Un sottotetto di 125 mq con vista sul verde

Per il sottotetto di 125 mq, due livelli affacciati sul verde. Con un progetto che sfrutta bene le difficili caratteristiche architettoniche originarie.

Studio Architetto Davide Conconi
A cura di Studio Architetto Davide Conconi, Giovanna Strino, Grazia Baccari
Pubblicato il 02/09/2019 Aggiornato il 02/09/2019
Un sottotetto di 125 mq con vista sul verde

Per il sottotetto di 125 mq, l’intervento di ristrutturazione ha coinvolto l’edificio in modo totale, puntando a un layout funzionale, ma anche al risparmio energetico. In quest’ottica, sono stati quindi sostituiti tutti gli impianti, aggiungendo anche quello domotico che ne permette la gestione. Per quanto riguarda la rilettura degli interni in mansarda, che ha valorizzato il sottotetto con un’ampia suite privata, è stata privilegiata l’apertura degli ambienti. Si è enfatizzata la luminosità, suddividendo le funzioni grazie a un gioco di volumi e altezze, piuttosto che con divisioni nette. Poche le demolizioni e le ricostruzioni a livello murario, mentre sono state favorite soluzioni d’arredo su misura, per organizzare bene gli spazi. Al piano terra, per esempio, l’ampio living è stato pensato in tre zone, separate con una struttura triangolare costruita intorno al pilastro esistente. Si tratta di un mobile polifunzionale dedicato sia alla cucina sia alla zona conversazione, grazie alle diverse sfaccettature che lo caratterizzano. Completamente nuove tutte le finiture che giocano sull’abbinamento discreto del bianco al legno chiaro naturale.

Gallery

Il progetto

pianta

Demolizioni e costruzioni

demolizione-e-costruzionesezione-trasversale quanto-costa-1

pilastro al centro del sottotetto di 125 mq

Una “strategica” struttura geometrica (foto in alto) è stata creata intorno al pilastro che si trova al centro del living open space: separa cucina, pranzo e salotto definendo, con i propri lati diversamente arredati, le varie funzioni. Nell’angolo meno esposto alla luce naturale (foto a destra), l’ampio divano è il Long Island di Flexform (www.flexform.it).

angolo salotto nel sottotetto di 125 mq

tavolo e arredi bianco zona pranzo in sottotetto di 125 mq

Nel living open, scandito dal gioco delle altezze, la zona pranzo è posta di fronte alla cucina a vista, con affaccio verso il giardino attraverso l’ampia finestra. Il tavolo con il top in cristallo è il modello Skorpio di Cattelan (cattelan.it); le sedie, rese morbide dai cuscini tinta pastello, sono le Flow Chair Padded di Mdf (www.mdfitalia.com). La sospensione è Ginger di Marset (www.marset.com).

penisola della cucina a vista nel sottotetto di 125 mq

Come altri arredi, anche la cucina, che si sviluppa su tre fronti, è disegnata dell’architetto (e realizzata da Cappellini Cucine, www.cappellinicucine.it). In mdf laccato total white, con piano in Dekton® (www.dekton.it) quasi si integra con la struttura muraria ma si stacca dal pavimento a listoni di rovere naturale. È parzialmente delimitata dalla penisola con il lavello a una vasca che offre un ampio piano di lavoro, utile anche per colazione e pranzi veloci.

dettaglio della penisola con sgabelli nella cucina a vista del sottotetto di 125 mq

Il triangolo è una figura che ricorre nel soggiorno: enfatizza i volumi netti e definisce, per esempio, la zona cottura, sia nel raccordo tra pareti e tetto a falda, sia nel sistema costruito intorno al pilastro e progettato ad hoc. Design lineare anche per le strutture a giorno gemelle, anch’essere realizzate artigianalmente, che sono poste alle estremità della cucina e rivolte verso la zona pranzo. L’illuminazione naturale regala comfort e salubrità. Quando è presente in abbondanza, non va penalizzata con soluzioni che ne riducano la diffusione

vista della cucina open nel sottotetto di 125 mq

La zona cottura e la zona pranzo godono dell’affaccio sul giardino che circonda la casa, incorniciato dalla finestra con gli infissi in legno chiaro che occupa quasi tutta
la parete. Per le ampie finestre di una casa affacciata sul verde, o su un panorama interessante, sono adatte le tende a scomparsa nella veletta, con sistema motorizzato

vista della zona pranzo dalla cucina open nel sottotetto di 125 mq

L’ingresso della luce naturale è favorito anche dalla finestra a nastro aperta sotto la falda. L’illuminazione artificiale si snoda invece tra la sospensione sul tavolo e i faretti a parete e a incasso nel controsoffitto in cucina (di Deltalight, www.deltalight.com).

ambiente con camino integrato nella libreria nel sottotetto di 125 mq

Il camino esisteva già ma, con la ristrutturazione, è stato spostato, riuscendo comunque a utilizzare la canna fumaria originaria. Con la nuova sistemazione nel mini ambiente aperto, è stato integrato in una struttura multifunzione che unisce al focolare il deposito a vista della legna (e abbina anche un mobile con contenitori e parti a giorno per libri e oggetti). Si tratta di una composizione progettata dall’architetto e realizzata appositamente, che sfrutta bene questa piccola zona del living, racchiusa tra le pareti e affacciata sul giardino.

idea da copiare

Sembra un tutt’uno, ma la struttura è composta da più moduli indipendenti. Il focolare del caminio è rivestito con lastre di cartongesso ignifugo, tinteggiate di bianco. Il contenitore della legna è, invece, in lamiera di alluminio goffrato verniciato a polvere. Le librerie, infine, sono in mdf laccato white, con montanti in ferro rivestiti in alluminio verniciato. parete-multitasking pianta-cabina quanto-costa-2

cabina armadio del sottotetto di 125 mq

La metratura della casa ha permesso di creare un guardaroba per ogni camera da letto. Quello del piano terra, di fronte allo studio/camera per gli ospiti, è ampio, dotato di una finestra e chiuso da vetri fumé che lasciano filtrare la luce naturale nel disimpegno che lo separa dal living. Anche in questa zona, come in tutta la casa, grande attenzione è stata data al progetto di illuminazione, risolto con faretti a incasso parziale. Le porte in vetro, anche se non sono extra trasparenti, rappresentano la soluzione ideale per favore il passaggio di luce da un ambiente dotato di finestra a uno cieco

angolo del sottotetto di 125 mq tra cabina armadio e bagno al piano terra

Sfumature di grigio e un tocco di azzurro: la stanza dell’acqua al piano terra, attrezzata con un’ampia doccia, ha il pavimento color ardesia e il rivestimento a mezza altezza in una tonalità perla. Entrambi sono di Marazzi (www.marazzi.it). Le pareti sono poi completate con idropittura.

scala in legno per il piano superiore sotto la falda nel sottotetto di 125 mq

Anche le diverse scale della casa, tutte costruite in muratura, sono in essenza di rovere naturale, come il parquet che riveste i pavimenti di entrambi i livelli, esclusi i bagni. Di particolare rilevanza estetica sono i gradini che denotano la grande cura dei dettagli; sono completamente rivestiti (pedata + alzata) con il legno, per un effetto di estrema eleganza. La rampa, che arriva al primo piano (foto a sinistra), porta direttamente in camera da letto. All’arrivo, uno spazio ampio e luminoso, grazie alle numerose vetrate aperte anche sul tetto. È quasi una suite privata, che si completa con una cabina armadio dedicata e un bagno.

camera da letto al piano superiore nel sottotetto di 125 mq

Le numerose finestre della mansarda sono incorniciate da infissi in legno chiaro (come in tutta la casa) che risaltano sul bianco. Sottolineano il perimetro geometrico delle aperture, mettendo in evidenza la struttura architettonica dell’edificio e del tetto.

dettaglio applique di fianco al letto al piano superiore nel sottotetto di 125 mq

L’ampio volume della mansarda è stato interamente sfruttato; nelle parti dove l’altezza è minore, ci sono mobili disegnati dall’architetto che hanno la funzione di contenere, offrire un piano d’appoggio e sfruttare il raccordo tra la parete e la falda. Il mobile su misura dietro il letto, è progettato per offrire una boiserie attrezzata, completa di vani e luci.

bagno in mansarda nel sottotetto di 125 mq

Il tetto spiovente e la finestra hanno vincolato la disposizione dei sanitari (di Catalano, www.catalano.it, con rubinetti di Fantini, www.fantini.it), che segue la lunghezza del locale. Nel punto più alto, davanti all’apertura in nicchia, c’è quindi il lavabo, un modello d’appoggio su base sospesa. Le finiture richiamano quelle del bagno al piano inferiore. Il soffitto variabile è ciò che affascina di una mansarda, ma è anche la caratteristica più vincolante: lo spazio con altezza inferiore a 150 cm non è abitabile (ma si può arredare)

Progetto e direzione lavori: arch. Davide Conconi Milano, Tel. 02/87088510, info@studioconconi.net, www.studioconconi.net
Foto: Studio Roy

Tratto da Cose di Casa, numero di marzo 2019

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.31 / 5, basato su 13 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!