Con corridoio in diagonale e cabine armadio a pianta triangolare

Anche in un appartamento spazioso lo spazio deve essere ben sfruttato e razionalizzato. Ecco una casa con soluzioni da copiare, utili anche in piccoli appartamenti. Come il corridoio obliquo e i vani a pianta triangolare che sfruttano la parte senza finestre, il controsoffitto spiovente per definire l'ingresso diretto in soggiorno, gli armadi colorati che "scompaiono" alla vista...
Silvia Scognamiglio
A cura di Silvia Scognamiglio, Fotografa Cristina Fiorentini, Laura Mauceri
Pubblicato il 11/01/2021 Aggiornato il 13/01/2021
soggiorno, pareti grigio tortora, porta vetrata, divano destrutturato azzurro e viola, cuscini, tavolini a forma di tronco, tavolo da pranzo con piano in vetro, libreria a colonna, ripiani, tappeto grigio

L’appartamento doppio di 145 mq si trova in un elegante stabile degli anni ’40 con facciata in mattoni. L’appartamento attuale nasce dall’accorpamento di due unità immobiliari in precedenza indipendenti e tutto il progetto è improntato alla risoluzione delle conseguenti problematiche tecniche.

Nella zona centrale della casa – area di raccordo tra i due volumi preesistenti – non ci sono finestre, eppure questo spazio è stato sfruttato al meglio per collocarvi i vani di servizio, il corridoio di distribuzione con taglio diagonale e anche una zona studio. Gli ambienti giorno, con il living open space e la cucina separata da una porta vetrata, sono esposti verso la piazza, mentre le camere affacciano sull’interno.

In tutta la casa, una tonalità di grigio caldo, utilizzata per pareti, controsoffitti e armadiature, mette in relazione una stanza con l’altra così come il parquet mantenuto al grezzo. Gli elementi d’arredo di produzione sono pochi, perlopiù evidenziati da colori e linee decise; numerose invece le realizzazioni su disegno e su misura, sempre risolutive nel venire incontro alle esigenze del nuovo layout dell’appartamento.

Foto appartamento 145 mq

  • soggiorno
  • divano-componibile
  • angolo-studio
  • cucina-frigorifero
  • porte-scorrevoli-cucina
  • camera-da-letto
  • bagno
  • cameretta
  • bagno-con-doccia

Progetto con ambienti di passaggio e di servizio nella parte senza finestre

planimetria del doppio appartamento di 145 mq

1 Ingresso 2 Guardaroba 3 Zona pranzo 4 Soggiorno 5 Cucina 6 Lavanderia 7 Zona studio 8 Corridoio 9 Bagno 10 Camera matrimoniale 11 Cabina armadio 12 Camera 13 Balcone 14 Ascensore sul pianerottolo

  • Il taglio obliquo del corridoio di distribuzione dell’appartamento doppio ha permesso di ricavare un guardaroba in muratura a pianta triangolare. Uno gemello, sempre chiuso da una porta scorrevole, è invece nella zona d’ingresso.
  • Il locale passante tra la cucina e il disimpegno, accessibile da entrambi gli ambienti, è adibito a lavanderia. La vicinanza con il bagno della camera matrimoniale consente di condividere gli impianti.
  • Su una balconata angolare affacciano la camera matrimoniale e quella degli ospiti, utilizzata anche come studio. Tra le due stanze, spazi di risulta intorno al pilastro sono serviti rispettivamente per ricavare una cabina armadio e per inserire un armadio.
soggiorno, pareti grigio tortora, porta vetrata, divano destrutturato azzurro e viola, cuscini, tavolini a forma di tronco, tavolo da pranzo con piano in vetro, libreria a colonna, ripiani, tappeto grigio

L’ingresso dell’abitazione, che si apre direttamente sul living, è stato ribassato con una controsoffittatura a spiovente che scende da 300 a 240 cm di altezza. Entrando, il primo ambiente che si incontra è la zona pranzo, arredata da un tavolo con piano in vetro la cui texture riproduce piccole fratture superficiali; le sedie sono il modello Neve di Porro. Alle spalle, la parete di fondo e gli armadi inseriti a destra e a sinistra del pilastro sono uniformati da una tinteggiatura grigio tortora (di Kerakoll Design House); il sistema di mensole bianche è di Lago. La lampada a sospensione è la Pirce di Artemide.

Zona conversazione destrutturata

In alternativa al tradizionale divano, la zona conversazione è arredata con una composizione flessibile composta da una serie di quattro imbottiti di varie profondità, rivestiti in velluto di diversi colori, dal grigio al viola. Ciascun elemento può essere così facilmente spostato in modo indipendente, oppure accostato agli altri secondo schemi variabili. 

zona conversazione, porta vetrata, lampadario di design bianco, divano modulare in diversi colori, tavolini a tronco, finestra con tenda a rullo, pareti grigie, libreria a giorno, tappeto grigio chiaro

La zona conversazione è in piena luce, rivolta verso una delle due finestre dell’open space. La doppia porta scorrevole interno muro in vetro ondulato
e opacizzato chiude la cucina e assicura privacy senza però interrompere del tutto la comunicazione visiva. Nell’angolo, la lampada a soffitto è la Parentesi di Flos, design Achille Castiglioni e Pio Manzù. Gli imbottitti modulari rivestiti in velluto sono di Ligne Roset, i tavolini-tronchi sono stati acquistati in un negozio di fiori. Tappeto azzurro-grigio di Kasthall.

disimpegno del doppio appartamento, parete obliqua grigia, ribassamento a soffitto, mobile destrutturato, pensili colorati, scrivania, computer, radiatore, corridoio, faretti, seduta tonda

Nella zona di disimpegno tra parte giorno e parte notte della casa è stato ricavato lo spazio per la postazione studio, di fianco all’ingresso del living. Sullo sfondo della parete in finitura grigio, la composizione destrutturata formata da moduli pensili in tre colori e di diverse misure è di Lago.

Su un’unica parete

Nella cucina, che occupa un locale indipendente, la composizione in linea si sviluppa a misura sull’unico lato libero da aperture mentre al centro rimane ampio spazio per un’isola multifunzione compatta che integra anche la zona cottura. Sul lato opposto, verso l’ingresso della stanza, è stata realizzata una nicchia profonda 60 cm dove è inserito un frigo a libera installazione. I colori scuri dell’ambiente sono coordinati con le tonalità del soggiorno, in contrasto con il luminoso pavimento in legno grezzo senza soluzione di continuità con il living.

cucina, dettaglio, frigorifero monoporta in nicchia, mobile in metallo a ripiani con cassette della frutta, pareti grigie

Nell’angolo della cucina, una spalla delimita la nicchia in cui è inserito il frigorifero monoporta di Liebherr con estetica inox; lo spazio rimanente è completato da uno scomparto largo solo 30 cm attrezzato con cestelli estraibili. Mentre l’espositore in metallo appoggiato alla parete esterna è stato realizzato dal fabbro appositamente per appoggiare le cassette in legno grezzo di frutta e verdura del mercato.

Il perché dei monoporta

I modelli di frigoriferi con una sola porta, spesso proposti in finitura inox, nera o colorata, quasi sempre nella tipologia freestanding, sono in genere molto curati nel design. Dal momento che hanno solo un piccolo scomparto freezer integrato all’interno del vano o ne sono del tutto privi, vengono incontro alle esigenze di chi consuma in prevalenza cibi freschi.

tre frigoriferi monoporta di Bompani, Miele e AEG

1. È in finitura rame con linee rétro il monoporta BOMP114/K di Bompani in classe A++ con sistema di raffreddamento ventilato. Misura L 60 x P 64,5 x H 159 cm e costa 1.700 euro.
2. ll frigo da incasso K 37683 iDF di Miele in classe A+++ ha scomparto freezer integrato. Misura L 57 x P 55 x H 178,8 cm e costa 2.990 euro.
3. È alto 155 cm il frigo RKB63221DX di AEG in classe A++ con tecnologia Dymanic Air che mantiene uniforme la temperatura. Costa 759,99 euro.

cucina, porta vetrata scorrevole, isola centrale, cappa, sgabelli, lampade a sospensione, faretti incassati, pavimento in parquet

In tutti gli ambienti della casa i soffitti sono ribassati da strutture in cartongesso di diverse altezze, più accentuate nell’ingresso e nelle zone di passaggio. In cucina il controsoffitto permette di alloggiare il condotto di evacuazione fumi della cappa aspirante oltre all’impianto di climatizzazione canalizzato che attraversa l’intera abitazione.

I contrasti in chiaroscuro tra il grigio e il bianco risultano particolarmente evidenziati nelle finiture della camera matrimoniale. Sullo sfondo delle pareti risaltano le linee minimal del giroletto, il profilo sinuoso della poltroncina sistemata nell’angolo e anche lo stipite della porta che incornicia l’ingresso del bagno a uso esclusivo. L’illuminazione è affidata a più punti luce che si aggiungono alla sospensione centrale

camera, letto matrimoniale tessile con testiera imbottita, lampada a sospensione, applique, sedia di design bianca, pareti grigie, porta del bagno

Il parquet in rovere di Slavonia utilizzato in tutta la casa è stato lasciato nel suo colore naturale, rifinito però con un sottile strato di resina trasparente (1,5 mm) che rende la superficie opaca e impermeabile senza togliere l’effetto grezzo: il prodotto è specifico per il legno ed è proposto anche in altre tonalità. Nella camera matrimoniale il letto in laccato bianco opaco con testiera imbottita è di Besana Mobili. Il parquet trattato con resina trasparente è Legno+Color di Kerakoll Design House.

Poltroncina tuttofare

In un angolo della stanza o ai piedi del letto, una comoda seduta in sintonia con lo stile dell’ambiente o come elemento del tutto a se stante può essere anche un’alternativa soft – più discreta – al servomuto o all’appendiabiti per poggiare gli abiti.

Sedie di Midj, Chairs & More, Pedrali

1. La sedia Apelle di Midj ha schienale e seduta in cuoio e struttura in acciaio con finitura rame. Costa a partire da 430 euro.
2. Con linee sinuose e schienale alto trapuntato, la poltroncina Betibù di Chairs & More costa a partire da 754 euro Iva esclusa.
3. Si ispira al design anni ’50 la poltroncina Gliss di Pedrali dalla forma avvolgente. La scocca in tecnopolimero e la struttura a slitta in tondino d’acciaio Ø 10 mm misura L 58 x P 57 x H 74,5 e costa 110 euro; l’imbottitura costa 330 euro.

Bagno in tre zone

L’ambiente di servizio della camera è stato suddiviso in modo da tenere separate le funzioni: al centro il lavabo, a destra e a sinistra i sanitari e il box doccia in muratura, entrambi chiusi da porte vetrate. Linee essenziali, geometrie ben definite e colori sobri contraddistinguono l’ambiente di servizio, a cominciare dal tris costituito dal “cubo” compatto del mobile lavabo sospeso, dall’insertodel miscelatore a placca e dallo specchio senza cornice su sfondo scuro.

bagno, lavabo sospeso, specchio, rubinetto a piastra,doccia walk in, pareti grigie, sanitari, scaldasalviette, rivestimenti in gres

Nel bagno i rivestimenti a pavimento e a parete sono in Cementoresina di Kerakoll Design House in tonalità grigio tortora, a eccezione dell’interno del box doccia dove è stato invece posato un mosaico in vetro di tonalità simile della coll. CasaMood di Florim. Il mobile sospeso di Arbi in finitura tranché naturale è completo di lavabo in mineralguss bianco: quest’ultimo è un materiale composto da cariche minerali naturali e da una bassa percentuale di resina poliestere; rivestito da una pellicola di poliestere acrilato.

Tre camere nella zona notte

Le camere sono due distribuite dal corridoio e un bagno completo, a uso di entrambe. Le stanze hanno una metratura di poco superiore a quella minima di 8 mq prescritta dalla normativa; in quella del ragazzo si è scelto di recuperare spazio in verticale con due letti sovrapposti: quello superiore è a circa 140 cm di altezza.

cameretta, letto doppio con gradini, pareti grigie, postazione studio nel sottofinestra, lampadario multiplo con sfere opaline e cavi colorati, libreria pensile, sgabello azzurro

Nella camera la postazione studio sfrutta l’altezza del sottofinestra integrando anche il radiatore sotto il piano. Di fronte, la struttura compatta nella stessa finitura laccato azzurro appoggiata a parete prevede un letto alto, accessibile salendo due gradoni, e un secondo disposto sotto (composizione di Colombini).

Sgabelli & oltre

Il jolly tra i complementi d’arredo, leggero e versatile con i suoi mille utilizzi, può essere anche un’alternativa per la postazione studio quando gli spazi sono ridotti. E con un gesto lo si ripone sotto il piano.

sgabelli di Diemmebi e di Papirho

1. È adatto anche per l’outdoor lo sgabello-scaletta multiuso. con gradini estraibili. In materiale plastico riciclabile, Upgrade di Diemmebi può reggere fino a 130 kg. Misura L59 x P 50 x H 60 cm, costa a partire da 159 euro.
2. Lo sgabello in cartone plissettato Paper Stool di Papirho si ripiega su se stesso. Misura Ø 36 x H 42 cm e costa 69 euro.

bagno, pareti grigio tortora, doccia walk in con pannelli vetrati, sanitari, mobile con lavabo da appoggio, applique

Nel bagno di forma lunga e stretta la doccia in muratura occupa il lato corto ed è chiusa da pannelli scorrevoli trasparenti. Le pareti sono rifinite con Cementoresina di Kerakoll Design House. I sanitari sono il modello Pura Terra 55 di GSI.

Progetto d’arredo: Studio Patetta, Barbara Piccinno & Niccolò Patetta, Milano, Tel. 02/36554145

Foto: Cristina Fiorentini

Styling: Laura Mauceri

Tratto da Cose di Casa numero di gennaio 2020

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 3.27 / 5, basato su 11 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!