Mansarda ristrutturata per una coppia con figlio in arrivo

In una villetta d'epoca, lo spazio della mansarda ristrutturata rivela un'ispirazione nordica, ben armonizzata da toni pastello freschi e luminosi
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Fotografa Cristina Fiorentini
Pubblicato il 07/09/2020 Aggiornato il 07/09/2020
zona pranzo della mansarda ristrutturata, tavolo rettangolare, sedie verdi, carta da parati decorata, finestra a cappuccina, basi della cucina, pavimento in parquet

La mansarda ristrutturata di 85 mq, in precedenza non abitabile, è stata adeguata alla normativa e ridivisa per venire incontro alle esigenze dei giovani proprietari che si preparano all’arrivo del primo figlio. Il progetto ha dovuto tenere conto di alcuni vincoli estetici e architettonici, dal momento che si tratta di un edificio storico dei primi del ‘900, a Monza, nella zona della Villa Reale. Così come si è dovuto tener conto della presenza di elementi strutturali ineliminabili che hanno condizionato la definizione del layout. Nonostante il soffitto sia inclinato in tutte le stanze, a causa della pendenza della falda, le altezze non scendono mai sotto i 140-150 cm lungo le pareti perimetrali e sono elevate nei punti di colmo: quindi gli ambienti giorno, la camera e i vani di servizio risultano ovunque confortevoli. La palette cromatica esclude categoricamente le tinte troppo vivaci, puntando su toni soft come l’azzurro, il verde, il malva e il rovere naturale che legano tra loro le diverse aree funzionali della casa. Dalla cucina al mobile passante del living, sono numerosi gli arredi realizzati su disegno da una falegnameria artigianale.

Foto

  • Il soggiorno sotto lo spiovente del tetto, illuminato da un abbaino, è un ambiente raccolto e definito
da una palette di colori verde-azzurro: la composizione modulare degli imbottiti, realizzata su disegno
del progettista dal tappezziere Spinelli & G., è completata da cuscini in nuance pastello di Silva
Tessuti. La zona tv è evidenziata dal rivestimento in carta da parati Tessella di Farrow & Ball.
  • Nel living il pianoforte è sistemato lungo la parete alle spalle della zona conversazione. In primo piano il tavolino rotondo è Mondrian di Poliform,
la poltroncina è vintage, rinnovata con tessuti
di Silva dal tappezziere Spinelli & G..
  • Nella zona cottura,
la composizione senza pensili
con frontali in laccato opaco
color petrolio e piano in laminato
è stata realizzata su disegno
da Falegnameria Molteni Gianpaolo. Il tavolo rettangolare in faggio e le sedie impilabili in polipropilene rinforzato (la tonalità di verde richiama il motivo della tappezzeria di Farrow & Ball) sono della serie Ypperlig di Ikea. La sedia imbottita a capotavola è stata rinnovata con un tessuto di Silva.
  • Il passaggio libero tra il muro perimetrale e il blocco centrale
è stato completato con una struttura double-face su misura formata da due ripiani di elevato spessore e da un mobile
contenitore basso accessibile dalla parte del soggiorno.
Uno scomparto è chiuso da due ante a battente, l'altro da una
a ribalta. La finitura rovere richiama quella del parquet a terra.
  • Tra la zona pranzo e il soggiorno, il mobile passante con base e ripiani è stato realizzato su disegno
dei progettisti dalla falegnameria Molteni Gianpaolo. A terra, il parquet in legno di rovere spazzolato verniciato effetto grezzo e posato a correre (di Galimberti Parquet), ha una finitura di colore simile a quella del tavolo in faggio di Ikea.
  • Nella zona notte il letto matrimoniale,
i comodini e la culla per il bambino sono stati sistemati nella zona più luminosa del sottotetto, lungo le pareti perimetrali nell'angolo tra i due abbaini; la pittura color verde acqua appena accennato contribuisce a "vestire" l'ambiente.
Sul lato cieco, verso il centro della mansarda, sono stati ritagliati i volumi
del bagno e della cabina armadio.
Nella camera matrimoniale, il letto a sommier in legno laccato bianco è stato realizzato da Falegnameria Molteni Gianpaolo;
i cuscini sono rivestiti con tessuti di Silva. A sinistra, il vaso porta fiori è di Zara Home. L'applique a parete, modello Toy Gypso di Negri
Illuminazione è tinteggiata nello stesso colore delle pareti con idropitture di Sikkens. La poltroncina vintage è stata rinnovata
con tessuti Silva. La culla da neonato in midollino con ruote è un pezzo di famiglia.
  • Nel bagno per la finitura murale color verde acqua è stato utilizzato lo smalto Rubbol di Sikkens; all'interno del box doccia il rivestimento è in gres porcellanato grigio serie Greys di Mosa, il bordo esterno del piatto
è rivestito con mosaico Full Body di Ce.Si. Il mobile con lavabo integrato in Fenix è stato realizzato su disegno da Pizzi Design, mentre lo specchio sagomato con cornice cromata "a unghia" e l'applique a cono, entrambi riproduzioni di modelli anni '50,
sono di G.B. Tansini. Il lucernario è di Velux.Tutto il sottotetto, come abbiamo visto, è illuminato dalle caratteristiche finestre a cappuccina che erano già presenti e sufficienti per garantire il rispetto dei rapporti aeroilluminanti prescritti dalla normativa. Soltanto nel bagno, in corrispondenza del box doccia, è stato aperto un nuovo lucernario
sulla falda, che in questo punto della casa ha un'inclinazione minima; il posizionamento
del nuovo serramento è stato progettato
in fase di rifacimento della copertura del tetto.
  • L'antibagno e il bagno degli ospiti, come tutto il resto della casa, sono stati controsoffittati con pannellature in cartongesso, così da non lasciare a vista la struttura portante del tetto in legno. Nell'ambiente di servizio in stile minimal, lo sfondo azzurro delle pareti e della falda inclinata mettono in particolare risalto i profili degli elementi in bianco; la finitura opaca minimizza le differenze materiche tra il mobile lavabo in solid surface, il radiatore in acciaio verniciato e lo zoccolino in legno laccato. Nel bagno le pareti sono tinteggiate con smalto Rubbol di Sikkens. Lo specchio tondo e la lampada in stile anni '50 sono di G.B. Tansini, il radiatore-scaldasalviette a piastra in acciaio inox verniciato bianco fissato a parete è di Antrax. Il mobile lavabo sospeso in laccato bianco con piano e lavabo incorporato in Fenix sono stati realizzati da Pizzi Design. 
  • Nella cabina armadio, il lato più basso sotto lo spiovente è attrezzato con uno stender.

Il progetto

L’intervento non ha riguardato soltanto la mansarda ristrutturata di 85 mq, ma l’intero edificio di tre piani. Poiché la copertura a falde – tutta in legno – era deteriorata, il fabbricato è stato scoperchiato e la struttura rifatta, nello stesso materiale e senza sopraelevazioni realizzando contestualmente uno strato di isolamento esterno per un’adeguata coibentazione. Nel recupero del sottotetto (il riferimento normativo è la L. regionale della Lombardia, 12/2005), la distribuzione interna è stata ripensata tenendo come punti fermi solo i muri portanti e i pilastri. Nella mansarda ristrutturata sono stati rinnovati anche tutti gli impianti: elettrico, idraulico e termico.

 

planimetria della mansarda ristrutturata di 85 mq

  • L’ingresso dal vano scala condominiale è chiuso su se stesso, concepito come un filtro che divide la zona giorno dal disimpegno e dalla camera. Il muro di fronte all’entrata è portante e non poteva essere eliminato; è stato quindi sfruttato per appoggiare un armadio su misura.
  • Nel soggiorno della mansarda ristrutturata tre pareti, ribassate dagli spioventi del tetto sono comunque sufficientemente alte per inserire i divani nel sottofinestra delle due cappuccine e il pianoforte sul lato cieco, appoggiato al muro di spina.
  • Nella camera matrimoniale e in tutta la casa, l’altezza delle pareti perimetrali sotto lo spiovente non scende mai sotto i 150 cm e sono quindi tutte pienamente sfruttabili.
  • Un disimpegno passante, attrezzato sul lato più profondo con armadi, introduce la camera matrimoniale, completa di bagno en suite e di cabina armadio e organizzata con uno spazio per il bambino in arrivo. La superficie totale della zona notte, delimitata dal muro di spina, è di circa 28 mq.
  • Il bagno degli ospiti è attrezzato anche con una zona lavanderia. Per disimpegnarlo dalla cucina, è preceduto da un antibagno dove sono installati solo il lavabo e il radiatore.
  • Nel setto murario centrale, spesso circa 50 cm, che divide la cucina-pranzo dal living sono alloggiate e nascoste le colonne degli impianti condominiali che salgono dai piani inferiori.
soggiorno della mansarda ristrutturata, divano angolare azzurro, finestra ad abbaino, pouf azzurro, carata da parati bianca e verde, tv, poltroncina vintage, tavolino rotondo, ripiani nel sottotetto

Il soggiorno sotto lo spiovente del tetto, illuminato da un abbaino, è un ambiente raccolto e definito da una palette di colori verde-azzurro: la composizione modulare degli imbottiti, realizzata su disegno del progettista dal tappezziere Spinelli & G., è completata da cuscini in nuance pastello di Silva Tessuti. La zona tv è evidenziata dal rivestimento in carta da parati Tessella di Farrow & Ball.

soggiorno, pareti inclinate, divano angolare azzurro, cuscini rosa, pianoforte, sedia imbottita, poltroncina, tappeto azzurro, pouf

Nel living il pianoforte è sistemato lungo la parete alle spalle della zona conversazione. In primo piano il tavolino rotondo è Mondrian di Poliform, la poltroncina è vintage, rinnovata con tessuti di Silva dal tappezziere Spinelli & G.

Valorizzare il sottotetto

Nella zona giorno, tra cucina-area conviviale e living, una divisione parziale sottolinea la fluidità degli ambienti e valorizza le caratteristiche architettoniche della mansarda ristrutturata, in particolare i soffitti di altezze digradanti e gli abbaini pentagonali. Il blocco murario centrale, che racchiude le colonne degli impianti condominiali, è evidenziato dal rivestimento in carta da parati: il motivo decorativo è un pattern verde su fondo bianco che richiama uno dei colori dominanti della casa.

zona pranzo della mansarda ristrutturata, tavolo rettangolare, sedie verdi, carta da parati decorata, finestra a cappuccina, basi della cucina, pavimento in parquet

Nella zona cottura, la composizione senza pensili con frontali in laccato opaco color petrolio e piano in laminato è stata realizzata su disegno da Falegnameria Molteni Gianpaolo. Il tavolo rettangolare in faggio e le sedie impilabili in polipropilene rinforzato (la tonalità di verde richiama il motivo della tappezzeria di Farrow & Ball) sono della serie Ypperlig di Ikea. La sedia imbottita a capotavola è stata rinnovata con un tessuto di Silva.

Abbaini sul modello originale nella mansarda ristrutturata

Gli ambienti della mansarda sono illuminati da questa tipologia di serramenti da tetto, detti anche “a cappuccina”. I loro volumi sono aggettanti rispetto alla linea dello spiovente del tetto e permettono quindi – a differenza dei lucernari che seguono l’inclinazione della falda – di montare gli infissi in posizione verticale. Gli abbaini spesso richiedono finestre di piccole dimensioni e di forme irregolari che devono essere realizzate su misura dal serramentista, con tempi di consegna anche lunghi. In quest’abitazione, all’interno di un edificio d’epoca, le cappuccine sono vincolate dalla Soprintendenza e quindi non hanno subito modifiche nella loro forma di pentagono irregolare con il timpano rivolto verso l’alto. Per ogni finestra, il vetro è unico e l’infisso si apre a bilico verticale, cioè con cerniere laterali centrali che consentono una rotazione a 360°, in modo da poter pulire comodamente il vetro su entrambe le facciate. Le parti interne sono state laccate in bianco per enfatizzare la luminosità delle stanze.

zona giorno, ripiani passanti, dettaglio, sottotetto a spiovente, divano

Il passaggio libero tra il muro perimetrale e il blocco centrale è stato completato con una struttura double-face su misura formata da due ripiani di elevato spessore e da un mobile contenitore basso accessibile dalla parte del soggiorno. Uno scomparto è chiuso da due ante a battente, l’altro da una a ribalta. La finitura rovere richiama quella del parquet a terra.

cucina della mansarda ristrutturata, tavolo, sedie, finestra ad abbaino, ripiani passanti in legno, pavimento in parquet

Tra la zona pranzo e il soggiorno, il mobile passante con base e ripiani è stato realizzato su disegno dei progettisti dalla falegnameria Molteni Gianpaolo. A terra, il parquet in legno di rovere spazzolato verniciato effetto grezzo e posato a correre (di Galimberti Parquet), ha una finitura di colore simile a quella del tavolo in faggio di Ikea.

camera matrimoniale, finestre ad abbaino, letto tessile, poltroncina, pouf e tavolino, culla in vimini su ruote, tappeto, comodini, lampade da tavolo, pareti verde acqua

Nella zona notte il letto matrimoniale, i comodini e la culla per il bambino sono stati sistemati nella zona più luminosa del sottotetto, lungo le pareti perimetrali nell’angolo tra i due abbaini; la pittura color verde acqua appena accennato contribuisce a “vestire” l’ambiente. Sul lato cieco, verso il centro della mansarda, sono stati ritagliati i volumi del bagno e della cabina armadio. Nella camera matrimoniale, il letto a sommier in legno laccato bianco è stato realizzato da Falegnameria Molteni Gianpaolo; i cuscini sono rivestiti con tessuti di Silva. A sinistra, il vaso porta fiori è di Zara Home. L’applique a parete, modello Toy Gypso di Negri Illuminazione è tinteggiata nello stesso colore delle pareti con idropitture di Sikkens. La poltroncina vintage è stata rinnovata con tessuti Silva. La culla da neonato in midollino con ruote è un pezzo di famiglia.Nella zona notte, l’unica camera è la matrimoniale, ma ha dimensioni così grandi che si presta a essere ridivisa all’interno in un secondo momento. I toni del verde e del grigio sottolineano la continuità con il bagno a uso esclusivo che propone note in stile anni ’50: dallo specchio all’applique a cono fissata sopra.

Il posto della culla

La metratura di oltre 20 mq della camera matrimoniale (esclusi bagno e cabina armadio) permette di ricavare all’interno anche spazi adeguati per il bambino in arrivo. Al momento, la culla da neonato è sistemata di fianco al letto, sotto una delle due cappuccine, e lascia un comodo passaggio largo oltre 60 cm. In un secondo momento però, quando il bambino sarà cresciuto e servirà un lettino, sul lato opposto della camera, verso il disimpegno, si potrà attrezzare con moduli contenitori l’ampia porzione lasciata libera.

culla Fall to Sleep di Giordani e Kumi di Charlie Crane

1. Ha base su ruote la culla in legno Fall to Sleep di Giordani con sponda amovibile e funzione co-sleeping per agganciarla al letto. Costa 169,90 euro.
2. Ha struttura in legno di faggio la culla Kumi di Charlie Crane con materassino. Misura L 50 x P 56 x H 44/80 cm e costa 369 euro.

bagno, box doccia nell'angolo, piatto rialzato, mobile lavabo sospeso, specchio sagomato, applique a megafono, parete verde acqua, lucernario, pavimento e rivestimenti in gres grigio

Nel bagno per la finitura murale color verde acqua è stato utilizzato lo smalto Rubbol di Sikkens; all’interno del box doccia il rivestimento è in gres porcellanato grigio serie Greys di Mosa, il bordo esterno del piatto è rivestito con mosaico Full Body di Ce.Si. Il mobile con lavabo integrato in Fenix è stato realizzato su disegno da Pizzi Design, mentre lo specchio sagomato con cornice cromata “a unghia” e l’applique a cono, entrambi riproduzioni di modelli anni ’50, sono di G.B. Tansini. Il lucernario è di Velux.

L’illuminazione naturale nel bagno del sottotetto

Tutta la mansarda ristrutturata, come abbiamo visto, è illuminata dalle caratteristiche finestre a cappuccina che erano già presenti e sufficienti per garantire il rispetto dei rapporti aeroilluminanti prescritti dalla normativa. Soltanto nel bagno, in corrispondenza del box doccia, è stato aperto un nuovo lucernario sulla falda, che in questo punto della casa ha un’inclinazione minima; il posizionamento del  serramento è stato progettato in fase di rifacimento della copertura del tetto.

bagno, parete azzurra, scaldasalviette bianco, mobile con lavabo integrato, specchio tondo, applique a megafono, zoccolino bianco, pavimento in parquet

L’antibagno e il bagno degli ospiti, come tutto il resto della casa, sono stati controsoffittati con pannellature in cartongesso, così da non lasciare a vista la struttura portante del tetto in legno. Nell’ambiente di servizio in stile minimal, lo sfondo azzurro delle pareti e della falda inclinata mettono in particolare risalto i profili degli elementi in bianco; la finitura opaca minimizza le differenze materiche tra il mobile lavabo in solid surface, il radiatore in acciaio verniciato e lo zoccolino in legno laccato. Nel bagno le pareti sono tinteggiate con smalto Rubbol di Sikkens. Lo specchio tondo e la lampada in stile anni ’50 sono di G.B. Tansini, il radiatore-scaldasalviette a piastra in acciaio inox verniciato bianco fissato a parete è di Antrax. Il mobile lavabo sospeso in laccato bianco con piano e lavabo incorporato in Fenix sono stati realizzati da Pizzi Design.

Impianto a pavimento+scaldasalviette

Il nuovo impianto di riscaldamento, centralizzato per tutta la villetta, funziona con un sistema geotermico alimentato da una pompa di calore ad alta efficienza e basso consumo; questa riscalda l’acqua che circola nelle serpentine dei pannelli radianti a pavimento. Allo stesso circuito ad acqua sono collegati i radiatori d’arredo in acciaio: installati solo nei bagni, vengono utilizzati anche come scaldasalviette.

radiatore Square coll. Elements di Tubes e radiatore Beams Mono di Vasco

1. Il radiatore a piastra Square coll. Elements di Tubes in alluminio ha uno spessore di soli 28 mm. È completo di appendino circolare. Nella misura L 46 x P 140 cm costa 1.799 + Iva.
2. Alto e stretto, il radiatore in alluminio finitura rame con portasciugamano Beams Mono di Vasco misura L 15 x H 180 cm e costa 650 euro.

cabina armadio nel sottotetto, cassettiera bianca, stender con abiti, pareti verde acqua, pavimento in parquet

Nella cabina armadio, il lato più basso sotto lo spiovente è attrezzato con uno stender.

Progetto: arch. Elisabetta Pincherle, Milano, Tel. 02/34537075 – www.pincherlestudio.com
Direzione lavori: Eidos Architettura, Tregasio (Mb) – www.eidosarchitettura.com – Foto: Cristina Fiorentini

Tratto da Cose di Casa numero di aprile 2020

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3.5 / 5, basato su 10 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!