Più luce nell’attico con mansarda

Un appartamento su due livelli di 225 metri quadrati è stato completamente ristrutturato valorizzando gli spazi in base all'utilizzo. L'attico è stato destinato a zona notte mentre la mansarda, organizzata a open space, ospita la zona giorno.

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 29/06/2015 Aggiornato il 30/08/2016
Più luce nell’attico con mansarda

Obiettivo del progetto di ristrutturazione era creare una zona giorno open space nella parte più luminosa della casa da collegare a una zona notte pensata per accogliere all’occorrenza anche gli ospiti. Per ottenere questo risultato sono stati riuniti tre appartamenti – due in mansarda, uno al piano attico – e creare un’unica, grande soluzione abitativa di 225 metri quadrati. Per valorizzare gli ampi terrazzi annessi al sottotetto, si è scelto di collocare l’ingresso in mansarda e destinare la zona mansardata a open space.

Una parete di verde verticale accoglie gli ospiti e dal disimpegno dell’ingresso conduce al living, caratterizzato dalla falda spiovente, mantenuta all’altezza originaria. L’ambiente non prevede tramezziature, ad eccezione di una quinta in muratura creata ad hoc in prossimità del tavolo da pranzo. Le pareti bianche, il parquet in rovere chiaro, i pochi e sceltissimi mobili contribuiscono a creare un effetto di maggiore ampiezza degli ambienti. Basi e colonne della cucina sono progettate per occupare esclusivamente le fasce del sottotrave della mansarda, in modo da rendere meno impattante la presenza di arredi.

Una scala, realizzata su misura, collega i due livelli e divide il living in due zone distinte tramite una balaustra in vetro. Al piano inferiore si trovano gli ambienti più privati: la zona notte padronale, composta da camera, cabina armadi e bagno, più una zona ospiti con camera e bagno dedicato e disimpegno con armadi su misura.

Clicca sulle immagini per vederle full screen. Più sotto trovi le immagini commentate

 

 

1-SOGGIORNO

  • La zona giorno, collocata in mansarda, è organizzata come un grande open space di circa 128 metri quadrati in cui si distinguono tre diversi ambienti: la cucina, la zona relax e l’angolo conversazione. Per dare risalto e profondità agli spazi non sono stati inseriti muri, a eccezione di un tramezzo che scherma alla vista il tavolo da pranzo. Per non creare separazioni visive, anche il volume della scala è protetto da vetri trasparenti alti 1,20 metri. • Parquet: rovere quercia nivea di Itlas  

 

2-CUCINA

  • La cucina, un monoblocco realizzato su misura, ottimizza lo spazio sotto la falda del tetto. Due tagli di luce a led, a soffitto e sotto le basi, disegnano i contorni dell’area operativo rendendo la composizione visivamente più leggera. Di fronte alla zona cottura sono state realizzate alcune colonne attrezzate (non visibili in foto) che ospitano dispensa e frigorifero; altre colonne con forno a vapore e microonde occupano la parete di fondo. Il top è realizzato con un’unica lastra di pietra naturale color tortora da 5 cm di spessore che termina sul lato più corto con un bancone a sbalzo in legno di rovere di recupero. Lavello sottotop in grafite e piano cottura completano la dotazione tecnica. • Cucina: su misura, realizzato dalla falegnameria Dimensione cucine • Fuochi: Alpes inox • Forno a vapore e forno microonde: Electrolux Rex • Top: Stone Italiana • Lavello: Kubus di Frank. • Rubinetto: Maiba

 

3-LIVING

  • La scala che collega la zona notte al living taglia in due il soggiorno: a sinistra si aprono gli spazi per ricevere, con la zona conversazione e quella dedicata alla tv; a destra, la zona di servizio con la cucina, la zona pranzo, un disimpegno che precede un piccolo bagno ospiti e la stireria. In foto, la zona dedicata alla televisione, con poltrone gemelle, tappeto antico di famiglia e mensola in cartongesso, illuminata nella parte sottostante con strisce di luci a led. • Camino a gas: Piazzetta. • Lampada: Tolomeo di Artemide

 

4-SCALA

  • La scala, realizzata su misura, è leggermente scostata dal muro e illuminata lateralmente da una striscia di luci a led che ne aumenta l’effetto sospeso. Il parquet riveste sia le alzate sia le pedate creando l’effetto di una pavimentazione continua.

 

5-INGRESSO

  • L’ingresso è stato suddiviso in due parti: nella zona d’accesso, caratterizzata da una parete di verde verticale, sono stati realizzati due piccoli lucernari che illuminano dall’alto l’intero ambiente. Una porta rasomuro conduce allo spogliatoio, attrezzato con armadiature su misura e illuminato da un terzo lucernario. Il giardino verticale, dotato di un impianto di irrigazione integrato, è delimitato da una cornice in lamiera laccata bianca. • Giardino verticale: Febogarden • Lucernari: su misura.

 

6-CAMERA-LETTO

  • Nella camera da letto matrimoniale dominano arazzi e tappeti antichi di famiglia è stata pensata come una vera suite, con cabina armadi e bagno a uso esclusivo. Completa la zona notte del piano inferiore una seconda camera da letto per ospiti dotata anch’essa di bagno annesso e un disimpegno attrezzato con armadiature a muro. • Letto: Minotti • Cabina armadi: su disegno con attrezzatura interna di Ikea

 

7-BAGNO

  • Il bagno della camera degli ospiti è rivestito con mattonelle da 90 cm effetto pizzo; la parete di fondo è occupata interamente dal box doccia con cristalli scorrevoli. Il lavandino in corian poggia su una mensola con mobile contenitore coordinato. • Rivestimento: Dechirer di Mutina • Sanitari: Polis di Catalano • Box doccia: Tabitaly • Mobile lavabo: Antoniolupi • Lavabo: Concave di Planit •Rubinetteria lavabo: Small mix di Fantini

 

8-BAGNO

  • Il bagno padronale è preceduto da un’antibagno attrezzato con armadi su misura. Le pareti sono rivestite con un materiale ecologico che sostituisce la resina; il piatto doccia è in acrilico rinforzato, mentre i lavabi gemelli sono in corian, identici a quelli presenti nel bagno ospiti. • Rivestmento: Terra Cruda di Matteo Brioni • Specchio: Flash di Antoniolupi • Lavabi: Concave di Planit • Rubinetteria lavabi: Small mix di Fantini • Piatto doccia: Grandform • Box doccia: Acrux di Tabitaly • Colonna doccia e soffione: Gessi

 

9-LUCERNARIO

  • Per illuminare l’ingresso e la parete di verde verticale, in fase di ristrutturazione sono stati previsti alcuni lucernari realizzati su misura. Uno, più ampio, dà luce al piccolo disimpegno che anticipa la zona giorno. Lucernario: su misura

 

La mansarda
La mansarda è organizzata come un grande open space. Dall’ingresso, costeggiando la scala, si raggiunge il soggiorno; sulla destra, si trovano  la cucina con la zona pranzo antistante, un piccolo bagno e una stireria; sulla sinistra si aprono due zone simmetriche, destinate alla convivialità.

10-pianta-con-proiezioni-lucernari-

1 Living – 2 Zona pranzo – 3 Cucina – 4 Bagno ospiti e stireria – 5 Spogliatoio – 6 Ingresso – 7 Soggiorno

 

Attico
La zona notte è pensata per garantire massima privacy. Le due camere da letto, entrambe con affaccio diretto ai terrazzi, occupano zone diametralmente opposte, con il corridoio/disimpegno a fare da raccordo in posizione centrale.

11-pianta-con-proiezioni-lucernari-

8 Camera ospiti – 9 Bagno ospiti – 10 Bagno padronale con antibagno – 11 Camera matrimoniale – 12 Cabina armadi – 13 Disimpegno – 14 Terrazzi

 

Progetto: arch. Valeria Aretusi, valeriaaretusi@gmail.com
www.behance.net/valeriaaretusi

Foto: Erwin Benfatto

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!