Rosa ‘Lavender Dream’

Una rosa che forma un cespuglio vigoroso, con forme morbide e arrotondate, perfetto per chi ama le rose a fiori piccoli.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 27/03/2021 Aggiornato il 27/03/2021
Rosa ‘Lavender Dream’

Famiglia: Rosaceae

In vaso di 18 cm di diametro costa 16 euro

Rosa arbustiva moderna, forma un cespuglio vigoroso di forme morbide e arrotondate, alto e largo circa 150 cm, con crescite dell’anno prodigiose. Ha rami arcuati lunghi anche due metri nelle zone calde e la metà in quelle temperate. Molto fiorifera e rifiorente, offre i fiori in mazzi fino a 40 corolle, purtroppo prive di profumo. Fra i suoi pregi ricordiamo la resistenza alla pioggia e l’utilizzo come pianta adatta a formare una massa di vegetazione anche in terreni e condizioni difficili.

  • Foglie: piccole e scure, si accompagnano a numerose spine.
  • Fiori: piccoli e semidoppi, sono di colore rosa scuro brillante e non viola o lavanda come il nome potrebbe suggerire. Con il passare dei giorni diventano più chiari, ma sempre con gli stami gialli in evidenza.
  • Come scegliere: Preferite piante compatte e vigorose, senza segni di tagli o foglie segnate da macchie, indice di una potenziale problematica fungina in essere anche se non troppo evidente. La taglia non è importante perché crescono in modo molto veloce.
  • Manutenzione: Soggetta a ricorrenti malattie fungine che attaccano le foglie, la rosa deve essere protetta con trattamenti preventivi a base di rame o prodotti specifici, specie se si creano condizioni di umidità persistente e stagnante.

Schede piante: Rosa ‘Lavender Dream’

rosa Lavender dreams

Luceporre sempre in piena luce, perché in ombra parziale le piante tendono a fiorire meno e con colori meno accesi, anche se la durata delle singole corolle sarà maggiore.
Acquamantenere il terreno fresco irrigando con regolarità, senza bagnare le foglie per non favorire l’insorgenza di malattie fungine. Meglio procedere al mattino.
Terrenopiuttosto adattabili preferiscono terreno fresco, fertile, profondo, ben drenato, anche acido. Il terreno, se non ricoperto da una pacciamatura stabile, deve essere erpicato due volte l’anno, primavera e autunno.
Clima e
temperatura
resistono al freddo più intenso, fino a –30 °C, soffrono maggiormente il caldo eccessivo.
Concimedistribuire in primavera e in autunno letame maturo o terricciato di letame. In estate, dopo la prima grande fioritura primaverile, utilizzare un fertilizzante a lenta cessione per sostenere la rifiorenza. Per la stessa ragione eliminare le bacche formate nel nuovo anno.
Riproduzioneper talea in estate.
Prezzo: 16 € in vaso di 18 cm di diametro