Suddivisioni ottimizzate per la casa di meno di 100 mq

Nell’appartamento, contemporaneo e accessoriato, una metratura media è sufficiente per ricavare una zona giorno a più funzioni, tre camere e pratici vani di servizio. E un blocco in muratura di nuova realizzazione organizza gli spazi tra ingresso e zona notte.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 06/10/2014 Aggiornato il 06/10/2014

Acquistare una casa in costruzione, o comunque non ancora ultimata, offre il vantaggio di poter apportare più facilmente modifiche in corso d’opera, variando la distribuzione e la posizione degli ambienti. È quanto è avvenuto nel progetto di questa abitazione, dove pochi interventi mirati hanno permesso non solo di ricavare più ambienti e vani di servizio in una metratura complessivamente piuttosto contenuta (circa 98 mq), ma anche di rendere i collegamenti interni e i passaggi più fluidi. Le modifiche progettuali più consistenti sono state apportate nella zona giorno, risolta nelle diverse aree funzionali che la compongono grazie a un gioco di volumi “a incastro”. L’ispirazione dell’appartamento è contemporanea, all’insegna della praticità e della fruibilità immediata degli interni: tutto a misura di una famiglia di quattro persone. In questo schema razionale, anche l’utilizzo di un colore alternativo come il viola per alcuni elementi si inserisce nel progetto complessivo, costruito su alternanze ben studiate di finiture neutre e decise.

Clicca sulle immagini per vederle fullscreen

casa-segalina-fiorentini-zona-pranzo

  • L’ingresso si apre direttamente sulla zona giorno dove si incontra prima il tavolo da pranzo, quindi l’area del soggiorno e infine la cucina. Nelle linee essenziali e pulite che caratterizzano gli interni, l’uso di un viola melanzana per le finiture della parete e anche della fioriera costituiscono un vero e proprio elemento di rottura. Divano su misura: Biesse Divani

assonometria-casa-segalina

Parete libreria: La zona conversazione, che occupa lo spazio centrale del living, è stata arredata con una parete attrezzata fruibile anche sul retro, dal disimpegno della zona notte. Dalla parte del soggiorno il mobile contiene la zona tv e ripiani per libri e cd.
Bagno: Bagno, guardaroba per riporre i cappotti e cabina armadio sul retro; tutti e tre i vani sono integrati in un blocco multifunzione in muratura che ingloba anche una colonna tecnica preesistente.
Parete cucina: A vista e comunicante con il soggiorno, la cucina risulta però uno spazio bene individuato. Ciò è possibile grazie alla presenza di un elemento a penisola che fa da divisorio; e anche grazie all’omogeneità cromatica dei diversi elementi d’arredo bianchi, che contribuisce a definire un volume compatto.

casa-segalina-fiorentini-muro-soggiorno

  • Nell’area di passaggio alle spalle del tavolo da pranzo, il profilo stondato “ammorbidisce” gli spigoli della parete viola: la finitura satinata è ottenuta con un colore acrilico all’acqua coprente. La pavimentazione è in gres porcellanato con bordi rettificati, con un effetto che però imita una superficie in rovere sbiancato. Il tavolo da pranzo, completato da sedie in metacrilato trasparente è un particolare modello dotato di un meccanismo che consente di piegarlo su se stesso e abbassarlo quando non viene utilizzato. L’ingombro è così ridotto a quello di un coffee table, che può essere accostato alla parete, liberando la zona di passaggio dall’ingresso verso il soggiorno.

    casa-segalina-fiorentini-soggiorno-divano

 

In un unico volume, bagno + guardaroba


Un blocco in muratura di nuova realizzazione ha permesso di ottimizzare la distribuzione nella zona d’ingresso. Il bagno, il guardaroba-ripostiglio e la cabina armadio a uso di una delle stanze da letto sono ora integrati in un volume a tutta altezza formato da pareti di spessore 15 cm. La sua posizione centrale risolve anche un aspetto tecnico: consente infatti di inglobare un vano impiantistico che, nel precedente assetto della casa, veniva a trovarsi proprio nel mezzo della zona giorno.
Vista dal soggiorno, questa struttura risulta visivamente autonoma rispetto allo spazio che la circonda: compatta e con profili stondati, tinteggiata di viola, sembra infatti quasi un elemento d’arredo. Anche se a prima vista potrebbe apparire un dettaglio secondario, lo zoccolino di colore chiaro, in contrasto con la tonalità forte della superficie verticale, assolve una funzione visiva importante: quella di “sollevare” tutto il blocco dal pavimento per farlo apparire più leggero.

 

casa-segalina-fiorentini-sgabuzzino

  • Il guardaroba ripostiglio, subito a sinistra dell’ingresso della casa, ha una chiusura formata da un’anta a specchio fissa e da un’altra a battente che, tinteggiata di viola, diventa tutt’uno con il resto della superficie.

casa-segalina-fiorentini-render-bagno

casa-segalina-fiorentini-bagno

  • Un bagno confortevole in meno di 4,5 mq è stato ricavato all’interno del parallelepipedo. Accessibile dalla zona notte, è attrezzato con tutti gli elementi indispensabili, tra cui un ampio box doccia in muratura che si estende sull’intera parete.

casa-segalina-fiorentini-soggiorno

  • La forma allungata della zona giorno favorisce una suddivisione dello spazio in aree funzionali, accentuata dalla disposizione degli elementi d’arredo. Lo schienale del divano ad angolo diventa anche elemento di separazione tra la zona conversazione e quella dedicata al pranzo, mentre la penisola definisce l’ambiente cucina. Tra living e zona notte il disimpegno ha il soffitto ribassato di circa 40 cm: sia per sottolineare anche visivamente lo stacco tra le due parti della casa sia per poter alloggiare gli impianti. Verso il soggiorno alla veletta del controsoffitto in cartongesso sono fissate le casse acustiche dell’impianto home-teather.
Una versione fronte-retro per tv e libreria

In sostituzione del muro, tra soggiorno e zona notte è stato inserito un mobile su disegno, double-face e doppia funzione. La struttura, in laccato bianco e legno di rovere tinto, nella parte rivolta verso l’area conversazione è realizzata con due altezze e due profondità diverse per adattarsi alla controsoffittatura del disimpegno retrostante e incastrarsi così perfettamente con il volume di questa con una sorta di “dente”. Il mobile prevede un vano centrale per la tv e l’impianto hi-fi, scomparti per i cd e due cassettoni che sfruttano la profondità massima, dietro i quali si riescono a nascondore anche i cavi elettrici degli apparecchi. Verso il disimpegno è stata invece realizzata una libreria a giorno che raggiunge l’altezza del controsoffitto. Tra gli schienali dei due mobili si è lasciato uno spazio di circa 5 cm che consente lo scorrimento delle porte vetrate che, all’occorrenza, chiudono – a destra e a sinistra – i due passaggi tra living e zona notte.

 

disegni-prospettici-libreria-casa-segalina

 

 

casa-segalina-fiorentini-corridoio

  • Le porte scorrevoli in vetro opalino ai lati della libreria sono larghe ciascuna 90 cm: aperte, scompaiono dietro il volume del mobile. Sono del tipo “appeso”, agganciate cioè a un binario di scorrimento fissato al controsoffitto e mantenute in asse da una guida a pavimento.

casa-segalina-fiorentini-cucina

  • Nella cucina a vista illuminata da una portafinestra che dà accesso al balcone, la penisola diventa all’occorrenza una zona pranzo che si può apparecchiare per quattro. Particolarità della composizione: funzioni “invisibili”, nascoste da un’armadiatura continua a parete.

casa-segalina-fiorentini-cucina2

  • In cucina la zona cottura è attrezzata con un piano a gas: per una maggiore praticità di utilizzo in questa posizione, è stato scelto un modello con tre fuochi disposti in linea; la parete laterale è protetta da un’alzata in vetro temperato. Installando la zona lavaggio nel blocco sulla parete di fianco è stato possibile ottenere un funzionale “triangolo operativo”; il lavello filotop in acciaio è completato da un rubinetto alto con doccetta estraibile. La struttura sospesa sopra la penisola contiene la cappa e i corpi illuminanti. • Cucina: realizzata su disegno del progettista da Bisin Arredamenti • Piano cottura e lavello: Serie Quadra di Foster • Frigorifero a quattro porte: Electrolux Rex
    Cucina attrezzata con zone a scomparsa

    Aperto sul soggiorno, l’ambiente è arredato con una composizione su due lati (3 x 2 m le misure utili), alla quale si aggiunge un elemento a penisola che integra la zona cottura e un piano snack utilizzabile su entrambi i lati. I mobili sono uniformati dalla finitura bianca che contribuisce a individuare ulteriormente quest’area rispetto all’adiacente living. Per sfruttare completamente e in tutte e tre le dimensioni lo spazio sulla parete, alle basi con pensili si è preferito un office che racchiude due interessanti soluzioni. Le ante centrali in vetro acidato con apertura a libro svelano un vano largo 120 cm con ripiani, un piano di lavoro e una lavastoviglie freestanding nella parte sottostante. A lato, il finto armadio laccato bianco lucido è in realtà un frigorifero a quatto porte con congelatore nella zona inferiore. Altra soluzione utile: sotto il piano snack della penisola è stato inserito un cestone estraibile profondo 60 cm che serve per riporre bottiglie e barattoli.

 

casa-segalina-fiorentini-scomparti

 

 

 

casa-segalina-fiorentini-cameretta

  • Nella zona notte il taglio razionale dell’appartamento ha permesso di ricavare, in una superficie totale piuttosto limitata, la camera matrimoniale e due stanze per i ragazzi. Rispettando comunque le dimensioni previste dalla normativa e prevedendo, in più, due cabine armadio.
    Superfici minime per le camere

    La zona notte dell’appartamento è stata organizzata in modo da poter disporre di tre ambienti indipendenti, comunque nel pieno rispetto delle dimensioni minime previste dalla normativa. Sono infatti in genere richiesti 9 mq per le camere con un letto (qui le stanze dei ragazzi misurano circa 11 mq ciascuna) e 14 mq per quelle a due letti o matrimoniali. In questo caso, nel computo delle superfici sono naturalmente incluse anche le cabine armadio annesse agli ambienti. Infatti il conteggio dei metri quadrati della cabina armadio aperta sulla camera ai fini del raggiungimento delle dimensioni necessarie è ammessa dalla maggior parte dei regolamenti edilizi e d’igiene, per esempio quello di Milano, città in cui si trova questo appartamento.

casa-segalina-fiorentini-bagno-2-

  • Nel bagno a uso esclusivo della camera matrimoniale la scelta di modelli sospesi sia per il lavabo sia per i sanitari alleggerisce visivamente la parete nell’ambiente di piccole dimensioni e non interrompe la continuità del pavimento in gres. Dello stesso materiale anche il rivestimento murario, con piastrelle beige da 20 x 20 cm. • Sanitari sospesi: Tesi di Ideal Standard (bidet 332 euro, wc 361 euro) • Lavabo: Serie Zero di Ceramica Catalano • Rubinetteria: Ceramix di Ideal Standard • Rivestimenti a terra e a parete: Treverk e Canberra di Marazzi .
Il progetto

Nell’appartamento di circa 98 mq, recentemente realizzato all’interno di un complesso residenziale di nuova costruzione, la distribuzione standardizzata inizialmente prevista è stata modificata con un progetto più personalizzato. Obiettivo: sfruttare meglio lo spazio, evitando il più possibile di sprecarlo nelle zone di passaggio. Tenendo conto dei vincoli determinati dalla posizione degli impianti, è stato comunque possibile apportare alcuni significativi cambiamenti nella pianta, ottimizzandone il taglio. L’ingresso si apre direttamente sul soggiorno: la demolizione di un tramezzo ha consentito di ridurre il corridoio sovradimensionato che distribuiva le tre camere e il bagno, e si è optato così per un collegamento più diretto tra le parti giorno e notte; anche a vantaggio del living, che risulta così più ampio e arioso. La posizione della cucina non è stata modificata, ma il suo spazio risulta ora meglio definito rispetto al resto dell’ambiente. Il bagno, che si trovava immediatamente a sinistra dell’ingresso, è stato invece di poco spostato verso il centro dell’ambiente ricavando così centimetri utili per il guardaroba all’entrata e, dietro, per la cabina armadio collegata con una delle due camere singole.

demo-e-costru-segalina-fiorentinipianta-ok-segalina

1 Ingresso – 2 Guardaroba – 3 Bagno – 4 Zona pranzo – 5 Soggiorno – 6 Cucina – 7 Cabina armadio – 8 Mobile double-face – 9 Disimpegno – 10 Camera ragazzi – 11 Camera matrimoniale

Progetto: arch. Antonella De Carlo, www.decarloarchitetti.com
Foto: Cristina Fiorentini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3 / 5, basato su 4 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!