Classica e personalizzata: in 83 mq, restyling tra passato e presente

Un restyling conservativo con l'obiettivo di mantenere l'impostazione classica, ridisegnando gli spazi principali con arredi su misura e nuove finiture

Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio
Pubblicato il 23/05/2022 Aggiornato il 23/05/2022
zona giorno della casa classica, finestre con scuri, due passaggi ad arco, libreria a giorno in metallo, divano in tessuto bianco, cuscini tinta unita, tavolini rotondi, tavolo, sedie in legno, radiatori, vasi, pavimento in parquet, lampada a sospensione

83 mq L’edificio ottocentesco in cui si trova quest’appartamento all’ultimo piano, aggiunto in seguito a una sopraelevazione negli anni ’40 del secolo scorso, è ad Arezzo. Gli interni, ristrutturati a più riprese, sono stati rinnovati grazie a un progetto di restyling con modifiche nel layout solo in piccola parte, su espresso desiderio della giovane coppia di committenti; unica eccezione l’inserimento di un nuovo bagno in camera. Le soluzioni d’arredo su misura, con impiego di ferro e legno in diverse varianti, hanno mantenuto un filo conduttore tra gli ambienti; una particolare palette in rosa e azzurro vintage ha definito poi la zona notte. Dagli infissi al parquet, dove possibile, si è conservato il meglio dei precedenti interventi: scelta premiata dal risultato finale, rispettoso ma ora decisamente più caratterizzato e personale.

Foto 87 mq

  • Nell'open space del living, sono la posizione degli elementi d'arredo e il senso di posa delle doghe del parquet (in rovere spazzolato) a definire le diverse aree funzionali. La zona conversazione gode della doppia esposizione. Nella zona pranzo il tavolo rettangolare con piano in alluminio è il modello Flat di Rimadesio con sedie Soborg Chair di Fredericia; la sospensione è Aplomb Large di Foscarini. Sono di Bosa il vaso rosa e quello in cristallo trasparente.
  • Nella zona conversazione del living, il divano di design con chaise-longue, rivestito in tessuto grigio chiaro sartoriale, è il modello Beam Sofa System di Cassina; i coffee table rotondi sono su disegno dei progettisti. I cuscini sono di L'Opificio e di Romo, il tappeto grigio coordinato con la finitura dell'imbottito è di GT Design.
  • Nel living la libreria-parete attrezzata sospesa in ferro e legno è stata realizzata su disegno dei progettisti da La Falegnameria, così come i tavolini rotondi. La lampada da terra sotto la finestra è il modello Balloons di Brokis. Tappeto di GT Design.
  • Tra l'ingresso e il soggiorno, i due vani di passaggio che si aprono nel muro di spina, in origine di forma squadrata, sono stati rimodellati in modo da ricostruire due archi. In entrambi, la profondità è sottolineata da rivestimento in ferro calamina scuro trattato con vernice trasparente opaca; è lo stesso materiale della soglia che contrasta con il pavimento in doghe di rovere.
  • scala-libreria
  • cucina
  • Nello studio, l'armadio divisorio a tutt'altezza con frontali in BauBush di Pollmeier è stato realizzato su disegno da La Falegnameria, così come la scrivania con piano in cristallo fumé. La sedia è il modello Olga di Quinti. Su misura le mensole in metallo.
  • Il letto tessile ha struttura in legno, imbottitura in gomma piuma e rivestimento in lino; è stato realizzato su disegno. La biancheria è di Gabel, i cuscini di L'Opificio. Il comodino è della serie I Componibili di Kartell; la sospensione sferica trasparente sopra è il modello Alchimia Sfera di Il Fanale. La rasatura a calce delle pareti è eseguita con prodotti di Vimark, le pitture sono di Sigma.
  • Nel bagno della camera la fascia perimetrale delle pareti, fino a 110 cm di altezza circa, è trattata con smalto opaco all'acqua di Sigma. Il lavabo con bacino integrato è stato realizzato su disegno da Resin Plast; la rubinetteria è Isy di Zucchetti in finitura nera. I sanitari sono il modello Acanto di Pozzi-Ginori. Il pavimento e la parete della doccia sono rivestiti con piastrelle in gres effetto seminato alla veneziana serie Ceppo di Gré di Marazzi. Gli asciugamani a nido d'ape sono della coll. Millenido di Gabel. Lo scaldasalviette è il modello Flauto di Irsap.
  • Nel bagno il lavabo in ceramica color antracite, appoggiato sul mobile realizzato su disegno, è il modello Shui di Ceramica Cielo; il miscelatore a parete in finitura cromo spazzolato è Isy di Zucchetti. Gli asciugamani a nido d'ape sono della coll. Millenido di Gabel.

Il progetto

L’abitazione classica di circa 83 mq – organizzata come quadrilocale – ha una pianta regolare con ambienti che si snodano intorno al volume della scala condominiale. La metratura è equamente ripartita tra zona giorno e parte notte con uno studio centrale in corrispondenza dell’ingresso. Oltre alla realizzazione del nuovo blocco con la scala che porta al sottotetto e al rifacimento dei passaggi ad arco tra disimpegno d’entrata e living, un’opera importante è stata la realizzazione del secondo bagno: cieco con sistema di ventilazione meccanica e a uso esclusivo della stanza matrimoniale, confina con l’ambiente di servizio preesistente, cosicché è stata possibile la condivisione degli impianti.

planimetria della casa classica di 83 mq

1 Ingresso 2 Scala per il sottotetto 3 Studio 4 Camera matrimoniale 5 Bagno 6 Disimpegno 7 Passaggi ad arco 8 Soggiorno 9 Zona pranzo 10 Angolo cottura 11 Balcone

  • La zona giorno e la parte notte della casa classica sono separate dal volume centrale dell’ingresso, in corrispondenza della scala condominiale, della rampa che porta al terrazzo e dello studio. Le due camere e il bagno sono distribuiti da un piccolo disimpegno che svolge anche la funzione di antibagno.
  • L’angolo cottura si sviluppa su tre lati con una composizione a ferro di cavallo, lungo le pareti. Il volume è identificato anche dal ribassamento a soffitto.
  • Una delle due camere matrimoniali è completata dal bagno a uso esclusivo, un piccolo locale a pianta rettangolare ritagliato nell’angolo della stanza. Chiuso da una porta scorrevole, è attrezzato su tre lati.
  • La zona conversazione del living è la parte della casa che gode della doppia esposizione sui lati perimetrali ortogonali. Caratteristica assecondata anche dalla scelta di un divano con sviluppo ad angolo.
  • L’open space della zona giorno, simmetrico rispetto alla zona notte sul lato opposto dell’abitazione, è suddiviso in tre funzioni: cucina e living alle estremità, area conviviale al centro.
  • Due passaggi ad arco aperti, ritoccati ad hoc dai progettisti, collegano il soggiorno open space dell’abitazione classica con il disimpegno dell’ingresso.
zona giorno della casa classica, finestre con scuri, due passaggi ad arco, libreria a giorno in metallo, divano in tessuto bianco, cuscini tinta unita, tavolini rotondi, tavolo, sedie in legno, radiatori, vasi, pavimento in parquet, lampada a sospensione

Nell’open space del living, sono la posizione degli elementi d’arredo e il senso di posa delle doghe del parquet (in rovere spazzolato) a definire le diverse aree funzionali. La zona conversazione gode della doppia esposizione. Nella zona pranzo il tavolo rettangolare con piano in alluminio è il modello Flat di Rimadesio con sedie Soborg Chair di Fredericia; la sospensione è Aplomb Large di Foscarini. Sono di Bosa il vaso rosa e quello in cristallo trasparente.

Collegamento tra ingresso e soggiorno

Nel progetto di restyling, le modifiche al layout sono state poche e si sono concentrate soprattutto sulla relazione tra ingresso e soggiorno. Il primo, fortemente identificato dalle tonalità scure delle pareti in contrasto con le sfumature calde del legno, riceve ora più luce naturale dalle finestre del living: i passaggi ad arco aperti hanno preso il posto delle tradizionali porte preesistenti. Nella zona giorno le soluzioni d’arredo su disegno sono semplici nelle linee, con un segno ben definito e ricorrente in tutta la casa.

ingresso della casa classica, pavimento in parquet, due passaggi ad arco, scala, volume in legno e metallo, ribassamento, faretti, soglie in metallo

Tra l’ingresso e il soggiorno, i due vani di passaggio che si aprono nel muro di spina, in origine di forma squadrata, sono stati rimodellati in modo da ricostruire due archi. In entrambi, la profondità è sottolineata da rivestimento in ferro calamina scuro trattato con vernice trasparente opaca; è lo stesso materiale della soglia che contrasta con il pavimento in doghe di rovere.

soggiorno della casa classica, libreria sospesa in metallo, zona tv integrata, pavimento in parquet, tappeto, tavolini rotondi, vaso da terra, finestra

Nel living la libreria-parete attrezzata sospesa in ferro e legno è stata realizzata su disegno dei progettisti da La Falegnameria, così come i tavolini rotondi. La lampada da terra sotto la finestra è il modello Balloons di Brokis. Tappeto di GT Design.

La libreria sospesa

La parete di fronte alla zona conversazione della casa classica è attrezzata con una struttura su disegno in ferro calamina (stessa tipologia impiegata per la scala e per altri elementi) e legno. Rialzata da terra di circa 20 cm, ha un impatto visivamente leggero nell’ambiente: è senza schienale, suddivisa a riquadri regolari e composta da tre moduli, assemblati e fissati al muro portante; ha i ripiani in lamiera e i montanti in ferro pieno a sezione rettangolare. In alto e in basso il mobile è delimitato da lastre orizzontali metalliche di spessore ridotto. Nella profondità del vano centrale è stata inserita una sorta di “scatola” cablata in rovere che contiene il televisore e altri apparecchi audio-video con relativi collegamenti elettrici; larghezza e altezza del volume sono stati progettati di ampiezza abbondante per poter inserire in un secondo momento anche uno schermo tv più grande.

prospetto, sezione laterale e vista dall'alto della libreria con il vano tv

Ciascuno degli interventi che si sono susseguiti dai primi del ’900 ha lasciato nell’abitazione classica qualcosa che valeva la pena di conservare. Nel living, per esempio, con opportuni ritocchi estetici e modifiche per assicurare un comfort termico ottimale degli interni, sono stati mantenuti i serramenti in legno laccato bianco, completi di scuri modanati nello stesso materiale e finitura. Anche il parquet risale ad alcuni anni fa.

living, divano compatto rivestito in tessuto grigio, tappeto grigio, tavolini rotondi, passaggi ad arco, tavolo da pranzo rettangolare, finestre con scuri, zona cottura

Nella zona conversazione del living, il divano di design con chaise-longue, rivestito in tessuto grigio chiaro sartoriale, è il modello Beam Sofa System di Cassina; i coffee table rotondi sono su disegno dei progettisti. I cuscini sono di L’Opificio e di Romo, il tappeto grigio coordinato con la finitura dell’imbottito è di GT Design.

Nell’open space la composizione della cucina occupa una posizione d’angolo a una delle estremità; sul terzo lato, una penisola “leggera” separa idealmente quest’area dal soggiorno. ll piano integra la piastra di cottura con fuochi a gas in linea e ha come base d’appoggio la cantinetta per i vini. In corrispondenza della zona operativa, a pavimento, il parquet è interrotto da un inserto decorativo in piastrelle di gres decorate, una diversa dall’altra.

angolo cottura, soffitto a doghe, composizione su tre lati, cantinetta, composizione in laccato grigio, pavimento in parquet, inserto in piastrelle decorate, pareti azzurre, forno a colonna, pensili in metallo

La composizione con basi e colonne in laccato grigio polvere è di Bulthaup; il piano cottura a gas in linea è di Foster, la cantinetta per i vini alla base della penisola è di Sub Zero, il forno a colonna di Wolf. Le pitture murali sono di Sigma. La luce indiretta è ottenuta con apparecchi led della Linea Metro di Fabbian. L’inserto ceramico a pavimento è realizzato con piastrelle della serie Azulej di Mutina, design Patricia Urquiola.

Controsoffitto in cartongesso a doghe

La zona della cucina occupa un angolo dell’open space ed è aperta e a vista sul resto dell’ambiente e diverse soluzioni – estetiche e architettoniche – contribuiscono a individuarla. Oltre all’elemento sospeso a penisola che funge da divisorio e al colore grigio scuro della pareti in contrasto con il bianco, è poi soprattutto il sistema di ribassamento a soffitto a definire il volume che risulta così semi indipendente. La struttura è costituita da una cornice perimetrale in cartongesso che arriva all’altezza dell’imbotte delle finestre e, al centro, da un sistema di sottili travi in legno fissate di taglio al plafone, a distanza regolare di circa 25 cm una dall’altra. Le doghe sono in wengé, un’essenza scura, dura e resistente che risalta sullo sfondo grigio; sono nella stessa finitura i frontali della fila superiore dei pensili che, su un solo lato, fanno parte della composizione della cucina. La soluzione del controsoffitto a doghe non ha soltanto un impatto estetico, ma anche un risvolto funzionale nel progetto illuminotecnico. I corpi illuminanti, faretti orientabili montati su binari e barre a led, sono mimetizzati tra un elemento e l’altro; nello spessore delle doghe sono scavate le tracce per il passaggio dei cavi elettrici.

Blocco funzionale tra due ambienti

Una delle soluzioni su disegno più significative è il volume multifunzionale passante tra ingresso e studio. Interamente realizzato in legno e lamiera di ferro ossidato color antracite, integra la scala che porta al sottotetto, una libreria a giorno e capienti spazi per contenere a uso dei due ambienti adiacenti. L’alternanza del metallo scurito e del legno, che caratterizza questa struttura, sintetizza uno dei segni progettuali distintivi di tutta l’abitazione classica.

ingresso, scala in legno e metallo, pavimento in parquet, libreria a giorno in metallo, passaggio verso il soggiorno, parete azzurra

Scala, scarpiera e armadio, tutto insieme

Appoggiandosi a quella che era la struttura portante metallica della scala già esistente che saliva al sottotetto, è stato costruito intorno un involucro in legno profondo in totale circa 180 cm. Oltre a integrare la nuova rampa a elle posizionata nell’angolo dell’ingresso e sul retro l’armadiatura e la porta dello studio, funge anche da parete divisoria. Nel volume del sottoscala, profondo oltre 80 cm, sono stati ricavati scomparti ripostiglio e scarpiera, con ante a battente e un cassettone estraibile; il secondo tratto della scala è appoggiato su una libreria a giorno profonda circa 30 cm, in lamiera piegata di spessore 5 mm, in ferro calamina come i gradini. Questo tipo di lavorazione comporta la formazione di uno strato di ossido che, sulla superficie del metallo, ne determina la colorazione scura, quasi nera. Ora la scala viene utilizzata poco perché la mansarda non è abitabile, ma adibita solo a deposito; nel caso si voglia procedere in futuro al recupero del sottotetto, potrà essere resa più confortevole montando sul lato aperto un parapetto di protezione. La parete in multistrato BauBusch che fa da sfondo alla scala è anche il retro dell’armadiatura modulare a tutt’altezza, profonda circa 60 cm, accessibile dallo studio adiacente.

prospetto, sezioni e pianta del blocco multifunzione con la scala

La parete-armadio nello studio

I frontali dell’armadio, così come i pannelli che chiudono gli scomparti del sottoscala sul retro, sono realizzati con pannelli BauBuche. Si tratta di un lamellare ottenuto a partire dal legno di faggio: con un procedimento tecnologico e a basso costo, il materiale viene tagliato in sottili fogli spessi 3 mm che vengono poi incollati tra loro, con fibre parallele o incrociate: con questo sistema si producono anche travi e tavole.

studio della casa classica, parete con armadiatura integrata, passaggio verso l'ingresso, libreria a giorno, scrivania con piano in vetro fumé, seduta rosa di design, lampada a soffitto

Nello studio, l’armadio divisorio a tutt’altezza con frontali in BauBush di Pollmeier è stato realizzato su disegno da La Falegnameria, così come la scrivania con piano in cristallo fumé. La sedia è il modello Olga di Quinti. Su misura le mensole in metallo.

Azzurro e rosa nella camera matrimoniale

Una palette di colori vintage definisce gli spazi della camera matrimoniale e del bagno, a uso esclusivo e di dimensioni minime, ricavato ex novo nella recente ristrutturazione. Le pareti sono trattate con idropittura verde-azzurra opaca e la porta scorrevole è in legno laccato rosa, colori ripresi in nuance leggermente differenti anche nei dettagli e nei rivestimenti tessili, con un effetto di compensazione visiva. Il contrasto dei colori è attenuato da inserti in grigio e dal pavimento in parquet. Di fronte al letto, le ante dell’armadio sono rivestite in un tessuto sartoriale che richiama quello del divano nel living. Nell’ambiente di servizio a uso esclusivo, invece, a pavimento e all’interno del box doccia in muratura, le piastrelle in gres sono declinate in una finitura grigia che imita un seminato alla veneziana in graniglia tono su tono.

camera matrimoniale, armadio con ante rivestite in tessuto grigio, pareti azzurre, porte scorrevoli rosa, bagno a uso esclusivo, copriletto rosa, cuscini tinta unita, sospensione sferica trasparente

Il letto tessile ha struttura in legno, imbottitura in gomma piuma e rivestimento in lino; è stato realizzato su disegno. La biancheria è di Gabel, i cuscini di L’Opificio. Il comodino è della serie I Componibili di Kartell; la sospensione sferica trasparente sopra è il modello Alchimia Sfera di Il Fanale. La rasatura a calce delle pareti è eseguita con prodotti di Vimark, le pitture sono di Sigma.

Dietro il lavabo, la parete specchiata a tutt’altezza che riflette il box doccia in muratura sul lato opposto raddoppia visivamente la lunghezza del locale.
Il blocco con bacino integrato è in solid surface bianco opaco Stone Light.

bagno della camera matrimoniale, parete specchiata, mobile bianco sospeso, lavabo integrato, pavimento grigio effetto seminato, bidet, scaldasalviette, boiserie azzurra dipinta, apertura verso la camera

Nel bagno della camera la fascia perimetrale delle pareti, fino a 110 cm di altezza circa, è trattata con smalto opaco all’acqua di Sigma. Il lavabo con bacino integrato è stato realizzato su disegno da Resin Plast; la rubinetteria è Isy di Zucchetti in finitura nera. I sanitari sono il modello Acanto di Pozzi-Ginori. Il pavimento e la parete della doccia sono rivestiti con piastrelle in gres effetto seminato alla veneziana serie Ceppo di Gré di Marazzi. Gli asciugamani a nido d’ape sono della coll. Millenido di Gabel. Lo scaldasalviette è il modello Flauto di Irsap.

bagno, box doccia, pareti e lavabo color antracite, mobile sospeso in rovere, specchio rotondo, lampada a sospensione fumé, asciugamani bianchi, vaso, miscelatore a parete, pavimento in gres grigio

Nel bagno il lavabo in ceramica color antracite, appoggiato sul mobile realizzato su disegno, è il modello Shui di Ceramica Cielo; il miscelatore a parete in finitura cromo spazzolato è Isy di Zucchetti. Gli asciugamani a nido d’ape sono della coll. Millenido di Gabel.

Indirizzi fornitori

• Bosa, www.bosatrade.com, Tel. 0423/561483 • Brokis, www.brokis.cz • Bulthaup, bulthaup.com, Tel. 02/36551819 • Cassina, www.cassina.com, Tel. 0362/3721• Ceramica Cielo, www.ceramicacielo.it, Tel. 0761/56701 • Fabbian, www.fabbian.com/it, Tel. 0423/4848 • Foscarini, www.foscarini.com, Tel. 041/5953811 • Foster, www.fosterspa.com, Tel. 0522/687425 • Fredericia, www.fredericia.com • Gabel, www.gabelgroup.it, Tel. 0331/1535914 • GT Design, www.gtdesign.it, Tel. 059/905444 • Il Fanale, www.ilfanale.com, Tel. 0422/895200 • Irsap, www.irsap.com, Tel. 0425/466611 • Kartell, www.kartell.com, Tel. 02/900121• La Falegnameria, www.la-falegnameria.it, Tel. 339/6701849 • L’Opificio, shop.lopificio.com, Tel. 011/19834492 • Marazzi Group, www.marazzi.it, Tel. 02/84202606 • Mutina, www.mutina.it, Tel. 0536/812800 • Pollmeier, www.pollmeier.com • Pozzi-Ginori – Gruppo Geberit, www.geberit.it • Quinti, www.quinti.com, Tel. 0575/66970 • Resin Plast, www.resinplast.it, Tel. 0544/460258 • Rimadesio, www.rimadesio.it, Tel. 800/901439 • Romo, www.romo.com • Sigma, www.sigmacoatings.it, Tel. 0163/806611 • SubZero distr. da Frigo 2000, www.frigo2000.it/it, Tel. 02/6604 7147 • Vimark, www.vimark.com, Tel. 0171/383800 • Wolf, italia.wolf.eu, distr. da Frigo 2000, Tel. 02/6604 7147 • ZucchettiKos, www.zucchettikos.it, Tel. 0322/954700

Progetto: studio di architettura Massimo Zanelli, Torrita di Siena (Si), Tel. 0577/684251- info@massimozanelli.it – Foto: Studio Daid0

 

 

Tratto da Cose di Casa numero di novembre 2021

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3.21 / 5, basato su 14 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!