Phalaenopsis amboinensis – orchidea

Un'orchidea phalenopsis originale e di carattere con il mantello tigrato. Impossibile non notarla. La scheda della pianta, manutenzione e riproduzione.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 07/01/2020 Aggiornato il 07/01/2020

Phalaenopsis amboinensis - orchidea rossa e biancaFamiglia: Orchideaceae

Le Phalaenopsis sono le orchidee più diffuse sul mercato italiano. Facili da coltivare, resistenti a condizioni ambientali non ottimali, con fioriture lunghissime e grandi foglie decorative sono spesso scelte come piante da regalare. Hanno buone probabilità di salire nuovamente a fiore anche se tenute in casa. La specie P. amboinensis presenta varietà con fiore macchiato secondo un disegno a tratti orizzontali più o meno estesi, da poche segnature a una predominanza del colore sul bianco di fondo, e di colore più o meno marcato.

Foglie: sono grandi, di consistenza carnosa, di colore deciso. Il numero varia da due a sei per ogni pianta. Le piante in salute sviluppano nuove foglie in sostituzione di quelle più vecchie ed esterne.

fiori: di dimensioni medie hanno come colore di fondo il bianco cera con un mantello tigrato. I petali sono meno estesi delle Phalaenopsis classiche e non si sovrappongono uno sull’altro.

Come scegliere: preferire piante con una rosetta di foglie raccolta e potente, con elementi spessi, elastici, lucidi e ben idratati. Le piante a inizio fioritura con un solo fiore aperto e diversi boccioli resteranno fiorite a lungo. Controllare che le radici non escano dal vaso e, nel caso, siano verdi, vitali e consistenti.

Manutenzione: annaffiature troppo abbondanti e frequenti, specie se associate a temperature insufficienti, favoriscono i marciumi. Favorire il drenaggio, spostare la pianta in un locale più caldo, eliminare l’acqua dal sottovaso.

Scheda pianta: Phalaenopsis amboinensis – orchidea

LuceSempre abbondante, mai diretta nelle ore centrali. Porre davanti a una finestra. Teme le correnti d’aria fredde.
AcquaBagnare ogni cinque giorni, riducendo a tre con temperature intorno ai 25°C, aumentando a dieci con temperature intorno ai 18 °C. Irrorare sempre con temperature intorno ai 22 °C utilizzando acqua piovana, demineralizzata o non calcarea per non macchiare le foglie.
TerrenoImpiegare un terriccio per orchidee costituito da corteccia in pezzi ben conservato così che l’aria passi fra i diversi pezzi.
Clima e
temperatura
La crescita della pianta è massima con temperature intorno ai 26 °C se accompagnata da elevata umidità ambientale. In estate si può spostarle all’esterno all’ombra di un albero o in un ombrario.
ConcimeUtilizzare un prodotto specifico per orchidee distribuendolo dopo aver eseguito una prima bagnatura.
RiproduzioneAllevare i germogli che si sviluppano sui rami fiorali.
Prezzo:  15 € in vaso di 12 cm di diametro

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 2.5 / 5, basato su 2 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!

Concorso riparti con catrice 2020