Prunus cerasifera – mirabolano

Alessandro Mesini
A cura di Alessandro Mesini, Foto A&M Studio
Pubblicato il 04/03/2018 Aggiornato il 08/08/2018

Il mirabolano è tra i primi alberi a fiorire e richiede poche cure: è perfetto in una seconda casa o in una zona del giardino difficile da raggiungere.

mirabolanoFamiglia: Rosaceae

Il mirabolano appartiene al Genere Prunus, con oltre 400 specie di alberi o arbusti, decidui o sempreverdi, a fioritura primaverile, molto comuni in tutto l’emisfero settentrionale come il ciliegio, il pesco, l’albicocco, il susino e il mandorlo.

I mirabolani sono tra i primi alberi a fiorire e con la varietà P. cerasifera ‘Pissardii nigra’, con le foglie di color porpora, sono decorate molte strade delle città. Alcuni esemplari possono raggiungere i 10 metri d’altezza.

  • Foglie: ovate e lunghe fino a 6 cm, sono di colore verde scuro brillante nella specie originaria o porpora nelle varietà derivate.
  • Fiori: appaiono all’inizio della primavera e sono a forma di coppa, di colore bianco o rosato più o meno intenso, larghi fino a 2 cm di diametro. Durante l’estate producono frutti globosi, di circa 3 cm di diametro, di colore giallo o rosso a maturità, eduli anche quando sono ancora verdi, con sapore asprigno.

 

  • Come scegliere:
  • Scegliete un alberello con fusto di almeno 3 cm di diametro, con chioma ben formata, folta e tondeggiante.
  • Manutenzione: Gli afidi sono i parassiti più comuni e frequenti. Impiegare un prodotto a base di Pirimicard in una formulazione disponibile nei garden di libero impiego.
LuceIl mirabolano vuole sole pieno, cresce bene come pianta da siepe o lungo gli argini delle strade esposti a sud.
Acquala pianta vuole acqua abbondante, soprattutto fino alla maturazione dei frutti. Se non piove, occorrono almeno 100 litri ogni 15 giorni per evitare un precoce ingiallimento di parte delle foglie.
Terrenotollera bene i terreni pesanti e argillosi, purché ben drenati.
Clima e
temperatura
Se ben irrigato sopporta temperature molto elevate. Come tutte le piante da frutto del genere Prunus rischia di essere danneggiato dalle gelate tardive.
ConcimeNon è pianta soggetta a concimazione regolare. Ogni due anni si può impiegare una distribuzione di letame maturo in ragione di 10-20 kg per pianta secondo le dimensioni
RiproduzionePer semina al termine della maturazione dei frutti. Oppure prelevare dal terreno piantine che si formano da frutti caduti e non raccolti. Allevare due anni prima di mettere a dimora.
Prezzo: 30 € in vaso di 30 cm di diametro, alto circa 250 cm