Sottotetto ristrutturato: 53 mq a nuovo nella tipica casa ligure

Super attrezzato con soluzioni d'arredo su misura e flessibili: il sottotetto ristrutturato di 53 mq a Varazze sfrutta al meglio la metratura ridotta.

Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Stylist Candida Zanelli, Architetto Pierluigi Colombo
Pubblicato il 25/03/2019 Aggiornato il 15/05/2019
Sottotetto ristrutturato: 53 mq a nuovo nella tipica casa ligure

Una casa ligure degli anni ’40 con le facciate intonacate in giallo e le persiane verdi: così appare, dall’esterno, la palazzina che ospita il sottotetto ristrutturato al quarto e ultimo piano. Siamo a Varazze, sulla Riviera di Ponente, non lontano da Genova.

L’edificio ha un lato affacciato su una stradina pedonale del centro storico e l’altro con un terrazzo vista mare. Il sottotetto ristrutturato, di metratura contenuta, è stato riprogettati al centimetro adattando al contesto mobili di produzione e realizzando anche soluzioni su misura studiate per le altezze digradanti sotto lo spiovente, che scende fino a un metro e mezzo di altezza circa nel punto più basso.

In poco più di 50 mq di superficie, grazie alle configurazioni dei principali elementi d’arredo, intercambiabili a seconda delle esigenze, è stato possibile organizzare al meglio diverse zone funzionali che rendono così la piccola abitazione estremamente vivibile.

Essenzialità è la parola chiave nella scelta dei materiali e delle finiture del sottotetto ristrutturato, particolarmente appropriata soprattutto nelle case di vacanza.

Clicca sulle immagini per vederle full screen

Il progetto

All’ultimo piano di un edificio su quattro livelli, il sottotetto ristrutturato – con superficie di 53 mq – si caratterizza per la copertura a spiovente, le cui strutture portanti sono state lasciate a vista. Con pochi interventi murari gli spazi sono diventati più funzionali e vivibili grazie a soluzioni su misura che sfruttano al meglio le altezze digradanti e le irregolarità della pianta. Gli ambienti ruotano intorno al volume centrale del terrazzino che costituisce l’affaccio principale della casa. Le diverse aree del sottotetto ristrutturato – soggiorno, camera, angolo cottura, area snack – sono illuminate anche dalla luce zenitale dei lucernari che si aprono sulla falda.pianta

  • Di fronte all’ingresso, il terrazzino con parapetto a filo della facciata dell’edificio occupa un volume centrale, a pianta rettangolare tra la zona giorno e la camera.
  • Nel living il divano angolare trasformabile, con testiera appoggiata alla parete in corrispondenza della zona più alta della stanza, permette di ricavare, all’occorrenza, una seconda zona notte matrimoniale.
  • Nel bagno, preceduto da un antibagno a uso ripostiglio, gli elementi sono disposti in modo da sfruttare la forma irregolare della pianta. Il box doccia occupa la zona più stretta del locale, che forma una sorta di rientranza, mentre i sanitari sono installati lungo la porzione di parete obliqua.
sottotetto ristrutturato, zona conversazione, tetto a spiovente, lucernario, divano angolare, colonna portaoggetti

Nella zona giorno, il divano letto rivestito in tessuto sfoderabile grigio chiaro è Tango di Clei; in posizione d’angolo, l’imbottito nasconde un contenitore sotto la seduta, accessibile aprendo un coperchio. Le due stuoie sovrapposte, in lana rosa tessuta a telaio sono di Kasthall: quella tonda è Ingrid, la rettangolare è la Classic. Il lucernario è di Velux, il mobile basso nel sottofinestra è su disegno. Il cubo a parete è opera di Antonino Sciortino, la stampa incorniciata con motivi geometrici è di Studio Wrong (Design Republic).

sottotetto ristrutturato, da zona giorno a zona notte, divano trasformato in letto

Dietro il divano, nella zona più bassa sotto la falda e verso il lucernario, è fissata a parete una scultura realizzata da un artigiano-artista. Si tratta di una figura tridimensionale (un cubo) ridotta a due sole dimensioni. L’opera, che fa parte di una serie, è realizzata in filo di ferro “cotto”, dipinto e lavorato a mano. Si tratta di una tipologia particolare di ferro, più plasmabile, che può assomigliare al legno o alla plastica e che permette realizzazioni di oggetti dalle linee flessibili.

sottotetto ristrutturato, tetto a spiovente, lucernario, mobile basso, zona tv

Le travi in legno verniciato bianco, che costituiscono la struttura portante della copertura, sono quelle originali della casa. Tra un elemento è l’altro è stato realizzato un tamponamento in cartongesso che ha anche una funzione isolante.

Dal giorno alla notte, in un attimo

Lo stesso ambiente del sottotetto ristrutturato si trasforma da living in camera degli ospiti: la soluzione salvaspazio è ottenuta grazie a un unico elemento d’arredo, un imbottito di produzione che nasconde, nel vano retrostante, un letto matrimoniale riposto in verticale. Tenendo conto delle altezze digradanti del sottotetto ristrutturato (da 280 cm del punto di colmo ai 150 cm circa di quello più basso), la parte più elevata è stata sfruttata per posizionare la composizione attrezzata dove è alloggiato il letto e per l’appoggio dello schienale dell’imbottito. Quando viene aperto, il letto, profondo in totale 220 cm, scende con un semplice gesto sovrapponendosi alla seduta del divano e allungandosi verso la parte più inclinata della falda; viene tirato giù mediante una maniglia agganciata alla mensola frontale; quest’ultima, quando la rete raggiunge la posizione orizzontale, bascula e diventa il supporto per l’appoggio del letto. La testiera risulta inquadrata da una struttura a ponte con finitura effetto cemento.

INFORMAZIONI TECNICHE SUL prodotto Il divano trasformabile è disponibile nella versione fissa (L 223 cm o 270 cm) o componibile. La struttura superiore contiene al suo interno un letto matrimoniale
a scomparsa ad apertura abbattibile con rete a doghe. Le sedute hanno l'imbottitura in piuma naturale con inserto in espanso indeformabile a quote differenziate e lo schienale è imbottito in piumafill.

INFORMAZIONI TECNICHE SUL PRODOTTO Il divano trasformabile è disponibile nella versione fissa (L 223 cm o 270 cm) o componibile. La struttura superiore contiene al suo interno un letto matrimoniale a scomparsa ad apertura abbattibile con rete a doghe. Le sedute hanno l’imbottitura in piuma naturale con inserto in espanso indeformabile a quote differenziate e lo schienale è imbottito in piumafill.

sottotetto ristruttura, cucina, mini composizione angolare in laccato bianco, zona cottura, lavello, pavimento in parquet

Nella composizione su disegno della cucina (realizzata da Cappellini cucine) il piano cottura in vetroceramica è a induzione e sopra, in corrispondenza, c’è la cappa a scomparsa integrata nel pensile. Il tagliere in legno è di Arform. Il pavimento, qui come in tutta la casa, è in parquet di rovere sbiancato.

L’angolo cottura in 180 x 180 cm

La composizione compatta, che nell’ambiente principale occupa l’angolo a sinistra dell’ingresso del sottotetto ristrutturato, si sviluppa a elle con la colonna frigo, il lavello su un lato e il piano cottura sull’altro. Grazie a moduli a tutt’altezza viene sfruttato tutto lo spazio disponibile anche in verticale. Il blocco superiore è formato infatti da una doppia fila di pensili: quelli più in alto sono tagliati in modo da seguire, a filo, l’andamento della falda inclinata. Anche il forno è incassato sottopensile in un modulo sospeso.

progetto-cucina

zona cottura, dettaglio, corridoio, faretti, mobili sospesi, pavimento in parquet

I materiali: i mobili della cucina hanno i frontali in laccato bianco opaco, il top con lavello integrato e il fianco sono in Corian bianco. L’alzata tra le basi e i pensili, che prosegue anche verso l’alto di fianco al modulo con i ripiani, è in acciaio inox con finitura a specchio.

La zona pranzo a scomparsa

Sistemata di fianco al blocco operativo della cucina, e illuminata al meglio dalla vetrata del terrazzo, c’è un’area conviviale. È stata pensata con l’obiettivo di averla al centro dell’open space e di allestirla soltanto all’occorrenza: è stata quindi risolta con un elemento di produzione, una consolle che con un semplice movimento rotatorio viene traslata e diventa un tavolo rettangolare a profondità estensibile.

consolle

1. chiuso In partenza, la consolle, lunga poco più di 150 cm e profonda 35 cm, si allinea alla parete: poggia su una gamba laterale e si sovrappone a un modulo sospeso. Il pensile orizzontale superiore, con anta a ribalta, diventa parte integrante del sistema.
2. In rotazione Incernierata al contenitore sospeso sottostante, la consolle si apre grazie a un meccanismo rotante e si dispone ad angolo retto rispetto alla parete di partenza. Il piano diventa in questo modo fruibile su entrambi i lati.
3. aperto Il passaggio finale permette di ottenere un tavolo vero e proprio con profondità di circa 70 cm. Infatti, grazie a un meccanismo di apertura a libro con incernieratura centrale, il piano della consolle e la gamba di sostegno si sdoppiano.

INFORMAZIONI TECNICHE DEL prodotto
Il sistema tavolo/consolle è costituito da due piani con apertura a libro,
completi di gamba di supporto e meccanismo rotante per l'apertura (modello
Girò di Clei). La struttura è in melaminico bianco, che può essere laccato in diverse varianti di finitura da catalogo. La composizione è completata da un elemento contenitore inferiore con due cassetti e da un pensile superiore che si apre a ribalta (fa parte del sistema componibile Tetris di Clei).

INFORMAZIONI TECNICHE DEL PRODOTTO
Il sistema tavolo/consolle è costituito da due piani con apertura a libro, completi di gamba di supporto e meccanismo rotante per l’apertura (modello Girò di Clei). La struttura è in melaminico bianco, che può essere laccato in diverse varianti di finitura da catalogo. La composizione è completata da un elemento contenitore inferiore con due cassetti e da un pensile superiore che si apre a ribalta (fa parte del sistema componibile Tetris di Clei).

sottotetto ristrutturato, camera matrimoniale, letto, applique di design orientabili, mobile contenitore

Nella camera matrimoniale il letto con testiera imbottita è realizzato su disegno. Le due applique laterali a braccio orientabile sono le Tolomeo di Artemide in finitura argento. Tutti su misura i mobili che chiudono la fascia bassa della parete.

Per contenere e per dividere

Gli arredi della camera matrimoniale del sottotetto ristrutturato sono stati realizzati su disegno per sfruttare al meglio – senza sprecare neppure un centimetro in larghezza e in altezza – le pareti sotto le due falde inclinate che si intersecano. Sul lato interno della stanza – quello di confine con la zona giorno – un mobile/parete progettato su misura integra anche la porta scorrevole; la struttura svolge la doppia funzione di elemento contenitore e di separazione tra la stanza e la zona con il bancone snack dall’altra parte. I moduli hanno struttura e frontali in mdf laccato bianco opaco; sono cinque con profondità di circa 60 cm, come quella di un normale armadio; gli scomparti, con ante a battente, sono accessibili dalla camera. L’armadiatura si adatta dunque all’inclinazione dello spiovente ed è completata da una veletta superiore che offre il supporto per un sistema di illuminazione con striscia a led. La porta della stanza, con maniglia incassata, scorre esternamente lungo il muro del corridoio e, quando viene chiusa, si allinea a filo del mobile. Nello spessore di 8 cm della spalla che delimita lateralmente il serramento è stata inserita, in basso, una piccola mensola che funge da comodino.

pianta-camera

La porta a scorrimento della
camera matrimoniale
forma, rispetto al blocco laterale degli armadi,
un angolo retto.
Il serramento è costituito da un pannello singolo che, appeso a un binario superiore incassato nella veletta, scorre esternamente al muro, sul lato del corridoio che introduce
la stanza. La spalla laterale
a destra del letto, integra nella zona inferiore la mensola
del comodino, incassata
in nicchia. Le strutture
su disegno sono state
realizzate dalla falegnameria
Luca Terraneo.

La porta a scorrimento della camera matrimoniale forma, rispetto al blocco laterale degli armadi, un angolo retto. Il serramento è costituito da un pannello singolo che, appeso a un binario superiore incassato nella veletta, scorre esternamente al muro, sul lato del corridoio che introduce la stanza. La spalla laterale a destra del letto, integra nella zona inferiore la mensola del comodino, incassata in nicchia. Le strutture su disegno sono state realizzate dalla falegnameria Luca Terraneo.

camera matrimoniale, letto, lucernario, mobili bassi, travi a vista, pavimento in parquet

Nella parte più bassa, due lati attrezzati

Nella stanza matrimoniale, l’inclinazione della falda determina altezze variabili tra i 280 cm della zona d’ingresso e i 150 cm circa lungo le pareti. La fascia perimetrale bassa è stata utilizzata con un mobile su misura che si sviluppa su due lati, comprendendo anche l’angolo all’intersezione dei due spioventi. Anche in questo caso – come sul lato opposto – è stata realizzata una composizione modulare, illustrata nei dettagli nelle assonometrie qui di seguito. Lungo la parete di fronte al letto, sotto il lucernario, sono state inseriti uno scomparto a giorno e due cassettiere, rispettivamente con quattro e con due cassetti: la più bassa serve anche da mobile per la tv. Sull’altro lato, di fianco al letto, trova invece posto una serie di vani chiusi da ante: con profondità di 63 cm, in altezza arrivano a filo del punto più basso dello spiovente.

 progetto-armadio-camera

corridoio, porta scorrevole, dettaglio

Nel corridoio che distribuisce la camera e il bagno, il muro di fondo (il retro della spalla di fianco al letto alla quale è fissato il comodino) è rivestito da un pannello-specchio
a tutta altezza che riflette la zona giorno.

Bagno, mobile con lavabo integrato, specchiera angolare, applique, sanitari

Nell’ambiente di servizio del sottotetto ristrutturato – che come prescritto dalla normativa è adeguatamente disimpegnato rispetto alla cucina – la disposizione degli elementi è un gioco di incastri che permette di ottimizzare a pieno tutti i lati, comprese rientranze e irregolarità, e di lasciare comunque passaggi agevoli. Finiture chiarissime e superfici specchiate sistemate ad hoc contribuiscono a dilatare visivamente gli spazi. Nel bagno la zona lavabo è inquadrata tra due specchiere ad angolo, fissate alla parete di fronte e a quella sul lato destro. Sotto il piano del mobile, realizzato su misura, è stato previsto anche il vano per la lavatrice, chiuso da un’anta. I sanitari sospesi sono di Ceramica Catalano

Bagno, scaldasalviette, sanitari, box doccia in muratura, anta vetrata

Nel box doccia in muratura, il pannello frontale vetrato è di Vismara Vetro. Nel bagno alcune soluzioni strategiche hanno permesso di recuperare centimetri preziosi riducendo il più possibile gli ingombri a centro stanza. In particolare, si è rivelata vincente la scelta di installare bidet e vaso sulla parete obliqua di fianco alla doccia, sfruttando così anche la zona in cui il locale maggiormente si restringe, terminando quasi con una “punta”. I sanitari sono modelli sospesi che non occupano spazio a terra e hanno, in più, profondità minima di soli 50 cm. Quanto alla zona lavabo, il bacino integrato nel top in Corian della consolle ha il vantaggio di essere praticamente invisibile, dal momento che non presenta né sporgenze né rilievi.

terrazzo panoramico, vista mare, parapetto in cemento, tavolino, sgabelli

Il terrazzo, al centro della pianta, è accessibile tramite una portafinestra con profili in alluminio. L’affaccio esterno è delimitato da un parapetto in cemento che offre anche l’appoggio per il tavolo da esterno, completo di sgabelli (di VeGa). Il pavimento è rivestito in gres porcellanato.

Progetto: arch. Pierluigi Colombo, Milano – pierluigicolombo.net
Foto: Studio Roy, styling Candida Zanelli

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!