67 mq ristrutturati in due tempi, con soppalco nel sottotetto

67 mq con soppalco nel sottotetto: la doppia altezza sotto la copertura è stata sfruttata con un livello sospeso. Il progetto complessivo è stato sviluppato in tempi diversi, ottenendo comunque grande armonia.
A cura di Giovanna Strino, Fotografo Claudio Tajoli, Stylist Rosaria Galli
Pubblicato il 14/06/2021 Aggiornato il 16/06/2021
soggiorno con soppalco e passerella

Il progetto è un bell’esempio di come gli interventi si possano programmare nel tempo e affidare a professionisti con competenze diverse, ottenendo una casa coerente, funzionale e di gran gusto. Infatti, nonostante siano stati realizzati in tempi diversi e con progetti di professionisti differenti, gli interni e le soluzioni architettoniche di quest’abitazione, che si sviluppa su due livelli sfruttando la doppia altezza del sottotetto, mantengono un’apprezzabile coerenza. Toni neutri, con prevalenza di bianco e grigio, vestono i locali valorizzando gli spazi aperti e i volumi scolpiti, punto di forza della casa, e creano un contenitore ideale per oggetti e quadri dall’estetica spiccata. Il sistema di illuminazione è affidato principalmente ad apparecchi a scomparsa; i soffitti, dall’altezza variabile, scandiscono gli ambienti e, grazie al pavimento in legno, piano inferiore e soppalco dialogano, dando vita a un insieme senza stonature. Non ultima, la scelta degli arredi, alcuni dei quali espressione del miglior design italiano e internazionale.

Foto casa di 67 mq con soppalco sottotetto

  • Soggiorno al livello inferiore della casa di 67 mq con sottotetto
  • Scala che porta al soppalco nel sottotetto
  • Particolare dell'ingresso della casa di 67 mq con soppalco nel sottotetto
  • Vista dal soppalco del soggiorno al livello inferiore
  • Zona pranzo di design con cucina a vista sullo sfondo
  • Dettaglio della zona cottura nella cucina a vista della casa di 67 mq nel sottotetto
  • Soppalco nel sottotetto della casa di 67 mq
  • Scala in legno e lamiera del soppalco nel sottotetto
  • Particolare della struttura a vista del tetto
  • zona notte sul soppalco nel sottotetto
  • Particolare dell'armadio con ante in tessuto scorrevoli della camera da letto sul soppalco
  • Studio open sul soppalco nel sottotetto
  • Bagno total white con pezzi di design e lavabo freestanding a colonna
  • Particolare del secondo bagno della casa di 67 mq con soppalco, con lavabo e rubinetteria a colonna

Progetto di interior decoration per 67 mq con soppalco nel sottotetto

L’appartamento fa parte di un immobile plurifamiliare ricavato dalla ricostruzione di un edificio colonico. Occupa una porzione al piano terra con area cortiliva privata di pertinenza, a cui si accede da entrambi i lati di affaccio, Sud e Ovest. L’assetto attuale, illustrato nelle due planimetrie a lato, e la veste definitiva che vediamo in queste pagine sono frutto di interventi successivi che si sono susseguiti nel tempo.

  • A un primo progetto di interior che ha riguardato principalmente l’arredamento del livello inferiore, è seguito uno più strettamente architettonico che ha esteso il soppalco, già presente, ma inizialmente limitato alla sola zona studio, raddoppiandone la superficie per aggiungere una seconda zona notte.
  • Infine, l’ultimo step è stato il completamento dell’abitazione con la soluzione d’arredo e décor per l’integrazione del livello superiore, studiato accuratamente per raggiungere un risultato di grande equilibrio.

 

planimetrie di progetto dei due livelli della casa di 67 mq nel sottotetto

Soggiorno al livello inferiore della casa di 67 mq con sottotetto

Scomposizioni geometriche che definiscono il salotto

Nell’open space, il salotto è un angolo definito dal divano rivolto verso la parete che chiude il living. L’arredamento gioca sul contrasto tra la morbidezza  degli imbottiti e le linee squadrate del mobile a giorno, pochi pezzi importanti scelti con cura, assortiti in varie sfumature di grigio e raccordati dal maxi tappeto nero. Un elemento significativo (perché permette di ampliare la prospettiva) è il modulo sospeso collocato sotto la rampa, che integra questo spazio “difficile” alla zona relax. In alto, il soffitto diventa esso stesso elemento décor, con il volume del soppalco che collega le estremità dei muri.

Scala che porta al soppalco nel sottotetto

Il sistema living articolato in più moduli è Pass-Word (design Dante Bonuccelli) di Molteni&C. Divano e pouf sono il modello Tufty Time (design Patricia Urquiola) di B&B Italia. I cuscini sono realizzati con tessuti di Zimmer + Rohde. Il tappeto in lana è Loop Melange di Kasthall. La lampada da terra è Sampei (design Davide Groppi ed Enzo Calabrese) di Davide Groppi.

Particolare dell'ingresso della casa di 67 mq con soppalco nel sottotetto

Dettaglio della zona di ingresso alla casa: sedia Smooke di Mooi; a parete contenitori di Lago.

Giocare con la luce

Questa abitazione vanta un’importante illuminazione naturale, favorita dal layout e dai colori utilizzati; questo è un vantaggio apprezzabile in termini sia di vivibilità sia di gradevolezza degli ambienti. Per quanto riguarda quella artificiale, l’interior designer ha messo a punto una soluzione efficace che ha permesso di sottolineare i punti più interessanti dell’architettura della casa, senza trascurare gli aspetti di funzionalità e di arredo. Poiché le lampade illuminano in modo differente, e ciò dipende in gran parte dal tipo di diffusore, per la luce generale di tutti gli spazi ha puntato su sistemi a incasso mimetizzati (di Viabizzuno) e affidato quella diretta e diffusa a scenografiche sospensioni, piantane e modelli da tavolo di design. Mixare apparecchi diversi è sempre suggerito, tenendo presente che anche la loro posizione incide sul risultato finale.

Vista dal soppalco del soggiorno al livello inferiore

Nello spazio a tutt’altezza del living, dal soffitto fanno luce le sospensioni sferiche Random Light di Moooi.

Design in bianco per living

Questa parte del living punta tutto sul total white. Una scelta estetica dai molti vantaggi: da un lato, infatti, permette di enfatizzare la particolare architettura della casa che in questo punto cambia altezza, e dall’altro aiuta a legare fra loro elementi d’arredo che si differenziano per stile e materiali. La posizione centrale spetta alla zona pranzo, non solo per rispondere a un criterio di funzionalità, ma anche per valorizzare il tavolo ovale e le sedie a tulipano, vere e proprie icone del design internazionale. La scenografia d’insieme è rafforzata dalla sospensione collocata in asse.

Zona pranzo di design con cucina a vista sullo sfondo

Il tavolo Saarinen Table e le sedie Tulip, design di Eero Saarinen (1957), sono di Knoll. La lampada a sospensione è il modello Smithfield, design Jasper Morrison, di Flos. A parete, il mobile contenitore sospeso è Shelf, design Naoto Fukasawa, di B&B Italia. Sul tavolo, le stoviglie sono della serie Tonale di Alessi, mentre l’alzatina è di Paola C., come quella sul piano della cucina. Le pentole della serie Mami, la moka e lo spremiagrumi sono di Alessi; la brocca in vetro è di Zara Home.

Nuova nicchia per la cucina custom made

Come risolvere la zona cottura nell’open space e, perdipiù, attigua all’ingresso? In questo caso, è stata creata una nicchia con la sola aggiunta di una spalla in cartongesso, larga poco più di 60 cm, quanto basta per mascherare i mobili della cucina rispetto alla porta. Si è definito così uno spazio di 360 cm, per il quale l’interior designer ha progettato una composizione lineare, con moduli di dimensioni standard ed elettrodomestici a incasso, dall’estetica neutra, in armonia con il soggiorno e l’intera casa. È in finitura laccato bianco opaco, con top coordinato in Corian® che integra il lavello. In alto, oltre i pensili, una veletta in cartongesso è stata applicata per mascherare il tubo della cappa aspirante.

 

Il progetto per la cucina su misura

 

bozzetto della cucina progettata su misura

Costo: cucina con elettrodomestici 17.000 euro

progetto della cucina su misura, con planimetria, prospetto e sezioneDettaglio della zona cottura nella cucina a vista della casa di 67 mq nel sottotetto

Sul soppalco, camera e studio

La casa prosegue al livello superiore con gli spazi privati, che sono stati raddoppiati grazie all’intervento architettonico che ha esteso il soppalco esistente. A un primo nucleo originario sopraelevato, composto unicamente dallo studio e da un locale adiacente, ne è stato aggiunto un altro all’estremità opposta, raggiungibile tramite un ballatoio-passerella che corre parallelo alla rampa. Un camminamento con vista sul soggiorno sottostante.
Soppalco nel sottotetto della casa di 67 mq

Il pavimento omogeneo in tutta la casa, gradini a giorno compresi, è stato scelto in legno: richiama la struttura a vista del tetto e scalda l’atmosfera. Si tratta di un parquet in rovere naturale, verniciato in opera. Il fornitore è Paolo Zamboni di Reggio Emilia.

Come ampliare il soppalco esistente

Il progetto di estensione del livello superiore nasce dall’esigenza di avere una stanza in più, autonoma e isolata, con bagno proprio. Già il concept iniziale dell’abitazione prevedeva il piano inferiore con living open space e zona notte – camera con bagno – più il soppalco, posto in corrispondenza di queste ultime stanze, destinato a studio e cabina armadio: una soluzione di grande semplicità, ma in grado di valorizzare l’edificio caratterizzato dalla copertura a falda unica con struttura lignea a vista. Tutta l’abitazione è caratterizzata dalla nitidezza di pareti e superfici (totalmente bianche) e dal legno per tetto e pavimento. Questo ordine compositivo è stato rafforzato dal nuovo intervento che ha raddoppiato la superficie sospesa con inserimenti di uguale estetica. L’intervento si riconduce all’inserimento a secco di una scatola, ovvero di una struttura metallica di travi e lamiere grecate Hi-bond con pannelli OSB, per solaio e ballatoio. Il tutto rigorosamente rivestito da cartongesso per dare rilievo alla composizione nitida dei volumi. Le modifiche sugli elementi esistenti sono assimilabili all’eliminazione del parapetto in elementi metallici di acciaio cromato, che è stato sostituito con lastre metalliche bianche autoportanti, di estremo rigore formale, che non necessitano di montanti o di struttura a vista. Il nuovo volume “sopraelevato”, che contiene la camera e il bagno, si imposta in corrispondenza dell’ingresso e della zona cucina-pranzo, facendo da contrappunto al volume della camera esistente al piano terra, in un equilibrio diametralmente opposto di pieni e vuoti. L’accesso ai nuovi spazi avviene tramite un ballatoio largo poco più di 80 cm che attraversa l’open space sottostante, in direzione parallela alla scala preesistente, ed è caratterizzato da alti parapetti in lastre di ferro di 6 mm verniciato bianco satinato, e da un piano di cartongesso all’intradosso, che favorisce la lettura tridimensionale del volume. Entrando, ora lo spazio è amplificato nonostante l’aggiunta del volume e la conseguente riduzione della parte a tutt’altezza: si è generata, infatti, un’articolazione di vuoti e pieni, di scorci e traguardi che dilatano la spazialità percepita.

Progetto nuovo soppalco e passerella di collegamento: Marzia Zamboni Architettura Reggio Emilia, Tel. 0522/578842, info@marziazamboniarchitettura.com, marziazamboniarchitettura.com

progetto del nuovo soppalco e della passerella di collegamento a quello esistente

 

Scala in legno e lamiera del soppalco nel sottotetto

Il soppalco

Il soppalco in un’abitazione è un elemento architettonico disciplinato da norme di carattere locale, primo fra tutti il Regolamento edilizio comunale: la sua aggiunta, o estensione, non può prescindere dai requisiti richiesti ed è subordinata al rispetto degli obblighi previsti. Differenze sostanziali, anche in termini di sicurezza, si possono dunque rilevare a livello nazionale. Tuttavia, anche in assenza di particolari restrizioni, alcuni accorgimenti sono certamente positivi. In questa casa privata, per esempio, il ballatoio sospeso che corre adiacente alla scala larga più di 100 cm costituisce un vincolo visivo, e anche fisico, che favorisce automaticamente la direzione assiale di percorrenza.

 

Particolare della struttura a vista del tetto

Dal salotto si gode una vista sorprendente: alzando lo sguardo verso il tetto della casa, il gioco di piani inclinati e volumi geometrici si svela completamente.

 
 

Zona notte in mansarda

L’intero progetto di interior di questa casa si affida a pochi pezzi di design di autori/icona, sia nel living al piano inferiore che negli ambienti sul soppalco. In camera, nel punto di minore altezza sotto la falda, alla classica cassettiera si è preferito un piccolo armadio, un modello di produzione in cui le ante sono sostituite da un pannello in tessuto che si apre a soffietto. Sopra, vi è appoggiata una coppia di quadri, inserite tra le travi del tetto. Di fianco al letto, lampada da terra e mini coffee table.

zona notte sul soppalco nel sottotetto

Sono di Lago il letto Fluttua e l’armadio sospeso Et Voilà, con apertura a soffietto in tessuto. Il tavolino è il modello Net, design Benjamin Hubert, di Moroso. La lampada da lettura è la Tolomeo, design Michele De Lucchi e Giancarlo Fassina, di Artemide. Per il letto: biancheria in lino di Coin Casa; cuscini realizzati con tessuti Zimmer + Rohde; plaid in lana di Zara Home.

Particolare dell'armadio con ante in tessuto scorrevoli della camera da letto sul soppalco

Dato che un’intera stanza, quella vicina allo studio, è destinata al guardaroba, un mini armadio in camera è sufficiente per avere la biancheria a portata di mano. Dimensioni compatte e particolare chiusura lo rendono il pezzo giusto per il piccolo ambiente notte.

In quota, sotto la falda

Allo sbarco della scala si accede direttamente allo studio, che gode di una scenografia da set fotografico. Ha arredi essenziali, ispirati a un’estetica minimale. La composizione studiata per la libreria prevede un modulo posizionato in modo da coprirne il fianco: così oltre a sembrare più rifinita e completa, rende più gradevole la vista dalla scala.

Studio open sul soppalco nel sottotetto

Arredi in bianco anche per lo studio situato sul soppalco esistente: libreria in laccato Flat.C, design Antonio Citterio, di B&B Italia e scrivania in alluminio LessLess, design Jean Nouvel, di Molteni&C. La lampada da tavolo Bourgie, design Ferruccio Laviani, e la sedia Masters, design Philippe Starck con Eugeni Quitllet, sono di Kartell.

Il bagno privato sul soppalco

Il nuovo bagno aggiunto sul soppalco, a servizio della camera, è di circa 5 mq ed è ben organizzato con un gioco di nicchie a incastro che agevola l’accesso alla doccia rendendola invisibile. Un volume valorizzato da arredi minimal contemporanei. Total white naturalmente.

Bagno total white con pezzi di design e lavabo freestanding a colonna

Il lavabo a colonna in Cristalplant è il modello Acero, design Shiro Studio, di Agape, con rubinetteria della serie Giotto di Cea Design e specchio Albore di Antonio Lupi. Sanitari della serie Semplice di Nic Design e il termoarredo è di Tubes. A parete, contenitori pensili di Novello. Spugne di Coin Casa; accessori di Alessi; tappeto in lana Häggå Melange, 70 x 200 cm, di Kasthall.

Bagno di servizio al livello inferiore

Il bagno al piano inferiore è anticipato da un disimpegno che lo separa dal living, come previsto dalla normativa in presenza di cucina a vista. Anche in questo ambiente le scelte d’arredo rispecchiano l’impronta della casa.

Particolare del secondo bagno della casa di 67 mq con soppalco, con lavabo e rubinetteria a colonna

Di Antonio Lupi il lavabo Simplo 85 e il mobile sospeso Planeta. La rubinetteria è della serie Rettangolo di Gessi. La lampada a sospensione è Glo-Ball, design Jasper Morrison, di Flos. Spugne di Coin Casa.

 

Prodotti inseriti e aziende

• Agape, www.agapedesign.it • Alessi, alessi.com • Antonio Lupi, www.antoniolupi.it • Artemide, www.artemide.com • B&B Italia, www.bebitalia.com • Cea Design, ceadesign.it • CoinCasa, www.coincasa.it • Davide Groppi, www.davidegroppi.com, Tel. 0523/571590 • Flos, flos.com, Tel. 030/24381 • Gessi, www.gessi.com • Kartell, www.kartell.com • Kashtall, kasthall.com • Knoll, www.knoll.com • Lago, www.lago.it • Molteni&C, www.molteni.it, Tel. 0362/3591 • Moooi, www.moooi.com • Moroso, moroso.it • Nic Design, www.nicdesign.it • Novello, novello.it, Tel. 041/430733 • Paola C., www.paolac.com, Tel. 02/862409 • Tubes, www.tubesradiatori.com, Tel. 0423/7161 • Viabizzuno, viabizzuno.com • Zara Home, www.zarahome.com • Zimmer+Rohde, www.zimmer-rohde.com

 

Progetto di interior design: Annalisa Mapelli, Cavriago (RE) Tel. 339/5778783, studioamapelli.it
Foto: Claudio Tajoli
Stylist: Rosaria Galli

Tratto da Cose di Casa numero di gennaio 2021