In meno di 100 mq una casa moderna con geometrie a 3 colori

Luce naturale valorizzata al massimo, spazi aperti, passaggi fluidi: in un complesso di nuova costruzione, il trilocale di 88 mq è organizzato in modo semplice e funzionale. I contrasti delle tre tonalità dominanti - bianco, nero e rosso - caratterizzano i diversi ambienti, definendo i volumi al primo sguardo.

Un progetto contemporaneo, basato sulla razionalità della distribuzione, ha definito gli interni del nuovo appartamento, essenziale nelle scelte d’arredo, tecnologico ed efficiente dal punto di vista energetico. Nella zona giorno, due elementi concorrono a enfatizzare la luminosità: le grandi vetrate scorrevoli a tutta altezza con telaio in alluminio; e le finiture chiare di quasi tutte le superfici dai muri e del pavimento in rovere sbiancato che moltiplica la luce. Il design minimal negli arredi, con poche concessioni decorative, è sottolineato da scelte molto nette per quanto riguarda i contrasti cromatici; superfici riflettenti e trasparenti ampliano visivamente le prospettive.

Clicca sulle immagini per vederle fullscreen

 

casa-soggiorno-tavolo-rotondo

  • Soggiorno e zona pranzo, in un unico ambiente aperto, sono definiti dalla posizione dei mobili, senza altre divisioni. Nell’isola conversazione, evidenziata da una monocromia grigio scuro e inscritta nel morbido tappeto, il divano – realizzato su disegno del progettista – diventa elemento di separazione rispetto all’area pranzo. Il tavolo in laccato bianco ottimizza con la sua forma rotonda la fruizione degli spazi; le sedie il olicarbonato rosso trasparente sono una rivisitazione contemporanea di modelli classici, mentre alle pareti sono appese gigantografie in bianco e nero di New York. Sullo sfondo, un’armadiatura-ripostiglio separa parzialmente la cucina. Per climatizzare è stato realizzato un sistema canalizzato, di cui rimangono a vista soltanto le griglie di ventilazione. • Tavolo da pranzo e sedie: Regency e Parisienne di Calligaris • Lampada a sospensione: Sompex • Impianto di climatizzazione: Aermec

casa-soggirono-divano-nero

  • Nel living la zona pranzo è sistemata nella posizione più vicina alle vetrate e al terrazzo, così da usufruire al meglio della luminosità naturale. Sulla parete laterale è fissato un mobile contenitore sospeso in laccato bianco lucido, e sopra uno specchio rettangolare caratterizzato dalla cornice argentata a motivi barocchi. All’esterno c’è una seconda area conviviale per la stagione estiva. • Vetrate: Schüco

casa-cucina-piano-cottura

  • Nella cucina a vista la composizione in linea è divisa al centro da un elemento a penisola che definisce due aree funzionali distinte. Per un effetto di maggiore omogeneità sono stati privilegiati i vani chiusi che mettono in evidenza le rigorose geometrie di questo spazio.

casa-cucina-sedie-rosse

  • Per poter attrezzare la penisola su entrambi i lati, da una parte come bancone snack e dall’altra come area cottura, il piano deve essere profondo almeno 100 cm. Dove ci sono gli sgabelli va inoltre previsto lo spazio vuoto necessario per stare comodi con le gambe. La cucina è arredata con una composizione caratterizzata dall’alternanza del bianco e del nero: distribuiti “a fasce” verticali e orizzontali, i due colori definiscono i singoli elementi e le diverse funzioni. Sulla parete di fondo sono state sistemate la colonna frigo e la zona dispensa-office. Due ampi piani di lavoro sono completati dalla penisola centrale alla quale sono affiancati sgabelli alti da bar. • Programma cucina e sgabelli rossi: Berloni • Cappa a isola: Faber • Lavello: Franke • Elettrodomestici: Whirlpool
Misure in cucina

Che si tratti di un programma di produzione o di una composizione realizzata argianalmente, la cucina prevede in genere alcune misure standard che assicurano praticità di utilizzo ed ergonomia. L’altezza delle basi e del top è circa 85-90 cm: se in cucina è previsto un piano snack, occorre completarlo con sgabelli più alti rispetto alle sedute che si affiancano a un tradizionale tavolo da pranzo, alto in genere 75 cm. I singoli moduli per le basi, con vani contenitori o per l’incasso degli elettrodomestici, possono essere larghi 90, 60, 45 o 30 cm, in base alla funzione; la base con il lavello misura in genere 90 o 120 cm a seconda del numero di vasche. Anche i pensili sono prodotti in diverse dimensioni. Ma mentre le basi sono profonde 60 cm, gli elementi sospesi sono da 35 cm proprio per agevolare i movimenti delle persone nella zona operativa. Anche per gli elettrodomestici, infine, la larghezza standard è 60 cm, ma esistono varianti salvaspazio e modelli maxi. Prima ancora che dai mobili, la camera è arredata con il colore che contribuisce in modo determinante a mettere in risalto i profili e le linee contemporanee degli arredi.

casa-camera-parete-rossa

  • Nella camera matrimoniale protagonista dell’arredamento è soprattutto il letto, valorizzato da un rivestimento tessile con grafismi che riprendono l’accostamento bianco/nero; mancano gli armadi perché l’ambiente è collegato a una cabina armadio indipendente. Nella prevalenza di finiture chiare spicca il rosso della parete, colorata con uno smalto opaco all’acqua. Sul rosso della parete spiccano le due settimanali gemelli a 6 cassetti, con ruote e realizzati su misura. A sei cassetti, vengono comunque definite settimanali, come i mobili alti e stretti in origine dotati di sette suddivisioni, una per ogni giorno della settimana. Un ricercato effetto bicromia è affidato alla scelta dei complementi black&white e alla coppia di quadri in negativo e positivo. • Sedia trasparente: Louis Ghost di Kartell, design Philippe Starck • Parquet: Margaritelli Pitture murali: Silkkens. In bagno: • Lavabo: Hatria • Rubinetteria: Grohe • Scaldasalviette: Irsap

casa-bagno-doccia-nicchia

  • Doccia in nicchia: nella rientranza è inserito il box doccia in muratura a filo del pavimento. La profondità e il volume della nicchia sono evidenziati dal rivestimento in gres porcellanato grigio chiaro, a terra e a parete: grandi piastrelle di forma rettangolare posate fino a 160 cm di altezza.
Parquet in rovere sbiancato

In tutta l’abitazione il pavimento è rivestito con un parquet prefinito in listoni di rovere di grandi dimensioni, posati in modo da rendere le fughe quasi invisibili e ottenere una superficie continua e uniforme. Il colore bianco panna che assume il legno in questo caso è ottenuto con un procedimento industriale di “sbiancatura”. Si tratta in effetti di una verniciatura che viene effettuata, in fase di lavorazione, sui listoni di legno grezzo; si applica sul legno, un prodotto, di solito acrilico, che contiene una quantità di pigmenti (in pasta o terra) variabile a seconda del livello di bianco che si vuole avere, più o meno intenso o coprente. Rimangono in ogni caso sempre visibili le venature naturali del rovere. Il procedimento di sbiancatura è completato da una rifinitura con olio trasparente di origine vegetale e senza solventi, che serve a proteggere e a esaltare la superficie del legno.

 

Il progetto in pianta della casa
 
L’appartamento, che ha una superficie di circa 88 mq, si affaccia su due lati opposti, con un terrazzo più ampio dalla parte del soggiorno, con superficie di circa 25 mq, e una balconata meno profonda alla quale si accede invece dalle camere. Nella definizione del lay-out, già in fase di costruzione si è optato per una distribuzione interna molto semplice e razionale, con una netta separazione tra gli ambienti giorno e la zona notte grazie a un disimpegno che dà accesso alla stanze da letto e al bagno. Come spesso accade nelle abitazioni contemporanee, living e cucina sono stati sistemati in un open space dove tutto è a vista pur avendo mantenuto sufficientemente separate le funzioni. La camera matrimoniale è completata da una cabina armadio e da un bagno a uso esclusivo con box doccia in muratura; sono presenti inoltre un’altra camera più piccola, singola, e un ambiente di servizio ampio, dotato di vasca. Al centro della pianta, tra soggiorno e cucina, è stato ricavato infine un utile vano ripostiglio che ingloba e anche nasconde un pilastro portante della casa.

casa-piantina

1 Ingresso – 2 Soggiorno – 3 Zona Pranzo – 4 Terrazzo – 5 Cucina – 6 Disimpegno – 7 Camera Matrimoniale – 8 Cabina Armadio – 9 Camera – 10 Bagno – 11 Balcone

Progetto: architetti Gruppo Codiam – www.codiam.eu
Foto di Cristina Fiorentini