Petunia hybrida – Petunia

Petunia hybrida - Petunia, fiori grandi, numerosi e continui, per tutta la stagione estiva. Poi si butta.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 26/06/2016 Aggiornato il 26/06/2016

Petunia hybrida - Petunia bianca con strisce viola

Famiglia: Solanaceae

Pochi sanno che petunia e pomodoro appartengono alla stessa famiglia: le solanaceae. Come il pomodoro sono originarie del continente americano, in particolare provengono dal Brasile le due specie, P. violacea e P. nyctaginiflora, che hanno dato origine agli ibridi oggi più coltivati. Nei luoghi d’origine sono piante perenni mentre nei nostri climi hanno habitus annuale. La gamma di tonalità negli ultimi anni si è ampliata per l’ingresso di varietà a fiore colorato, con disegni particolari come sottili barrature, o scure, tendenti al nero.
Foglie: di colore verde scuro, hanno forma ovata. Sono le prime a essere colpite dall’attacco di parassiti e malattie. Quando si presentano nere o collose al tatto intervenite subito.
fiori: grandi e disponibili in una vasta gamma di colori, sono imbutiformi, semplici, ma anche doppi, sbocciano da giugno fino all’arrivo del freddo.
Come scegliere: al momento dell’acquisto preferire piante vigorose con vegetazione compatta, senza ingiallimenti fogliari, o vuoti alla base dovuti alla caduta delle prime foglie, senza radici che escano dai fori di fondo, segno di invecchiamento, prive di parassiti e foglie deformati, ad inizio fioritura o in boccio.

Manutenzione

Togliere i fiori appassiti per favorire la produzione di nuovi. Controllare la presenza di afidi ed eventualmente trattare con piretroide o in caso di forte infestazione scartare le piante colpite.

Scheda pianta: Petunia hybrida – Petunia

LucePorre le petunie su balconi e davanzali sempre in pieno sole. Le varietà a fiore scuro, viola o nere, conservano meglio i colori pieni se riparate dal sole a picco che tende a scolorirle.
AcquaNel periodo caldo bagnare ogni giorno per favorire una fioritura abbondante. Utilizzare sempre acqua non fredda perché lo sbalzo termico può causare un arresto nello sviluppo radicale e vegetazionale.
TerrenoDeve essere leggero, ben drenato, fertile e fresco. Provvedete a smuoverlo con delicatezza se tende a compattarsi e aggiungetene altro se il colletto delle piante si scopre.
Clima e
temperatura
Mettere le piante sui balconi a partire da aprile nelle regioni calde, da maggio nelle altre. Al sopraggiungere del freddo le piante deperiscono.
concimeUtilizzare un fertilizzante liquido per piante fiorite una volta ogni 10 giorni.
RiproduzioneLa semina è poco praticata a favore dell’acquisto di piantine già pronte all’uso. Non si usano i semi di seconda generazione, ma solo gli ibridi F1 perché più uniformi e vigorosi.
Prezzo: 1 € in vaso di 10 cm di diametro

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!