Trilocale rinnovato: 88 mq con tocco giovane e linee curve

Intervento basato sul colore e la decorazione per il trilocale rinnovato con nuovi spunti. E le pareti arrotondate sono il segno distintivo degli interni.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Fotografa Cristina Galliena - Studio White, Laura Mauceri
Pubblicato il 23/03/2020 Aggiornato il 23/03/2020
open space, divano grigio, cucina, zona pranzo, tavolo rotondo, sedie gialle e blu, portefinestre, porta in legno e vetro, ripiani, pavimento in parquet

Nel quartiere milanese di Porta Genova, il trilocale si trova all’interno di un palazzo di pregio dei primi del ‘900. Il nuovo progetto rivisita una precedente ristrutturazione che, effettuata negli anni ’90, si era basata sull’inserimento di un segno architettonico forte: pareti curve nell’ingresso che, con una doppia funzione pratica ed estetica, ridisegnano i percorsi e costituiscono l’elemento caratterizzante del trilocale rinnovato.

Si è deciso dunque di intervenire con un restyling che, a partire dall’esistente, lo ha attualizzato con idee d’arredo e finiture più di tendenza: viene valorizzato il motivo curvilineo con un guardaroba per i cappotti che prolunga la parete. Ai rivestimenti in carta da parati è affidato il ruolo, anche dal punto di vista architettonico, di identificare gli ambienti con motivi e colori che mimetizzano le porte filomuro.

Infine, un tocco giovane e creativo anche per la palette cromatica: blu e giallo senape nella zona giorno ma anche beige e toni soft di verde. Per gli arredi, sono stati scelti pezzi di design contemporaneo per dialogare con il “guscio” d’epoca (reso luminoso dal bianco delle pareti) e rendere così ancora più evidente la trasformazione degli interni.

Foto del trilocale di 88 mq

  • Dall'ingresso al soggiorno il percorso è scandito dall'andamento curvilineo dei tramezzi; il passaggio interno tra i due ambienti è evidenziato anche dal ribassamento del soffitto che consente di alloggiare l'impianto di climatizzazione e di incassare i faretti. Nella zona pranzo a destra, il tavolo ovale è il modello Dining Table di Knoll, design Eero Saarinen, le sedie in due colori sono di Tonin Casa; il piano è illuminato dalla lampada a sospensione Aim di Flos.
  • Nel living, tra la zona conversazione e quella conviviale, domina nelle finiture il contrasto tra due colori primari, il giallo e l'azzurro, cui si aggiungono accenti di verde acqua: le diverse tonalità in contrasto sono messe in risalto da sfondi neutri. Il divano rivestito in tessuto grigio chiaro con elemento a chaise longue è di Nuova Erre, il cuscino color senape è di Ikea mentre quelli a decoro floreale sono rivestiti con tessuti Sanderson. Il tappeto è di Kasthall.
  • Nella zona pranzo, dietro il tavolo, la scritta in legno laccato giallo appoggiata sulla mensola centrale è di Maisons du Monde. Tra le due porte vetrate della cucina e della lavanderia, l'applique è il modello Mesmeri di Artemide. Parquet in teak di Italwood. Nella zona pranzo le mensole su disegno in mdf laccato in opera arredano la parete e lo fanno essenzialmente con la forma e il colore. I ripiani lasciati vuoti risaltano per effetto della tonalità verde acqua, contrapposta al bianco e all'unico oggetto appoggiato: una scritta "smile" (sorriso) in legno laccato giallo.
  • In soggiorno, lungo la parete di fronte al divano, i moduli della composizione fanno parte del programma giorno di Presotto. Il parquet in teak è di ItalWood. Di fronte al divano, la parete è arredata da una composizione “destrutturata”: i moduli in laccato bianco e azzurro, in parte da terra e in parte sospesi, raggiungono l'altezza degli stipiti delle porte, disegnando liberi schemi geometrici sulla superficie verticale grigio chiaro. Con questa soluzione si dispone di volumi per contenere a schema flessibile, facile da modificare nel tempo.
  • In cucina le pareti sono tinteggiate con idropittura di Sikkens, alternando il bianco e il verde acqua; lo zoccolino è in legno laccato bianco. Il parquet in teak è stato posato anche in quest'ambiente in sostituzione delle piastrelle esistenti ed è in continuità con quello delle altre stanze.
  • Nella cucina, le colonne del frigo, del forno e della dispensa sono incassate in una sorta di nicchia delimitata lateralmente da una spalla in muratura. Intorno al volume dell'isola, gli sgabelli sono il modello Web di Calligaris. La lampada a sospensione è la Silver Ring di Panzeri.La composizione su due lati della cucina era già presente nell'abitazione prima del restyling: le ante in legno sono state smontate e trattate in un laboratorio artigianale conuna laccatura bianca a spruzzo di tipo “a poro aperto”; effettuata con vernice bicomponente, è coprente ma non nascondele venature del legno. La tonalità di bianco è la stessa della base dell'isola centrale realizzata dal falegname.
  • La camera matrimoniale è accessibile dal disimpegno semicircolare dell'ingresso: la tappezzeria che riveste la parete curva è il modello Dandelion Clocks di Sanderson.
La stanza è arredata con il letto tessile Formentera di Chateau d'Ax con copriletto di Ikea; il comodino tondo è di Santa Lucia, la lampada da tavolo la Take di Kartell.La parete sulla quale si apre la camera matrimoniale è rivestita a tutt'altezza con una tappezzeria in carta decorata da un macro motivo floreale e incorniciata in basso dallo zoccolino in legno laccato bianco. Anche la porta filomuro della stanza è uniformata dallo stesso rivestimento, così da chiusa risulta praticamente invisibile.
  • Tra la camera matrimoniale e il bagno a suo uso esclusivo il passaggio è segnato dal cambio di pavimentazione, sottolineato anche dall'inserimento di un listello di soglia: dal parquet in teak al mosaico, che prosegue anche sulle pareti. Il tessuto del tendaggio che chiude il sottolavabo è di Sanderson. A parete, lo specchio, montato su un pannello in legno, è stato incassato a filo del rivestimento in mosaico rispetto al quale ha una perfetta complanarità.
  • Nel bagno il pavimento e le pareti, fino a 200 cm di altezza circa, sono rivestite da un mosaico di vetro in diverse gradazioni di blu e azzurro. Lo specchio sopra il lavabo d'appoggio in ceramica è incassato con la stessa tecnica di quello dell'altro bagno. Spugne di Mirabello Carrara, accessori di Zara Home e Ikea. Gli elementi in muratura dell'ambiente di servizio sono stati conservati nel progetto di relooking: oltre alla struttura del sottofinestra nella quale è incassata la vasca, anche quella su cui poggia il lavabo. Quest'ultima, che era prima aperta nella zona inferiore, è ora chiusa da un mobile a due ante realizzato su disegno. È stata invece conservata la nicchia estetica che, sotto il bacino della vasca, alleggerisce l'effetto d'insieme.

Il progetto

  • L’ingresso, grazie alla parete curva della camera matrimoniale e a quella del bagno, perfettamente in linea tra loro, assume una forma semicircolare. L’andamento curvilineo continua, dietro, con la parete del living e l’armadio di nuova realizzazione.
  • Il soggiorno di circa 22 mq del trilocale rinnovato, illuminato da tre aperture una delle quali affacciata su un balconcino, integra in un open space il living e il tavolo da pranzo; quest’ultimo è sistemato verso l’ingresso in corrispondenza della parete curva e del guardaroba per i cappotti.
  • All’interno della cucina indipendente, che ha superficie di circa 14 mq, è stato ritagliato un locale con pianta a elle: accessibile sia dalla cucina sia dal soggiorno, è diviso al centro da un mobile che permette di ricavare una dispensa e una lavanderia separate.
  • Le due camere hanno dimensioni simili, di poco superiori ai 12 mq. Anche quella singola – in base a quanto prescrive normativa – ha metratura sufficiente per poter accogliere, all’occorrenza, anche un secondo letto.
  • All’interno della cucina indipendente del trilocale rinnovato, che ha superficie di circa 14 mq, è stato ritagliato un locale con pianta a elle: accessibile sia dalla cucina sia dal soggiorno, è diviso al centro da un mobile che permette di ricavare una dispensa e una lavanderia separate.
  • Il muro di spina di elevato spessore (50 cm) che attraversa l’appartamento vincola la distribuzione, così come le dimensioni delle stanze; anche quella della cucina che rimane quindi molto grande.
planimetria del trilocale rinnovato di 88 mq

1 Ingresso 2 Bagno 3 Guardaroba 4 Soggiorno 5 Zona pranzo 6 Cucina 7 Lavanderia 8 Dispensa 9 Camera matrimoniale 10 Camera 11 Balcone

open space, divano grigio, cucina, zona pranzo, tavolo rotondo, sedie gialle e blu, portefinestre, porta in legno e vetro, ripiani, pavimento in parquet

Dall’ingresso al soggiorno il percorso è scandito dall’andamento curvilineo dei tramezzi; il passaggio interno tra i due ambienti è evidenziato anche dal ribassamento del soffitto che consente di alloggiare l’impianto di climatizzazione e di incassare i faretti. Nella zona pranzo a destra, il tavolo ovale è il modello Dining Table di Knoll, design Eero Saarinen, le sedie in due colori sono di Tonin Casa; il piano è illuminato dalla lampada a sospensione Aim di Flos.

soggiorno del trilocale rinnovato, divano grigio, chaise longue, cuscini coordinati, tappeto senape, sgabello, portafinestra

Nel living, tra la zona conversazione e quella conviviale, domina nelle finiture il contrasto tra due colori primari, il giallo e l’azzurro, cui si aggiungono accenti di verde acqua: le diverse tonalità in contrasto sono messe in risalto da sfondi neutri. Il divano rivestito in tessuto grigio chiaro con elemento a chaise longue è di Nuova Erre, il cuscino color senape è di Ikea mentre quelli a decoro floreale sono rivestiti con tessuti Sanderson. Il tappeto è di Kasthall.

Nel soggiorno del trilocale rinnovato, concepito come un ambiente unico, le due porte a doppio battente che si aprono lungo il muro di spina sono originali dei primi del ‘900, in legno e vetro stampato con coprifilo sagomati e decorati da bassorilievi: una è della cucina indipendente, l’altra del locale adibito a lavanderia. Nel living, il colore dei pezzi di design e dei complementi cambia il mood dell’ambiente rendendolo più giovane e vivace

soggiorno, zona pranzo, tavolo bianco, sedie gialle e blu, lampade a sospensione bianche, ripiani colorati, divano, zona tv, pensili in laccato bianco, porte d'epoca in legno e vetro decorato

Nella zona pranzo, dietro il tavolo, la scritta in legno laccato giallo appoggiata sulla mensola centrale è di Maisons du Monde. Tra le due porte vetrate della cucina e della lavanderia, l’applique è il modello Mesmeri di Artemide. Parquet in teak di Italwood. Nella zona pranzo le mensole su disegno in mdf laccato in opera arredano la parete e lo fanno essenzialmente con la forma e il colore. I ripiani lasciati vuoti risaltano per effetto della tonalità verde acqua, contrapposta al bianco e all’unico oggetto appoggiato: una scritta “smile” (sorriso) in legno laccato giallo.

soggiorno del trilocale rinnovato, parete attrezzata, pensili bianchi e blu, tappeto color senape, parete grigia, applique, porta in legno e vetro, pavimento in parquet

In soggiorno, lungo la parete di fronte al divano, i moduli della composizione fanno parte del programma giorno di Presotto. Il parquet in teak è di ItalWood. Di fronte al divano, la parete è arredata da una composizione “destrutturata”: i moduli in laccato bianco e azzurro, in parte da terra e in parte sospesi, raggiungono l’altezza degli stipiti delle porte, disegnando liberi schemi geometrici sulla superficie verticale grigio chiaro. Con questa soluzione si dispone di volumi per contenere a schema flessibile, facile da modificare nel tempo.

Il guardaroba che non c’era

La parete curva che divide il soggiorno dall’ingresso è stata prolungata di circa 115 cm e completata da una spalla a elle. Così, oltre ad accentuare la separazione tra i due ambienti, si è ricavata una nicchia profonda 62 cm per inserire un armadio in mdf laccato alto 270 cm. Accessibile dall’ingresso, è chiuso da due ante a battente con maniglia a gola verticale e attrezzato con ripiani inferiori e superiori e appenderia centrale.

disegni tecnici del guardaroba del trilocale rinnovato

La cucina è un grande ambiente indipendente, nel quale colori e geometrie identificano le diverse aree funzionali: bianco per i mobili della composizione su due lati, teak per l’isola centrale, verde acqua per la parete libera opposta alla zona operativa. Quest’ultima è riproporzionata da una mensola che, fissata poco sopra il radiatore, corre per tutta la lunghezza e la divide in due fasce orizzontali

cucina del trilocale rinnovato, blocco a isola, parete colorata, ripiano, radiatore, pavimento in parquet, zoccolino bianco

In cucina le pareti sono tinteggiate con idropittura di Sikkens, alternando il bianco e il verde acqua; lo zoccolino è in legno laccato bianco. Il parquet in teak è stato posato anche in quest’ambiente in sostituzione delle piastrelle esistenti ed è in continuità con quello delle altre stanze.

L’isola completa la cucina del trilocale rinnovato

Considerata l’ampia metratura della stanza, nel nuovo progetto si è pensato di aggiungere alla composizione esistente un blocco centrale. Utile come piano di lavoro, bancone snack e volume per contenere, ha uno sviluppo in pianta di 120 x 140 cm. Il basamento in mdf, laccato nello stesso bianco delle ante, è costituito da un capiente scomparto che si apre verso la zona operativa; e, dall’altra parte, da una struttura di sostegno a elle che lascia invece spazio vuoto per riporre gli sgabelli o per sedersi comodamente. Il piano è impiallacciato teak, lo stesso del parquet.

disegni tecnici della cucina del trilocale rinnovato di 88 mq

cucina, composizione angolare in laccato bianco, colonne incassate, basi e pensili, isola centrale con piano in legno, sgabelli da bar, lampada a sospensione circolare ad anello, pavimento in parquet

Nella cucina, le colonne del frigo, del forno e della dispensa sono incassate in una sorta di nicchia delimitata lateralmente da una spalla in muratura. Intorno al volume dell’isola, gli sgabelli sono il modello Web di Calligaris. La lampada a sospensione è la Silver Ring di Panzeri.La composizione su due lati della cucina era già presente nell’abitazione prima del restyling: le ante in legno sono state smontate e trattate in un laboratorio artigianale conuna laccatura bianca a spruzzo di tipo “a poro aperto”; effettuata con vernice bicomponente, è coprente ma non nascondele venature del legno. La tonalità di bianco è la stessa della base dell’isola centrale realizzata dal falegname.

disimpegno, parete curva, rivestimento in carta da parati motivo floreale, zoccolino bianco, pavimento in parquet, porta, ingresso della camera

La camera matrimoniale è accessibile dal disimpegno semicircolare dell’ingresso: la tappezzeria che riveste la parete curva è il modello Dandelion Clocks di Sanderson.
La stanza è arredata con il letto tessile Formentera di Chateau d’Ax con copriletto di Ikea; il comodino tondo è di Santa Lucia, la lampada da tavolo la Take di Kartell.La parete sulla quale si apre la camera matrimoniale è rivestita a tutt’altezza con una tappezzeria in carta decorata da un macro motivo floreale e incorniciata in basso dallo zoccolino in legno laccato bianco. Anche la porta filomuro della stanza è uniformata dallo stesso rivestimento, così da chiusa risulta praticamente invisibile.

Un elemento forte del progetto decorativo si basa sul motivo floreale nella carta da parati e dei tessuti coordinati utilizzati per la tenda che chiude il sottolavabo e le fodere dei cuscini sul letto (e, in soggiorno, anche quelli sul divano). Si tratta dei fiori californiani dandelion conosciuti anche come taraxacum, con colori alternati in giallo, azzurro e verde acqua su fondo bianco che riassumono la palette cromatica dell’abitazione

camera matrimoniale, letto, tessile, bagno, rivestimento a mosaico, lavabo da appoggio, tendina a motivo floreale, specchio, applique, pavimento a mosaico bianco

Tra la camera matrimoniale e il bagno a suo uso esclusivo il passaggio è segnato dal cambio di pavimentazione, sottolineato anche dall’inserimento di un listello di soglia: dal parquet in teak al mosaico, che prosegue anche sulle pareti. Il tessuto del tendaggio che chiude il sottolavabo è di Sanderson. A parete, lo specchio, montato su un pannello in legno, è stato incassato a filo del rivestimento in mosaico rispetto al quale ha una perfetta complanarità.

L’angolo lavabo

Nel bagno privato della camera, a sinistra della porta l’angolo si presenta particolarmente difficile: è infatti formato dalla parete curva che confina con l’ingresso e da un tramezzo non ortogonale. Per ottimizzare gli spazi, la mini zona lavabo, poco più di 40 cm per lato, è stata riadattata trasformando il preesistente lavabo a colonna in un modello da appoggio. Il piano, realizzato su disegno, è sagomato in modo da assecondare l’ampiezza dell’angolo e da avere una profondità maggiore al centro per poter inserire il lavamani tondo e ridurre invece l’ingombro ai lati. planimetria della zona lavabo del bagno

Anche nel bagno principale del trilocale rinnovato, accessibile dal disimpegno dell’ingresso e dotato di finestra, le pareti curve trovano nel mosaico la finitura ideale: le tessere da 1 cm di lato permettono di seguire perfettamente le sinuosità e di coprire anche le zone più difficili, come quella del bordo vasca. È stata scelta per quest’ambiente una miscela
di azzurri con una fascia superiore un po’ più scura che riproporziona le altezze lungo il perimetro.

bagno del trilocale rinnovato, rivestimenti a mosaico azzurro, specchio incassato, vasca, mobile lavabo in muratura, scomparti, lavabo da appoggio in ceramica

Nel bagno il pavimento e le pareti, fino a 200 cm di altezza circa, sono rivestite da un mosaico di vetro in diverse gradazioni di blu e azzurro. Lo specchio sopra il lavabo d’appoggio in ceramica è incassato con la stessa tecnica di quello dell’altro bagno. Spugne di Mirabello Carrara, accessori di Zara Home e Ikea. Gli elementi in muratura dell’ambiente di servizio sono stati conservati nel progetto di relooking: oltre alla struttura del sottofinestra nella quale è incassata la vasca, anche quella su cui poggia il lavabo. Quest’ultima, che era prima aperta nella zona inferiore, è ora chiusa da un mobile a due ante realizzato su disegno. È stata invece conservata la nicchia estetica che, sotto il bacino della vasca, alleggerisce l’effetto d’insieme.

Progetto di restyling: arch. Silvia Cirabolini e Alberto Soana, Ghost Architects, Milano, Tel. 02/4982117 – www.ghostarchitects.it
Foto: Cristina Galliena Bohman, styling Laura Mauceri

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.45 / 5, basato su 22 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!