Una casa formato famiglia

Un appartamento grande ma che lo spazio non lo spreca, anzi lo sfrutta al massimo. Per contenere di più ed essere più funzionale.
Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 14/10/2014 Aggiornato il 14/10/2014

Con una distribuzione tanto tradizionale quanto fluida e funzionale, gli interni sono stati ripensati “su misura” per le esigenze di una famiglia di quattro persone e valorizzati con pezzi classici del design. L‘appartamento di circa 120 mq si caratterizza per il taglio degli interni che permette di suddividere in modo netto le funzioni senza che si perda la visione d’insieme; e senza che gli spazi, anche quelli di passaggio, vadano mai sprecati. All’ingresso dell’abitazione la zona giorno occupa l’ambiente più grande della casa, integrando living e area pranzo; la completano una cucina indipendente e lo studio. La zona notte, preceduta da un corridoio-disimpegno, prevede due camere e due bagni. I toni neutri prevalgono, così come gli arredi di gusto contemporaneo, intervallati però da alcuni pezzi classici di design e da tocchi etnici e vintage; e nella definizione degli ambienti assume un ruolo importante anche la scelta delle luci.

Clicca sulle immagini per vederle fullscreen

  • D367_04In soggiorno la composizione che arreda la parete è agile e modulare, visivamente leggera, formata da mobili bassi e da pensili di diverse forme e dimensioni, fissati ad altezze sfalsate. La chaise-longue, classico del design anni ’30, completa la zona tv offrendo un comodo angolo relax: a terra un tappeto stampato cavallino. Nell’ambiente, molto luminoso, la finestra è schermata da tende a pannello in lino che si aprono scorrendo l’una sull’altra lungo binari. • Parete attrezzata: Pianca • Chaise-longue: LC4 di Cassina – I Maestri, design Le Corbusier

casa-riva-fiorentini-soggiorno

  • Sulla zona conversazione affaccia la cucina, tramite un’ampia “finestra” nel muro divisorio. Negli elementi d’arredo del living beige e nero si alternano con marcati contrasti visivi. Il divano angolare, con rivestimento realizzato artiginalmente dal tappezziere, è completato da una poltrona in pelle, altro classico del design anni ’30. • Poltrona in pelle: Barcelona di Knoll, design di Mies van der Rohe (nella versione base, iva escl. 4.980 euro) • Mobile: Pianca • Applique sopra il quadro: Lucellino di Ingo Maurer (230 euro)
Una finestra tra living e cucina

Molto più di un semplice passavivande: l’apertura tra i due ambienti della zona giorno – a circa 100 cm da terra, larga 140 cm – risponde a diverse esigenze estetiche e pratiche. Pur mantenendo cucina e soggiorno separati e con due ingressi indipendenti, la soluzione consente infatti di avere un collegamento interno, non soltanto visivo, e favorisce il passaggio della luce; la profondità di circa 30 cm del piano in legno verniciato alla base dell’apertura, aggettante su entrambi i lati, permette di ricavare un mini piano snack.

Intervento non complesso

Un’apertura di questo tipo si può realizzare in un muro divisorio di nuova costruzione o già esistente. Nel primo caso la posizione viene semplicemente stabilita e prevista in fase di progettazione; nel secondo, si demolisce parzialmente la muratura per ottenere un vano della grandezza e forma desiderata. Prima di procedere, l’importante è accertarsi che all’interno della parete interessata non passino impianti idrici, elettrici o canne fumarie. Tecnicamente, la procedura è simile a quella per realizzare una porta. Una volta praticata l’apertura nel tramezzo (profondo in genere 10-12 cm) si stuccano e rasano i bordi così da avere un perimetro interno squadrato; l’intera parete viene poi reintonacata e tinteggiata.

casa-riva-fiorentini-cucina

  • Tutte le pareti della cucina sono sfruttate al massimo per inserire i diversi elementi che compongono la zona operativa. Non va perduta neppure la fascia sopra l’apertura del passavivande, occupata in tutta la sua lunghezza da un pensile orizzontale, in parte chiuso e in parte vetrato, con aperture a ribalta.

casa-riva-fiorentini-cucina-3

  • In cucina la composizione in finitura bianco e rovere si sviluppa su più lati, alternando ai moduli a colonna basi e pensili, tra i quali si interpone una fascia di parete rivestita con piccole piastrelle chiare; il top è in laminato con cornice in acciaio inox. Al centro della stanza rimane spazio per un tavolo da pranzo per 4-6 persone. • Programma cucina: Euromobil • Lampada a sospensione: Balun di Metal Spot (Iva escl. 158 euro)

casa-riva-fiorentini-studio

  • Al centro della casa, tra soggiorno e zona notte, lo studio è attrezzato con una postazione doppia che si sviluppa in linea lungo la parete. A piani e mensole di forma squadrata sono gradevolmente accostate sedie vintage, rinnovate in modo originale. nello studio un mobile a profondità ridotta permette di sfruttare anche l’angolo tra la finestra e le scrivanie. Il pavimento, come nel resto della casa, è in legno di iroko: un’essenza di provenienza asiatica, molto dura, che offre elevata resistenza, anche all’acqua e all’umidità e si adatta bene a ogni tipo di ambiente. • Ripiani in alluminio: Robots

casa-riva-fiorentini-sedie

Sedie: recupero creativo low cost

Tradizionali sedie in legno da cucina degli anni ’60 sono state trasformate con nuove finiture fai-da-te e adattate così alla zona studio. Per una è stata usata la tecnica del découpage: facile e di grande effetto decorativo. Le superfici in legno di gambe, seduta e schienale – una volta pulite e carteggiate – sono state rivestite con fogli di un giornale a fumetti, incollati con specifico adesivo; le superfici sono poi rifinite con vernice trasparente. L’altra sedia, dopo una fine carteggiatura, è stata invece tinteggiata con pittura acrilica utilizzata sia per il fondo rosso sia per i decori floreali bianchi; anche in questo caso la lucidatura finale viene eseguita con una o più mani di vernice trasparente.

 

casa-riva-fiorentini-camera-da-letto

  • Nella camera matrimoniale, sulla parete che fa da sfondo al letto tessile, la libreria di design a moduli curvi disegna una spirale di grande effetto. La parete a lato è occupata da un grande armadio a tutta altezza con apertura scorrevole. Uno diverso dall’altro i comodini: da una parte un modello etnico in legno, dall’altra un tavolino con piano in cristallo. • Lampada da tavolo: Nesso di Artemide, design Giancarlo Mattioli (257 euro) • Libreria sospesa: Bookworm di Kartell, design Ron Arad (nella versione base, 258 euro) • Cuscini: Akerkulla di Ikea (19,99 euro)

casa-riva-fiorentini-camera

  • Nella camera matrimoniale l’armadio in stile etnico sistemato tra il letto e la finestra contrasta in modo gradevole con la linearità e i toni neutri degli altri elementi d’arredo. In legno massello, è un pezzo artigianale di provenienza cinese, dipinto di rosso a smalto opaco e rifinito con decori giallo-oro.

casa-riva-fiorentini-corridoio

  • Il corridoio lungo e stretto che distribuisce le camere non è affatto uno spazio perduto: arredato con indispensabili mobili di servizio e valorizzato da tele d’arte contemporanea a colori vivaci, è vissuto come parte integrante della casa. Contenitori nascosti: Arredare il corridoio in modo funzionale, riducendo al minimo l’ingombro: due mobili gemelli con profondità contenuta di soli 25 cm scandiscono il percorso lungo la parete. Vengono utilizzati come console e piano d’appoggio, ma nascondono anche la meno evidente funzione di scarpiera e ciascun modulo può contenere fino a 10 paia di scarpe. Sospesi a 30 cm da terra, non interrompono la continuità del parquet e facilitano la pulizia.

casa-riva-fiorentini-bagno-lavatrice

  • La particolarità del mobile che contiene la lavatrice, con misure standard di 60 x 60 cm, è quella di avere lo sportello che si apre lateralmente per rendere accessibile l’oblò. Non viene così ostacolato il movimento nella zona intorno al lavabo e si sfrutta anche l’angolo con un ampio piano d’appoggio.

casa-riva-fiorentini-cameretta

  • Nella camera dei ragazzi la composizione in linea prevede due letti singoli sovrapposti, entrambi dotati di ruote, così quando non vengono utilizzati, occupano lo spazio di uno solo; ai lati, due armadiature a colonna e sopra un vano contenitore a sviluppo orizzontale con apertura scorrevole. • Programma camera: Zalf

     

  • casa-riva-fiorentini-bagno
  • Il bagno è arredato con una composizione di moduli contenitori sospesi. Il lavabo in ceramica di forma squadrata è un modello a semincasso: questa soluzione è vantaggiosa in un bagno piccolo perché consente di abbinare un lavabo di profondità standard a un top e a un mobile di profondità ridotta. Sulle pareti del bagno sono state posate, fino a un’altezza di 180 cm, piastrelle ceramiche con tagli interni che riproducono l’aspetto delle tessere di mosaico. L’effetto finale è molto simile. Mentre a terra sono sempre in gres, e nelle stesse nuance, gli elementi rettangolari che imitano l’aspetto del legno.
Il progetto in pianta della casa

pianta-casa-riva1 Ingresso – 2 Soggiorno – 3 Cucina – 4 Studio – 5 Corridoio – 6 Bagno – 7 Camera matrimoniale – 8 Camera – 9 balcone

Ulteriori note sul progetto: Subito a sinistra dell’ingresso, la cucina si trova in un locale indipendente cui si accede tramite una porta scorrevole. L’andamento irregolare che caratterizza la parete perimetrale della stanza è dovuto alla posizione d’angolo che l’appartamento occupa all’interno dell’edificio; il vantaggio è l’affaccio degli ambienti su tre lati.
Nella zona notte, disimpegnata rispetto all’ingresso e al soggiorno, ci sono i due ambienti di servizio, uno dei quali attrezzato anche come lavanderia. Come prescrive la normativa, poiché il bagno principale è dotato di finestra, è consentito che il secondo sia cieco e con sistema di aerazione meccanica.

Foto: Cristina Fiorentini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4.5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!