78 mq: trilocale rinnovato in poco tempo

Sulla base di un layout ancora valido, il progetto del trilocale all'ultimo piano si è concentrato su finiture, colori, materiali, arredi su misura.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Fotografo Claudio Tajoli, Stylist Rosaria Galli
Pubblicato il 17/05/2021 Aggiornato il 17/05/2021
zona giorno del trilocale, divano grigio, plaid, tappeto, mobile tv, finestra, tendaggio bianco, applique di design in tela, tavolo da pranzo, pavimento in parquet, sospensioni a goccia

All’ultimo piano di un condominio ultimato a metà degli anni ’80, il trilocale è stato recentemente rinnovato senza apportare modifiche nella distribuzione interna e senza eseguire alcun intervento di demolizione e costruzione, ma reso più in linea con le esigenze e i ritmi di vita della famiglia di tre persone che vi abita.

Tutti i cambiamenti, volti ad attualizzare gli spazi nel trilocale, si sono concentrati sulle finiture, con un’accurata ricerca stilistica di materiali e colori. Il filo conduttore si basa sull’alternanza di grigio extrachiaro, azzurro e rovere e attraversa tutti gli ambienti dell’abitazione, arredati con gusto contemporaneo, con mobili e complementi realizzati su disegno dai progettisti; ma ci sono anche, valorizzati dal contesto, pezzi di design evergreen (anche nella versione di riproduzioni in miniatura); per l’illuminazione sono state scelte lampade d’autore dagli anni ’60 a oggi che definiscono con le loro forme scultoree spazi e zone funzionali.

Foto trilocale 78 mq

  • Nell'ambiente giorno aperto, le due aree funzionali, del living e del pranzo, sono raccordate dalla composizione sull'intera parete che integra anche la zona tv: il mobile basso con scomparti chiusi e vani a giorno è stato realizzato su disegno dai progettisti di Easy Relooking. Il divano con chaise-longue rivestito in tessuto grigio è di Poltronesofà. Il tappeto in lino e lana è il modello Feather di Kasthall e il tavolino rotondo in metallo è Chele di Atipico. Il parquet in rovere è di Parquet Clio.
  • Nella zona pranzo il tavolo con piano in vetro di elevato spessore è stato realizzato da Easy Relooking, mentre le sedie in rovere sono il modello Young di Pedrali; le lampade a sospensione sferiche sono le Castore di Artemide, design Michele De Lucchi e Huub Ubbens. Lungo la parete, appoggiate sulle mensole, le miniature sono di Pedrali.
  • L'affaccio ad angolo sul balcone amplifica la luminosità della zona giorno. Quando la casa è stata costruita, la cucina era stata prevista come locale indipendente, ma una modifica in corso d'opera l'ha resa a vista, con penisola in muratura che rimane ancora valida. Nella zona conversazione, appoggiati sul divano di Poltronesofà, i cuscini sono foderati con tessuti di Zimmer & Rohde; il plaid in lana Kilt è di Somma. I tavolini rotondo e quadrato sono della collezione Chele di Atipico. La lampada a parete è Ariette di Flos, design Tobia Scarpa.
  • La penisola in muratura che separa il living dalla cucina è alta circa 120 cm, in modo da lasciare la zona operativa completamente a vista da ogni angolazione e da nascondervi dietro soltanto il tavolo-snack. La profondità del top del muretto divisorio, rivestito in rovere, è di circa 30 cm, ed è sfruttabile. La cucina è arredata con una composizione di Dibiesse che si sviluppa ad angolo. Lungo la parete, tra basi e pensili, l'alzata è rivestita con piastrelle della serie Progetto Elements di Ceramiche Keope.
  • Nella composizione di Dibiesse con frontali in laccato opaco e maniglie a gola, il piano cottura a gas è di Alpes-Inox, il lavello in acciaio inox di Barazza e il frigorifero Chef Collection di Samsung. Le due lampade a sospensione gemelle sono il modello Flower Pot di & Tradition. Sulla penisola, il servizio da tè in gres è di Coin casa, così come il tagliere e la ciotola in legno di ulivo sul piano della cucina. La macchina per il caffè espresso è di Bialetti.
  • La lampada a sospensione che scende a lato del letto fino a 40 cm da terra è un'icona del design anni '60, disegnata da Bruno Munari. La sua particolarità è il materiale del diffusore: in filanca, lo stesso tessuto delle calze collant. Montato su una struttura metallica tubolare, si mantiene teso ed elastico, lasciando filtrare la luce. È facile anche da pulire perché si smonta con pochi gesti e si lava in lavatrice. Nella camera matrimoniale, il letto con testiera-contenitore in legno è di Ikea, il tavolino (nella foto piccola in basso è Hexxed coll. Diesel di Moroso. A sinistra, la lampada Falkland è di Danese, design Bruno Munari. Il completo letto è di Fazzini, il plaid di Somma; i cuscini sono foderati con tessuti Zimmer & Rohde.
  • Nella camera del bambino, il tappeto in lana e lino è il modello Ray di Kasthall. Sul lettino, rinnovato dalla proprietaria con la nuova laccatura in bianco di parte della struttura, il cuscino è rivestito con tessuti di Zimmer & Rohde, il plaid è di Somma. Il triciclo a sinistra è di Kinderfeets e il tavolino contenitore è Kvistbro di Ikea.
  • Nel bagno di forma lunga e stretta, il grigio uniforma le finiture delle pareti, con l'eccezione di quelle della doccia: il rivestimento, qui molto scuro, ne fa quasi scomparire il volume, appiattendone la profondità. A soffitto, intorno al lucernario, il ribassamento in cartongesso di elevato spessore ha soprattutto lo scopo di nascondere la trave strutturale che attraversa la stanza. Nel bagno i rivestimenti a parete e a terra effetto cemento sono in gres porcellanato della serie One di Ceramiche Caesar; le piastrelle scure all'interno della doccia sono invece della coll. La Palladiana di Bardelli. Il mobile lavabo è di Idea Group, la rubinetteria di Grohe; sanitari della coll. Velis di Catalano. Le spugne sono di Fazzini, gli accessori di Coin casa.

 

Nuovo progetto di interior decoration, layout originario confermato

Nella ristrutturazione del trilocale il layout non è cambiato in quanto ritenuto ancora razionale e attuale quello degli anni ’80 e già parzialmente modificato ai tempi rispetto al progetto da capitolato. In meno di 80 mq di superficie, gli spazi sono equamente suddivisi tra la zona giorno aperta, che comprende anche la cucina e le due camere, disimpegnate da un corridoio in fondo al quale sale la scala che porta al terrazzo superiore. L‘esposizione è sui due lati corti, con l’area living rivolta a Sud e le stanze a Nord.

planimetria del trilocale di 78 mq

1 Ingresso 2 Corridoio 3 Soggiorno 4 Zona pranzo 5 Cucina 6 Balcone 7 Camera matrimoniale 8 Cabina armadio 9 Cameretta 10 Bagno 11 Scala per il terrazzo a tasca

  • Nel corridoio d’ingresso i due lati a destra e a sinistra della porta sono attrezzati con ripiani di forma triangolare: la profondità massima corrisponde a quella dei pilastri. Con questa soluzione l’ingombro è ridotto e l’inclinazione opposta delle mensole indirizza il percorso.
  • La zona giorno gode della doppia esposizione. All’incrocio tra le due aperture è stata sistemata l’area living; il tavolo da pranzo è invece dalla parte opposta, verso l’ingresso e il corridoio che porta alle camere.
  • Il soggiorno e la cucina affacciano ad angolo su un balcone di circa 7 mq che è uno dei lati corti leggermente aggettante rispetto al volume dell’edificio. Vi si accede da entrambi gli ambienti.
  • Nella cameretta la forma irregolare della pianta non impedisce di sfruttare al meglio le profondità sfalsate della stanza; per inserire il lettino in nicchia e per ricavare la cabina armadio.
  • Il corridoio finisce con la rampa della scala che porta al terrazzo a tasca di circa 20 mq, a uso esclusivo dell’appartamento.
  • Il bagno occupa una posizione centrale nella pianta: quasi di fronte all’ingresso,
    è disimpegnato dalla porta a doppio battente che chiude il corridoio. L’ambiente di servizio è illuminato da un lucernario collegato con il terrazzo.
zona giorno del trilocale, divano grigio, plaid, tappeto, mobile tv, finestra, tendaggio bianco, applique di design in tela, tavolo da pranzo, pavimento in parquet, sospensioni a goccia

Nell’ambiente giorno aperto, le due aree funzionali, del living e del pranzo, sono raccordate dalla composizione sull’intera parete che integra anche la zona tv: il mobile basso con scomparti chiusi e vani a giorno è stato realizzato su disegno dai progettisti di Easy Relooking. Il divano con chaise-longue rivestito in tessuto grigio è di Poltronesofà. Il tappeto in lino e lana è il modello Feather di Kasthall e il tavolino rotondo in metallo è Chele di Atipico. Il parquet in rovere è di Parquet Clio.

Mensole a misura di miniature (1)

Sulla parete della zona pranzo, un’insolita alternativa ai ripiani a correre sono le piccole mensole prismatiche in Mdf realizzate su disegno in due diverse misure e agganciate a un binario sul muro. Sono progettate appositamente per esporre e mettere in risalto la collezione di sedie e complementi in formato mini che riproducono iconici pezzi di design.

zona pranzo del trilocale, mini mensole sagomate, madia, tavolo con piano in vetro, sedie in legno, sospensioni a goccia, vasi con fiori

Nella zona pranzo il tavolo con piano in vetro di elevato spessore è stato realizzato da Easy Relooking, mentre le sedie in rovere sono il modello Young di Pedrali; le lampade a sospensione sferiche sono le Castore di Artemide, design Michele De Lucchi e Huub Ubbens. Lungo la parete, appoggiate sulle mensole, le miniature sono di Pedrali.

Parquet “carbonato” (2)

Il colore naturale del rovere è stato scurito con questo trattamento effettuato in fase di produzione: le lamelle delle plance vengono carbonate, cioè leggermente “affumicate” sotto speciali cappe termiche, dove assorbono calore e umidità. In seguito, in questo caso, sono state rifinite con spazzolatura e bisellate per arrotondare lungo il perimetro i bordi dei singoli elementi (ogni plancia misura 190 x 9 cm), così da “ammorbidire” le fughe e da renderle più evidenti. La finitura a olio delle superfici in legno le rende, infine, naturali nell’aspetto e semilucide.

Una lampada come un aquilone (3)

Sulla parete libera di fianco al divano, la lampada di design anni ’70 è caratterizzata dal paralume in tessuto sintetico che, quasi mimetizzato con la muratura, permette di ottenere una luce indiretta e diffusa, tenue e d’atmosfera. Nella versione attuale, che è rimasta esteticamente immutata, le fonti luminose, nascoste dietro le semitrasparenze ondulate del diffusore, sono led a basso consumo.

soggiorno, divano grigio con chaise-longue, tavolino bianco, tavolino in metallo con piano rotondo, finestra, applique di design, specchio, tappeto blu e verde, cuscini, pavimento in parquet

L’affaccio ad angolo sul balcone amplifica la luminosità della zona giorno. Quando la casa è stata costruita, la cucina era stata prevista come locale indipendente, ma una modifica in corso d’opera l’ha resa a vista, con penisola in muratura che rimane ancora valida. Nella zona conversazione, appoggiati sul divano di Poltronesofà, i cuscini sono foderati con tessuti di Zimmer & Rohde; il plaid in lana Kilt è di Somma. I tavolini rotondo e quadrato sono della collezione Chele di Atipico. La lampada a parete è Ariette di Flos, design Tobia Scarpa.

Il balcone in mattoni (4)

Nel trilocale, cucina e soggiorno affacciano entrambi su uno spazio all’aperto di circa 7 mq che occupa una posizione d’angolo e che d’estate viene utilizzato anche per pranzare. La particolarità di questo balcone è di avere le pareti rivestite di mattoni faccia a vista. Mantenuti nel loro colore naturale, diventano un elemento decorativo che ricorre anche su alcune porzioni della facciata dell’edificio.

soggiorno, muretto divisorio, cucina, composizione in linea in finitura bianco e grigio, basi e pensili, lampade a sospensione bianche, portafinestra in legno, pavimento in parquet

La penisola in muratura che separa il living dalla cucina è alta circa 120 cm, in modo da lasciare la zona operativa completamente a vista da ogni angolazione e da nascondervi dietro soltanto il tavolo-snack. La profondità del top del muretto divisorio, rivestito in rovere, è di circa 30 cm, ed è sfruttabile. La cucina è arredata con una composizione di Dibiesse che si sviluppa ad angolo. Lungo la parete, tra basi e pensili, l’alzata è rivestita con piastrelle della serie Progetto Elements di Ceramiche Keope.

Piano di lavoro e colonna frigo “a filo”  (5)

Per la cucina del trilocale, a vista sul soggiorno ma parzialmente separata da un elemento a penisola, l’idea progettuale è stata quella di creare una sorta di “scatola monocolore” identificata da una tonalità appena accennata di grigio che è stata utilizzata sia a parete sia a soffitto. Con sfumature diverse, più chiare o più scure, è ripresa anche dai rivestimenti in gres e dalla finitura dei frontali dei mobili. Sui due lati della composizione, le basi e il top sono rivestiti in laminato, con screpolature e spatolature effetto resina; i moduli sono stati realizzati su misura con una profondità di 65 cm e non i consueti 60 cm standard. Con tale soluzione i mobili si allineano alla colonna del frigorifero posizionato sullo stesso lato del lavello, a chiudere il volume della cucina.

cucina, portafinestra in legno con cassonetto, composizione su due lati, parete azzurra, basi e pensili, penisola, teiera e accessori, lampade a sospensione

Nella composizione di Dibiesse con frontali in laccato opaco e maniglie a gola, il piano cottura a gas è di Alpes-Inox, il lavello in acciaio inox di Barazza e il frigorifero Chef Collection di Samsung. Le due lampade a sospensione gemelle sono il modello Flower Pot di & Tradition. Sulla penisola, il servizio da tè in gres è di Coin casa, così come il tagliere e la ciotola in legno di ulivo sul piano della cucina. La macchina per il caffè espresso è di Bialetti.

La cornice in cartongesso (6)

In cucina, i due lati della composizione sono tamponati in alto da un ribassamento perimetrale a soffitto con spessore di circa 20 cm: oltre all’effetto estetico, serve per l’incasso dei faretti che illuminano il piano di lavoro e per il passaggio del condotto di evacuazione fumi della cappa. È tinteggiato nella stessa tonalità di grigio del plafone anche se i colori sembrano un po’ diversificati a seconda degli effetti prodotti dalla luce.

La zona notte del trilocale

Le due camere, la matrimoniale e quella del bambino, sono disposte una di fronte all’altra, e separate dal corridoio. Le finiture presentanouna continuità, non soltanto per l’alternanza in chiaroscuro delle tonalità dominanti; anche per le scansioni geometriche in evidenza che definiscono e riproporzionano le superfici delle pareti.

Effetto boiserie dietro il letto (7)

La testiera in legno è inquadrata a parete da una fascia bassa in finitura grigio chiaro, delimitata da un profilo orizzontale di legno in rilievo, tinteggiato nella stessa tonalità, del tipo di quelli utilizzati per le boiserie. Risulta così evidenziato lo stacco con la parte superiore della muratura in grigio-blu. In entrambi i casi sono state utilizzate idropitture opache, rifacendosi alle stesse tinte RAL impiegate negli altri ambienti della casa.

Testiera con sorpresa (8)

In camera, dietro il letto matrimoniale, è sistemato un elemento a più funzioni: rivestito in laminato effetto legno, è testiera e piano d’appoggio profondo 20 cm; al suo interno contiene però anche due comodini estraibili in vetro che escono ai lati.

camera da letto, lampada a sospensione di design sagomata, parete blu, boiserie bianca, testiera con contenitore, cuscini, coordinato tessile bianco

La lampada a sospensione che scende a lato del letto fino a 40 cm da terra è un’icona del design anni ’60, disegnata da Bruno Munari. La sua particolarità è il materiale del diffusore: in filanca, lo stesso tessuto delle calze collant. Montato su una struttura metallica tubolare, si mantiene teso ed elastico, lasciando filtrare la luce. È facile anche da pulire perché si smonta con pochi gesti e si lava in lavatrice. Nella camera matrimoniale, il letto con testiera-contenitore in legno è di Ikea, il tavolino (nella foto piccola in basso è Hexxed coll. Diesel di Moroso. A sinistra, la lampada Falkland è di Danese, design Bruno Munari. Il completo letto è di Fazzini, il plaid di Somma; i cuscini sono foderati con tessuti Zimmer & Rohde.

Geometrie a parete (9)

Nella stanza del bambino, un unico lato, quello con il lettino, è stato tinteggiato con idropittura di due colori. La tecnica è fai-da-te ma si è proceduto però prima con un’elaborazione grafica al computer, necessaria per valutare in anticipo l’equilibrio compositivo degli “spicchi” geometrici di colore più scuro che intervallano lo sfondo chiaro. Poiché la nuova pittura andava a coprire una tinta scura preesistente, la stesura è stata effettuata in quattro mani, utilizzando matita e nastro adesivo per suddividere i settori e mantenere linee diritte e demarcate tra un colore e l’altro.

Lettino in nicchia (10)

La rientranza sul lato cieco della stanza, di fianco alla finestra, era già nel progetto originale, ed è dovuta all’andamento del muro di confine con l’abitazione vicina. La profondità di circa 60 cm e la lunghezza di 120 cm si prestano a inserire in nicchia il lettino come in uno spazio su misura.

camera del bambino, lettino in legno, parete decorata a motivi geometrici, stampe, sgabello con peluche, triciclo, tappeto grigio a pelo lungo

Nella camera del bambino, il tappeto in lana e lino è il modello Ray di Kasthall. Sul lettino, rinnovato dalla proprietaria con la nuova laccatura in bianco di parte della struttura, il cuscino è rivestito con tessuti di Zimmer & Rohde, il plaid è di Somma. Il triciclo a sinistra è di Kinderfeets e il tavolino contenitore è Kvistbro di Ikea.

Gres porcellanato in due tonalità (11)

Le pareti e il pavimento del bagno sono rivestiti da piastrelle quadrate di grandi dimensioni, grigie con texture opacae ruvida, effetto cemento grezzo. Sul lato corto del locale, l’interno del box doccia walk-in in muratura si distingue invece per l’uniformità degli elementi in gres porcellanato più scuri, di una tonalità vicina al nero e posati in verticale; scuro è anche il pannello in vetro fumé che delimita frontalmente la doccia.

Lucernario a quattro vetri (12)

In corrispondenza del mobile lavabo e dei sanitari, i quattro “quadrotti” della stessa misura, ritagliati in sequenza a soffitto, sono le aperture attraverso le quali l’ambiente di servizio riceve aria e luce zenitale dal terrazzo soprastante.

All’esterno è presente un cupolino che si solleva e permette di aprire e chiudere ermeticamente il lucernario azionando un interruttore installato nel bagno.

bagno, rivestimenti a terra e a parete in gres grigio, box doccia in muratura, vetro fumé, sanitari, quattro lucernari, mobile, lavabo da appoggio, miscelatore cromato, specchio, applique

Nel bagno di forma lunga e stretta, il grigio uniforma le finiture delle pareti, con l’eccezione di quelle della doccia: il rivestimento, qui molto scuro, ne fa quasi scomparire il volume, appiattendone la profondità. A soffitto, intorno al lucernario, il ribassamento in cartongesso di elevato spessore ha soprattutto lo scopo di nascondere la trave strutturale che attraversa la stanza. Nel bagno i rivestimenti a parete e a terra effetto cemento sono in gres porcellanato della serie One di Ceramiche Caesar; le piastrelle scure all’interno della doccia sono invece della coll. La Palladiana di Bardelli. Il mobile lavabo è di Idea Group, la rubinetteria di Grohe; sanitari della coll. Velis di Catalano. Le spugne sono di Fazzini, gli accessori di Coin casa.

 

Prodotti inseriti e aziende

& Tradition, www.andtradition.com • Alpes-Inox, www.alpesinox.com, Tel. 0424/513500 • Artemide, www.artemide.com, Tel. 800/834093 • Atipico, www.atipico.it, Tel. 0375/833124 • Barazza, www.barazzasrl.it, Tel. 0438/62888 • Bialetti, www.bialetti.it, Tel. 030/7720011 • Catalano, www.catalano.it, Tel. 0761/5661 • Ceramica Bardelli, ceramicabardelli.com, Tel. 02/9025181 • Ceramiche Caesar, www.caesar.it, Tel. 0536/817111 • Ceramiche Keope, www.keope.com, Tel. 0522/997511 • Coin casa, www.coincasa.it • Danese Milano, www.danesemilano.com, Tel. 02/349611 • Dibiesse, www.dibiesse.it, Tel. 0438/8991 • Fazzini, www.fazzinihome.com, Tel. 0331/263127 • Flos, www.flos.com, Tel. 030/24381 • Grohe, www.grohe.it, Tel. 800/289025 • Kasthall, kasthall.com, Tel. 02/80500338 • Kinderfeets, www.kinderfeets.com • Idea Group, www.ideagroup.it, Tel. 0422/742184 • Ikea Italia Retail, www.ikea.it, Tel. 199/114646 • Moroso, moroso.it, Tel. 800/016811 • Parquet Clio, parquetclio.it, Tel. 035/838767 • Pedrali, www.pedrali.it, Tel. 035/83588 • Poltronesofà, www.poltronesofa.com, Tel. 800/900600 • Samsung, www.samsung.it, Tel. 800/7267864 • Somma, www.gabelgroup.it/somma, Tel. 02/83591182 • Zimmer & Rohde, www.zimmer-rohde.com

Progetto: arch. Elisa Monico, Studio Easy Relooking, Milano – www.easyrelooking.com
Foto: Claudio Tajoli
Styling: Rosaria Galli

Tratto da Cose di Casa numero di aprile 2020

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.46 / 5, basato su 28 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!