Una casa in stile nordico, elegante e accogliente

Sfondi chiari, nei toni del bianco e del grigio, mettono in risalto i tratti architettonici della casa in stile nordico di 143 mq. Rinnovati nelle finiture e arredati con pezzi d'autore e soluzioni su misura.

Architetto Clara Bona
A cura di Architetto Clara Bona, Fotografa Cristina Galliena - Studio White
Pubblicato il 18/02/2019 Aggiornato il 18/02/2019
soggiorno-divano-tavolo casa in stile nordico

143 mq a Milano, trasformati assecondando gli elementi stilistici preesistenti, tipici dell’edificio di pregio degli anni ’40: il risultato è una casa in stile nordico dalla pianta molto particolare, che determina la distribuzione semicircolare degli ambienti, e dai tratti architettonici di grande evidenza, a cominciare dai doppi bow-window del soggiorno.

Colori tenui e pezzi di design di periodi diversi si inseriscono nella casa in stile nordico con naturalezza in un contesto modificato solo parzialmente per preservarne le peculiarità. I cambiamenti maggiori hanno riguardato la zona giorno, trasformata in un open space secondo una concezione contemporanea dell’abitare; mentre nella parte notte è stato mantenuto il corridoio, caratterizzante per il layout della casa.

Dalla zona giorno alle stanze e agli ambienti di servizio, le scelte d’arredo e di finitura, così come i rivestimenti tessili, contribuiscono ad esaltare l’atmosfera soft della casa in stile nordico. Prevalgono bianchi e grigi chiari con sfumature di azzurro e verde salvia a sottolineare un’eleganza discreta e diffusa, visibile anche nel recupero dei serramenti originali degli anni ’40.

E poi tende a pacchetto, copricaloriferi in legno, un camino tradizionale, espressioni di un classico “rivisitato” che convive nella casa in stile nordico, in grande equilibrio, con gli arredi contemporanei.

Gallery casa in stile nordico

Il progetto della casa in stile nordico

Nel grande appartamento con esposizione su due lati, i cambiamenti hanno riguardato soprattutto la zona giorno che – in precedenza suddivisa in piccole stanze – è diventata ora un ambiente unico, più aperto e vivibile. L’ingresso si estende a elle verso il living; il corridoio porta invece alla zona notte che disegna un passaggio semicircolare intorno al volume centrale della scala condominiale. pianta

La cucina, che occupa un ambiente indipendente all’estremità della zona giorno, è chiusa da una porta scorrevole vetrata. Il locale è suddiviso internamente in due zone funzionali ben distinte: operativa e conviviale, con il tavolo sistemato all’ingresso, vicino alla finestra.

Nel soggiorno doppio della casa in stile nordico un varco aperto incornicia il passaggio tra la zona conversazione e il pranzo, cosicché i due spazi risultano ben individuati ma comunicanti e tra loro in linea. Il living prosegue, sull’altro lato, verso l’ingresso con una rientranza che racchiude l’angolo del camino.

La forma della pianta delinea il volume aggettante occupato dalla camera singola e dal bagno che, sebbene non a uso esclusivo, si apre proprio di fianco alla stanza.

Il corridoio-disimpegno della casa in stile nordico parte dall’ingresso e prosegue, prima in linea e poi con un andamento “tortuoso”: distribuisce le tre camere da letto, lo studio e i bagni. Il percorso si sviluppa intorno al volume della scala condominiale, del quale segue la forma; nei passaggi più stretti, le stanze sono chiuse da porte scorrevoli a ingombro zero.

 

tavolo-divano  casa in stile nordico

Nell’open space del living con cucina sullo sfondo, il total white delle finiture enfatizza la luminosità naturale degli ambienti ed evidenzia il design essenziale degli arredi. A terra, il parquet che ha sostituito il vecchio rivestimento in piastrelle è un prefinito di rovere sbiancato, con listoni posati a correre. Sulla parete dietro il tavolo da pranzo, il quadro con vista di una città dall’alto è di Fabio Giampietro.

soggiorno-divano  casa in stile nordico

Nella zona conversazione della casa in stile nordico il divano a tre posti è rivestito con tessuti sartoriali in diverse fantasie per sedute e schienali, tutte nei toni del grigio; il pouf centrale, realizzato su disegno e utilizzato come seduta e piano d’appoggio, è rivestito con una tipologia di stoffa simile. Dietro, installata nell’angolo tra le due pareti, la piccola applique compatta è il modello Box di Oty Light. Nel corridoio è stato sistemato uno specchio caratterizzato dal taglio sagomato “a clessidra”. In questa posizione, la superficie riflettente “inventa” una profondità.

poltrone  casa in stile nordico

Il doppio bow window, aggettante sulla facciata dell’edificio, sembra prolungare il soggiorno verso l’esterno, ritagliando una rientranza attrezzata per la lettura e il relax. Nella composizione perfettamente simmetrica, a ciascuna delle due aperture corrisponde una poltroncina e una porzione di sottofinestra con un copriradiatore e uno scomparto a giorno realizzati su misura.

1. YUVA
Anno: 2012
Design: Studio Aksu Suardi
Produttore: De Padova
• Il divano fa parte di una serie di imbottiti caratterizzati da linee morbide e confortevoli
e da un design basato sulla ripetizione delle forme
nei diversi componenti della struttura.
2. SUSANNA
Anno: 1990
Design: Vico Magistretti
Produttore: De Padova
• Un pezzo contemporaneo che rivisita lo stile della poltroncina classica: non cambiano le linee, ma i rivestimenti si alleggeriscono e le dimensioni compatte ne fanno quasi un pezzo salvaspazio, adatto a tutti gli ambienti e non soltanto al living.

1. YUVA – Anno: 2012 – Design: Studio Aksu Suardi – Produttore: De Padova
• Il divano fa parte di una serie di imbottiti caratterizzati da linee morbide e confortevoli e da un design basato sulla ripetizione delle forme nei diversi componenti della struttura.
2. SUSANNA – Anno: 1990 – Design: Vico Magistretti – Produttore: De Padova
• Un pezzo contemporaneo che rivisita lo stile della poltroncina classica: non cambiano le linee, ma i rivestimenti si alleggeriscono e le dimensioni compatte ne fanno quasi un pezzo salvaspazio, adatto a tutti gli ambienti e non soltanto al living.

tavolo-da-pranzo-tovaglia casa in stile nordico

Posizionato al centro del living, tra zona conversazione e ingresso della cucina, il tavolo ovale è un pezzo di famiglia dell’800 inglese rivestito con una tovaglia grigio azzurra, che scende morbida fino a terra, e a cui sono accostate sedie di design nordico anni ’50. Nella zona pranzo, il tavolo ovale è apparecchiato con una tovaglia in lino di Society Limonta. Rivestito in lino, in questo caso di color tortora, anche il paralume della lampada a sospensione di Penta Light. Sulla destra, la consolle in laccato bianco opaco è su disegno del progettista. Sulla parete accanto alla finestra, le dodici foto della composizione sono di Leticia Felgueroso.

camino casa in stile nordico

Una struttura passante in muratura, suddivisa da ripiani in cartongesso di elevato spessore, mette in comunicazione visiva l’angolo del camino con la zona adiacente del living, dove si trova il tavolo da pranzo. La cornice in legno laccato bianco intorno al focolare è stata realizzata a misura della rientranza esistente, la cui profondità è evidenziata dalla tinteggiatura in grigio, più scura rispetto alle altre pareti; sopra, uno specchio vintage a sagoma ottagonale.

parete-quadri casa in stile nordico

Nella zona di passaggio del corridoio che porta alla zona notte della casa in stile nordico, le pareti sono tinteggiate in una tonalità di grigio chiaro che mette in risalto i profili delle porte e le mensoline di profondità ridotta, sufficiente comunque per esporre piccoli oggetti e quadri in cornice. Lo specchio verticale che si restringe al centro è su disegno del progettista.

1. Y CHAIR
(CH24 WISHBONE CHAIR)
Anno: 1949
Design: Hans J. Wegner
Produttore: Carl Hansen & Søn
• Di design danese, in produzione ininterrotta dagli anni '50 a oggi, è ispirata ai modelli cinesi della dinastia Ming. Il bordo dello schienale in legno curvato si prolunga nelle due gambe posteriori; al centro l'appoggio
a forma di Y che dà il nome alla sedia.
2. TOLOMEO
Anno: 1987
Design: M. De Lucchi, G. Fassina
Produttore: Artemide
• La famiglia delle Tolomeo, tra i più noti modelli di design contemporaneo, comprende lampade di diverse dimensioni e tipologie: applique (in foto), sospensione, da terra e da tavolo.
A seconda della versione, il diffusore orientabile è in alluminio anodizzato, in tessuto o pergamena.

1. Y CHAIR (CH24 WISHBONE CHAIR) – Anno: 1949 – Design: Hans J. Wegner – Produttore: Carl Hansen & Søn
• Di design danese, in produzione ininterrotta dagli anni ’50 a oggi, è ispirata ai modelli cinesi della dinastia Ming. Il bordo dello schienale in legno curvato si prolunga nelle due gambe posteriori; al centro l’appoggio a forma di Y che dà il nome alla sedia.
2. TOLOMEO – Anno: 1987 – Design: M. De Lucchi, G. Fassina – Produttore: Artemide
• La famiglia delle Tolomeo, tra i più noti modelli di design contemporaneo, comprende lampade di diverse dimensioni e tipologie: applique (in foto), sospensione, da terra e da tavolo.
A seconda della versione, il diffusore orientabile è in alluminio anodizzato, in tessuto o pergamena.

poltrona-azzurra casa in stile nordico

Nella zona conversazione, l’angolo lettura vicino alla libreria è arredato con una poltroncina vintage rivestita in tessuto verde (Nap Atelier). Il quadro sulla parete è opera di Nicola Tortoli.

cucina-lavandino casa in stile nordico

Benché la zona giorno sia stata aperta eliminando la maggior parte dei tramezzi preesistenti, la scelta progettuale è stata quella di mantenere la cucina separata, come in origine. La stanza indipendente della casa in stile nordico, accessibile dal living, è ora ulteriormente suddivisa all’interno da un muretto di circa 120 cm che scherma gli spazi operativi rispetto al tavolo da pranzo, sistemato tra la porta vetrata e la finestra e che offre anche una parete d’appoggio per un lato della composizione. La soluzione del muretto che taglia trasversalmente la stanza, oltre a dividere le aree funzionali è stata anche una scelta strategica che ha consentito di riadattare i mobili della cucina, recuperati dalla precedente abitazione. Soltanto il vecchio top è stato sostituito con un piano in tonalità più scura rispetto a quella dei frontali: è in bilaminato, materiale ultraresistente e antigraffio.In cucina, nella zona operativa, basi e pensili sono in laccato bianco opaco con top in bilaminato color panna e lavello a una vasca e mezza in acciaio inox. Sulla parete, il rivestimento in piastrelle di gres porcellanato (serie Azulej decoro Patchwork di Mutina, design Patricia Urquiola) arriva a filo del muretto divisorio. Le lampade a sospensione sono di Cargo High Tech.

tavolo-da-pranzo casa in stile nordico

La zona pranzo della cucina, che si aggiunge a quella adiacente del living, può ospitare comodamente fino a quattro persone intorno al tavolo rotondo. La lampada a sospensione industrial sopra il piano è il modello Hektar di Ikea. Appoggiato alla parete, il mobile in legno con vetrina è di Cargo High Tech; sopra, due fotografie incorniciate di Joelle Valabrega.

1. DINING TABLE Round
Anno: 1957
Design: Eero Saarinen
Produttore: Knoll
• Niente più gambe sotto il tavolo, ma solo un basamento centrale che sostiene il piano, ovale o rotondo, in marmo o altri materiali. Alla fine degli anni '50 l'intuizione di Saarinen portò una vera
e propria rivoluzione
nella zona pranzo.
2. SERIE 7, mod.3107
Anno: 1955
Design: Arne Jacobsen
Produttore: Fritz Hansen
• La sedia impilabile, icona del design scandinavo, si caratterizza per l'essenzialità formale di seduta e schienale sagomati in compensato che formano una scocca unica ottenuta con
la tecnica industriale
della laminazione.

1. DINING TABLE Round – Anno: 1957 – Design: Eero Saarinen – Produttore: Knoll
• Niente più gambe sotto il tavolo, ma solo un basamento centrale che sostiene il piano, ovale o rotondo, in marmo o altri materiali. Alla fine degli anni ’50 l’intuizione di Saarinen portò una vera e propria rivoluzione nella zona pranzo.
2. SERIE 7, mod.3107 – Anno: 1955 – Design: Arne Jacobsen – Produttore: Fritz Hansen
• La sedia impilabile, icona del design scandinavo, si caratterizza per l’essenzialità formale di seduta e schienale sagomati in compensato che formano una scocca unica ottenuta con la tecnica industriale della laminazione.

bagno casa in stile nordico

Illuminato da un’apertura doppia, il bagno più grande si trova in fondo al corridoio, vicino alle due camere singole così da poter essere utilizzato comodamente da entrambe. Colore dominante è il blu: lo ritroviamo infatti nella texture delle piastrelle a terra e a parete, ed è ripreso anche nella tinteggiatura della rientranza del sottofinestra. Nel bagno il pavimento è stato rinnovato con la posa di nuove piastrelle Patchwork della serie Azulej di Mutina. La parete di fondo nell’altezza del sottofinestra è rifinita con smalto opaco all’acqua di Sikkens.

bagno-lavabo casa in stile nordico

Dal pavimento alle pareti, l’elemento decorativo del bagno è affidato soprattutto ai rivestimenti, tutti della stessa serie. Si tratta di un gres porcellanato, del quale ha tutti i vantaggi tecnici; le texture richiamano però le tradizionali cementine: questo materiale, utilizzato spesso nelle case degli anni ’30-’40, è tornato di moda, nei motivi geometrici, floreali o, come in questo caso, ispirati alla tradizione marocchina. Nel bagno la zona lavabo è arredata con un modello da appoggio in ceramica di forma allungata, Premium di Catalano; rubinetteria Pan di Zucchetti. La parete tra lo specchio e il mobile è rivestita con piastrelle delle serie Azulej di Mutina, design Patricia Urquiola. Gli asciugamani sono di Society Limonta.

camera-da-letto-comodino casa in stile nordico

Nella zona notte prevalgono toni pastello, nella gamma dei verdi e degli azzurri che costituiscono il filo conduttore tra le camere e gli ambienti di servizio. Nella stanza matrimoniale, la fascia inferiore della parete dietro il letto, fino a un’altezza di circa 120 cm da terra, è tinteggiata con smalto opaco all’acqua color verde salvia. Questa soluzione, semplice e decorativa produce un effetto simile a quello di una boiserie che sostituisce la testiera e “accoglie” le zone lettura laterali, i comodini e le applique a braccio flessibile. Nella camera matrimoniale accanto al letto tessile, il pouf di Nap Atelier sostituisce il tradizionale comodino. La biancheria e i cuscini (di Society Limonta) sono coordinati tra loro e si abbinano con il verde salvia della parete. L’applique a braccio orientabile è la Tolomeo di Artemide nella versione con calotta in pergamena. Soltanto in questa stanza è stato conservato il parquet preesistente in essenza doussié.

Progetto: arch. Clara Bona – Studio 98, Via Santa Marta, Milano – www.studio98.it
Foto: Cristina Galliena

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.25 / 5, basato su 4 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!