Aster alpinum ‘Weisse Schöne’

Per chi ama i fiori tipici della montagna, ecco un aster rustico e bello a fiori bianchi.
Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini
Pubblicato il 24/07/2021 Aggiornato il 24/07/2021
aster alpinum

Famiglia: Asteraceae

In vaso di 14 cm di diametro costa 8 euro

Aster alpinus, l’astro delle Alpi, ricorda nella struttura del fiore una Bellis perennis, ma ha stelo più forte, fioritura prolungata e una spiccata capacità di resistere al maltempo. Il centro del disco è giallo uovo e la corolla in questa varietà è bianca e non lillà chiaro come nella forma botanica. Pianta molto diffusa nei giardini dell’Est Europa si coltiva con facilità anche in vaso. La pianta è perenne ma non dotata di grande longevità, capace però di allargarsi sul terreno formando nuove colonie. Deve essere posta a una distanza di circa 40 cm. Gli scapi fiorali raggiungono un’altezza di 20 cm.

  • Foglie: formano una rosetta sul terreno e sono sessili, di forma lanceolata e di colore grigio verde. Dalla rosetta si innalzano i fusti eretti e pelosi con poche foglie che portano i capolini.
  • Fiori: in forma di bianca margherita iniziano ad aprirsi a maggio per continuare fino alla fine di luglio.
  • Manutenzione: adatta per le seconde case, le roccere e le zone difficili da raggiungere perché non richiede manutenzione.
  • Come scegliere: preferire piante compatte, dense, che formano un tappeto continuo, anche debordante oltre il bordo del vaso, valutando la ricchezza e consistenza del rizoma strisciante legnoso.

Schede piante: Aster alpinum ‘Weisse Schöne’

Aster alpinum wisee schone

LucePianta eliofila, ama il pieno sole.
AcquaBagnare sempre con moderazione una volta la settimana intervenendo con maggiore frequenza se le piogge mancano per lungo tempo e le temperature sono molto elevate.
TerrenoÈ ideale per il giardino roccioso e si accontenta di substrati poveri, ricchi di scheletro, sempre permeabili e senza ristagni, a reazione neutra o leggermente alcalina.
Clima e
temperatura
Resistentissimo al freddo, fino a temperature stimate in oltre –30°C, in climi caldi fiorisce a giugno. In montagna, dove meglio può essere inserito nel contesto di un “giardino naturale”, specie laddove gli inverni sono rigidi e il manto nevoso copre il terreno per lungo tempo, apre le corolle nella seconda parte dell’estate.
ConcimeAggiungere al terreno un buon terricciato in primavera e in autunno incorporandolo nello strato superficiale senza danneggiare le radici. Non utilizzare fertilizzanti chimici.
RiproduzioneSi moltiplica per divisione dei cespi quando si allargano sul terreno o tendono a svuotarsi al centro prelevando e ripiantando subito le porzioni vitali.
Prezzo: 8 € in vaso di 14 cm di diametro

 

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 0 / 5, basato su 0 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!