Nuovo trilocale di 85 mq a colori orientali

Silvia Scognamiglio Pubblicato il Aggiornato il 19/09/2018

Vivaci pennellate di giallo e rosso personalizzano il nuovo trilocale e ne accentuano la luminosità naturale. Acquistato in fase di costruzione, è stato modificato nel layout con un progetto personalizzato sulle esigenze dei giovani proprietari.

Il progetto ha introdotto significative varianti al layout del nuovo trilocale di 85 mq, appena ultimato in un centro lombardo in provincia di Varese. L’intento è stato quello di modificarlo per soddisfare, nello stile e nelle scelte, le esigenze dei giovani proprietari.

L’intervento è stato quindi duplice: architettonico, con l’ottimizzazione degli spazi soprattutto grazie a nuove soluzioni divisorie su disegno; e quello più propriamente legato agli arredi e alle finiture.

Le scelte di fondo, essenziali e quasi minimal, con mobili sospesi che riducono gli ingombri e pannellature su disegno con funzioni pratiche, si armonizzano a quelle decorative, giocate su colori primari e contrasti netti, di ispirazione orientale che attraversano i diversi ambienti, anche ricorrendo a espliciti richiami figurativi.

pianta

dem-costr

Clicca sulle immagini per vederle full screen

Il progetto del trilocale

Il nuovo trilocale di medie dimensioni presenta una pianta regolare, con alcuni vincoli determinati dalla presenza di elementi strutturali che il progetto ha permesso di integrare nel layout. La zona giorno, che occupa circa metà della superficie disponibile, è un ambiente unico che comprende le quattro aree funzionali del pranzo, della cucina, del living e della postazione studio. La parte notte della casa, disimpegnata rispetto al soggiorno, è composta dalla camera matrimoniale con bagno a uso esclusivo, da una seconda stanza da letto e da un altro ambiente di servizio. L’esposizione su tre lati rende le stanze molto luminose nelle diverse ore della giornata.

Tra la zona giorno e la cucina i percorsi sono scanditi dal pilastro centrale, mimetizzato da boiserie. Alla zona operativa si accede sia attraverso il varco che si apre a sinistra dell’ingresso sia, girando attorno al pilastro, attraverso il passaggio a sinistra della postazione studio.

L’ingresso si apre direttamente sulla zona giorno con aree funzionali disposte ai tre angoli: per prima si incontra quella del pranzo, quindi lo spazio del living, infine la postazione studio.

La camera matrimoniale caratterizzata dalla forma a rettangolo allungato della pianta e dalla presenza di un elemento portante a sinistra della porta, può essere facilmente divisa in tre zone: la cabina armadio, lo spazio centrale con il letto e l’ area wellness all’ingresso della stanza. 

soggiorno-divano

Tavolo da pranzo e area living trovano spazio in un ambiente unico, mentre sulla sinistra un passaggio aperto indirizza verso la cucina. L’area conversazione è sistemata in piena luce vicino alla finestra; di fronte, un pannello a tutta altezza in fibra di legno rifinito in cemento copre l’angolo in cui è installato il camino a bioetanolo (il focolare è di Eco Smart Fire). Il pavimento è rivestito con listelli di gres porcellanato che imitano l’aspetto del rovere.

soggiorno-tavolo

All’ingresso, il grande pannello con l’immagine decorativa di una geisha (Crazy Paper, coll. Nonsense, cod NO-09 di Momenti) scorre lungo la parete, nascondendo alternativamente la porta o i ganci appendiabiti a muro. In primo piano, nella zona conversazione, il divano rivestito in tessuto bianco, modello Standard di Edra, ha la particolarità del cuscino regolabile a piacere che fa da bracciolo o da schienale. Il tappeto, che raccorda la palette cromatica dell’ambiente, è il modello Losanges di Nanimarquina.

pensili-tavolo

In corrispondenza del tavolo da pranzo, la serie di contenitori pensili appesi alla parete – sistemati in verticale nella fascia libera tra la finestra e il pilastro – sono stati posizionati secondo una disposizione sfalsata, sia per un motivo estetico sia perché è possibile in questo modo sfruttare al meglio i ripiani nascosti dietro i frontali. Il laccato bianco opaco si alterna alle superfici specchiate. La zona pranzo, sistemata subito all’ingresso, è illuminata lateralmente da una finestra ma riceve luce anche dalle altre aperture del soggiorno. Il tavolo rotondo con basamento centrale e piano in mdf, finitura cemento, è il modello Clay di Desalto; le sedie con braccioli sono le YY Chair di Moroso. La lampada gialla ad arco che illumina il piano è la Twiggy di Foscarini.

 
nuovo trilocale bancone-cucina

A sinistra dell’ingresso, l’apertura passante sopra il bancone snack, inquadrata da una pannellatura in legno sui fianchi e in alto, lascia a vista la zona operativa della cucina; la composizione è distribuita sui due lati che si fronteggiano. La composizione con frontali in vetro rosso lucido e piano in granito nero fiammato e spazzolato fa parte del programma New Logica System di Valcucine; il piano cottura in vetroceramica a induzione con cappa integrata e zona cottura wok è di Bora. Gli sgabelli in alluminio verniciato rosso davanti al bancone snack sono il modello Stool One di Magis, nella versione senza schienale.

Mobile-divisorio tra ingresso e cucina

Nel trilocale per separare i due spazi adiacenti mantenendo però la comunicazione visiva e lasciando filtrare la luce, è stato realizzato – in sostituzione della parete divisoria prevista dal progetto iniziale – un blocco funzionale su disegno che, con una profondità massima di circa 115 cm, integra elementi architettonici, colonne attrezzate, elettrodomestici e un bancone passante. Tra ingresso e cucina è stato introdotto un ribassamento di circa 30 cm in cartongesso, rifinito con una boiserie in legno nella quale sono incassati i faretti. Sotto la fascia controsoffittata sono state inserite due colonne che, distanziate tra loro di circa 80 cm, formano una sorta di portale. La colonna di destra nasconde all’interno il volume del pilastro portante che, rivestito in legno per uniformarlo al resto della struttura costituisce, sulle due opposte facciate, il supporto d’appoggio per due moduli contenitori.

nuovo trilocale colonna cantinetta

L’attrezzatura delle due colonne inserite nella struttura viene incontro a una specifica esigenza dei proprietari del nuovo trilocale, grandi appassionati di vini. Quella di destra integra ripiani appositamente predisposti per uno show wall di bicchieri a calice; il modulo di sinistra contiene invece un frigocantina hi-tech con temperature differenziate per la conservazione dei vini in bottiglia. I mobili a colonna tra la cucina e l’ingresso sono stati progettati da Design by Artheco. La cantinetta incassata con ripiani in legno è un modello professionale di Sub Zero. I faretti a incasso sono di Egoluce.

progetto-porta-cantinetta

 

nuovo trilocale vasca freestanding

Un angolo della camera matrimoniale è interpretato come una zona wellness di gusto orientale, con vasca “a tinozza” in acciaio smaltato, dal design che richiama quelle antiche, e uno sfondo decorato a tutta altezza che dà l’impressione di trovarsi in un ambiente a se stante. La figura al tratto sul pannello riproduce una carpa, denominata in giapponese Koi: simbolo di amore e amicizia, viene considerata un portafortuna spesso utilizzato come soggetto anche per i tatuaggi. La vasca freestanding di forma ovale lunga e stretta, completa di accessori in legno, smaltata in bianco all’interno e in nero all’esterno, è il modello Vieques di Agape, design Patricia Urquiola. La carta da parati posata sul pannello dietro il bacino è il modello Carpa Seppia art. TA-05 coll. Crazy Paper Tattoo di Momenti.

 
nuovo trilocale camera matrimoniale

Soluzione funzionale e decorativa dietro il letto: una quinta centrale di spessore ridotto delimita la zona della cabina armadio retrostante, lasciata volutamente aperta, e funge anche da testiera. Il divisorio e la porzione di soffitto in corrispondenza sono stati decorati con listelli in rovere massello che, disposti a distanza regolare tra loro, stilizzano la forma di un baldacchino. Nella camera matrimoniale il soffitto è rivestito in fibra di legno e cemento di colore grigio naturale, con un effetto simile a quello di un “pavimento rovesciato”. Il letto tessile realizzato artigianalmente è di Hastens, le due sospensioni mini con diffusore in vetro che fanno luce ai due lati sono il modello Unika di Northern Lighting L’attrezzatura interna della cabina armadio è della serie Storage di Porro.

nuovo trilocale zona conversazione

La seconda stanza, che viene utilizzata come salotto relax ma che è attrezzata anche per gli ospiti, confina con la camera matrimoniale: un pannello fisso in vetro fumé sostituisce una porzione di parete tra i due ambienti, assicurando un collegamento visivo interno, ma molto discreto, e lasciando filtrare la luce con moderazione. Finiture e arredi sono contemporanei sia nelle linee sia nelle texture e nei colori, con contrasti tra tonalità calde e fredde. Nella camera il divano trasformabile accostato alla parete, rivestito in tessuto grigio e completato da cuscini a rullo, è il modello Duetto di Flou. Di fianco alla zona lavanderia nascosta dietro il vetro, la lampada da terra tubolare è la Tress di Foscarini, design Marc Sadler, mentre la libreria in laccato bianco, con cui è possibile realizzare configurazioni anche di grandi dimensioni, è il modello Random di Mdf Italia.

nuovo trilocale decoro carpa koi

Torna anche in questa stanza, come in quella matrimoniale del nuovo trilocale, il motivo della carpa Koi, riprodotta qui su un pannello rivestito con carta da parati. La figura, nella quale dominano le tonalità calde dell’arancione-rosso, risalta maggiormente nel contrasto con lo sfondo della parete, un blu quasi ottanio. Il pannello a muro è rivestito con carta da parati di Wall & Deco.

nuovo trilocale bagno con doccia

I due bagni del nuovo trilocale, quello a uso esclusivo della camera da letto e l’altro, accessibile dal disimpegno della zona notte, sono attrezzati – come si può vedere bene in pianta – allo stesso modo, con gli stessi elementi, sanitari, lavabo e box doccia quadrato, installati nei due ambienti con disposizioni speculari. Il box doccia è installato in posizione d’angolo: parzialmente in muratura, sfrutta due pareti riducendo l’ingombro; sugli altri lati è delimitato da pannelli in cristallo trasparente, uno apribile e l’altro fisso. Il piatto in ceramica è rialzato di circa 15 cm da terra per evitare che l’acqua fuoriesca. Se all’esterno della cabina il rivestimento in piastrelle lungo il perimetro arriva fino a 110 cm circa, all’interno raggiunge invece l’altezza dello specchio, così da impermeabilizzare adeguatamente le superfici nella doccia. Il lavabo, modello Vieques di Agape, design Patricia Urquiola, poggia su un piano sospeso in rovere tinto, realizzato su disegno; anche la rubinetteria è di Agape, modello Sen con getto d’acqua a cascata. Il box doccia è di Rare Sistemi Doccia.

nuovo trilocale consolle zona studio

La zona studio del nuovo trilocale, nell’angolo della zona giorno che precede il disimpegno delle camere, è risolta con lo scrittoio sospeso in Corian bianco (Mamba di Mdf Italia) che spicca in contrasto sulla superficie azzurra della parete.

Progetto: arch. Nicoletta Pezzoli – Studio Colombo Pezzoli, Gallarate – info@colombopezzoli.com
Interior designer Arianna Falabella per Artheco, Gallarate – www.artheco.it
Styling Candida Zanelli
Foto: Studio Roy