Clematis “Fujimusume” – Clematide

Un rampicante resistente al freddo, affidabile, che anche all'ombra offre una fioritura ricca e vistosa.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 27/03/2017 Aggiornato il 27/03/2017

Clematis “Fujimusume” - Clematide azzurro intenso con antere gialleFamiglia: Ranuncolaceae

Varietà vigorosa ottenuta per ibridazione, questa clematide raggiunge in pochi anni una lunghezza di 3 metri. Resistente al freddo, sopporta minime di –20°C, può essere indicata anche per il lato nord della casa dove si unirà a felci, hosta, ortensie, skimmie e altre piante da ombra. Il colore dei fiori, un azzurro intenso che non diventa così carico da essere blu o virare al violetto, è definito “blu porcellana”. È considerata fra le clematis più affidabili.
Foglie: di colore verde con sfumature bronzo in primavera scompaiono sotto la copiosa fioritura.
Fiori: grandi con corolla piatta di colore azzurro intenso, più intenso all’apertura. La prima fioritura, molto importante, è concentrata nei mesi di maggio e giugno, e dopo il grande caldo torna a fiorire, seppure in misura più modesta, a settembre. Le antere sono gialle.
Come scegliere: al momento dell’acquisto scegliere piante con rami numerosi, germogli elastici, sodi e idratati. Ben ramificate sin dalla base e senza radici che fuoriescono dai fori di fondo.

Manutenzione

Questa varietà non deve essere potata ma nel caso si debba intervenire evitare tagli generalizzati perché i fiori si formano sia sui rami nuovi sia sulla vecchia vegetazione.

Scheda pianta: Clematis “Fujimusume” – Clematide

LuceIl piede della pianta deve essere mantenuto all’ombra, mentre la parte aerea deve essere posta in piena luce per fiorire abbondantemente.
AcquaMantenere il terreno umido annaffiando ogni giorno durante il periodo caldo con acqua non fredda.
TerrenoNon sono indicati i terreni troppo sciolti o sabbiosi perché asciugano con troppa facilità. Preferisce terreni con un buon contenuto in sostanza organica. Si adatta con successo a essere coltivata in vaso.
Clima e
temperatura
Non sopporta gli inverni molto rigidi se questi si prolungano e il clima resta asciutto. Si protegge il piede rincalzandolo con terreno e pacciamando con letame maturo per mantenere l’umidità il più possibile. Si può coltivare in vaso ma durante l’inverno le piante devono essere riparate in un locale luminoso non riscaldato.
ConcimeInterrare a primavera il letame impiegato per la pacciamatura invernale, aggiungendo un paio di manciate di torba.
RiproduzioneLa tecnica della talea si effettua sia con materiale erbaceo in primavera, sia con materiale legnoso o fine estate. Anche la propaggine dà buoni risultati: il ramo fatto radicare si separa dalla pianta madre dopo un anno d’attesa.
Prezzo: 16 € in vaso di 18 cm di diametro

Foto di Alessandro Mesini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!