Bianco, grigio, nero per la casa di gusto contemporaneo

Silvia Scognamiglio Pubblicato il Aggiornato il 04/09/2018

L’abitazione è stata ampliata ricavando un secondo livello. Negli ambienti con finiture in chiaroscuro gli elementi architettonici assumono particolare rilevanza.

Meno divisioni interne per avere spazi più aperti, e pareti di taglio obliquo che ridefiniscono i volumi: sono alcuni dei tratti caratterizzanti del progetto di ristrutturazione della casa unifamiliare. Al piano terra la zona giorno è ora un grande open space con funzioni solo parzialmente divise; è stata invece prevista una cucina indipendente. Il livello superiore, nel sottotetto recuperato, ospita la zona notte. Giocati essenzialmente sul contrasto di tre colori – bianco, nero e grigio – gli interni sono di gusto contemporaneo. Con qualche citazione d’epoca gradevolmente inserita nel contesto d’insieme.

TERRA

PRIMO

Clicca sulle immagini per vederle full screen:

galliena-taglidiluce-soggiorno

Per il soggiorno sono state scelte in prevalenza finiture scure: dal pavimento in lastre di gres porcellanato grigio opaco alla parete dietro il divano, rivestita in pietra ricostruita, che riproduce l’aspetto di quella naturale. Nero è anche il mobile basso su cui poggia la tv. Tutti i soffitti della casa sono invece tinteggiati di bianco. Divano: Rigo Salotti. Rivestimento in pietra: Incana

galliena-taglidiluce-divano

Il camino passante: La struttura divisoria obliqua è formata da due pareti distanziate tra loro di circa 70 cm, raccordate lateralmente da un tamponamento in cartongesso. Tra le due murature la profondità è sufficiente per installare un focolare bifacciale incassato, fruibile sia dalla zona pranzo sia dal soggiorno; il vano nasconde anche il condotto della canna fumaria che risulta così completamente invisibile.

Tra soggiorno e zona pranzo la struttura divisoria si caratterizza per il taglio laterale obliquo: una soluzione di forte impatto estetico nel passaggio tra i due ambienti, che interpreta in chiave moderna l’idea dell’arco.

4 idee per definire un ambiente

PARETI BICOLORI L’alternanza del bianco e del grigio tortora nella tinteggiatura delle superfici verticali modifica la percezione visiva dell’ambiente facendolo apparire più profondo.
ARMADIO D’EPOCA Il mobile primo ’900 con due ante e cassetto nella parte inferiore viene utilizzato come credenza: un gradevole accostamento con gli elementi contemporanei. Di realizzazione artigianale, è stato restaurato e lucidato a cera.
TAVOLO ULTRALIGHT In finitura bianco assoluto, ha il piano in vetro opalino rialzato rispetto alla base, così da accentuare la leggerezza del design. Lo completano sedie rivestite in cuoio, caratterizzate da sedute e schienale di spessore sottile.
LUCI SOSPESE NEW CLASSIC Il lampadario in vetro soffiato che illumina il piano rivisita in chiave contemporanea i modelli tradizionali. Se le linee sono una citazione del passato, il colore nero e i dettagli tecnici – è regolabile in altezza – ne sottolineano la modernità.

IMG_0098

Nel living il tavolo con struttura e piano in vetro opalino bianco, che poggia sul tappeto nella stessa finitura, evidenziano “l’isola” della zona pranzo. Nella struttura muraria che contiene il camino, la rientranza laterale è completata da un utile piano d’appoggio; due faretti incassati a pavimento fanno luce, da un lato e dall’altro, intorno al focolare. Tavolo: Brooklyn di Tonin Casa Sedie: Slim di Kristalia Vaso: Gaetano Pesce. Lampadario: Pantalica di Artemide 

galliena-taglidiluce-corridoio

Boiserie in corridoio

La zona di passaggio che disimpegna lo studio e gli ambienti di servizio è definita da un ribassamento in cartongesso nel quale è incassata una sequenza di faretti.
• Su uno dei due lati lunghi del corridoio, un rivestimento a tutt’altezza in rovere moro laccato opaco integra le porte che danno accesso alle stanze: arrivando a filo, le ante formano con la boiserie una superficie continua che le mimetizza. A fasce orizzontali La boiserie è formata da pannelli legnosi con spessore di 2 cm circa, impiallacciati in superficie con un sottile strato di essenza nobile.
• Lunghi 100 cm e alti 35 cm, gli elementi sono posati sulla parete in senso orizzontale con una soluzione che allarga visivamente il corridoio di forma lunga e stretta.
• Il fissaggio dei pannelli al supporto avviene grazie a cremagliere a muro dotate di speciali sistemi di aggancio a scomparsa, del tutto invisibili.
• Per ottenere una perfetta complanarità del rivestimento, si tengono a filo la boiserie a parete e il frontale della porta (che ha lo stesso rivestimento); il dislivello tra lo spessore del serramento (4-5 cm) e quello del muro (10 cm) rimane così nella parte retrostante, non visibile dal corridoio.

galliena-taglidiluce-cucine

Nella cucina indipendente, la zona operativa si articola in più blocchi che sfruttano anche le rientranze a parete. I singoli elementi sono evidenziati dal contrasto bianco/nero delle finiture. La realizzazione di una spalla in muratura ha permesso di ottenere una rientranza profonda circa 60 cm per inserire cinque moduli a colonna con vari contenitori, forno a incasso e frigorifero. In finitura laccato lucido, questi elementi formano una superficie uniforme che completa la parete. In cucina, al centro dell’ambiente, l’isola in laccato bianco lucido ospita il lavello e il piano cottura, disposti affiancati. Dall’altra parte il bancone è utilizzato come piano snack, con quattro posti tavola in linea. Una serie di lampade a soffitto a illuminazione puntuale, installate ai due lati della cappa, indirizzano la luce verso il basso. Mobili cucina: Day di Atra Cucine. Elettrodomestici a incasso: Aeg

galliena-taglidiluce-camera

Al piano superiore la struttura del tetto a falde, lasciata a vista, diventa protagonista degli spazi. Le travi tinteggiate di bianco e le pareti sui toni del grigio riprendono il contrasto soft presente in tutta la casa. camera matrimoniale è illuminata da due finestre, una delle quali segue l’inclinazione del tetto a spiovente. Arredata con un letto rivestito in pelle, ha il pavimento in rovere sbiancato. Letto: Rigo Salotti. Lampada da tavolo: Egle di Artemide 

 

Il decoratore

Per le pareti è stato scelto un rivestimento che unisce all’effetto ornamentale un’adeguata traspirazione delle superficiper proteggerle da acqua e umidità. Il marmorino si ottiene con una tecnica decorativa che imita l’aspetto del marmo, ricreandone le striature e la finitura lucida, liscia al tatto e brillante. Il materiale utilizzato è a base di grassello di calce stagionato e finemente filtrato. La stesura viene effettuata manualmente con la spatola; dopo aver rasato il supporto e dato un fondo aggrappante, la posa viene effettuata in più strati. Nell’ultimo passaggio si applica sulla superficie una cera protettiva.

 

galliena-taglidiluce-bagno

Il bagno, illuminato dall’alto da un lucernario, è diviso in due zone evidenziate dallo stacco tra i due diversi rivestimenti a terra, in rovere sbiancato e in gres porcellanato grigio. La vasca è un modello idromassaggio di forma stondata che sfrutta l’angolo; sulla parete è stata ricavata una nicchia attrezzata con ripiani per riporre oggetti e flaconi. Lavabo e mobile bagno: Edoné. Rubinetteria: Zucchetti Rubinetterie

Il progetto

Pianta del piano terra

Al piano terra dell’abitazione unifamiliare, circa 105 mq, l’ingresso è integrato nella zona giorno. Quest’ultima è concepita come un open space esposto su due lati, con una struttura divisoria centrale che separa solo in modo parziale il soggiorno dalla zona pranzo. La cucina occupa invece un ambiente a sé stante completato da una veranda e da un piccolo locale lavanderia. Al centro della pianta, vicino alla scala che porta al livello superiore un corridoio distribuisce lo studio e una stanza guardaroba che disimpegna il bagno.

TERRA

1 Ingresso – 2 Zona pranzo – 3 Soggiorno – 4 Scala – 5 Cucina – 6 Veranda – 7 Lavanderia – 8 Corridoio 9 Guardaroba – 10 Bagno – 11 Balcone

galliena-taglidiluce-vetrata

Tra dentro e fuori: All’ambiente che ospita la cucina è annessa una veranda a doppia altezza, accessibile tramite vetrata scorrevole. Questo spazio, illuminato da un’apertura a nastro a tutta parete e pavimentato in teak, ospita una mini zona pranzo.

galliena-taglidiluce-scala

In metallo e vetro: La scala a giorno che collega i due livelli dell’abitazione è costituita da una struttura in metallo verniciato bianco, ulteriormente alleggerita dal parapetto in vetro temperato. Il primo gradino è sostituito da una pedana alta 20 cm, utilizzata per esporre una moto d’epoca.

galliena-taglidiluce-studio

Studio + biblioteca: In una stanza indipendente, adiacente la zona giorno, un’intera parete è arredata con una libreria a tutta altezza, costituita da una composizione di riquadri disposti in modo regolare. Al centro, di fronte alla scrivania, c’è posto per una poltrona relax rivestita in pelle, illuminata da una lampada da terra a braccio orientabile.

Pianta del primo piano con la zona notte

Il livello superiore (80 mq) è stato realizzato in fase di ristrutturazione recuperando gli spazi in precedenza non abitabili del sottotetto. Nelle zone in cui il soffitto si abbassa – sotto la falda inclinata, in corrispondenza del bagno e del guardaroba – per ottenere le altezze necessarie sono stati realizzati cambi di quota a pavimento, evidenziati da gradini; ciò è stato possibile abbassando nei punti corrispondenti il plafone del piano inferiore. All’arrivo della scala, un disimpegno distribuisce gli ambienti: la camera matrimoniale con bagno e cabina armadio, le altre due stanze singole e un secondo ambiente di servizio completo di box doccia in muratura aggettante rispetto al volume della stanza.

PRIMO

1 Scala – 2 Disimpegno – 3 Camera matrimoniale – 4 Balcone – 5 Bagno – 6 Cabina armadio – 7 Camera – 8 Studio/Salotto relax

galliena-taglidiluce-affaccio

Affaccio interno: Sul living, lasciato parzialmente a doppia altezza, affaccia la balconata del piano superiore protetta da una balaustra in vetro temperato. Alle spalle di quest’ultima, la zona di passaggio è chiusa dalla libreria a giorno, una composizione modulare in laccato bianco opaco.

galliena-taglidiluce-cabina

Spiovente ben sfruttato: La cabina armadio è stata realizzata in una delle zone sottotetto dove il soffitto è più basso. L’attrezzatura interna, realizzata su disegno, è costituita da moduli a ripiani di diverse altezze che seguono l’andamento della falda inclinata.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Progetto: interior designer Marco Preti, mpreti1@libero.it

Foto: Cristina Galliena