Clematis viticella ‘Super Nova’ – clematide

Clematis 'Super Nova' è particolare, perfetta per chi ama i fiori insoliti.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 29/10/2019 Aggiornato il 29/10/2019

Clematis viticella ‘Super Nova’ - clematide viola e biancaFamiglia: Ranuncolaceae

Quello che colpisce subito di clematis ‘Super Nova’ è l’aspetto insolito che poche altre clematis possiedono. Arbusto rampicante di piccole dimensioni, raggiunge un’altezza compresa fra i 200 e i 300 centimetri. Clematis ‘Super Nova’ è stata ottenuta recentemente in Olanda, ha fiori bianchi su cui si sovrappone una screziatura filamentosa di azzurro – viola con stami centrali color marrone scuro. Le corolle autunnali in non pochi casi diventano da sei a soli quattro petali acquistando nella semplicità un fascino unico. Si arrampica molto facilmente ed è la clematis adatta da far crescere sulle recinzioni di confine.

Foglie: di colore verde con sfumature scure sono composte di tre segmenti lanceolati a margine dentato.

Fiori: clematis ‘Super Nova’ ha fiori semplici compaiono in tornate successive, dall’estate all’autunno.

– Come scegliere: Al momento dell’acquisto scegliere clematis ‘Super Nova’ con rami numerosi, germogli elastici, sodi e idratati. Ben ramificate sin dalla base e senza radici che fuoriescono dai fori di fondo.

Manutenzione: Questa varietà deve essere potata a marzo a una lunghezza di 25 centimetri dal suolo.

Scheda pianta: Clematis viticella ‘Super Nova’ – clematide

LuceIl piede della clematis ‘Super Nova’ deve essere mantenuto all’ombra, mentre la parte aerea deve essere posta in piena luce per fiorire abbondantemente.
AcquaAnnaffiare ogni giorno durante il periodo caldo con acqua non fredda pr mantenere il terreno sempre umido.
TerrenoNon sono indicati substrati troppo sciolti o sabbiosi perché asciugano con troppa facilità. Preferisce terreni con un buon contenuto in sostanza organica. Si adatta con successo a essere coltivata in vaso.
Clima e
temperatura
clematis ‘Super Nova’ non sopporta gli inverni molto rigidi, prolungati ed asciutti. Si protegge il piede rincalzandolo con terreno e pacciamando con letame maturo. La coltivazione in vaso è possibile ma le piante devono essere riparate in un locale luminoso non riscaldato.
ConcimeInterrare a primavera il letame impiegato per la pacciamatura invernale, aggiungendo un paio di manciate di torba.
RiproduzioneLa tecnica della talea si effettua sia con materiale erbaceo in primavera, sia con materiale legnoso o fine estate. La moltiplicazione per seme è possibile utilizzando i semi messi in sabbia e torba in cassone freddo. Anche la propaggine dà buoni risultati: il ramo fatto radicare si separa dalla pianta madre dopo un anno d’attesa.
Prezzo:  16 € in vaso di 18 cm di diametro

 

 

 

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 4 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!