Viburnum lantana – Lantana

Un arbusto tra i più belli per le foglie, i fiori bianchi primaverili e le bacche rosse.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 21/08/2015 Aggiornato il 21/08/2015

Viburnum lantana - Lantana con bacche rosse

Famiglia: Caprifoliaceae

Viburnum lantana, la lantana, originario dell’Europa centro-meridionale e spontaneo nel nostro Paese, è fra i più begli arbusti che si possano incontrare lungo le strade. A primavera le foglie tomentose si aprono fra le prime e richiamano l’attenzione per la loro simmetria e la loro eleganza, i fiori bianchi spiccano sulla vegetazione aperta e rada, i frutti, che già nell’estate si colorano di verde, rosso e nero, attirano una moltitudine di uccelli. In una siepe mista o in una macchie di arbusti da fiore la lantana regge il paragone con tutte le piante da giardino e conferisce un tocco di ricercatezza tanto da essere proposta oggi non soltanto dai vivai specializzati in piante spontanee.

Foglie: di forma ovale e oblunga, sono tomentose e piacevoli al tatto anche se coriacee. Argentee in primavera, divengono verde scuro in estate e giallo uniforme prima di cadere.
Fiori: di colore bianco, sbocciano già alla fine di aprile, e sono riuniti in ombrelle piatte larghe anche più di 10 cm. Le bacche sono portate in rade ombrelle multicolori perché la maturazione è spesso scalare.
Come scegliere: Preferite piante giovani ma vigorose, con più fusti, prive di monconi di tronco alla base, senza ferite o ginocchiature, con apparato radicale che non sia visibile in superficie. Non acquistate piante molto grandi perché più difficilmente adattabili alla nuova realtà dove saranno collocate.

Manutenzione

Piante resistenti non soffrono di patologie ricorrenti.

Scheda pianta: Viburnum lantana – Lantana

LucePiantare la lantana sempre in posizione assolata o moderatamente ombreggiata. In posizione dominata cresce stentatamente, ha vegetazione rada e non fruttifica.
AcquaMantenere il terreno fresco per avere fiori e bacche abbondanti e regolari.
TerrenoIl terreno ideale per coltivare i viburni è fresco, leggero, fertile e sempre ben drenato. Non a caso molte forme spontanee si trovano al bordo delle banchine stradali ricche di ghiaia.
Clima e
temperatura
La pianta resiste bene sia al caldo estivo sia al gelo invernale e non necessita di protezioni.
ConcimeUtilizzare ogni primavera soltanto terricciato di letame maturo senza aggiunta di azoto che promuove una crescita più veloce ma disordinata.
RiproduzioneI semi si pongono in un terreno leggero di foglie alla profondità di mezzo centimetro, mantenuto fresco. I tempi di germinazione sono molto lunghi, generalmente diciotto mesi.
Prezzo: 10 € in vaso di 18 cm di diametro

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!