Spazi recuperati in 82 mq di stile vintage

Nel quartiere romano del Pigneto, il trilocale si rinnova con ambienti aperti e spazi ben recuperati, uno studio passante e un bagno in più.

Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 11/04/2022 Aggiornato il 11/04/2022
zona giorno del trilocale, colonna, divano, poltroncina in legno, tavolino, sgabello in corda, radiatore, lampada da terra, libreria sospesa, zona pranzo, finestra

L’abitazione si trova a Roma nel quartiere del Pigneto, interessato negli ultimi anni da un intenso processo di gentrification che lo ha reso molto attrattivo e ricco di attività. A un piano alto di un edificio degli anni ’60, l’appartamento è stato oggetto di un intervento di ristrutturazione che ha attualizzato, con passaggi mirati, un layout statico e “chiuso” con inutili sprechi di metri quadri. Punto di partenza è stata una classica pianta a elle di circa 80 mq suddivisa in piccoli ambienti, distribuiti da un lungo corridoio della stessa forma. Anche la cucina indipendente e il ripostiglio determinavano un utilizzo poco razionale degli spazi: rinunciando a questi locali è stato possibile ingrandire il soggiorno esistente e trasformarlo in open space con zona cottura a vista; ricavare inoltre un secondo bagno e uno studio passante. Le soluzioni adottate valorizzano la luminosità naturale, anche grazie a pareti vetrate trasparenti che ampliano visivamente gli interni. Lo stile è di ispirazione vintage attinge tra classici del design e autoproduzioni e gioca da elemento di raccordo estetico.

Foto trilocale ristrutturato 82 mq

  • In fondo al corridoio d'ingresso, la zona giorno è diventata un ambiente open space ampio e luminoso nato dall'accorpamento di più stanze in precedenza separate da tramezzi. Al centro dello spazio, la colonna tecnica che contiene i condotti del riscaldamento condominiale è risultata elemento chiave nella scansione degli interni, reinterpretata ed evidenziata dalla tinteggiatura in rosa che ne sottolinea l'aspetto decorativo.
  • Nella zona conversazione la parete attrezzata modulare è stata riadattata dalla precedente abitazione dei proprietari; sempre a destra, la poltroncina in legno è Nordica di Billiani, design Marco Ferreri. I due pouf in corda sono della serie Ziggy di Saba. Sul divano in finitura écru, i cuscini sono di Bloom Textile Design; il tappeto Paglietta color cenere è di G.T. Design. Lampada a stelo di Ikea. Sul balcone, le piastrelline in gres sono di Ceramica Vogue.
  • Tra la zona pranzo e lo studio, la libreria modulare in legno di bambù sulla parete a destra è Svalnas di Ikea. Le sedie colorate sono di Lombrello, mentre l'applique a braccio che illumina il piano è la Lampe de Marseille di Nemo Lighting, design Le Corbusier. I vasi appoggiati sul tavolo sono di Bosa Ceramiche.
  • Nella zona cottura le basi del blocco centrale sono del programma Metod di Ikea; le ante sono rivestite con linoleum Basis di Reform finitura Smokey Blue; il pensile portaspezie è di String. La cucina a gas monoblocco è di Tecnogas, il frigorifero a doppia porta in stile anni '50 è FAB di Smeg. Il tavolo da pranzo rettangolare è il modello Base di Muuto con sedie customizzate di Lombrello, design Andrea Forapani. A sinistra l'étagère rossa è il modello Free di Montana.
  • Nella camera matrimoniale il letto con testata a doghe orizzontali è il modello Tadao di Flou; stessa produzione per i comodini. Il coordinato tessile è di La Fabbrica del Lino. La sospensione per la zona lettura con diffusore in tessuto è stata acquistata presso Il Paralume. Le vetrate e la scrivania su disegno sono state realizzate da Stefano Fratarcangeli come tutti gli elementi su misura della casa. Nel bagno le pareti del box doccia sono rivestite con piastrelle in gres color ghiaccio di Ceramica Vogue. Bisellate, sono in formato 7,5 x 15 cm, posate in verticale. Pavimento in resina di Pain Makers.
  • Nell'ambiente di servizio della camera matrimoniale, il lavabo è Sfera di Catalano
con rubinetteria Tortona di Gessi. Lo specchio è di Atelier Parisetti, l'applique è la Tolomeo
Mini di Artemide, design De Lucchi/Fassina.
  • Nel bagno vicino all'ingresso, la finestra verticale in legno laccato bianco ha doppio sistema di apertura, a battente e a ribalta. I sanitari sono il modello Sfera di Catalano, la rubinetteria è Tortona di Gessi. La zona della vasca è rivestita con piastrelle gialle di Ceramica Vogue. Pavimento in resina di Paint Makers. A sinistra, l'applique è Luxy di Rotaliana; l'asciugamano sullo scaldasalviette è di La Fabbrica del Lino. La maniglia della porta è di Olivari.

Progetto per ricavare studio e secondo bagno

planimetria e pianta demolizioni e costruzioni del trilocale di 82 mq

1 Ingresso 2 Corridoio 3 Camera singola 4 Bagno 5 Soggiorno 6 Angolo cottura 7 Zona pranzo 8 Studio passante 9 Camera matrimoniale

  • Nel soggiorno, che occupa l’ampio ambiente tra le due camere, una profonda rientranza della pianta lungo il muro perimetrale si è prestata a inserire la zona cottura in nicchia nel sottofinestra, a vista sul pranzo.
  • Nella zona giorno, al centro della pianta, la demolizione di alcuni tramezzi e il ridimensionamento del corridoio preesistente hanno permesso di ottenere un ambiente unico con living, pranzo e angolo cottura.
  • La zona notte è splittata alle due estremità della casa. La stanza singola e il bagno sono subito a destra entrando dalla porta d’ingresso e sono distribuiti da un breve corridoio che svolge anche la funzione di antibagno.
  • Sul lato cieco del corridoio, nel muro di elevato spessore sono stati ricavati vani contenitori in nicchia a ingombro zero.
  • Alla camera matrimoniale si accede attraverso lo studio passante, attrezzato con una postazione doppia. Il bagno a uso esclusivo occupa il locale adiacente e vi si entra direttamente dalla stanza da letto.

L’area living divisa dal pilastro portante

È sistemata nella zona più luminosa dell’open space, in corrispondenza della portafinestra aperta sul balcone. La composizione d’arredo destrutturata abbina sedute e piani d’appoggio di forme e materiali differenti. I due pouf a forma di clessidra e di botte sono in corda, metallo e legno e aggiungono una nota etnica; seduta e sgabello si rifanno invece al gusto scandinavo.

zona giorno del trilocale, colonna, divano, poltroncina in legno, tavolino, sgabello in corda, radiatore, lampada da terra, libreria sospesa, zona pranzo, finestra

In fondo al corridoio d’ingresso, la zona giorno è diventata un ambiente open space ampio e luminoso nato dall’accorpamento di più stanze in precedenza separate da tramezzi. Al centro dello spazio, la colonna tecnica che contiene i condotti del riscaldamento condominiale è risultata elemento chiave nella scansione degli interni, reinterpretata ed evidenziata dalla tinteggiatura in rosa che ne sottolinea l’aspetto decorativo.

Arredi dagli ’50 in poi (1)

Le scelte d’arredo della zona giorno, diventata open space, presentano un ricercato collage di pezzi ispirati agli anni ’50,’60 e ’70. In molti casi si tratta di produzioni attuali che si rifanno al gusto di allora, oppure di evergreen di design ancora in produzione. Materiali, forme e finiture, non solo qui ma anche in tutta la casa, si caratterizzano per una forte ispirazione scandinava.

soggiorno del trilocale di 82 mq, divano, tavolino in vimini, radiatore, lampada da terra, parete attrezzata con la tv, poltroncina, tavolino rotondo, balcone, rivestimento in piastrelle a scacchi verdi e bianche

Nella zona conversazione la parete attrezzata modulare è stata riadattata dalla precedente abitazione dei proprietari; sempre a destra, la poltroncina in legno è Nordica di Billiani, design Marco Ferreri. I due pouf in corda sono della serie Ziggy di Saba. Sul divano in finitura écru, i cuscini sono di Bloom Textile Design; il tappeto Paglietta color cenere è di G.T. Design. Lampada a stelo di Ikea. Sul balcone, le piastrelline in gres sono di Ceramica Vogue.

Radiatori in alluminio (2)

Il riscaldamento della casa è centralizzato. Senza modificarne la posizione, i vecchi caloriferi in ghisa sono stati sostituiti da modelli più leggeri ed efficienti in alluminio verniciato di bianco che imitano le linee rétro di quelli originali.

Sedia avvolgente, detta “a pozzetto” (3)

Nel mélange della zona conversazione, questo modello contemporaneo in legno reinterpreta un’icona del design nordico: la poltroncina si caratterizza per lo schienale avvolgente che fa tutt’uno con i braccioli.

Un mini balcone organizzato (4)

La zona conversazione del living è illuminata da una portafinestra con sopraluce, collegata a una piccola balconata di 4,5 mq sulla quale affacciano anche le finestre del bagno e della stanza singola. La profondità di solo 1 m dello spazio esterno è stata sfruttata per installare, a un’estremità, lavatrice e lavatoio. Il rivestimento in piastrelline a scacchi verdi e bianche del parapetto interno accentua il dialogo cromatico, con gli ambienti giorno. Grazie al nuovo layout aperto e alla soluzione della vetrata trasparente che chiude il passaggio verso la camera matrimoniale, la luce naturale può filtrare senza ostacoli: viene così valorizzata al massimo la doppia esposizione dell’appartamento. Nella zona giorno, tra le idee progettuali che hanno permesso di ottimizzare la distribuzione interna, fondamentale è stato il cambiamento dalla cucina indipendente, di concezione tradizionale, alla zona cottura a vista sul living.

Vetrate a tre configurazioni (5)

Tra il soggiorno e lo studio passante e tra quest’ultimo e la camera matrimoniale sono stati realizzati due serramenti vetrati a tutt’altezza, su disegno dei progettisti. Entrambi sono formati da un telaio in ferro dipinto di nero e da pannelli scorrevoli in vetro trasparente. In ciascun caso, la struttura è composta da due elementi larghi 120 cm che, agganciati a un binario superiore e con una guida a pavimento, si sovrappongono scorrendo a destra e a sinistra. Sono così possibili tre configurazioni: tutto aperto (con i pannelli entrambi allineati a sinistra sul muro); semichiuso (un solo pannello si sovrappone al muro, come in foto); chiuso, per ottenere una completa separazione degli ambienti adiacenti.

La zona pranzo

Si trova vicino all’angolo cottura a vista. Al tavolo sono affiancate sedie con sedute e schienali di colori diversi, realizzate da un designer contemporaneo che ha ripreso forme e materiali degli anni ’70, ispirandosi in particolare a quelle tradizionali usate a scuola nello stesso periodo. La customizzazione consente al cliente di progettarle da solo, abbinando a piacere le tonalità con l’aiuto del configuratore digitale.

zona pranzo, tavolo rettangolare con piano nero, sedie colorate, libreria sospesa a parete, lampada a braccio, vetrata, pavimento in parquet, passaggio rivestito in resina

Tra la zona pranzo e lo studio, la libreria modulare in legno di bambù sulla parete a destra è Svalnas di Ikea. Le sedie colorate sono di Lombrello, mentre l’applique a braccio che illumina il piano è la Lampe de Marseille di Nemo Lighting, design Le Corbusier. I vasi appoggiati sul tavolo sono di Bosa Ceramiche.

Blocchi freestanding per la cucina (6)

Per poter sfruttare il lato finestrato, la composizione della cucina è formata solo da basi senza pensili. Alle due estremità del blocco centrale (tre moduli da 60 cm), la cucina a gas in acciaio inox e il frigorifero dalle linee bombate sono modelli a libero posizionamento. Per la prima, la scelta freestanding è stata fatta per poter disporre di un apparecchio completo, più grande e performante di quelli a incasso adatti per questo spazio, ma che risulta comunque allineato in altezza e in profondità con gli altri elementi. Nel caso del frigo, così caratterizzato esteticamente, l’incasso a colonna non sarebbe stato possibile.

Cucina rivestita in linoleum (7)

Le basi in legno della cucina sono personalizzate dai rivestimenti in fogli di questo materiale naturale e riciclabile, di origine vegetale a base di olio di lino, resine naturali, farine di legno e sughero. Un’idea anni ’70 che torna oggi di grande attualità: il linoleum è declinato qui in una finitura simile a quella delle resine utilizzate per il pavimento dello studio.

Meno divisioni interne

L’estrema fluidità del percorso interno è una delle “conquiste” del nuovo progetto: non più piccole stanze separate e passaggi inutilizzati, bensì continuità tra gli ambienti mantenendo comunque ben distinte le funzioni. Con la soluzione passante, la zona studio è molto più di un semplice disimpegno: quando la vetrata è completamente aperta, il volume diventa infatti parte integrante del living; quando è chiusa, è vissuto piuttosto come un’estensione della stanza.

zona cottura, finestra, cucina a gas freestanding, basi, frigorifero stile anni '50 bianco, piccolo pensile, tavolo, sedie colorate, pavimento in parquet, vasi

Nella zona cottura le basi del blocco centrale sono del programma Metod di Ikea; le ante sono rivestite con linoleum Basis di Reform finitura Smokey Blue; il pensile portaspezie è di String. La cucina a gas monoblocco è di Tecnogas, il frigorifero a doppia porta in stile anni ’50 è FAB di Smeg. Il tavolo da pranzo rettangolare è il modello Base di Muuto con sedie customizzate di Lombrello, design Andrea Forapani. A sinistra l’étagère rossa è il modello Free di Montana.

Resina nei bagni e nel passaggio (8)

In quasi tutta l’abitazione, il parquet in massello di rovere ha preso il posto delle marmette preesistenti che non contribuivano certo a creare l’atmosfera accogliente desiderata dai committenti. Solo nel bagno e nello studio-disimpegno, per ottenere un contrasto cromatico e materico, è stato invece posato un rivestimento in resina color petrolio in finitura opaca. Stesa in tre mani, ha uno spessore molto sottile ed è protetta in superficie con una pellicola di vernice trasparente.

La zona studio ricavata (9)

Questo ambiente passante tra living e camera è stato per i progettisti il tratto caratterizzante del nuovo layout, non soltanto per il migliore impiego dello spazio che si ottiene in quest’area, ma anche per l’impatto visivo della nuova prospettiva, con due vetrate in successione e il contrasto delle pavimentazioni.

camera matrimoniale, letto con testiera a doghe, armadio bianco, studio passante, pavimento in resina color petrolio, scrivania, sedia su ruote, ripiani, bagno a uso esclusivo, lavabo sospeso, sanitari, lampada a sospensione per la zona lettura

Nella camera matrimoniale il letto con testata a doghe orizzontali è il modello Tadao di Flou; stessa produzione per i comodini. Il coordinato tessile è di La Fabbrica del Lino. La sospensione per la zona lettura con diffusore in tessuto è stata acquistata presso Il Paralume. Le vetrate e la scrivania su disegno sono state realizzate da Stefano Fratarcangeli come tutti gli elementi su misura della casa. Nel bagno le pareti del box doccia sono rivestite con piastrelle in gres color ghiaccio di Ceramica Vogue. Bisellate, sono in formato 7,5 x 15 cm, posate in verticale. Pavimento in resina di Pain Makers.

Ispirazione orientale in camera e non solo (10)

Dalle forme essenziali, il letto anni ’90 di Magistretti è già un classico del design contemporaneo. Traendo spunto dai modelli giapponesi, ha la base del materasso formata da doghe portanti che salgono senza soluzione di continuità a formare la testata. Nella stessa finitura grigia e sempre di suggestione orientale è la lampada da lettura con paralume in tessuto e dettagli sartoriali in arancione. Alle estremità opposte dell’abitazione – vicino all’ingresso uno e annesso alla camera matrimoniale l’altro – i due bagni sono accomunati da uno stile spiccatamente vintage che ha suggerito il restyling di tutta la casa. Ai pavimenti in resina blu petrolio sono abbinati rivestimenti in piastrelle caratterizzate da colori neutri e tenui, in piccoli formati e diamantate, corpi illuminanti di design e dettagli rétro.

Nuova posa per il parquet (11)

Nella camera matrimoniale è in massello di rovere e presenta uno schema diverso rispetto al resto della casa dove è posato a tolda. Qui invece gli incroci a 90° di blocchi di listelli formano dei quadrati, evidenziati meglio dai riflessi della luce.

Vetro retinato per il bagno (12)

Il serramento che chiude l’ambiente di servizio a uso esclusivo della camera matrimoniale è dotato di sopraluce che lo allinea in altezza con le altre vetrate su disegno, in particolare quella che delimita la stanza stessa. Nel caso del bagno, lo spessore delle parti vetrate è armato con un filo metallico che crea una retinatura in grado di rendere la superficie opaca per proteggere la privacy, ma traslucida.

bagno, porta e vetrata in vetro reticolato, passaggio alla camera, pavimento in parquet, finestra, lavabo, miscelatore, specchio, applique

Nell’ambiente di servizio della camera matrimoniale, il lavabo è Sfera di Catalano
con rubinetteria Tortona di Gessi. Lo specchio è di Atelier Parisetti, l’applique è la Tolomeo Mini di Artemide, design De Lucchi/Fassina.

Vasca sotto la finestra (13)

Il bagno preesistente vicino all’ingresso, ridimensionato durante la ristrutturazione, è collocato tra la camera singola e la zona giorno ed è dotato di finestra, a differenza dell’ambiente a uso esclusivo della camera che è invece cieco. Il lato corto della stanza con l’apertura è sfruttato in tutta la sua larghezza con una vasca da 140 cm. L’idea progettuale è stata quella di evidenziare questa zona con un rivestimento in piastrelle giallo pastello formato 10 x 10 cm che ricoprono il bordo vasca e le tre pareti. Viene così sottolineata la profondità della rientranza, anche attraverso il contrasto con il colore blu petrolio del pavimento in resina.

bagno, finestra, vasca, rivestimento in piastrelle gialle sul bordo e a parete, pavimento in resina color petrolio, scaldasalviette, sanitari, lavabo, porta

Nel bagno vicino all’ingresso, la finestra verticale in legno laccato bianco ha doppio sistema di apertura, a battente e a ribalta. I sanitari sono il modello Sfera di Catalano, la rubinetteria è Tortona di Gessi. La zona della vasca è rivestita con piastrelle gialle di Ceramica Vogue. Pavimento in resina di Paint Makers. A sinistra, l’applique è Luxy di Rotaliana; l’asciugamano sullo scaldasalviette è di La Fabbrica del Lino. La maniglia della porta è di Olivari.

 

Indirizzi fornitori

• Artemide, www.artemide.com, Tel. 800/834093 • Atelier Parisetti, www.atelierparissetti.it, Tel. 06/57305202 • Billiani, www.billiani.it, Tel. 0432/740180• Bloom Textile Design, www.bloomtextiledesign.com • Bosa Ceramiche, www.bosatrade.com, Tel. 0423/561483 • Catalano, www.catalano.it, Tel. 0761/5661 • Ceramica Vogue, www.ceramicavogue.it, Tel. 015/6721 • Flou, www.flou.it, Tel. 800/829070 • G.T. Design, www.gtdesign.it, Tel. 059/905444 • Gessi, www.gessi.com, Tel. 0163/454111 • Il Paralume, www.il-paralume.com, Tel. 06/6896868 • Ikea, www.ikea.it, Tel. 199/114646 • La fabbrica del Lino, www.lafabbricadellino.com, Tel. 059/686 818 • Lombrello, lombrello.it, Tel. 333/7079845 • Montana, www.montanafurniture.com • Muuto, www.muuto.com • Nemo Lighting, nemolighting.com, Tel. 0362/372493 • Olivari, www. olivari.it, Tel. 0322/835080• Reform, www.reformcph.com • Rotaliana, www.rotaliana.it, Tel. 0461/602376 • Saba Italia, sabaitalia.it/it, Tel. 049/9462227 • Smeg, www.smeg.com, Tel. 0522/8211 • Stefano Fratarcangeli, www.esseffemetalli.it, Tel. 06/93495857 • String, stringfurniture.com • The Paint Makers, www.paintmakerscompany.it, Tel. 030/6384720

Progetto: Bada Architettura e Paesaggio, Roma, Tel. 338/5401887 – badastudio.it
Foto: Studio Wolo

 

Tratto da Cose di Casa numero di giugno 2021

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.57 / 5, basato su 7 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!