Protea cynaroides ‘White Crown’

Per la casa, ecco una pianta particolare e poco vista: una protea con fiore bianco molto discreto.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 15/01/2020 Aggiornato il 15/01/2020

Protea cynaroides White CrownConsiderate fino a pochi anni fa piante inadatte alla coltivazione per il pubblico, le Proteaceae sono oggi presenti in tutti i garden a un prezzo non così alto da scoraggiarne l’acquisto. Trainate dalla Protea ‘Little Prince’ che grazie alle grandi infiorescenze e al colore rosso intenso è in grado di spiccare su tutte le altre fioriture del periodo, oggi sono disponibili in colori e varietà diverse. ‘White Crown’ ha infiorescenze bianche o bianco crema, altro colore tipico del Natale. Acquistata in fiore adesso, resterà tale fino ad aprile e dopo una pausa di tre mesi aprirà una seconda ondata di candide corolle.

  • Foglie: di colore verde chiaro e luminoso sono persistenti.
  • fiori: grandi e bianchi si aprono in forma di raggiera. Sono molto duraturi tanto da essere utilizzati come fiore reciso. Lunghi fino a 15 centimetri hanno un diametro di circa 10.
  • Come scegliere: preferire piante ancora in boccio, con i fiori in forma di lunghi pennelli bianchi pronti ad aprirsi. Accertatevi che alla base del cespo non siano presenti tagli eseguiti per eliminare rami danneggiati.
  • Manutenzione: si acquista in vaso di altezza di circa 40 cm ma in condizioni favorevoli potrà svilupparsi ancora un poco ma di rado supera i 50 cm, restando così una delle protee più adatte alla coltivazione in vaso. Devono essere rinvasate al termine della prima fioritura per dare alle radici nuovo terreno e per garantire stabilità ai contenitori.

Scheda pianta: Protea cynaroides ‘White Crown’

LucePiante fortemente eliofile, non sopportano nemmeno la mezz’ombra perché è il sole diretto a irrobustirle e a promuovere una buona differenziazione dei tessuti gemmari con conseguente salita a fiore. In casa ponetele davanti a una finestra rivolta a Sud.
AcquaBagnare senza eccedere lasciando asciugare il terriccio fra due interventi successivi. Eliminate sempre l’acqua che ristagna nel sottovaso.
TerrenoRicco di sostanza organica, fertile, ma sempre ben drenato con l’aggiunta di sabbia, ghiaia o pomice. Per ottenere una reazione acida utilizzate un terreno specifico da mescolare alle altre componenti.
Clima e
temperatura
Il limite della coltivazione delle proteacee all’esterno è il freddo. Sopportano fino a – 4 °C se poste in piena terra, in vaso sono più sensibili. In casa la loro fascia di benessere è fra i 20 ed i 24 °C. A fine maggio possono essere spostate all’esterno per restarvi fino a fine settembre.
ConcimeUtilizzare un fertilizzante a basso contenuto di fosforo una volta il mese.
RiproduzioneLa riproduzione domestica non è facile.
Prezzo: 18 € in vaso di 20 cm di diametro

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!