Epiphyllum Gloria – Lingua di suocera

Un cactus dalla fioritura spettacolare e profumata, da ricoverare in casa durante l'inverno.

Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 11/07/2019 Aggiornato il 11/07/2019

Famiglia: Cactaceae

epyphillum gloriaNota a tutti come “lingua di suocera rossa”, è il cactus fiorifero per eccellenza. In estate produce fiori intensamente colorati, profumati ed effimeri ma bellissimi. I fusti a portamento eretto nella parte terminale si piegano verso l’esterno divenendo decombenti. È apprezzata perché longeva, di facile coltivazione e capace di fioriture spettacolari. Si sviluppa più in larghezza che in altezza, decombendo dai vasi posti in alto, se i fusti non vengono sorretti con tutori e legature. La specie originaria proviene da Messico e Argentina.

– Foglie: si tratta in realtà di fusti trasformati. Sono carnosi ma sottili, nastriformi, a margine dentato. Più resistenti ed elastici di quanto si possa credere, difficili da rompere.

– Fiori: grandi e con petali allungati e sottili che conferiscono quasi una forma stellata, di colore rosa scuro, si aprono numerosi dalla tarda primavera in poi, dopo le piante non migliorate. Ha numerosi stami fra il bianco e il giallo.

Come scegliere: Al momento dell’acquisto, come per tutte le altre piante grasse, è bene valutare la consistenza dei tessuti (forti ed elastici, mai raggrinziti), la mancanza di cicatrici che indicano il distacco di rami accidentale o per rimonda, l’assenza di macchie gialle, nere o zone di consistenza gelatinosa.

Manutenzione: piante rustiche e resistenti possono essere attaccate dalla cocciniglia. Eliminare i parassiti con alcool e cotone, ripetendo il trattamento ogni 5 giorni fino alla scomparsa. Asportare il primo strato di terreno ed eliminarla perché può contenere parassiti che potrebbero insediarsi di nuovo sulla pianta.

Luceporre gli epiphyllum sempre in piena luce, anche al sole ma senza bagnarne le foglie per non causarne ustioni.
Acquaquando le piante sono all’aperto, in estate, annaffiare una volta alla settimana. D’inverno, al chiuso, con moderazione ogni tre settimane o solo quando compaiono i primi segni di disidratazione.
Terrenoacquistare un terriccio specifico per cactaceae, oppure mescolare terriccio da fiori, sabbia e torba in parti uguali.
Clima e
temperatura
pianta resistente al caldo, non teme le basse temperature, purché superiori ai 5°C. Ricoverandola durante l’inverno può essere coltivata ovunque.
Concimeimpiegare una volta il mese un prodotto specifico per piante succulente ricco in fosforo e potassio, povero in azoto perché promuove una rapida crescita di tessuti giovani, ricchi d’acqua e poco consistenti.
Riproduzionecon facilità per talea, ponendo dopo due giorni di attesa un fusto in un mix di sabbia e torba.
Prezzo: 20 € in vaso di 16 cm di diametro

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!