago. Il divano bianco dalle linee contemporanee è di Berto Salotti con cuscini di H&M e di Zara Home; il mobile tv bianco è di Thema Home. Il tappeto blu con motivo in bianco è Stockholm di Ikea.
  • Tra i plus dell'appartamento vi è sicuramente la posizione geografica privilegiata, in una zona turistica fra le più apprezzate e visitate al mondo. Lo stabile si trova in una zona semincentrale di Como, con vista sul lago e a breve distanza dalla stazione della funicolare. Realizzata alla fine dell'800, prima con funzionamento a vapore e poi elettrico, offre un panorama spettacolare del lago e delle Alpi: la salita, con un dislivello di circa 500 metri, dura 7 minuti e la meta di arrivo è Brunate. Il Comune si trova a circa 700 m di altitudine ed è il punto di partenza ideale per escursioni e trekking.
  • Nel living alla parete tinteggiata di bianco sono fissati piccoli specchi tondi di diverse dimensioni, di Maisons du Monde, H&M Home e Zara Home. La poltroncina in velluto è di Berto Salotti e i tavolini di Zara Home. La lampada da tavolo francese degli anni '20 con diffusore verde è stata acquistata in un mercatino in Olanda.
  • Nella zona pranzo il tavolo in legno è il modello Arcos di Fameg con sedie Ironica di Ton;
il lampadario centrale è Boivin di Eichholtz. Il centrotavola floreale è stato realizzato dalla proprietaria. La credenza appoggiata alla parete in fondo è stata acquistata da S2 Style. Il tappeto è di Zara Home.
  • Nella composizione della cucina di gusto vintage in laccato panna e rovere naturale con maniglie in acciaio incassate (acquistata da Alge Collection), il forno con estetica inox e cruscotto rétro è di Rex Electrolux; appoggiato sul piano a sinistra, il bollitore stile anni '50 color verde acqua è di Smeg.
  • Nella zona pranzo della cucina intorno al tavolo rotondo con base centrale, le sedie in legno verniciato nero sono di Ikea.
  • Nella camera matrimoniale il comodino nero di fianco al letto a baldacchino di Maisons du Monde è di Ikea, rivisitato però dall'intervento della proprietaria che ha cambiato il cassetto. La scaletta nera appoggiata alla parete e utilizzata come appendiabiti è di Umbra Design.
  • camera-da-letto-baldacchino
  • Nella postazione studio della camera, la sedia e la lampada a braccio orientabile sono di Ikea; lo specchio vintage è stato acquistato in un mercatino. A parete sopra la cassettiera, lampada piume Eos di Umage by Vita Copenhagen.
  • Nel bagno i sanitari sospesi in ceramica sono un modello di profondità ridotta, il lavabo dalle linee squadrate (tutto di Ceramica Dolomite) poggia su un mobile con struttura in acciaio inox e piano in marmo bianco di Carrara. Il lampadario a sospensione è di Eichholtz.

Il progetto del trilocale

planimetria del trilocale di 71 mq

1 Ingresso 2 Corridoio/disimpegno 3 Cucina 4 Soggiorno 5 Zona pranzo 6 Camera 7 Camera matrimoniale 8 Bagno 9 Balcone

  • Il trilocale con superficie di poco superiore a 70 mq era stata ristrutturata in tempi recenti e le nuove esigenze abitative non hanno richiesto alcuna modifica del layout, piuttosto tradizionale, che rimanda all’epoca di costruzione della casa (anni ’60). La pianta è a elle con esposizione su due lati che favorisce al massimo la diffusione della luce naturale sia nella zona giorno sia nella parte notte della casa dove sono state ricavate due camere. Tra i pochi interventi eseguiti c’è il rifacimento degli impianti, in particolare di quello elettrico, completamente nuovo per essere messo a norma. L’ambiente di servizio è uno soltanto, ma la posizione in fondo al corridoio-disimpegno lo rende comodamente fruibile sia dalle stanze da letto sia dal living.
  • L’ingresso – con un layout tipicamente anni ’60 e in questo caso ancora attuale – si apre su un corridoio che distribuisce a destrae a sinistra i diversi ambienti con una netta divisione tra zona giorno e parte notte. L’unica parete libera è sfruttata con armadiature.
  • La cucina a pianta quadrata occupa un ambiente indipendente attrezzato a U su tre lati, mentre a centro stanza rimane spazio per una piccola zona pranzo. L’affaccio è su uno dei due balconi della casa, lo stesso delle camere: la superficie esterna è di circa 5 mq.
  • La camera matrimoniale del trilocale esposta su due lati, così la postazione studio sistemata al centro della parete di fronte al letto, nell’altezza del sottofinestra, riceve luce da due direzioni. La stanza – come quella adiacente della figlia – ha il pavimento rivestito in rovere.
  • La zona giorno è un open space, caratterizzato da due larghezze differenti: più ampia l’area living e più stretta quella occupata dal tavolo da pranzo rettangolare, disposto parallelo alle portefinestre. Il terrazzo misura 5 mq.
soggiorno del trilocale, divano bianco, plaid, cuscini, plaid a quadri, pavimento in palladiana, portefinestre, balconata, zona pranzo, madia in legno, lampada da tavolo décor

La zona giorno è concepita come un piccolo open space con le due portefinestre affacciate sulla stessa balconata che individuano rispettivamente lo spazio del pranzo e quello dell’area living. Nella pagina di sinistra, in primo piano, la cassettiera che arreda la zona d’ingresso è di Thema Home, la lampada da tavolo con base a forma di ananas è di S2 Style. La foto incorniciata appoggiata sul piano del mobile è di Maria Shkoda.

soggiorno del trilocale, divano bianco, cuscini, mobile tv in laccato bianco, portafinestra, terrazzo, sgabello, pianta in caso, tappeto bianco e blu

Tra i plus dell’appartamento vi è sicuramente la posizione geografica privilegiata, in una zona turistica fra le più apprezzate e visitate al mondo. Lo stabile si trova in una zona semincentrale di Como, con vista sul lago e a breve distanza dalla stazione della funicolare. Realizzata alla fine dell’800, prima con funzionamento a vapore e poi elettrico, offre un panorama spettacolare del lago e delle Alpi: la salita, con un dislivello di circa 500 metri, dura 7 minuti e la meta di arrivo è Brunate. Il Comune si trova a circa 700 m di altitudine ed è il punto di partenza ideale per escursioni e trekking.

zona conversazione, pavimento palladiano, divano bianco, panchetta nera, plaid, mobile tv in laccato bianco, tappeto bianco e blu, portafinestra, pianta in vaso

Nella zona conversazione del living, la portafinestra tripla affaccia su un balcone panoramico con vista sul lago. Il divano bianco dalle linee contemporanee è di Berto Salotti con cuscini di H&M e di Zara Home; il mobile tv bianco è di Thema Home. Il tappeto blu con motivo in bianco è Stockholm di Ikea.

zona pranzo, lampadario, tavolo rettangolare in legno, sedie nere in stile nordico, tappeto grigio, mobile in laccato nero, pavimento palladiano, portafinestra, pianta in vaso, sgabello

Nella zona pranzo il tavolo in legno è il modello Arcos di Fameg con sedie Ironica di Ton;
il lampadario centrale è Boivin di Eichholtz. Il centrotavola floreale è stato realizzato dalla proprietaria. La credenza appoggiata alla parete in fondo è stata acquistata da S2 Style. Il tappeto è di Zara Home.

Palladiana, un evergreen

Nell’ingresso e nella zona giorno del trilocale sono stati conservati i pavimenti esistenti degli anni ’60, epoca di costruzione della casa. Si tratta di un rivestimento di pregio: palladiana in marmo con sfumature tra il marrone, beige e grigio. Si tratta di un materiale con una lunga storia nell’edilizia residenziale italiana: il nome deriva da quello dell’architetto Andrea Palladio che fu il primo a impiegarlo nel XVI secolo,ispirandosi all’Opus incertum dell’antica Roma. Le lastre di palladiana, realizzate in opera, sono costituite da frammenti più o meno grandi di marmo, di diverse tipologie e colori, rotti in modo irregolare o secondo forme squadrate o arrotondate; i pezzi, una volta composti su un supporto in cemento con spessore di circa 5 cm, sono uniti insieme da un legante, in genere una malta cementizia. Le fughe tra una scaglia di marmo e l’altra vengono riempite con cemento bianco; le superfici sono poi passate con appositi rulli e in seguito levigate e lucidate utilizzando prodotti a base di cera.

Eleganza scenografica, ma anche low cost nel trilocale

Il trilocale è un esempio di come sia possibile coltivare con gusto la componente décor degli ambienti giocando su un mix che include anche pezzi d’arredo e accessori di produzione attuale a budget contenuto. Punto di partenza del progetto d’interior è, in questo caso, il pavimento preesistente in palladiana, di per sé “impegnativo” sia come materiale sia come texture. Così, nella zona pranzo la scelta si è orientata sulla semplicità: un tavolo in legno dalle linee essenziali e sedie che si rifanno a uno dei modelli più conosciuti di design scandinavo; sono presenze d’arredo discrete che giocano per contrasto con il lampadario artigianale dai raggi dorati e i candelabri d’antiquariato.

mobile tv, divano bianco, tappeto blu con decori bianchi, piccoli specchi incorniciati, poltroncina in velluto, pavimento in palladiana, tavolini, madia, cuscini, lampade a sospensione

Nel living alla parete tinteggiata di bianco sono fissati piccoli specchi tondi di diverse dimensioni, di Maisons du Monde, H&M Home e Zara Home. La poltroncina in velluto è di Berto Salotti e i tavolini di Zara Home. La lampada da tavolo francese degli anni ’20 con diffusore verde è stata acquistata in un mercatino in Olanda.

Zona operativa e conviviale

La cucina del trilocale occupa, come in precedenza, un locale indipendente, disimpegnato dal corridoio d’ingresso ma raggiungibile dalla zona pranzo. La composizione si basa su un equilibrio a due colori, rovere e panna, interrotti da inserti inox e in vetro satinato. Con la sua particolare forma, il lavabo in solid surface permette di sfruttare anche l’angolo, per ottimizzare ogni spazio a disposizione.
La cucina abitabile con uno spazio attrezzato per la preparazione dei cibi e uno conviviale per pranzi in famiglia è sempre apprezzata: quando il layout si presta, avere la zona operativa separata dagli altri ambienti anziché a vista può essere la scelta giusta soprattutto se si ha l’abitudine di cucinare molto. In questo caso, la disposizione su tre lati della composizione permette di sfruttare le pareti libere, angolo compreso; da un punto di vista ergonomico è agevolato il movimento entro un volume raccolto e le diverse funzioni risultano fruibili al meglio anche in pochi metri quadrati.

cucina del trilocale, composizione su tre lati, frontali in laccato giallo e bianco, pensili vetrati, forno inox, cappa, piccole piastrelle bianche

Nella composizione della cucina di gusto vintage in laccato panna e rovere naturale con maniglie in acciaio incassate (acquistata da Alge Collection), il forno con estetica inox e cruscotto rétro è di Rex Electrolux; appoggiato sul piano a sinistra, il bollitore stile anni ’50 color verde acqua è di Smeg.

L’area pranzo della cucina, che occupa l’unico lato libero della stanza, è valorizzata da un tavolo rotondo con basamento centrale, ispirato alle linee di quelli di design anni ’50 e accompagnato da sedie in legno verniciato nero. Il pavimento è in gres porcellanato a lastre in bianco opaco con fughe scure. Un rivestimento simile, formato però da elementi di formato più piccolo, è stato posato nella zona operativa, a proteggere dagli schizzi l’alzata tra basi e pensili.

zona pranzo nella cucina del trilocale, tavolo di design rotondo, sedie nere, stampa incorniciata, tovaglia scura, piatti bianchi, pavimento in gres con fughe scure

Nella zona pranzo della cucina intorno al tavolo rotondo con base centrale, le sedie in legno verniciato nero sono di Ikea.

Geometrie a parete per personalizzare

Pareti total white sono spesso lo sfondo neutro di quadri, specchi e oggetti; osare su alcune di esse con un piccolo “progetto” decorativo di colore e finiture murali può aiutare a valorizzare un ambiente. Qui, sul lato della porta, è stata stesa una pittura antracite tinta unita; su quello della portafinestra, per definire il motivo geometrico sono stati scelti lievi contrasti di rosa, grigio e bianco; linee oblique hanno delimitato le diverse porzioni creando un effetto tridimensionale. La tinteggiatura fai da te è stata eseguita dalla proprietaria insieme alla figlia: hanno utilizzato smalti all’acqua e nastro adesivo per tracciare le righe riproducendo uno schema programmato precedentemente al computer.

Nell’idea di relooking, il parquet in prefinito di rovere è stato posato solo nelle due camere da letto facendo la scelta di abbinare, con la stessa finitura, le porte interne. Il colore chiaro del legno al naturale, utilizzato anche per i frontali dei mobili della cucina, alleggerisce lo stile classico del trilocale. A terra, i listoni sono disposti a correre secondo il più semplice degli schemi.

camera da letto del trilocale, parete con decori geometrici in bianco e rosa, scaletta, pianta in vaso, scala a pioli, tendaggi bianchi, porta in legno, specchio sagomato, letto coordinato bianco e azzurro

Nella camera matrimoniale il comodino nero di fianco al letto a baldacchino di Maisons du Monde è di Ikea, rivisitato però dall’intervento della proprietaria che ha cambiato il cassetto. La scaletta nera appoggiata alla parete e utilizzata come appendiabiti è di Umbra Design.

Ispirazione classica in chiave moderna

Nella camera del trilocale l’elemento d’arredo che caratterizza lo stile dell’ambiente è il letto a baldacchino, icona di mobile tradizionale, qui rivisitata in chiave contemporanea con linee pulite e nude che alleggeriscono l’imponenza della struttura; la verniciatura in nero dei montanti ne disegna il profilo. Anche gli altri arredi, a cominciare dalla scrivania nel sottofinestra, denotano un carattere di essenzialità; mentre a complementi, oggetti e accessori è affidato il compito di arricchire e decorare. In particolare, l’uso delle piante non è mai casuale ed è ben calibrato per far sentire una presenza naturale in ogni ambiente.

camera matrimoniale del trilocale, letto a baldacchino, tappeto a losanghe, pavimento in parquet, tendaggi, scrivania con cavalletti, scaletta, pianta in vaso, comò, comodino nero

Nella camera matrimoniale il letto a baldacchino in legno massello di acacia è Goa di Maisons du Monde; la scrivania con piano in rovere appoggiato su due cavalletti, la sedia e la cassettiera sono di Ikea. Biancheria di Zara Home, tende in cotone bianco con bastone di Ikea.

zona studio in camera, sedia nera, scrivania in rovere, madia nera, lampada da tavolo a braccio orientabile, stampe incorniciate, tendaggio bianco

Nella postazione studio della camera, la sedia e la lampada a braccio orientabile sono di Ikea; lo specchio vintage è stato acquistato in un mercatino. A parete sopra la cassettiera, lampada piume Eos di Umage by Vita Copenhagen.

Un bagno in stile

Al di là della porta, in legno di rovere naturale e dalle linee pulite come gli altri serramenti interni della casa, l’ambiente di servizio svela un’impronta rétro, sottolineata dalle finiture delle piastrelle, dal classico piano in marmo bianco di Carrara del lavabo e anche dagli accessori. Così come lo specchio orientabile appoggiato sulla consolle e il lampadario a sospensione in stile anni ’60 con il diffusore formato da tubi di vetro di Murano, insolito e ricercato per un ambiente di servizio.

bagno del trilocale, porta in legno, lampadario vintage, pavimento in gres grigio, lavabo da appoggio, rivestimento a parete beige con listello in alto, bidet, applique a barra

Nel bagno i sanitari sospesi in ceramica sono un modello di profondità ridotta, il lavabo dalle linee squadrate (tutto di Ceramica Dolomite) poggia su un mobile con struttura in acciaio inox e piano in marmo bianco di Carrara. Il lampadario a sospensione è di Eichholtz.

Gres effetto pietra

Le piastrelle del bagno del trilocale sono in gres porcellanato: a pavimento grigie in formato quadrato 30×30 cm con fughe ampie stuccate in bianco; a parete beige rettangolari posate in verticale e rifinite da un sottile listello più scuro. Ad accomunarle sono la luminosità dei toni, che si trasmette a tutto l’ambiente, e le finiture. Anche se la superficie è liscia e levigata senza rilievi, la texture materica imita la pietra naturale con le sue irregolarità e venature. Prestazioni, resistenza all’acqua e facilità di manutenzione sono invece quelle proprie della ceramica.

Riferimenti fornitori

• Alge collection, www.algecollection.it, Tel. 800/577385 • Berto Salotti, www.bertosalotti.it, Tel. 0362/333082 • Ceramica Dolomite, www.ceramicadolomite.it, Tel. 800/652290 • Eichholtz, www.eichholtz.com • H&M Home, www2.hm.com/it_it • Ikea, www.ikea.it, Tel. 199/114646 • Maisons du Monde, www.maisonsdumonde.com, Tel. 800/870799 • Rex Electrolux, www.electrolux.it, Tel. 800/800531 • S2 Style, www.essequadrostyle.com, Tel. 031/572530 • Smeg, www.smeg.com, Tel. 0522/8211 • Ton, www.ton.eu • Umage by Vita Copenhagen, www.umage.com • Zara Home, www.zarahome.com/it, Tel. 02/8180081

Progetto: Olga Erogeeva, instagram: olga_erofeeva_designwow
Foto: Ramona Balaban

Tratto da Cose di Casa numero di dicembre 2020

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!