150 mq a pianta irregolare ben risolti

Una casa dalla planimetria non regolare è stata riprogettata sfruttando al massimo gli spazi e arredata con armadi e contenitori su misura di colore grigio e antracite.

Giuliana Zoppis
A cura di Giuliana Zoppis, Giovanna Strino, Fotografo Claudio Tajoli, Stylist Rosaria Galli
Pubblicato il 29/08/2022 Aggiornato il 16/09/2022
cucina nera isola a muro

Complice la forma irregolare, per la revisione degli interni dell’appartamento situato in una zona centrale di Milano si è fatto ricorso a qualche modifica muraria, ma soprattutto ad arredi su misura, alcuni progettati appositamente.

Lo studio minuzioso di contenitori che sfruttano lo spazio al centimetro e disegnano gli ambienti (armadi, librerie e pareti attrezzate) si allinea alle esigenze dei committenti e caratterizza l’intero progetto.

Il color antracite domina gli ambienti, i cui tratti geometrici e lineari sono ammorbiditi da complementi tessili colorati, luci d’effetto e vasi decorativi in vetro. Con un ingresso spazioso e super accogliente e la cucina aperta sul living, l’abitazione è luminosa e funzionale, con percorsi articolati che rendono interessante la prospettiva da ogni angolo della casa.

Foto casa 150 mq

  • terrazzo con ombrellone
  • armadio con nicchia e seduta
  • parete-tv
  • soggiorno con divano chiaro
  • zona pranzo tavolo rotondo
  • cucina antracite con parti oro
  • cucina antracite con parti oro
  • camera da letto armadio grigio
  • camera tv nascosta
  • ingresso bagno
  • bagno lavabo grigio
  • bagno beige

Progetto casa a pianta irregolare

Per ottimizzare gli spazi, senza gravare sui costi, la forma “spigolosa” del taglio architettonico originale è risolta con la demolizione di due sole pareti divisorie per aprire la cucina sul soggiorno-pranzo, e con un piccolo intervento nel locale lavanderia, che affacciava sull’ingresso. Le modifiche murarie limitate sono bilanciate dallo studio di arredi su misura, con l’impiego di pannelli in mdf abbinati al laminato per le parti interne dei mobili. Due trovate progettuali, molto apprezzate dai padroni casa, sono la parete Tv del soggiorno, con listelli orizzontali tridimensionali e il mobile con anta a specchio che, ruotando, rivela lo schermo video in camera da letto.

planimetria casa 150 mq

Realizzazione intervento a cura di: Parivedil srl (parivedil.it), Fama Group srl (www.famagroup.it), Vegliolux (www.veglio.com), Sirt (www.sirtweb.it).

Il primo criterio da seguire quando si ristruttura completamente o, come in questo caso, si cambia volto a un appartamento quasi nuovo è partire dai rivestimenti di pareti e pavimenti e dalle finiture degli arredi (armadi, librerie, cucina, bagni). La strategia migliore è scegliere pochi materiali armoniosi tra loro, accostandoli con tonalità tali da ottenere un effetto cromatico gradevole e non stridente. Questo non significa evitare i contrasti, ma formare abbinamenti vincenti, come quelli di queste immagini. Tutta la gamma dei grigi e dei beige presente in questa casa, infatti, rappresenta una base sicura di cui non ci si stanca mai e su cui osare con tessuti e complementi particolari e ricercati, e con le luci.

terrazzo con ombrellone

Per la terrazza: pavimento in doghe per esterni in WPC Ultrashield® di Déco (decodecking.it); arredi e ombrelloni di Talenti (talentispa.com); lampade da terra di Karman (www.karmanitalia.it); applique a led Cool Wood di Simes (www.simes.it); vaso lavorato artigianalmente da Simona Cardinetti (www.simonacardinetti.com).

Una nicchia nell’armadio per alleggerirne il volume

Come creare in uno spazio di ingresso e passaggio una piccola comfort zone? Sono bastati pochi, ma fondamentali, accorgimenti: l’apertura di una nicchia al centro dell’armadio, che ne alleggerisce il volume e aggiunge una seduta, e un angolo relax, con bergère e tavolino, definito da un tappeto. Tutto nelle calde nuance della terra.

armadio con nicchia e seduta

Armadio con seduta integrata

La zona d’ingresso è pensata come spazio supplementare del living ed è attrezzata con un ampio guardaroba disegnato ad hoc dagli architetti e realizzato su misura, con finitura laccata antracite e interni in laminato (scelta strategica che garantisce praticità e fa contenere i costi). L’uniformità esterna di questo volume (con i fianchi tagliati in diagonale per facilitare il passaggio) è interrotta da una seduta ricavata nella nicchia tra le ante (e munita di cuscino in misura). Questa, abbinata alla poltroncina al centro dell’area, crea una vera e propria seconda zona conversazione ed evita l’effetto corridoio che, necessariamente, si sarebbe creato dall’ingresso all’angolo soggiorno.

armadio progetto sezione pianta

Nell’armadio all’ingresso, la nicchia è completata dal cuscino in lino di Éitis (elitis.fr), come quello sistemato sulla poltrona, e dalla lampada a sospensione (che si vede nell’immagine in apertura di servizio) IC Light di Flos (flos.it), design Michael Anastassiades. Poltrona e tavolino sono di Moroso (moroso.it), design Patricia Urquiola; il tappeto in 100% lana è una riedizione a cura di Amini ABC Italia (amini.it) di JC-7 Isola del 1970, design Joe Colombo. Nella foto in apertura del servizio, i vasi sistemati sui ripiani a sinistra sono in ceramica lavorata artigianalmente da Simona Cardinetti (www.simonacardinetti.com).

Una parete studiata per la tv

L’area che fa da cornice alla Tv nel living è stata risolta allestendo in modo creativo la parete davanti al divano, per la quale gli architetti hanno ideato uno scenografico rivestimento. È una struttura vera e propria composta da listelli orizzontali in mdf color antracite (la tinta che domina nella casa e guida il registro cromatico), che intervalla elementi tridimensionali ad altri lineari, così da creare un pannello d’arredo movimentato da un gioco di luci e ombre naturali. All’estremità, un’anta che nasconde in parte il mobile contenitore ad angolo che prosegue all’ingresso, è in gres porcellanato effetto marmo, materiale che riprende la finitura del piano del tavolo da pranzo sistemato dietro ai divani.
 
parete tv soggiorno

La parete con lo schermo tv è valorizzata da una boiserie a listelli e da una lastra in gres porcellanato effetto marmo (è Rex Calacatta Gold di Florim, florim.com). Il divano è il modello Davis Case di Frigerio (frigeriosalotti.it), con cuscini di Éitis e plaid in lana Pop di Gabel Group (gabelgroup.it); i tavolini in legno laccato nero sono i Kragsta di Ikea (ikea.com); il grande vaso in vetro riciclato appoggiato a terra è di Carl Hansen & Søn (carlhansen.com).

soggiorno con divano chiaro

Tre materiali per tutta la casa

Una scelta di cui di solito non ci si pente: pochi materiali belli e durevoli, per tutte le stanze. In questo caso, i progettisti e i committenti hanno concordato per un abbinamento tra i pannelli in legno “medium density” (mdf) laccato color antracite per le pareti attrezzate e i mobili contenitori su misura (è resistente a sbalzi termici e all’usura), il legno massello di rovere a listoni per i pavimenti (anche in cucina e nel bagno padronale) e il gres effetto marmo di Carrara per il tavolo da pranzo e le “quinte” a parete. Limitare la scelta cromatica e materica aiuta a dare un carattere alla casa e crea una connessione visiva tra gli spazi. Un mix eccessivo di finiture sulle superfici, di colori e di texture, invece, può essere controproducente sia a livello estetico (il rischio è di ottenere disarmonie), sia economico.

L’angolo pranzo è organizzato con una serie di pezzi di design iconici ed evergreen. Nell’insieme, materiali e colori dialogano anche con gli altri angoli del living, abbinandosi sia agli elementi d’arredo moderni sia alla boiserie composita della parete tv. La scelta della forma ovale per il tavolo è indovinata, perché utilizza al meglio lo spazio davanti alla portafinestra, tra il divano e la cucina open.

zona pranzo tavolo rotondo

Il tavolo da pranzo ovale è il modello Yoda Keramic di Cattelan Italia (cattelanitalia.com): ha piano in ceramica effetto marmo e base in acciaio titanio satinato; misura 200 x 120 cm. Le sedie in frassino nero e seduta impagliata di Hans J. Wegner sono prodotte da Carl Hansen & Søn (www.carlhansen.com), come il vaso in vetro riciclato. La lampada è l’iconica Arco di Flos (flos.com), design Achille & Pier Giacomo Castiglioni.

Colore oro per una parte di cucina

La soluzione del gres, tanto sui piani di lavoro quanto sugli schienali della cucina, consente di avere superfici continue ad alta impermeabilità. Uniforme e stabile, questo materiale è un’interessante opzione da valutare per una cucina di buona qualità, venendo incontro a quanti desiderano coniugare  praticità e stile personale. Qui è stato scelto in un intenso color giallo oro che ben si sposa con il grigio antracite delle ante, in un abbinamento insolito e contemporaneo.

cucina antracite con parti oro

Cucina a vista e cura del dettaglio

Pensata a vista sul soggiorno, la cucina è organizzata su un lato e completata con una penisola parallela a questa, profonda un metro. Nella composizione a parete l’uniformità dei moduli con maniglia a gola è spezzata da un gioco di volumi variabili e dalle luci sottopensili che illuminano il “vuoto” centrale focalizzando l’attenzione su top e schienale in gres dorato.

cucina antracite con parti oro

Su misura, con moduli di SieMatic (siematic.com), top e schienale in gres dalla sfumatura dorata Iron Grey di Neolith (neolithitaly.com), la cucina è formata da una composizione in linea e da una penisola attrezzata con piano cottura a induzione e aspiratore Pura di Bora (bora.com); il lavello in Silgranit è il modello Sublime di Blanco (blanco.com); gli sgabelli sono Kekke kitchen & bar di Studio Pietboon (pietboon.com); i faretti a led da incasso sono Spy Trimless di Deltalight (deltalight.com). Gli oggetti in legno di rovere sono di Carl Hansen & Søn (carlhansen.com). Sul piano di lavoro, tostapane in stile anni ’50 di Smeg (smeg.it).

Camera da letto pensata per il comfort

Dal letto imbottito classico ed essenziale, con testata e base sfoderabili, all’armadio capiente e discreto con anta specchiata porta-TV realizzato su disegno, dalla piccola libreria incassata a parete, ai complementi per l’illuminazione fino alla biancheria: ogni dettaglio della camera matrimoniale è studiato per favorire massima comodità e relax.

camera da letto armadio grigio

Il letto imbottito sfoderabile è il modello Metropolitan di Bolzan (bolzanletti.it); il copriletto in jacquard di cotone è Serge di Somma 1867 by Gabel Group (www.gabelgroup.it) come il plaid di lana; i cuscini in cotone sono di Elitis (www.elitis.fr); il tavolino in legno laccato è di Ikea; la lampada a sospensione è la String Light di Flos (www.flos.com), mentre quella sul tavolino è la Mouse Lamp di Seletti (seletti.com). Gli arredi fissi sono realizzati su misura, su disegno dei progettisti.

camera tv nascosta

Anta a specchio, un’idea per nascondere la tv

Nella camera da letto, l’arredamento è studiato per poter guardare comodamente la Tv. Lo schermo, però, è ben nascosto dietro a un’anta su cui è montato un grosso specchio frontale che aggiunge profondità. L’apertura della quinta verso gli altri moduli dell’armadio angolare consente di orientare lo schermo a piacimento verso il letto e rivela, sul retro, una pannellatura in mdf color antracite (come gli altri elementi su misura), con uno spazio di contenimento nella parte superiore.

progetto armadio camera

 

Bagno acromatico

La stanza da bagno privata è posta tra le due camere da letto ma è a uso di quella matrimoniale. L’arredo vira tutto sul grigio, in armonia con il resto della casa e, soprattutto, con il locale che ne ha accesso diretto, così da non creare stacchi. La scelta degli elementi sospesi, con lavabo  a mensola e cassettone a sbalzo, alleggerisce l’insieme.

bagno lavabo grigio

Lo spazio extra

Con la variazione dell’apertura, che in origine dava proprio sull’ingresso, ora il locale lavanderia è più discreto. Una modifica essenziale per la razionalizzazione dei volumi, supportata dallo studio di arredi ad hoc: qui trovano posto due contenitori, un piano per stirare, una colonna con lavatrice e asciugatrice.

ingresso bagno

La zona lavabo è arredata con una composizione di Arbi (arbiarredobagno.it) formata da lavabo a mensola in Laminam Pietra Savoia e base sospesa con cassettone. La rubinetteria è della serie Pois di Ritmonio (ritmonio.it); lo specchio è di Archeda (archeda.eu). Le spugne in cotone 100 % sono di Gabel Group (www.gabelgroup.it).

Bagno neutro

Nel suo insieme, il secondo bagno restituisce lo spirito dell’appartamento: armonia di colori e forme, funzionalità, comodità d’uso. Qui prevalgono
toni chiari ed eleganti del beige-bianco-sabbia. A partire dai rivestimenti a pavimento e a parete in travertino (una scelta del costruttore che i padroni di casa hanno voluto mantenere), fino a comprendere gli arredi su disegno, i sanitari e i complementi per la cura del corpo (box doccia doppio, in primis).

bagno beige

In questo bagno l’arredo è progettato dagli architetti, integrando anche alcuni pezzi di produzione. Il lavabo è della serie Shui di Ceramica Cielo (ceramicacielo.it), con specchio di Archeda (archeda.eu) e rubinetteria della serie Diametro 35 di Ritmonio (ritmonio.it). Il box doccia è della serie Silis di Calibe (calibe.it), con set di Fiora (fiorabath.com). Le spugne sono di Gabel Group (www.gabelgroup.it).

Progetto: Sferico Architetti – arch. Riccardo Cottino e arch. Federica Cortina Pecetto Torinese (To) e Santa Teresa di Gallura (Ss), sfericoarchitetti.it
Foto: Claudio Tajoli
Styling: Rosaria Sofia Galli

 

Tratto da Cose di Casa numero di novembre 2021

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 2 / 5, basato su 3 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!