Kalanchoe marmorata – Calancola

Una calancola facile e resistente, per chi ama le foglie maculate.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 23/04/2022 Aggiornato il 23/04/2022
Calanchoe marmorata

Famiglia: Crassulaceae

Le calancole sono piante facili e resistenti, quasi ostinate nella loro sopravvivenza a lunghi periodi di abbandono. La specie Marmorata, originaria dell’Africa, ha una struttura cespugliosa assurgente, non sempre ordinata, che nelle piante ben tenute si mantiene compatta. Anche chi non ama le piante succulente si lascia tentare da questa specie per il suo portamento compatto, la chioma densa e il colore delle foglie. Pianta di costo contenuto,
potrà vivere per molti anni.

Foglie: lunghe circa 4 cm, sono carnose, lucide e sempre turgide. Hanno forma ovato-ellittica con margine lavorato. Il colore è verde glauco, con irregolari macchie di colore bruno che diventano più marcate con il tempo.

Fiori: raccolti in piccoli corimbi, compaiono dall’inizio dell’inverno fino alla primavera.

Manutenzione: eliminare l’acqua nel sottovaso perché teme il ristagno idrico, causa di marciumi.

Come scegliere: le foglie si devono presentare lucide, integre, senza ferite o ingiallimenti e con internodi corti. La vegetazione deve essere compatta.

Schede piante: Kalanchoe marmorata – Calancola

calancola

LucePorre sempre in piena luce, meglio se non sotto il sole a picco. In casa, tenere le piante distanziate dalle finestre, perché i vetri con il riverbero possono causare ustioni. Al buio diventano deboli e gli steli si accasciano senza forma.
AcquaIn estate bagnare una volta alla settimana, in autunno e primavera due volte al mese; in inverno una volta al mese soltanto e con parsimonia, se si ricovera la pianta in locale non riscaldato.
TerrenoMescolare terriccio da fiori ricco di materiale fibroso e sabbia in ragione di tre a uno. Predisporre sul fondo un buon drenaggio.
Clima e
temperatura
La calancola soffre temperature al di sotto dei 10 °C evidenziando con il freddo intenso la tipica lessatura dei tessuti delle piante succulente esposte al gelo. Non teme le alte temperature, purché non si esponga al sole diretto.
ConcimeUtilizzare un fertilizzante per succulente, ricco in potassio, una volta ogni due mesi, da aprile ad agosto.
RiproduzionePer talea, da effettuare tra maggio e agosto.
Prrezzo 5 € in vaso di 10 cm di diametro
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!