Equilibrio di contrasti nel bilocale di 80 mq

Il bilocale è stato ampliato, a tutto vantaggio della zona giorno. Aperto e fluido, lo spazio è reso più dinamico dalle controsoffittature e da un'illuminazione ad hoc.

Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Fotografa Cristina Fiorentini
Pubblicato il 22/05/2017 Aggiornato il 04/09/2018
bilocale

Annettendo una parte dell’unità immobiliare adiacente, il bilocale è diventato più grande: la superficie complessiva è ora di circa 80 mq (35 mq in più rispetto allo stato di fatto) e ciò ha permesso di “allungare” il soggiorno, così molto più articolato.

Il nuovo layout del bilocale, con un taglio decisamente più  contemporaneo, con ambienti il più possibile aperti e collegamenti diretti, è enfatizzato anche dalle scelte d’arredo.

Ampie controsoffittature riproporzionano le altezze solo in alcune zone, contribuendo a definirne le funzioni (vedi l’approfondimento in fondo al servizio). Le finiture bianche prevalenti mettono ancora più in risalto la calda essenza del parquet e dei mobili in noce; si alternano pezzi storici del design ad altri realizzati su disegno.

Clicca sulle immagini del bilocale per vederle full screen

fiorentini-living-03

  • Nell’openspace la zona conversazione e il tavolo da pranzo occupano due spazi di profondità differenti. L’alternanza di bianco e marrone nelle finiture raccorda queste due parti dell’ambiente: il mobile sospeso in noce, in corrispondenza dell’angolo lettura – disegnato dal progettista della casa (iNatural Design) – abbraccia lo spigolo della parete, sottolineando ancora di più il collegamento. Sulla destra, la parete tinteggiata di grigio evidenzia la linea di confine con la cucina. In primo piano,le poltroncine rivestite in cavallino sono le LC1 di Cassina, design Le Corbusier. In fondo, il tavolo bianco è il modello Magno di Pianca.

fiorentini-cucina-living-01

  • Tavolo da pranzo, zona conversazione e tv si aggiungono all’area relax per la lettura, arredata con un canapé morbido e accogliente posto  accanto alla libreria: sono queste le tre “isole” in successione del living, che assecondano al meglio la forma allungata di questo spazio aperto. In soggiorno, l’area centrale è arredata con un divano in tessuto, dalle linee tradizionali reinterpretate in chiave contemporanea (Big Mamma di Moroso); di fronte, il mobile tv sospeso in laccato bianco è disegnato dal progettista, come il tavolo da pranzo; le due sospensioni coniche in vetro che illuminano il piano sono le Flute di Fontanaarte; faretti incassati e luci tecniche sono tutti di Viabizzuno. In fondo alla stanza, la libreria su misura fa da sfondo a un imbottito con rivestimento sfoderabile grigio, incorniciato da un tappeto giallo senape. L’allestimento dei quadri è a cura della galleria d’arte Venderequadri.

fiorentini-cucina-01

  • A vista sul soggiorno ma parzialmente schermata dalla lastra centrale in vetro trasparente, la cucina viene a occupare uno spazio semindipendente, ritagliato su un lato del living. La luce che penetra abbondante dalla portafinestra è enfatizzata dai corpi illuminanti installati nel taglio centrale del controsoffitto e anche dalla finitura in laccato lucido dei mobili. Di fronte alla zona operativa, è stato ricavato uno spazio conviviale informale che si aggiunge a quello più ampio dell’ambiente adiacente. Il piano snack, stretto sopra e sotto tra le lastre trasparenti, dà l’impressione di essere sospeso nel vuoto. In cucina la composizione lineare inserita in nicchia e tamponata in alto dal piano del controsoffitto è il modello Fly di Modulnova.In laccato bianco, con eleganti maniglie a gola e alzata color antracite, ha la vasca del lavello e il piano cottura a induzione, integrati a filo del piano; il microonde è incassato sotto uno dei pensili; al centro della stanza il bancone snack. Le vetrate della portafinestra sono schermate da tende a pacchetto in lino bianco.
Un blocco multifunzione
L’isola della cucina, realizzata su disegno, nasce da un progetto integrato che raggiunge diversi obiettivi: dividere la zona operativa dal living lasciandola comunque a vista e facilmente accessibile; ampliare il piano di lavoro e utilizzarlo anche come bancone snack; consentire l’incasso del forno che non trova posto nella composizione principale. L’alternanza delle finiture, laccato bianco opaco e marrone, permette di evidenziare al primo sguardo le varie funzioni.

progetto

 

Uno schermo vetrato

In posizione centrale, la lastra a tutta altezza in vetro temperato trasparente extrachiaro scherma la cucina lasciando liberi, a destra e a sinistra, i passaggi verso il soggiorno. La struttura vetrata, che ha spessore di 1,2 cm, è appoggiata a pavimento e inserita in un taglio praticato nel controsoffitto; la lastra ha anche una funzione portante: sostiene infatti il bancone che vi si innesta perpendicolarmente grazie a un’apposita intercapedine nello spessore. Il piano è illuminato in tutta la sua lunghezza da corpi illuminanti incassati nell’incavo rettangolare del controsoffitto.

fiorentini-cucina-00

 

 

fiorentini-camera-00

  • Il bagno e la camera da letto sono accessibili dalla zona d’ingresso. Nella stanza, il letto tessile è “inquadrato” da una nicchia rettangolare a parete: pochi centimetri di profondità, evidenziati da un lieve contrasto cromatico, utili anche per ricavare un piano d’appoggio. All’ambiente, non di grandi dimensioni, è collegata la cabina armadio che concentra gli elementi contenitori. La cabina armadio, sfrutta anche la zona d’angolo della stanza e ha un profilo sagomato per guadagnare centimetri preziosi in camera. Chiusa da uno scorrevole esterno muro in vetro acidato, lascia appena intravedere l’attrezzatura interna costituita da stender, cassettiere e vani aperti. Nella camera matrimoniale le zone lettura sono illuminate da lampade diverse, entrambe a braccio orientabile: quella bianca appoggiata sul comodino è la Tolomeo Micro, design Michele De Lucchi; l’altra, sulla mensola, è la Tizio, design Richard Sapper, entrambe di Artemide. Il letto tessile è di Chateau D’Ax.

fiorentini-bagno-00

  • Nel bagno, chiuso da una porta scorrevole interno muro, le pareti sono rivestite fino a 120 cm di altezza con piastrelle rettificate da 30 x 60 cm in gres effetto pietra che arrivano a filo dello specchio, tagliato  su misura. Il piano lavabo con bacino integrato è in Corian bianco, la rubinetteria a parete è di Newform.
IL PROGETTO DEL BILOCALE

pianta

Forma a U intorno all’ingresso
La configurazione della pianta favorisce di per sé una naturale suddivisione interna. La camera matrimoniale e il bagno si sviluppano a destra dell’ingresso: l’ambiente di servizio è introdotto da un disimpegno che svolge anche funzione di antibagno e ospita un guaradaroba in nicchia.

Ingrandito il soggiorno
L’ampliamento della zona giorno ha permesso di ricavare un luminoso spazio per il tavolo da pranzo, disposto all’estremità del living più vicina alla cucina.

Due balconate su lati opposti
Living e parte notte sono esposti su fronti opposti della casa. Le aperture dei diversi ambienti affacciano su grandi balconate che percorrono ciascuno dei due lati lunghi.

Progetto: arch. Adriano Capriotti e-mail: adriano.capriotti@libero.it
Foto: Cristina Fiorentini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!