Aubretia gracilis ‘Rose Red’

Per dare vita e colore a spazi piccoli, una tappezzante ricca di graziosi fiorellini.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 24/03/2020 Aggiornato il 24/03/2020

Aubretia-gr.-red-roseFamiglia: Brassicacee

Il nome Aubretia è un tributo a Claude Aubriet, naturalista e disegnatore francese. In italiano è spesso definito “aubrezia”. Il Genere Aubrietia comprende 12 specie di piante perenni sempreverdi o semi-sempreverdi, che formano pulvini (cuscini) o tappeti striscianti. Sono originarie delle zone rocciose, dei ghiaioni o dei boschi di conifere dell’Europa e dell’Asia centrale. Pianta erbacea perenne di portamento semiricadente questa varietà appartiene alla serie ‘Florado’, una gamma di varietà precoci, apprezzate per la grandezza dei fiori la crescita più vigorosa. Forma un tappeto alto 10 cm che si allarga sul terreno. Adatta all’impiego nei giardini rocciosi e nelle bordure sassose, nelle piccole aiuole, ai piedi delle rose. È utile potare con decisione dopo la fioritura per mantenere compatto il portamento.

  • Foglie: Sono ovate o oblunghe, tomentose, intere o dentate, lunghe fino a 2 cm.
  • Fiori: larghi fino a 1,5 cm, riuniti in racemi primaverili e sono formati da 4 petali disposti a croce, dal colore vivace, lucido e luminoso. Fra il rosso e il lilla possono essere accostati con successo a varietà di colore diverso.
  • Come scegliere: preferite piante compatte, a inizio fioritura, senza segni di tagli di rami seccati, e solo dopo aver verificato che le radici non fuoriescano dai fori di fondo, segno che la pianta è invecchiata in vaso.
  • Manutenzione: le piante sono soggette ad attacchi di afidi e nematodi, specie quando sono in vaso, mentre in piena terra si dimostrano resistenti, quasi caparbie. Trattare con prodotti specifici fino alla risoluzione del problema.

Scheda piante: Aubretia gracilis ‘Rose Red’

Lucesolo in luce piena le aubretie offrono abbondanti fioriture. In ombra parziale le piante mostrano la capacità di crescere e radicare verso la luce, spostandosi sul terreno.
Acquaannaffiare ogni tre giorni nel periodo vegetativo per mantenere il terreno moderatamente fresco. Quando l’acqua manca la pianta smette di fiorire.
Terrenoquello ideale è moderatamente fertile e sempre ben drenato. Sopporta senza fatica anche substrati calcarei.
Clima e
temperatura
non temono il gelo; nelle zone con estati molto calde e siccitose irrigare a giorni alterni.
Concimenon è necessario impiegare fertilizzanti chimici ma basta aggiungere una volta l’anno un buon terricciato organico.
RiproduzioneRIPRODUZIONE: si semina a primavera, quando non esistono rischi di gelate, oppure si anticipa in cassone e si mettono a dimora nel terreno a maggio. La moltiplicazione per divisione ha in genere scarso successo.
Prezzo: 4 € in vaso di 10 cm di diametro

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!