In 69 mq un comodo trilocale con due stanze e due bagni

Soluzioni salvaspazio, colori dalla forte personalità e un progetto illuminotecnico ben studiato: così il trilocale è stato riprogettato per una giovane famiglia.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Studio Andrea Castrignano
Pubblicato il 22/02/2021 Aggiornato il 22/02/2021
soggiorno aperto, tendaggi bianchi, faretti incassati, controparete luminosa, divano grigio, lampada da terra con treppiede, coffee table, soprammobili, pouf, bocchette impianto canalizzato, tappeto, stampe incorniciate

Il trilocale è stato riprogettato per venire incontro alle esigenze dei nuovi proprietari, una giovane coppia con una figlia piccola.

Tra gli obiettivi prioritari vi erano quelli di avere – nella metratura contenuta inferiore a 70 mq – la stanza della bambina e il secondo bagno.

La ricerca di soluzioni pratiche ed estetiche ha coinvolto anche gli spazi comuni del living, ripensato in versione open space e valorizzato da colori ed elementi decorativi, dalle pitture alle carte da parati. La tonalità che fa da filo conduttore è il blu petrolio, utilizzato soltanto su alcune superfici in contrasto con il bianco e con il rovere del parquet.

Gli arredi sono contemporanei con suggestioni industrial e alcuni di linea più tradizionale. Particolare attenzione nel progetto ha riguardato la distribuzione e la scelta delle luci – con strip led, faretti e altre tipologie di fonti luminose – sia per quanto riguarda l’atmosfera generale del trilocale sia nell’individuare zone funzionali e dettagli.

Foto appartamento trilocale 69 mq

  • Nel mini open space la zona conversazione occupa uno dei lati corti dell'ambiente, racchiusa tra portafinestra affacciata sul balcone e parete opposta. Il ribassamento a soffitto contiene l'impianto di climatizzazione canalizzato (Cobram). Il divano rivestito in tessuto grigio, illuminato dalla luce nella nicchia retrostante, è di Dialma Brown, così come i coffee table con piani in legno ad altezze sfalsate, il portacuscini, l'orologio, la lampada da terra e gli scacchi in resina a sinistra dell'imbottito. I cuscini in vari tessuti sono di Brochier. Il tappeto, in tonalità calda, è di Arazi.
  • Tra l'ingresso e la zona giorno, la tappezzeria floreale su fondo bianco è di LondonArt, mentre la pittura blu petrolio usata per tinteggiare l'altra parete è di Covema. Le sedie in faggio verniciato nero vicino al tavolo estraibile sono di Dialma Brown. Il parquet in listoni di rovere provenzale, posato in tutta la casa, è di Itlas. In tutta la casa, l'impianto di climatizzazione canalizzato è di Cobram.
  • La penisola della cucina, sul lato rivolto verso il living, contiene nel suo volume un tavolo pieghevole ed estrabile. Quando è chiuso il piano risulta del tutto invisibile, è a ingombro zero; quando viene aperto, si allunga in due diverse misure per ospitare due o quattro persone.
  • In cucina la composizione è realizzata su misura dal falegname con frontali in laminato bianco; gole, dettagli ed estetica degli elettrodomestici sono in acciaio inox. Incassata in un volume a isola in cartongesso tinteggiato color petrolio come la parete, la cappa è di Faber. Le zone cottura e lavaggio sono incassate nella penisola; un altro piano di lavoro è chiuso dietro le ante dell'armadio sulla destra lungo la parete.
  • La penisola della cucina, sul lato rivolto verso il living, contiene nel suo volume un tavolo pieghevole ed estrabile. Quando è chiuso il piano risulta del tutto invisibile, è a ingombro zero; quando viene aperto, si allunga in due diverse misure per ospitare due o quattro persone.
  • La porta che introduce il disimpegno della zona notte si trova proprio di fronte all'ingresso dell'abitazione. Si tratta di un serramento filomuro che risulta completamente mimetizzato dal rivestimento in carta da parati, senza soluzione di continuità con l'armadiatura: nelle due immagini a sinistra e a destra si può vedere la porta chiusa e poi aperta. L'atrio d'ingresso, riproporzionato dalla controsoffittatura in cui sono incassati i faretti, si armonizza alla zona giorno: la continuità di stile tra gli ambienti è sottolineata dal pavimento in parquet e dal motivo floreale della carta da parati che richiama la tonalità blu petrolio delle finiture del living. La porta rasomuro che dall'ingresso dà accesso al disimpegno è di Scrigno, rivestita come la parete con carta da parati di LondonArt. Il parquet prefinito è di Itlas. I faretti incassati nel controsoffitto sono di Rossini.
  • Nella camera matrimoniale, ai due lati del giroletto tessile, i tavolini a tre gambe con piano sagomato sono di Dialma Brown, così come la poltroncina a sinistra con struttura in legno. Le applique con diffusore sferico fissate alla boiserie sono di Vesoi.
  • Nella camera matrimoniale, ai due lati del giroletto tessile, i tavolini a tre gambe con piano sagomato sono di Dialma Brown, così come la poltroncina a sinistra con struttura in legno. Le applique con diffusore sferico fissate alla boiserie sono di Vesoi.
  • Un armadio con ante a battente, accessibile dal disimpegno, nasconde la zona lavanderia dove è installata la lavatrice.
  • Dietro la porzione di parete tra le due camere c'è il volume dell'armadio della matrimoniale che risulta così inserito in nicchia.
  • cameretta
  • II bagno della camera matrimoniale, ricavato dividendo in due l'unico ambiente di servizio preesistente è stato ribassato a 240 cm: lo sportello rasomuro al centro del plafone dà accesso a una botola di ispezione degli impianti. Le fonti di illuminazione sono miste, con faretti incassati, applique e uno strip led sopra la vasca. Nel bagno i sanitari e il lavabo da appoggio in ceramica con il piano a bordi stondati sono di Duravit, completati da rubinetterie di Bongio. I rivestimenti in gres porcellanato effetto cemento sono di Ceramica Sant'Agostino: Patchwork Classic a parete, Ritual a pavimento. Lo scaldasalviette è di Deltacalor.
  • Nell'altro ambiente di servizio, le piastrelle di rivestimento tinta unita e con decori nelle sfumature del grigio e quelle a pavimento effetto cemento sono della serie Oxidart di Ceramica Sant'Agostino. Il lavabo è di Duravit, la rubinetteria a parete di Bongio, l'applique sopra lo specchio di Flos. Il box doccia è di Novellini.

Planimetria di progetto del trilocale

La ristrutturazione del trilocale di 69 mq ha comportato notevoli cambiamenti nel layout con importanti opere di demolizione e costruzione che hanno interessato sia la zona giorno sia la parte notte. Nell’area living sono stati eliminati i tavolati per ottenere un ambiente aperto che integra le diverse funzioni. L’unico bagno preesistente è stato diviso in due spazi di servizio indipendenti, uno accessibile dal disimpegno e l’altro dalla camera matrimoniale. Infine, dal momento che la cucina è ora a vista sul soggiorno, il vecchio cucinotto – nell’angolo tra l’ingresso e la camera matrimoniale – è stato invece utilizzato per ricavare la cameretta della bambina.

planimetria del trilocale di 69 mq e schema con demolizioni e costruzioni

1 Ingresso 2 Guardaroba 3 Soggiorno 4 Tavolo estraibile 5 Cucina 6 Disimpegno 7 Lavanderia 8 Bagno 9 Camera matrimoniale 10 Camera 11 Balcone

  • Dall’ingresso i percorsi interni del trilocale portano a sinistra verso il soggiorno; di fronte al disimpegno che distribuisce le camere, la lavanderia e il bagno principale; mentre il secondo è a uso esclusivo della stanza matrimoniale.
  • La zona giorno open space con living, pranzo e cucina si estende lungo un intero lato dell’abitazione e affaccia con due aperture sulla balconata lunga e stretta di circa 7,5 mq.
  • Gli ambienti di servizio sono concentrati in un unico blocco che, tra la cucina e la camera matrimoniale, comprende i due bagni e la lavanderia: con questa soluzione i nuovi collegamenti idraulici sono stati semplificati.
  • La camera matrimoniale e quella singola affacciano su una balconata continua, un po’ più corta di quella sul lato opposto dell’appartamento. Anche questa di forma lunga e stretta, misura circa 6 mq.
  • La camera della bambina, che occupa gli spazi dell’ex cucina, ha una superficie contenuta, poco più degli 8 mq minimi prescritti dalla normativa per la stanza singola.
soggiorno aperto, tendaggi bianchi, faretti incassati, controparete luminosa, divano grigio, lampada da terra con treppiede, coffee table, soprammobili, pouf, bocchette impianto canalizzato, tappeto, stampe incorniciate

Nel mini open space la zona conversazione occupa uno dei lati corti dell’ambiente, racchiusa tra portafinestra affacciata sul balcone e parete opposta. Il ribassamento a soffitto contiene l’impianto di climatizzazione canalizzato (Cobram). Il divano rivestito in tessuto grigio, illuminato dalla luce nella nicchia retrostante, è di Dialma Brown, così come i coffee table con piani in legno ad altezze sfalsate, il portacuscini, l’orologio, la lampada da terra e gli scacchi in resina a sinistra dell’imbottito. I cuscini in vari tessuti sono di Brochier. Il tappeto, in tonalità calda, è di Arazi.

1. Controsoffitti e climatizzazione

Per il raffrescamento è stato installato nel controsoffitto un impianto canalizzato: in soggiorno, l’aria esce dal taglio nella veletta tinteggiata
blu petrolio. L’unità interna è incassata nel ribassamento sopra la controparete del divano, quella esterna è sul balcone. Su un’altezza totale di circa 290 cm, le strutture in cartongesso ribassano a 240 cm l’ingresso e i bagni e a 270 cm le zone in cui la controsoffittatura serve solo per l’incasso dei faretti.

cucina, composizione a parete in laccato bianco, parete color ottanio, orologio analogico, penisola, piano cottura a gas, lavello integrato, cappa a isola incassata, tavolo estraibile, sedie tradizionali nere, finestra, tendaggi bianchi

cucina, penisola, tavolo estraibili chiuso, cappa incassata, piano cottura  agas, lavello integrato, colonne a parete, forni, parete color ottanio

 

2. Il tavolo apri e chiudi nella cucina 

La penisola della cucina, sul lato rivolto verso il living, contiene nel suo volume un tavolo pieghevole ed estrabile. Quando è chiuso il piano risulta del tutto invisibile, è a ingombro zero; quando viene aperto, si allunga in due diverse misure per ospitare due o quattro persone.

3. Incastro di armadi

Tra l’ingresso e la zona della cucina, approfittando del volume di risulta che viene a crearsi di fianco alla doccia in muratura aggettante rispetto al bagno, è stato ricavato un guardaroba profondo 60 cm che riempie l’angolo. Si apre verso l’ingresso con due ante a battente; sullo stesso lato, la composizione prosegue con moduli contenitori profondi 40 cm che arrivano fino alla porta del disimpegno. Tutta la struttura è uniformata dalla carta da parati floreale.

cucina e zona giorno open space, ingresso, armadiature rivestite con carata da parati floreale, coffee table con soprammobili, penisola, pavimento in parquet, radiatore d'arredo, parete ottanio, cappa a isola incassata

Tra l’ingresso e la zona giorno, la tappezzeria floreale su fondo bianco è di LondonArt, mentre la pittura blu petrolio usata per tinteggiare l’altra parete è di Covema. Le sedie in faggio verniciato nero vicino al tavolo estraibile sono di Dialma Brown. Il parquet in listoni di rovere provenzale, posato in tutta la casa, è di Itlas. In tutta la casa, l’impianto di climatizzazione canalizzato è di Cobram.

cucina, dettaglio, piani di lavoro, ripiani in laccato grigio con stoviglie, cassetti con pentole, tostapane, piatti, barattoli

In cucina la composizione è realizzata su misura dal falegname con frontali in laminato bianco; gole, dettagli ed estetica degli elettrodomestici sono in acciaio inox. Incassata in un volume a isola in cartongesso tinteggiato color petrolio come la parete, la cappa è di Faber. Le zone cottura e lavaggio sono incassate nella penisola; un altro piano di lavoro è chiuso dietro le ante dell’armadio sulla destra lungo la parete.

4. Faretti e strip led

Il progetto illuminotecnico si avvale di diverse tipologie di fonti luminose. All’ingresso e nella zona operativa della cucina, faretti a coppie sono incassati nel controsoffitto. La rientranza sopra il letto nella camera matrimoniale (così come quella in soggiorno) è illuminata da strip led che sono stati posizionati all’interno di gole in metallo in modo tale che la luce si diffonda senza che sia visibile però l’apparecchio che la emana.

ingresso, armadi rivestiti con carta da parati floreale, porta integrata chiusa e aperta nella stessa finitura, faretti incassati, pavimento in parquet

La porta che introduce il disimpegno della zona notte si trova proprio di fronte all’ingresso dell’abitazione. Si tratta di un serramento filomuro che risulta completamente mimetizzato dal rivestimento in carta da parati, senza soluzione di continuità con l’armadiatura: nelle due immagini a sinistra e a destra si può vedere la porta chiusa e poi aperta. L’atrio d’ingresso, riproporzionato dalla controsoffittatura in cui sono incassati i faretti, si armonizza alla zona giorno: la continuità di stile tra gli ambienti è sottolineata dal pavimento in parquet e dal motivo floreale della carta da parati che richiama la tonalità blu petrolio delle finiture del living. La porta rasomuro che dall’ingresso dà accesso al disimpegno è di Scrigno, rivestita come la parete con carta da parati di LondonArt. Il parquet prefinito è di Itlas. I faretti incassati nel controsoffitto sono di Rossini.

5. Il parquet diventa boiserie

La camera matrimoniale occupa un locale poco profondo: tra il letto e l’armadio in nicchia di fronte rimane una striscia di passaggio piuttosto stretta. Quindi, per non appesantire l’ambiente, si è scelto un letto senza testiera, mentre una boiserie riveste tutta la parete. In pratica, i listoni di parquet a terra proseguono in verticale sul muro fino a metà altezza con un effetto avvolgente.

6. Controparete in cartongesso

La parete che fa da sfondo al letto è stata arredata con una struttura sospesa, in parte a giorno per i libri e in parte chiusa da ante rasomuro.

7. Grigio polvere per le pareti 

Dal living alle camere, le grandi superfici sono tinteggiate con idropittura in questa tonalità neutra; per le porzioni blu petrolio è stato utilizzato invece uno smalto opaco all’acqua.

camera matrimoniale, controparete luminosa con ripiani, boiserie, poltrona, letto senza testiera, tavolino, applique, passatoia, pavimento in parquet, finestra, tendaggi

Nella camera matrimoniale, ai due lati del giroletto tessile, i tavolini a tre gambe con piano sagomato sono di Dialma Brown, così come la poltroncina a sinistra con struttura in legno. Le applique con diffusore sferico fissate alla boiserie sono di Vesoi.

camera matrimoniale, controparete sospesa con ripiani, boiserie. poltroncina, letto, applique, ingresso bagno a uso esclusivo, mobile in legno con lavabo d'appoggio, specchio, applique, vasca, parete rivestita con piastrelle decorate

Nella zona notte, divisa da un disimpegno, le novità del nuovo layout sono il secondo bagno e la camera della bambina. Per le sue dimensioni ridotte, quest’ultima concentra tutti gli elementi d’arredo su un solo lato, sfruttando al massimo anche l’altezza con una soluzione a ponte. Ora sotto c’è il lettino da neonato, ma in futuro potrà trovare posto anche un letto singolo di misure standard

8. Tende a tutt’altezza

La cameretta affaccia con una portafinestra sullo stesso balcone di forma allungata della camera matrimoniale. Il tendaggio, in tessuto bianco e leggero, scende dal soffitto fino a terra, nascondendo anche il cassonetto della tapparella. Come un sipario, qui e negli altri ambienti le tende hanno così un impatto scenografico e creano uno sfondo.

cameretta, lettino con sponde alte, armadio a ponte in laccato bianco opaco, finestra, tendaggi bianchi, passatoia, parquet

disimpegno, armadio, pavimento in parquet, armadio rivestito con carta da parati, ingresso della camera matrimoniale

Un armadio con ante a battente, accessibile dal disimpegno, nasconde la zona lavanderia dove è installata la lavatrice.

disimpegno, faretti incassati a soffitto, pavimento in parquet, porte aperte della cameretta e della camera matrimoniale

Dietro la porzione di parete tra le due camere c’è il volume dell’armadio della matrimoniale che risulta così inserito in nicchia.

9. Mood romantico o stile industrial?

Il bagno per lei (sopra) e quello per lui (a destra) si caratterizzano per stili diversi che vengono incontro ai gusti dei due padroni di casa. Il primo ambiente, attrezzato con vasca, è romantico nei colori e nei decori di finitura; più maschile invece il secondo, con il box doccia in muratura; tutto qui è nei toni del grigio e del beige e le linee sono essenziali.

bagno della camera, controsoffitto, faretti incassati, vasca, parete rivestita con piastrelle decorate, mobile in legno, lavabo da appoggio, specchio, sanitari, scaldasalviette bianco

II bagno della camera matrimoniale, ricavato dividendo in due l’unico ambiente di servizio preesistente è stato ribassato a 240 cm: lo sportello rasomuro al centro del plafone dà accesso a una botola di ispezione degli impianti. Le fonti di illuminazione sono miste, con faretti incassati, applique e uno strip led sopra la vasca. Nel bagno i sanitari e il lavabo da appoggio in ceramica con il piano a bordi stondati sono di Duravit, completati da rubinetterie di Bongio. I rivestimenti in gres porcellanato effetto cemento sono di Ceramica Sant’Agostino: Patchwork Classic a parete, Ritual a pavimento. Lo scaldasalviette è di Deltacalor.

10. A terra, effetto cemento

Il gres porcellanato offre infinite varianti nelle texture e nelle finiture, con la prerogativa di poter anche imitare alla perfezione altri materiali, per esempio il legno e il metallo. In questo caso, il gres scelto per il pavimento del bagno riproduce il colore e l’aspetto grezzo e industriale del cemento; ma con i vantaggi pratici di resistenza, impermeabilità e facilità di manutenzione propri del gres.

bagno, mobile lavabo, lavabo ovale da appoggio, rubinetteria a parete, specchiorotondo, rivestimenti in gres effetto cemento, box doccia in muratura

Nell’altro ambiente di servizio, le piastrelle di rivestimento tinta unita e con decori nelle sfumature del grigio e quelle a pavimento effetto cemento sono della serie Oxidart di Ceramica Sant’Agostino. Il lavabo è di Duravit, la rubinetteria a parete di Bongio, l’applique sopra lo specchio di Flos. Il box doccia è di Novellini.

Indirizzi • Arazi, www.arazihome.it, Tel. 02/4779151 • Bongio, www.bongio.com, Tel. 032/2967248 • Brochier, www.brochier.it, Tel. 031/455330 • Ceramica Sant’Agostino, www.ceramicasantagostino.it, Tel. 0532/844111 • Cobram, www.lacobram.com, Tel. 02/3315886 • Covema, www.covemavernici.com, Tel. 011/9941800 • Deltacalor, www.deltacalor.com, Tel. 800/066319 • Dialma Brown, dialmabrown.it, Tel. 0372/87240 • Duravit, www.duravit.it, Tel. 02/66989770 • Faber, www.faberspa.com • Fazzini, www.fazzinihome.com, Tel. 0331/263127 • Flos, flos.com/it, Tel. 030/24381 • Itlas, www.itlas.com, Tel. 0438/368040 • LondonArt, www.londonart.it • Novellini, www.novellini.it, Tel. 0376/6421 • Rossini, www.rossinigroup.it, Tel. 02/2169501 • Scrigno, www.scrigno.it, Tel. 800/314413 • Vesoi, www.vesoi.com, Tel. 081/5735613

Progetto: arch. Andrea Castrignano, Milano – andreacastrignano.it
Foto: Armando Moneta

Tratto da Cose di Casa numero di febbraio 2020

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.25 / 5, basato su 12 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!