Fatsia japonica

Fatsia japonica è una pianta d'appartamento di dimensioni importanti, per sognare un angolo di giungla dentro casa.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 06/12/2019 Aggiornato il 06/12/2019

Fatsia japonica foglia verdeFatsia japonica, famiglia delle Araliacee, è una pianta sempreverde originaria dell’Estremo Oriente, dove cresce spontanea all’aperto formando cespugli alti e larghi dai due ai quattro metri e mezzo. Nel nostro Paese è pianta versatile perché al Nord si coltiva in vaso come pianta da interno mentre al Sud, dove le gelate sono un fatto eccezionale, si può mettere in piena terra. È di facile coltivazione, ben adattabile a condizioni diverse, unici fattori limitanti il gelo e l’aria secca. La Fatsia japonica  in vaso, per quanto vigorosa, non raggiunge le dimensioni di quelle in piena terra e si arrestano a 100-150 m d’altezza.

  • Foglie: grandi (da 20 a 40 cm), di forma palmato-lobata con un numero di lobi oblungo-lanceolati variabile da sette a nove, a margine intero e ondulato. Lucide e di colore verde scuro hanno la pagina inferiore più chiara. Sono alterne e con venature evidenti di colore molto chiaro, tanto che, nel contrasto con il tono deciso della lamina, possono sembrare bianche.
  • Fiori: compaiono generalmente in ottobre, molto raramente nelle piante da interno. Sono piccoli (circa mezzo centimetro) e di colore bianco latte, riuniti in ombrelle tondeggianti del diametro di 2-4 cm, riunite a loro volta in pannocchie morbide e molto vistose, lunghe da 20 a 40 cm.
  • Come scegliere: Preferire Fatsia japonica con molti fusti di diverse misure e altezze, vigorosa e senza segni di cicatrici fogliari, segno di cascola.
  • Manutenzione: Per non causarne l’improvvisa defogliazione, hanno bisogno di un elevato tasso di umidità, specie se la pianta è collocata in ambiente riscaldato. Irrorare le Fatsia japonica almeno due volte la settimana con acqua non calcarea per non macchiare le foglie.

Scheda pianta Fatsia japonica

LuceFatsia japonica cresce in modo vigoroso ed equilibrato solo se posta in piena luce, ma si adatta anche a stanze scarsamente illuminate. Teme le correnti e, specie nei luoghi freddi, deve essere posta al riparo da spifferi o venti dominanti.
AcquaIl terriccio non deve mai asciugare del tutto. In inverno si bagna una volta la settimana, in estate almeno due volte, meglio tre riducendo di un poco i quantitativi, ma garantendo un’umidità del terreno più costante.
TerrenoFatsia japonica richiede un terriccio fertile e molto permeabile. Mescolare due parti di terriccio grasso con una di sabbia ed una di terra di bosco o di foglie.
Clima e
temperatura
La collocazione ideale è in scale non riscaldate, in ingressi vetrati, e in tutti i locali dove la temperatura invernale è compresa fra i 10 ed i 14 °C. All’interno è meglio non superare i 21 °C.
ConcimeDue volte al mese diluire nell’acqua di bagnatura un fertilizzante per piante verdi al dosaggio indicato dal produttore
RiproduzioneSi può riprodurre in molti modi, per seme, per talea, per margotta, per divisione dei polloni radicali.
Prezzo: 30 € in vaso di 30 cm di diametro

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!