Clematis montana varietà Fragrant Spring

Questa clematide rustica e di facile coltivazione offre una fioritura ricca e profumata

Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 07/03/2014 Aggiornato il 07/03/2014

clematis-1-amstudio

Famiglia: Ranuncolaceae

Il genere Clematis conta più di 200 specie suddivisibili in diversi gruppi: a foglia caduche o sempreverdi, legnose, semilegnose o erbacee, rampicanti o con fusti volubili. Numerosissime sono poi le varietà selezionate dall’uomo. Clematis montana, a foglia caduca e rampicante, è originaria delle montagne dell’Himalaya. La varietà Fragrant Spring è adatta per formare lunghi cordoni, anche dieci metri, quando si decida di non potarla per tenerla come cornice su una porta, una grande finestra o al margine di una pergola per arricchirla di fiori.

Foglie: verdi con sfumature bronzo in fase giovanile, diventano verde scuro a maturità. Sono composte da tre segmenti lanceolati a margine dentato. La pianta è spogliante.

Fiori: bianche, grandi 7-8 cm di diametro, solitari e formati da quattro sepali, si aprono in rosa. Il centro è formato da molti stami verdi alla base e gialli all’estremità.

Come scegliere: al momento dell’acquisto scegliere piante con rami numerosi, germogli elastici, sodi e idratati. I rami sono verde porpora.

Manutenzione

Evitare potature generalizzate che eliminino i rami dell’anno precedente perché è su questi che si formano i fiori.

LuceIl piede della pianta deve essere mantenuto all’ombra, mentre la parte aerea deve essere posta in piena luce per fiorire abbondantemente.
AcquaMantenere il terreno umido annaffiando ogni giorno durante il periodo caldo con acqua non fredda.
TerrenoPreferisce terreni con un buon contenuto in sostanza organica. Non sono indicati i terreni troppo sciolti o sabbiosi perché asciugano con troppa facilità.
Clima e
temperatura
Per meglio resistere al freddo dell’inverno si protegge il piede rincalzandolo con terreno e pacciamando con letame maturo. Non sopporta gli inverni molto rigidi, prolungati ed asciutti. In questi casi si ricovera all’interno in un locale non riscaldato. Resiste all’esterno in climi temperati.
ConcimeInterrare a primavera il letame impiegato per la pacciamatura invernale.
RiproduzioneLa tecnica della talea si effettua sia con materiale erbaceo in primavera sia con materiale legnoso o fine estate. La moltiplicazione per seme è possibile utilizzando i semi messi in sabbia e torba in cassone freddo. Anche la propaggine dà buoni risultati: il ramo fatto radicare si separa dalla pianta madre dopo un anno di attesa. questi che si formano i fiori.
Prezzo: 15 € in vaso di 14 cm di diametro
Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: / 5, basato su voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!