Sottotetto a doppia altezza: 90+40 mq con vista sui Navigli

Da una grande unità immobiliare unica, ne sono state ricavate due indipendenti, accomunate dallo stile. Presentiamo qui il primo sottotetto, l'appartamento A.
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Fotografa Cristina Fiorentini
Pubblicato il 28/12/2020 Aggiornato il 28/12/2020
soggiorno del sottotetto A di 90+40 mq e del sottotetto B di 70+25 mq

A Milano – in una caratteristica casa “di ringhiera” con un ballatoio che si sviluppa a U lungo i lati della facciata interna – il grande appartamento che occupava per intero l’ultimo piano e il sottotetto è stato ristrutturato e suddiviso in due unità separate, tra loro contigue. Si è trattato di un intervento radicale, in un contesto risalente ai primi del ‘900 ma con origini ancora più antiche per quanto riguarda le strutture portanti. Le nuove abitazioni sono state ripensate in chiave contemporanea senza rinunciare ad alcuni elementi architettonici esistenti, a cominciare dalle capriate e dai soffitti in legno originali che, riportati alla luce, mettono in risalto i volumi mansardati. In entrambi gli spazi, gli ambienti della zona giorno godono di un affaccio panoramico sull’Alzaia Naviglio Grande. Presentiamo qui di seguito l’appartamento A, distribuito tra il piano d’ingresso di 90 mq e il sottotetto di 40 mq.

soggiorno del sottotetto appartamento A, parete attrezzata in laccato bianco e grigio, travi a vista, divano grigio, tavolini tondi neri, lampada  da terra, poltrona nera, pouf, tappeto chiaro, pavimento in parquet, portafinestra

 

 

planimetria complessiva case con sottotetto 90+40 mq e 70+25 mq

La linea tratteggiata in rosso indica il confine tra i due nuovi appartamenti (a destra e a sinistra). A entrambi si accede dal ballatoio su cui sbarca la scala condominiale.

 

Foto casa 90+40 mq

  • Nel living la zona conversazione è arredata
con un divano angolare rivestito in tessuto grigio; schienale e braccioli sono leggermente inclinati verso l'esterno. I tavolini sono il modello Atollo di Calligaris, la lampada da terra è Mayuhana di Yamagiwa. Il pavimento è rivestito in parquet di Profilegno, finitura Rovere Zenzero Natura spazzolata e verniciata.
  • Nell'intervento di ristrutturazione totale sono state riportate alla luce le capriate in legno di quercia della struttura portante, in precedenza nascoste da un controsoffitto.
In buone condizioni, sono state ripulite, carteggiate
e trattate con prodotti antimuffa e antitarlo. Nella zona
di colmo i soffitti superano ora i 4 metri.
  • Nel soggiorno aperto, la zona conversazione
è incorniciata a soffitto dalla striscia luminosa perimetrale che definisce l'area con luce diffusa.
Con questa soluzione illuminotecnica, i toni neutri degli arredi - grigio, bianco e beige -  acquistano maggiore risalto. Nell'ambiente contemporaneo,
la composizione su disegno si sviluppa su due lati, mimetizzando l'inclinazione della parete lunga
  • Nella zona tv, la poltroncina dalle forme avvolgenti e il pouf-poggiapiedi in finitura antracite sono
il modello Lazy di Calligaris. La lampada da tavolo appoggiata vicino al televisore è IC di Flos, design Michael Anastassiades; mentre quelle appoggiate nei vani a giorno della parete attrezzata sono le Naxos di Vistosi, nella versione piccola e media. Vicino alla finestra, il radiatore d'arredo è alto 240 cm.
  • Nell'open space la zona pranzo
è riproporzionata dal ribassamento
in corrispondenza della soletta
del soppalco. A individuare
lo spazio all'interno dell'ambiente aperto contribuiscono anche
la tinteggiatura con idropittura grigio opaco delle due pareti intorno al tavolo e l'illuminazione con applique a muro e strip led lungo il perimetro del soffitto. La zona pranzo è illuminata dall'applique
a parete modello Mesmeri di Artemide.
Il tavolo rettangolare è Menù di Bonaldo,
le sedie sono le Hidra di Bontempi Casa.
Il parquet in rovere è di Profilegno.
  • In cucina la composizione
su due lati in finitura grigio opaco
è di Veneta Cucine, fornita
da Cucine & Cucine. Il forno a microonde e quello multifunzione installati a colonna sono di Hotpoint, così come il piano cottura a induzione. Lavello di Franke.
  • In cucina, di fianco alla colonna con il forno multifunzione e il microonde, una porta rasomuro nella stessa finitura grigio chiaro dei mobili
e con maniglia in acciaio chiude
la mini lavanderia con la lavatrice che
sfrutta il volume del sottoscala.
  • Nella camera matrimoniale
al piano d'ingresso il letto tessile con testiera imbottita è il modello Chantal di Ergogreen.
Le due applique ai lati sono Tolomeo parete
di Artemide, acquistate
da Spazio Light.
  • Nel bagno cieco, i rivestimenti a parete in gres porcellanato sono il modello C_mine di Leonardo Ceramica. Il piatto doccia è di Fiora. Luci tecniche e faretti incassati sono di Spazio Light.
  • camera-da-letto-parete-grigia
  • In entrambi i bagni lavabo e doccia sono affiancati lungo la stessa parete con una disposizione simile e speculare. Nell'ambiente di servizio principale, quello dotato di finestra, il box doccia è di tipo walk-in, in muratura, con una spalla che lo separa dal mobile con bacino integrato nel piano. All'interno della cabina, il ribassamento in cartongesso a soffitto ha permesso di installare  le luci per la cromoterapia. Nel bagno principale, il pavimento è rivestito
in parquet di Profilegno, mentre a parete sono state posate, fino a 150 cm circa di altezza, piastrelle
in gres porcellanato Iron di Mirage formato 120 x 60 cm. Nella doccia walk-in muratura, il piatto è di Fiora. A sinistra del mobile lavabo, la parete laterale obliqua forma un angolo che è stato attrezzato
con mini piani d'appoggio triangolari
a completamento della composizione.

Appartamento A (90+40 mq)

Nel sottotetto di 90+40 mq è stata recuperata la doppia altezza del soggiorno mentre in mansarda c’è superficie per una camera in più. Negli interni, la maggiore vivibilità è data da soluzioni d’arredo su misura

soggiorno del sottotetto appartamento A, parete attrezzata in laccato bianco e grigio, travi a vista, divano grigio, tavolini tondi neri, lampada  da terra, poltrona nera, pouf, tappeto chiaro, pavimento in parquet, portafinestra

Nel living la zona conversazione è arredata con un divano angolare rivestito in tessuto grigio; schienale e braccioli sono leggermente inclinati verso l’esterno. I tavolini sono il modello Atollo di Calligaris, la lampada da terra è Mayuhana di Yamagiwa. Il pavimento è rivestito in parquet di Profilegno, finitura Rovere Zenzero Natura spazzolata e verniciata.

Il progetto del sottotetto

Il sottotetto a sinistra della scala condominiale – il più grande dei due ricavati dalla suddivisione di quello unico preesistente – è caratterizzato da una pianta di forma irregolare, una sorta di elle con i muri perimetrali non ortogonali tra loro. Gli ambienti si sviluppano su due livelli collegati da una scala di nuova realizzazione. Quello superiore, con metratura di circa 40 mq, copre solo una parte del piano d’ingresso (circa 90 mq) che è stato per il resto lasciato a doppia altezza. La zona giorno e la cucina occupano il lato corto e di profondità maggiore, mentre la camera e gli ambienti di servizio sono nella parte più stretta dell’abitazione. Illuminano gli spazi portefinestre e tre nuovi lucernari.

planimetria del piano d'ingresso di 90 mq e del sottotetto di 40 mq

1 Ingresso 2 Cucina 3 Soggiorno 4 Zona pranzo 5 Scala per il sottotetto 6 Lavanderia 7 Bagno 8 Camera matrimoniale 9 Camera 10 Zona studio/ fitness 11 Doppia altezza 12 Soletta non calpestabile

  • L’ingresso si apre sul soggiorno ma una parete divisoria lo separa dalla zona pranzo. In corrispondenza dell’area living, un mobile su misura permette di sfruttare a pienola parete obliqua.
  • Il corridoio cieco indirizza il passaggio verso la camera matrimoniale e, sulla sinistra, distribuisce in successione i due ambienti di servizio.
  • Sfruttando il vuoto del sottoscala è stato ricavato un mini locale lavanderia collegato con la cucina e chiuso da una porta a battente realizzata su misura.
  • La camera nel sottotetto occupa un volume già esistente che è stato rivisitato e recuperato. La stanza è illuminata da un lucernario sulla falda inclinata.
  • A destra dell’arrivo della scala, la zona fitness è a una quota di circa 15 cm inferiore rispetto a quella della camera sul lato opposto: sviluppata su piani sfalsati, affaccia sulla zona pranzo sottostante.
  • L’abitazione è stata in parte soppalcata arricchendo così il sottotetto già esistente. Le superfici tratteggiate indicano gli ambienti di servizio al piano d’ingresso dove si è mantenuta l’altezza originale della copertura.
soggiorno del sottotetto, capriate e travi in legno a vista, soppalco con balaustra in vetro trasparente, divano grigio, poltrona e pouf neri, zona pranzo, parete tinteggiata di grigio, tavolini tondi

Nell’intervento di ristrutturazione totale sono state riportate alla luce le capriate in legno di quercia della struttura portante, in precedenza nascoste da un controsoffitto. In buone condizioni, sono state ripulite, carteggiate e trattate con prodotti antimuffa e antitarlo. Nella zona di colmo i soffitti superano ora i 4 metri.

soggiorno del sottotetto, mobile basso, zona tv, poltrona nera, pouf, tappeto chiaro, lampada da tavolo, porta scorrevole

Nel soggiorno aperto, la zona conversazione è incorniciata a soffitto dalla striscia luminosa perimetrale che definisce l’area con luce diffusa. Con questa soluzione illuminotecnica, i toni neutri degli arredi – grigio, bianco e beige – acquistano maggiore risalto. Nell’ambiente contemporaneo, la composizione su disegno si sviluppa su due lati, mimetizzando l’inclinazione della parete lunga

soggiorno, portafinestra, parete attrezzata in laccato bianco e grigio, divano angolare, mobile tv, poltrona e pouf neri, soletta del soppalco, travi a vista, illuminazione perimetrale con strip led

Nella zona tv, la poltroncina dalle forme avvolgenti e il pouf-poggiapiedi in finitura antracite sono il modello Lazy di Calligaris. La lampada da tavolo appoggiata vicino al televisore è IC di Flos, design Michael Anastassiades; mentre quelle appoggiate nei vani a giorno della parete attrezzata sono le Naxos di Vistosi, nella versione piccola e media. Vicino alla finestra, il radiatore d’arredo è alto 240 cm.

La parete obliqua attrezzata

Nella zona conversazione del living, il lato cieco è arredato con una composizione su disegno che gira ad angolo includendo il mobile tv sull’altra parete. La struttura in mdf laccato alterna ritmicamente vuoti e pieni, vani a giorno e scomparti chiusi da ante o cassetti; la modularità e le profondità diverse consentono di mimetizzare l’andamento di questo muro perimetrale decisamente obliquo. L’effetto d’insieme armonico e di grande leggerezza è determinato, oltre che dalle altezze differenti degli elementi, anche dalle diverse finiture: opache le parti in laccato bianco e lucide quelle in grigio. A sinistra, la parete termina con un armadio a due ante e i 20 cm circa che avanzano in posizione d’angolo sono stati “riempiti” con mensole triangolari.

prospetto della parete attrezzata in soggiorno

soppalco, balaustra vetrata, zona pranzo, sedie e tavolo neri, illuminazione con strip led, parete grigia, porta della cucina, pavimento in parquet, applique

Nell’open space la zona pranzo è riproporzionata dal ribassamento in corrispondenza della soletta del soppalco. A individuare lo spazio all’interno dell’ambiente aperto contribuiscono anche la tinteggiatura con idropittura grigio opaco delle due pareti intorno al tavolo e l’illuminazione con applique a muro e strip led lungo il perimetro del soffitto. La zona pranzo è illuminata dall’applique a parete modello Mesmeri di Artemide. Il tavolo rettangolare è Menù di Bonaldo, le sedie sono le Hidra di Bontempi Casa. Il parquet in rovere è di Profilegno.

cucina, composizione su due lati in laccato grigio, colonna frigo, colonna forno, lavello, tavolino rotondo pieghevole, sedie pieghevoli, finestra, tagli luminosi nel controsoffitto

In cucina la composizione su due lati in finitura grigio opaco è di Veneta Cucine, fornita da Cucine & Cucine. Il forno a microonde e quello multifunzione installati a colonna sono di Hotpoint, così come il piano cottura a induzione. Lavello di Franke.

Luci tecniche e di design

Il progetto illuminotecnico ha un ruolo particolarmente importante nella ridefinizione degli spazi interni: in cucina, strip led sono state installate in sottili fessure praticate nel controsoffitto per la luce d’ambiente; in soggiorno (dettaglio nella foto sotto) e nelle camere, altri apparecchi tecnici a led sono inseriti in alto lungo il perimetro, sfruttando la sporgenza dei profilati in acciaio incassati in fase di ristrutturazione per rinforzare la struttura dei muri e aggettanti rispetto a questi ultimi: lungo questa “mensola continua” sono quindi montate strisce a led che orientano la luce verso l’alto, diffondendola nella stanza. Oltre all’illuminazione tecnica “invisibile”, il progetto ha previsto anche – per illuminare zone e funzioni – l’aggiunta di lampade di design, soprattutto applique e da tavolo, più adatte delle sospensioni nel caso di volumi mansardati con soffitti inclinati e volumi a doppia altezza.

Continuità stilistica e cromatica

Nella zona giorno i toni del grigio caratterizzano il passaggio tra pranzo e cucina. Quest’ultima occupa un locale separato che una porta a battente rasomuro, realizzata su misura, rende all’occorrenza completamente indipendente. Il parquet in rovere chiaro raccorda le diverse aree funzionali, compresa la mini lavanderia nel sottoscala.

cucina, colonna con microonde e forno multifunzione, porta a battente rasomuro grigia, lavanderia con lavatrice

In cucina, di fianco alla colonna con il forno multifunzione e il microonde, una porta rasomuro nella stessa finitura grigio chiaro dei mobili e con maniglia in acciaio chiude la mini lavanderia con la lavatrice che sfrutta il volume del sottoscala.

Le due camere sono state sistemate rispettivamente al piano d’ingresso e al livello superiore dalla parte opposta della casa, cioè sopra la cucina. Sia nella stanza sotto sia in quella che occupa la porzione di sottotetto già esistente, le travi in legno di quercia della struttura portante sono state lasciate a vista, trattate per ravvivare e proteggere il legno. Gli ambienti di servizio sono invece entrambi al piano inferiore e occupano due locali affiancati lungo il corridoio di distribuzione.

camera matrimoniale, travi a vista, letto tessile grigio, plaid scozzese, cuscini rigati, comodino tondo, applique da lettura, nicchia illuminata, tenda, strip led lungo il perimetro della stanza

Nella camera matrimoniale al piano d’ingresso il letto tessile con testiera imbottita è il modello Chantal di Ergogreen. Le due applique ai lati sono Tolomeo parete di Artemide, acquistate da Spazio Light.

bagno, box doccia nell'angolo, rivestimenti in gres, profili in alluminio, pareti vetrate, mobile in legno, lavabo effetto pietra, rubinetteria a parete, specchio, applique

Nel bagno cieco, i rivestimenti a parete in gres porcellanato sono il modello C_mine di Leonardo Ceramica. Il piatto doccia è di Fiora. Luci tecniche e faretti incassati sono di Spazio Light.

camera matrimoniale nel sottotetto, doppia falda inclinata, travi in legno a vista, lucernario, letto con plaid rigato, lampade da tavolo, applique, lampada a braccio orientabile, parete grigia, mobile-consolle, pavimento in parquet

Nella camera matrimoniale nel sottotetto, l’applique in corrispondenza del colmo è la Mesmeri Led di Artemide. Il letto è il modello Sommier di Ergogreen. Sul tavolo in legno massello a destra, due lampade gemelle Poldina Pro di Zafferano. Lucernario elettrico di Velux.

I nuovi lucernari

Tutte le finestre e le portefinestre della casa sono state sostituite con nuovi modelli, in legno come quelli preesistenti, ma ad alte prestazioni energetiche: ciò ha permesso di ridurre i consumi e di migliorare la classe di efficienza energetica del sottotetto. A ottenere questo risultato ha contribuito anche il rifacimento completo della coibentazione del tetto; in contemporanea a quest’intervento sono stati aperti sulla falda inclinata nuovi lucernari in ciascuna delle due unità immobiliari interessate dalla ristrutturazione. Si sono così migliorati i rapporti aeroilluminanti e gli ambienti nel sottotetto possono ora godere della luce zenitale oltre che di quella proveniente dalle aperture al livello sottostante. La realizzazione di finestre da tetto supplementari in falda, contestualmente al rifacimento della copertura, è molto frequente e relativamente semplice anche da un punto di vista normativo in quanto non comporta modifichealla facciata dell’edificio. I lucernari installati qui sono modelli tecnologici, motorizzati e ad azionamento elettrico; sono dotati di sensori che consentono la chiusura automatica in caso di pioggia quando si è assenti da casa. Sono inoltre provvisti di un doppio sistema oscurante per il giorno e la notte.

bagno, faretti incassati, specchio, mobile sospeso con lavabo integrato, rubinetteria a parete, mensola triangolare, parete grigia, box doccia in muratura, pavimento in parquet, soffione

In entrambi i bagni lavabo e doccia sono affiancati lungo la stessa parete con una disposizione simile e speculare. Nell’ambiente di servizio principale, quello dotato di finestra, il box doccia è di tipo walk-in, in muratura, con una spalla che lo separa dal mobile con bacino integrato nel piano. All’interno della cabina, il ribassamento in cartongesso a soffitto ha permesso di installare le luci per la cromoterapia. Nel bagno principale, il pavimento è rivestito in parquet di Profilegno, mentre a parete sono state posate, fino a 150 cm circa di altezza, piastrelle in gres porcellanato Iron di Mirage formato 120 x 60 cm. Nella doccia walk-in muratura, il piatto è di Fiora. A sinistra del mobile lavabo, la parete laterale obliqua forma un angolo che è stato attrezzato con mini piani d’appoggio triangolari a completamento della composizione.

Progetto, direzioni lavori, strutture e arredamento: ing. Giovanni Valenti – Interior Designer: Roberta Odello.
Collaborazione esterna: arch. Mario Celotti – Studio ing. Giovanni Valenti, via G. Modena, Milano, ing.g.valenti@gmail.com
Imprese esecutrice del lavori SP.AM., Artogne (Bs), Tel. 0364/591470
Foto: Cristina Fiorentini

Tratto da Cose di Casa numero di ottobre 2020