Trilocale con giardino: da un ex ufficio, una casa di 88 mq

Al piano terra, il trilocale in condominio sembra una villa unifamiliare. Gli interni sono giovani e moderni, con soluzioni innovativi ed elementi di design.

Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Stylist Rosaria Galli
Pubblicato il 16/01/2023 Aggiornato il 20/01/2023
trilocale con giardino e tappezzerie floreali

A Milano il quartiere di Nolo (North of Loreto) che – nella periferia Nord-Est – si snoda intorno a via Padova, alla Stazione Centrale e a quella di Greco, è diventato negli ultimi anni uno di quelli più coinvolti in un ampio processo di trasformazione e rigenerazione del tessuto urbano. Sono soprattutto le giovani coppie a scegliere di investire per la loro prima casa proprio nella zona, sempre più ricca di locali, gallerie d’arte, laboratori e spazi sociali. È qui che si trova il trilocale fotografato: ex ufficio al piano terra di un edificio anni ’70, è stato riprogettato come abitazione, in un’ottica contemporanea, con soluzioni easy e grande attenzione al risparmio energetico. Agli spazi interni si aggiungono quelli di un giardino privato più grande della casa: un plus valutato con crescente interesse nelle aree metropolitane. Nell’allestimento degli ambienti uno dei primi obiettivi è stato valorizzare la luce naturale del piano basso con finiture total white e un uso moderato del colore per elementi d’arredo e dettagli. Sempre nel segno della leggerezza, l’impronta è di gusto nordico e minimal, arricchito da pezzi di design vintage che lo rendono più personale.

Foto casa in città con giardino

  • Ingresso e zona giorno dell'abitazione costituiscono un ambiente unico, parzialmente diviso internamente solo da elementi d'arredo. Nell'area cottura il piano dell'isola è illuminato da faretti orientabili montati su un binario a soffitto (di Erco). Il sottile diaframma della libreria a ripiani passante, con sistema di fissaggio terra-cielo (modello K2 di Kriptonite) crea una sorta di filtro che definisce la superficie della cucina.
  • Il divano rivestito in velluto verde è il modello Vito di Design Republic; cuscino e plaid in pura lana vergine sono di Lanerossi. Il coffee table triangolare nero è Petalo di Cassina, con un piccolo vaso arancione di Villeroy & Boch. Il tavolino rotondo in rete metallica è Net di Moroso, il pouf arancione è di Noo.ma. Tappeto in lana e cotone Checkers di Karpeta.
  • La libreria divisoria passante in metallo laccato e legno è il modello K2 di Kriptonite. Sul lato opposto, lungo la parete, la madia con scomparti e ripiani è di Montana Furniture; sul top, la lampada da tavolo bianca è il modello Amami di Danese, i vasi arancioni sono di Villeroy & Boch. Faretti sul plafone di Sforzin.
  • Nella zona pranzo il tavolo rettangolare in legno di rovere è il modello Bok di Ethnicraft; appoggiati sul piano, la ciotola e il piccolo vaso sono di Raawii. Le sedie nere imbottite sono le Soft Edge P10 di Hay. La lampada a sospensione rossa è Flowerpot VP1 di &Tradition design Verner Panton. All'entrata della camera matrimonialela poltroncina blu a destra è il modello Saruyama Giro di Moroso.
  • La composizione in linea e l'isola sono state realizzate su disegno dei progettisti da Novarredo con moduli del programma 2.1 di Copat; le maniglie sono a gola infresate lungo i bordi. Gli elettrodomestici sono di Electrolux, la cappa incassata nel controsoffitto è il modello Nuvola di Falmec. I due lavelli inox sono di CM con rubinetteria della serie Technology di Newform. Gli sgabelli neri intorno all'isola sono il modello Pipe di Magis. Appoggiati sul piano, la bilancia, il tostapane e il bollitore sono della coll. Infinigy di Zwilling. Sul piano dell'isola, il vaso in vetro azzurro è di Raawii.
  • Sul letto, la biancheria in lino, il copriletto, i cuscini e il plaid in pura lana vergine sono di Lanerossi. Il comodino-contenitore è della serie I Componibili di Kartell; la lampada da tavolo è Eclisse di Artemide, design Vico Magistretti; le superfici sonotrattate con vernici di finitura Traffic HD di Bona. La lampada a soffitto è il modello MatinFlush Mount Design di Hay, design Inga Sempé. La porta scorrevole, su disegno dei progettisti, è stata realizzata dalla falegnameria Giuseppe Nigro.
  • Nello studio, allo scrittoio sospeso in laccato bianco è accostata la poltroncina Efety di &Tradition. L'applique a braccio orientabile in finitura bianca è il modello Demetra di Artemide. La carta da parati a motivo floreale che riveste su due lati la porta scorrevole è il modello Nympheus di GP & JBaker.
  • disimpegno
  • Sul piano sospeso in rovere realizzato su disegno dalla falegnameria Giuseppe Nigro, sono appoggiati due lavabi a catino modello B6T45 di Ceramica Globo; la rubinetteria nera a parete in finitura nera è della serie Pic di Cristina Rubinetterie. Le piastrelle a pavimento e lo zoccolino sono di Ceramica Vogue. Riflessa nello specchio la libreria a parete è il modello Krossing di Kriptonite con oggetti sui ripiani di MV% Ceramics Design. Applique Mini Glo-Ball di Flos. Spugne di Lanerossi.
  • Nel bagno principale la vasca occupa tutto il lato corto, sfruttando l'altezza del sottofinestra. La zona, delimitata da un pannello vetrato trasparente, è rivestita da gres porcellanato grigio chiaro che copre anche il bordo vasca. Nella rientranza formata dalla profondità dell'imbotte del serramento è stato ricavato un ampio davanzale interno uniformato dalla posa della stessa tipologia di piastrelle.
  • lavanderia
  • Nel giardino il tavolo da pranzo pieghevole con piano rotondo di diametro 80 cm e le sedie sono della collezione Arc en Ciel di Emu.
  • Nell'aiuola del giardino la composizione floreale è formata da Phlox divaricata "Blue Moon" (in primo piano), da Geum "Mai Tai", Aquilegia "Barlow mix" e da Geranium cantabrigiense "Karmina" (sullo sfondo).

Il progetto del trilocale con giardino in condominio

Poiché il trilocale era in precedenza un ufficio open space, con il bagno come unico locale indipendente, si è resa necessaria una ristrutturazione totale. Il perno della nuova distribuzione è il volume centrale del nuovo ambiente di servizio intorno al quale ruotano le stanze: la zona giorno aperta, lo studio nel disimpegno e le due camere. L’intervento ha comportato anche la realizzazione degli attacchi della cucina che prima non esisteva e il rifacimento delle pavimentazioni e degli impianti. Gli infissi in legno, in buone condizioni, sono stati invece conservati.

planimetria del trilocale di 88 mq

1 Cancello 2 Ingresso 3 Cucina 4 Isola 5 Soggiorno 6 Zona pranzo 7 Bagno 8 Lavanderia 9 Disimpegno 10 Camera matrimoniale 11 Camera singola 12 Studio 13 Giardino

  • Il trilocale ha due ingressi: il principale si apre sul soggiorno; quello secondario dalla cucina porta all’esterno, accessibile tramite un cancello verso strada.
  • I bagni sono due. Quello cieco che occupa il volume al centro della pianta, è disimpegnato da due porte – a battente e scorrevole – che lo separano dalla zona conversazione e dal pranzo. Questo blocco rende possibile un percorso circolare all’interno della casa.
  • La cucina del trilocale, realizzata ex novo, a vista sul living e sul pranzo, è arredata con una composizione in linea lungo la parete ed è delimitata da un’isola-bancone snack al centro del volume.
  • Un giardino di oltre 100 mq circonda su due lati il trilocale. Vi si accede dal portone esterno salendo una breve rampa. Oppure dall’interno della casa tramite le portefinestre del living, della camera matrimoniale e della stanza singola.

Cucina a vista con isola

open space del trilocale, zona cottura, composizione in laccato bianco, isola centrale, portafinestra, faretti montati su una barra, libreria divisoria, pouf arancione tondo, parquet, tappeto, divano verde, plafoniera bianca, tavolini neri

Ingresso e zona giorno dell’abitazione costituiscono un ambiente unico, parzialmente diviso internamente solo da elementi d’arredo. Nell’area cottura il piano dell’isola è illuminato da faretti orientabili montati su un binario a soffitto (di Erco). Il sottile diaframma della libreria a ripiani passante, con sistema di fissaggio terra-cielo (modello K2 di Kriptonite) crea una sorta di filtro che definisce la superficie della cucina.

Tanto bianco e legno in soggiorno

Nell’ambiente giorno del trilocale prevale, nelle finiture, il total white delle pareti e delle porte filomuro, abbinato alla tonalità neutra del parquet. Il colore degli elementi d’arredo e dei dettagli, decisamente vivace, dialoga con tinte desaturate come il rosa antico della madia che, lungo la parete, raccorda l’ingresso con l’area living.

soggiorno del trilocale, divano verde, plaid senape, cuscini, tappeto, tavolini neri, pouf tondo arancione, madia appoggiata alla parete, vasi, parquet, faretti a soffitto

Il divano rivestito in velluto verde è il modello Vito di Design Republic; cuscino e plaid in pura lana vergine sono di Lanerossi. Il coffee table triangolare nero è Petalo di Cassina, con un piccolo vaso arancione di Villeroy & Boch. Il tavolino rotondo in rete metallica è Net di Moroso, il pouf arancione è di Noo.ma. Tappeto in lana e cotone Checkers di Karpeta.

Faretti a soffitto come un percorso luminoso

Dall’ingresso del trilocale, la sequenza dei faretti installati a soffitto punteggia il percorso verso la zona notte del trilocale; a destra si apre invece il living con zona cottura a vista: la finitura total white della composizione contribuisce a ottenere un effetto mimetico con la parete di fondo. Il pavimento in parquet industriale è uno sfondo neutro e omogeneo su cui spiccano gli elementi d’arredo.

Parquet industriale, resistenza extra

I preesistenti pavimenti in graniglia sono stati rimossi per consentire il rifacimento degli impianti e l’installazione dei pannelli radianti per il riscaldamento. Una volta gettato il nuovo massetto, sono state posate le piastrelle in gres nei bagni e, in tutto il resto della casa, un parquet industriale in massello di rovere. Questa tipologia deriva il nome dall’uso che se ne faceva in passato, soprattutto negli spazi di lavoro come magazzini, laboratori e fabbriche: la scelta era determinata dell’elevata resistenza al calpestio e alle sollecitazioni meccaniche. Tale resistenza è dovuta al fatto che il parquet industriale è costituito da blocchi (in questo caso da 30 x 60 cm) di sottili listellini pre-assembati. Di piccolo formato, sono recuperati anche da scarti di produzione: i costi sono quindi inferiori rispetto agli altri parquet in massello; lo spessore elevato, 13-14 mm, permette di eseguire più volte la lamatura e rende la superficie estremamente stabile. La geometria di posa parallela produce negli ambienti un effetto di movimento. Per chiudere le fessure che rimangono tra un elemento e l’altro e rendere il supporto omogeneo si riempiono le fughe con un prodotto a base di polvere dello stesso legno miscelato a un apposito legante. L’ultima fase consiste nella stesura a rullo di uno strato di vernice di fondo; quindi, dopo la carteggiatura, di due strati di finitura opaca trasparente che esalta le venature del legno.

ingresso  del trilocale, parquet industriale, madia, vasi, pouf arancione, libreria divisoria passante, tappeto, zona cottura, faretti a soffitto

La libreria divisoria passante in metallo laccato e legno è il modello K2 di Kriptonite. Sul lato opposto, lungo la parete, la madia con scomparti e ripiani è di Montana Furniture; sul top, la lampada da tavolo bianca è il modello Amami di Danese, i vasi arancioni sono di Villeroy & Boch. Faretti sul plafone di Sforzin.

Composizione cucina in nicchia

Nella zona cottura del trilocale il soffitto è ribassato da un tamponamento in cartongesso nella fascia alta della parete, in corrispondenza della composizione in linea: in assenza di pensili, questa soluzione permette di ottenere l’effetto incasso per le basi e le colonne del frigo e del forno. In corrispondenza della piastra a induzione inserita nel top in beola, il volume superiore svolge anche la funzione tecnica di contenere la cappa inox a scomparsa e il condotto di evacuazione fumi.

cucina del trilocale, isola, sgabello, piani in beola, portafinestra, faretti montati su una barra, composizione in laccato bianco, forno a colonna, mensola, due lavelli, cappa incassata nel controsoffitto, piccoli elettrodomestici sul piano

La composizione in linea e l’isola sono state realizzate su disegno dei progettisti da Novarredo con moduli del programma 2.1 di Copat; le maniglie sono a gola infresate lungo i bordi. Gli elettrodomestici sono di Electrolux, la cappa incassata nel controsoffitto è il modello Nuvola di Falmec. I due lavelli inox sono di CM con rubinetteria della serie Technology di Newform. Gli sgabelli neri intorno all’isola sono il modello Pipe di Magis. Appoggiati sul piano, la bilancia, il tostapane e il bollitore sono della coll. Infinigy di Zwilling. Sul piano dell’isola, il vaso in vetro azzurro è di Raawii.

Cappa con motore esterno

Nel controsoffitto è incassato soltanto il corpo di estrazione della cappa aspirante che ha uno spessore di pochi centimetri e funziona con sistema di aspirazione perimetrale lungo i bordi. La particolarità di questo modello è che il motore dell’apparecchio è invece installato all’esterno, collegato da un corrugato che passa attraverso il muro perimetrale: dimensioni e aspetto sono simili a quelli dell’unità esterna di un climatizzatore. In questo caso l’elemento è fissato in alto sulla parte esterna. Quando possibile, questa soluzione tecnica fa sì che la cappa dentro casa sia del tutto silenziosa.

I vantaggi della finitura melaminica

I frontali dei mobili, in pannelli in derivato del legno, sono rivestiti in melaminico, un materiale resistente all’acqua, all’umidità e alle sollecitazioni meccaniche, durevole, poco soggetto ai graffi e alle macchie; a questi vantaggi si aggiunge il costo contenuto. L’aspetto estetico è simile a quello del laminato, ma gli spessori sono inferiori: il pannello è formato da più strati di carta impregnata di resina melaminica.

Top e fianchi in pietra

I piani di lavoro e la struttura di sostegno dell’isola sono in una pietra naturale levigata: si tratta di beola ghiandonata (o Ghiandone), un granito estratto in Italia, di colore grigio e con venature verdi. Il materiale, conosciuto fin dall’epoca medioevale, estremamente duro e resistente ai graffi, viene lavorato a spacco. A seconda degli spessori, che non sono mai troppo sottili, è adatto per pavimentazioni indoor e outdoor e per rivestimenti. Il nome deriva dalla presenza di “ghiande”a forma di occhio nella texture.

Interior decoration essenziale

Nel trilocale, caratterizzata da un progetto d’interior in stile nordico e minimalista, gli elementi decorativi sono pochi e misurati.  La carta da parati che riveste i due pannelli scorrevoli gemelli del disimpegno e della camera matrimoniale introduce una nota floreale a colori. Scorrevoli esterno muro, le porte – larghe circa un metro – rimangono a vista sia da chiuse che da aperte.

zona pranzo del trilocale, tavolo rettangolare in legno, sedie nere, lampada a sospensione rossa, stoviglie azzurre, parquet industriale, divano verde, passaggio verso lo studio

Nella zona pranzo il tavolo rettangolare in legno di rovere è il modello Bok di Ethnicraft; appoggiati sul piano, la ciotola e il piccolo vaso sono di Raawii. Le sedie nere imbottite sono le Soft Edge P10 di Hay. La lampada a sospensione rossa è Flowerpot VP1 di &Tradition design Verner Panton. All’entrata della camera matrimonialela poltroncina blu a destra è il modello Saruyama Giro di Moroso.

La camera con un tendaggio che scherma

Sul lato della camera opposto a quello con la finestra, lungo la parete di confine con l’altra stanza, è stata realizzata una cassettiera su disegno che occupa tutta la lunghezza disponibile ma è completamente nascosta da un tendaggio in lino grezzo effetto sipario.

camera matrimoniale, pannello scorrevole rivestito con tappezzeria, letto, cuscini azzurri, lampada a soffitto conica, comodino-contenitore di design, parquet industriale, tendaggio che nasconde un mobile

Sul letto, la biancheria in lino, il copriletto, i cuscini e il plaid in pura lana vergine sono di Lanerossi. Il comodino-contenitore è della serie I Componibili di Kartell; la lampada da tavolo è Eclisse di Artemide, design Vico Magistretti; le superfici sonotrattate con vernici di finitura Traffic HD di Bona. La lampada a soffitto è il modello MatinFlush Mount Design di Hay, design Inga Sempé. La porta scorrevole, su disegno dei progettisti, è stata realizzata dalla falegnameria Giuseppe Nigro.

La posizione dello studio

È collocato tra il living e la camera matrimoniale, sfrutta la profondità del corridoio-disimpegno del quale fa parte e occupa quindi uno spazio aperto e di passaggio. A sottolineare la continuità tra gli ambienti, e con l’intento di lasciare filtrare la luce naturale, nell’angolo tra la postazione con la scrivania e la finestra è stato realizzato un taglio a tutt’altezza che, chiuso da un vetro opaco fisso, sostituisce l’estremità della parete di confine con il living.

angolo studio, del trilocale, pannello scorrevole rivestito con carta da parati floreale, scrittoio sospeso, poltroncina, finestra, applique a braccio orientabile, parquet industriale

Nello studio, allo scrittoio sospeso in laccato bianco è accostata la poltroncina Efety di &Tradition. L’applique a braccio orientabile in finitura bianca è il modello Demetra di Artemide. La carta da parati a motivo floreale che riveste su due lati la porta scorrevole è il modello Nympheus di GP & JBaker.

disimpegno del trilocale, parquet industriale, armadio incassato a parete, ingresso del bagno, mobile lavabo sospeso, faretti a soffitto

Il disimpegno della zona notte è ribassato da un controsoffitto che contiene l’impianto di climatizzazione canalizzato; l’aria è erogata dalla griglia quadrata al centro. Nel bagno, il pavimento e lo zoccolino in gres porcellanato sono di Ceramica Vogue. Le porte in legno filomuro sono di Bertolotto.

Impianti a basso consumo

La ristrutturazione completa dell’ex ufficio trasformato in trilocale è stata anche l’occasione per rifare tutta la parte impiantistica, alla quale è dedicata particolare attenzione per migliorare la resa energetica: non soltanto la parte elettrica e idraulica che risaliva agli anni ’70, ma anche i sistemi termico e di climatizzazione. A pavimento sono stati installati i pannelli radianti per il riscaldamento autonomo, collegati con una caldaia che si trova all’esterno; il vantaggio di questa soluzione è il funzionamento con acqua a basse temperature (30-40 °C): la resa è elevata e i consumi fino al 40% inferiori. Anche l’impianto di climatizzazione canalizzato, installato nel controsoffitto delle zone di passaggio, è stato realizzato secondo criteri di risparmio energetico.

Bagno bianco e azzurro

bagno, vasca nel sottofinestra, pannello divisorio trasparente, finestra, fascia di ribassamento, sanitari, rivestimenti in gres azzurro, specchio, applique a parete, piano in legno, lavabo da appoggio tondo, rubinetto a parete nero

Nel bagno principale la vasca occupa tutto il lato corto, sfruttando l’altezza del sottofinestra. La zona, delimitata da un pannello vetrato trasparente, è rivestita da gres porcellanato grigio chiaro che copre anche il bordo vasca. Nella rientranza formata dalla profondità dell’imbotte del serramento è stato ricavato un ampio davanzale interno uniformato dalla posa della stessa tipologia di piastrelle.

Uno spazio di passaggio attrezzato

Il corridoio della zona notte è concepito come uno spazio a schema variabile che, a seconda dei casi, può essere del tutto isolato o in continuità con il resto della casa; è anche il disimpegno che distribuisce le camere e i due ambienti di servizio, chiusi da porte filomuro bianche come le pareti. Le maniglie nere in contrasto sono coordinate con la rubinetteria a parete dei bagni, ugualmente in versione black.

bagno del trilocale, piano sospeso in legno, lavabi da appoggio tondi, rubinetteria nera a muro, accessori, asciugamani neri, specchiera orizzontale, pavimento in gres, porta a battente bianca, ripiani

Sul piano sospeso in rovere realizzato su disegno dalla falegnameria Giuseppe Nigro, sono appoggiati due lavabi a catino modello B6T45 di Ceramica Globo; la rubinetteria nera a parete in finitura nera è della serie Pic di Cristina Rubinetterie. Le piastrelle a pavimento e lo zoccolino sono di Ceramica Vogue. Riflessa nello specchio la libreria a parete è il modello Krossing di Kriptonite con oggetti sui ripiani di MV Ceramics Design. Applique Mini Glo-Ball di Flos. Spugne di Lanerossi.

La zona lavanderia

Nell’ambiente di servizio al centro del trilocale la costruzione di una spalla in muratura ha permesso non soltanto di separare parzialmente la zona lavanderia, ma allo stesso tempo di installare il lavatoio sospeso e di avere una parete d’appoggio, dall’altra parte, per la lavatrice disposta in posizione d’angolo. Il locale, che per la posizione in cui si trova non ha aperture esterne, è dotato di sistema di aerazione meccanica.

Bagno di servizio, lavatoio, specchio tondo, spalla in muratura, rivestimento in gres verde acqua, zona lavanderia con lavatrice, porta a battente con maniglia nera

Nel bagno-lavanderia il lavatoio è il modello Meg11 di Ceramica Galassia con rubinetteria Pic di Cristina Rubinetterie. Il rivestimento a parete è Galassia di Ceramica Vogue. La lavatrice è di Electrolux. Spugne di Lanerossi.

Un trilocale circondato da un giardino

Sul giardino che circonda il trilocale affacciano la zona giorno, le camere e l’ingresso secondario della casa. Così come gli interni, anche l’outdoor è stato completamente riprogettato: con prato, vialetti e un mix di specie vegetali che, insieme agli alberi d’alto fusto già presenti, danno vita a un ambiente en plein air gradevole e accogliente.

giardino intorno al trilocale, prato, tavolo rotondo e sedie pieghevoli

Nel giardino il tavolo da pranzo pieghevole con piano rotondo di diametro 80 cm e le sedie sono della collezione Arc en Ciel di Emu.

aiuola nel giardino con specie fiorite

Nell’aiuola del giardino la composizione floreale è formata da Phlox divaricata “Blue Moon” (in primo piano), da Geum “Mai Tai”, Aquilegia “Barlow mix” e da Geranium cantabrigiense “Karmina” (sullo sfondo).

Un progetto verde solidale

L’allestimento e la cura del verde outdoor sono stati affidati alla Cascina del carcere di Bollate (www.cascinabollate.org), il vivaio all’interno della casa di reclusione, gestito da una cooperativa sociale. Nelle serre lavorano, insieme a giardinieri esterni, i detenuti del carcere che hanno così modo di apprendere un mestiere e di realizzare un prodotto di qualità in base alle richieste del mercato florovivaistico. Il progetto, che ha comportato la riqualificazione dell’area esterna, è partito nel 2007 su iniziativa dell’allora direttrice del carcere Lucia Castellano. La coordinatrice è Susanna Magistretti, figlia dell’architetto Vico Magistretti. La struttura comprende un ettaro di terreno e due serre con superficie di 900 mq ciascuna: si coltivano piante erbacee perenni, graminacee, rose antiche e moderne, buddleje; metà delle specie è riprodotta in sede con semi e talee. Tra gli obiettivi sociali, c’è quello di fare conoscere al pubblico l’iniziativa. Con tutti i vincoli dovuti al fatto che il vivaio si trova all’interno dell’istituto penitenziario, si organizzano eventi, visite guidate su appuntamento e anche giornate in cui si può partecipare attivamente a momenti di formazione e al lavoro di giardinaggio (“Giardiniere per un giorno”,vivaio@cascinabollate.org).

Indirizzi fornitori

• &Tradition, www.andtradition.com • Artemide, www.artemide.com, Tel. 800/834093 • Bertolotto, www.bertolotto.com • Bona Biffignandi, bona.biffignandi.it, Tel. 0381/920111 • C.M., www.cm-spa.it, Tel. 800/10042009 • Cassina, www.cassina.com • Ceramica Galassia, www.ceramicagalassia.it, Tel. 0761/573134 • Ceramica Globo, www.ceramicaglobo.com, Tel. 0761/18731• Ceramica Vogue, www.ceramicavogue.it, Tel. 015/6721 • Cristina Rubinetterie, www.cristinarubinetterie.com, Tel. 0322/9545 • Danese, www.danesemilano.com/it, Tel. 02/935181 • Design Republic, www.designrepublic.com, Tel. 02/58101713 • Electrolux, www.electrolux.it, Tel. 800/800531 • Emu, www.emu.it, Tel. 075/874021 • Erco, www.erco.com, Tel. 02/36587284 • Ethnicraft, ethnicraft.com, Tel. 02/8434 8563 • Falmec, www.falmec.com, Tel. 0438/5025 • Flos, www.flos.com, Tel. 030/24381 • GP & J Baker, www.gpjbaker.com • Giuseppe Nigro Falegnameria, instragram @nigro5160, Tel. 338/3703753 • Hay, www.hay.dk • Karpeta, www.karpeta.it • Kartell, www.kartell.com, Tel. 02/900121 • Kriptonite, www.kriptonite.com, Tel. 02/6590439 • Lanerossi, lanerossi.com • Magis, www.magisdesign.com, Tel. 0421/319600 • Montana Furniture, www.montanafurniture.com • Moroso, www.moroso.it, Tel. 800/016811 • MV% Ceramics Design, www.ceramicsdesign.it • Newform, www.newform.it, Tel. 0163/452011 • Noo.Ma, noo.ma • Novarredo, www.novarredo.com, Tel. 0322/839694 • Raawii, hraawii.eu • Sforzin, sforzinilluminazione.com, Tel. 02/9104958 • Stile, www.stile.com, Tel. 075/854706 • Villeroy & Boch, www.villeroy-boch.it, Tel. 02/6558491 • Zwilling, www.zwilling.com

Progetto: Bada Architettura e Paesaggio, arch. Benedetta Di Donato e arch. Gjada Orsini, Roma, Tel. 338/5401887 – www.badastudio.it
Foto: Studio Roy, styling Rosaria Galli

 

Tratto da Cose di Casa numero di settembre 2022

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.38 / 5, basato su 8 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!