Citrus Maxima, pummelo

Per chi vuole un agrume unico, probabilmente il primo che l'uomo abbia coltivato, la pianta di pomelo può dare grandi soddisfazioni nei climi adatti perché teme il freddo.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 13/04/2022 Aggiornato il 13/04/2022
citrus maxima

Famiglia: Rutaceae

Il pummelo, pomelo o, più raramente, pampaleone, fa parte degli agrumi originari, quelli da cui derivano tutti gli altri per mutazione o ibridazione. La sua terra d’origine dovrebbe essere la Cina meridionale, anche se non tutte le fonti sono concordi. Le prime notizie del suo arrivo in Europa risalgono già al XI secolo. Nel nostro Paese si rivela pianta in grado di ambientarsi bene nelle zone costiere e calde tanto da avere un nome locale in Liguria: sciadocco. Con buona probabilità è l’agrume che per primo l’uomo ha attivamente coltivato. Può essere confuso con il pompelmo, ma la pianta ha una grande vigoria, ha germogli pubescenti e frutti differenti. Questi sono grandi, con un diametro fino a 30 cm e peso fino a 10 kg, di forma sferica o leggermente depressi, talvolta piriformi. Insuperabili quando disidratati. La buccia è di colore verde chiaro, con possibili nuance rosa, l’albedo è sempre abbondante, la polpa spazia dal giallo al rosso.

Foglie: sono grandi, consistenti, leggermente cerose come quelle di tutti gli agrumi, di forma ellittico ovale, con caratteristico picciolo alato. Le spine, lunghe e forti, proteggono i rami.

Fiori: nella forma tipica degli agrumi che più conosciamo, bianchi, con petali retroflessi, cerosi, profumati e ricco ciuffo di stami centrali, sono portati singoli o in piccoli gruppi.

Come sceglierla: la pianta si deve presentare ben formata anche se la chioma dei soggetti lasciati liberi di crescere si presenta irregolare. Le foglie devono coprire bene i rami e i fiori devono essere distribuiti su tutta la chioma.

Manutenzione: Può essere necessaria una potatura di contenimento. Si effettua sui rami che fuoriescono dalla forma, sui succhioni e su quelli secchi o spezzati. Come tutti gli altri agrumi coltivati fuori del loro areale d’elezione, sono soggetti a forti attacchi di cocciniglia.

Schede piante: Citrus Maxima, pummelo

pummelo

LuceAnche in pieno sole se il terreno è fresco, le piante in piena terra non hanno problemi di esposizione.
AcquaDistribuita con frequenza variabile in funzione della stagione, ma almeno tre volte la settimana in estate, con piccoli volumi.
TerrenoRichiede un terreno non troppo fertile, umido ma ben drenato.
Clima e
temperatura
La pianta vegeta tutto l’anno e necessita di temperature non inferiori agli 8 °C. In estate il substrato va sempre mantenuto fresco. Sensibile alle basse temperature, non ha problemi nel periodo estivo.
ConcimeUtilizzare un fertilizzante specifico bilanciato per agrumi e non prodotti per piante da fiore o da balcone.
RiproduzioneDistribuire i semi in primavera con temperature di 15-24 °C in un terriccio ben drenato e ricco di sostanza organica.
Prezzo: 30 € in vaso di 30 cm di diametro

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!