Aeonium arboreum

Una pianta grassa dalle foglie a rosetta, insolita, facile da coltivare e da moltiplicare.

Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 12/11/2017 Aggiornato il 17/08/2018

aeoniumFamiglia: Crassulaceae

Le piante del genere Aeonium sono piante succulente che dopo aver trascorso i mesi caldi in balcone o in giardino ben si adattano a svernare lungo le scale vetrate di un’abitazione, anche non riscaldate, risolvendo il problema del ricovero nella stagione fredda delle piante da esterno. Di forma insolita sono apprezzate anche da chi non ama particolarmente le succulente per il loro aspetto erbaceo e perché i ciuffi terminali di foglie possono benissimo essere scambiati per fiori.
Aeonium arboreum è pianta di facile coltivazione e moltiplicazione, indicata anche per chi non ha particolare dimestichezza con la cura del verde.
Foglie: sono carnose, di forma spatolata, e terminano a punta. Il bordo è leggermente irregolare. Sono raccolte in densi ciuffi al termine dei rami spugnosi.
Fiori: per quanto gli aeonium crescano bene e formino piante folte e vigorose, la fioritura è un evento del tutto eccezionale.
Come scegliere: al momento dell’acquisto preferire piante giovani, di dimensioni ridotte, raccolte, senza ferite lungo i fusti e cicatrici di rami mancanti, senza segni di distorsione delle foglie. La forma è ad alberello con ciuffi di foglie terminali.

Manutenzione

La cocciniglia farinosa colpisce con facilità gli aeonium. Asportare con cotone e pennello imbevuti di alcol fino alla risoluzione del problema.

LuceSempre in piena luce.
AcquaIn inverno irrigare una volta al mese, in primavera due volte al mese, in estate ogni settimana lasciando sempre asciugare il terreno fra un intervento e l’altro, ed eliminando il sottovaso per evitare ristagni.
TerrenoPreparare un mix con tre parti sabbia grossa e sette di terriccio da fiori ricco di torba. Rinvasare quando la pianta cresce tanto in altezza da essere sbilanciata così da evitare scaravoltamenti.
Clima e
temperatura
In estate si tengono all’esterno e durante l’inverno in luoghi luminosi anche non riscaldati. Al di sotto dei 4°C la pianta soffre e può morire improvvisamente.
ConcimeSolo durante l’estate impiegare un fertilizzante per piante grasse con alto tenore in carbonato di potassio.
RiproduzioneLe piante col tempo tendono ad allargarsi e perdere forma. A primavera tagliare dalla base della pianta rami lunghi circa 10 cm, sani e con ricco ciuffo di foglie. Spolverare la ferita con ormoni rizogeni, lasciare asciugare per due giorni prima di porre in vaso in un mix di sabbia e torba.
Prezzo:  8 € in vaso di 10 cm di diametro

Foto di Alessandro Mesini

Come valuti questo articolo?
12345
Valutazione: 5 / 5, basato su 1 voti.
Avvicina il cursore alla stella corrispondente al punteggio che vuoi attribuire; quando le vedrai tutte evidenziate, clicca!
A Cose di Casa interessa la tua opinione!
Scrivi una mail a info@cosedicasa.com per dirci quali argomenti ti interessano di più o compila il form!